Scuola di polizia (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Scuola di polizia

Immagine Police academy 1 de.svg.
Titolo originale

Police Academy

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1984
Genere commedia
Regia Hugh Wilson
Soggetto Neal Israel, Pat Proft
Sceneggiatura Neal Israel, Pat Proft, Hugh Wilson
Produttore Paul Maslansky
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Scuola di polizia, film statunitense del 1984 con Steve Guttenberg, Kim Cattrall e G.W. Bailey, regia di Hugh Wilson.

Frasi[modifica]

  • I giovani di oggi sono così. Non rispettano i padroni, non rispettano i clienti. Insomma, non rispettano neanche il rispetto. (Custode parcheggi) [si riferisce a Mahoney]
  • Questa volta non te la do una mano. Stavolta finisci dritto in galera. (Reed) [minaccia Mahoney di arrestarlo]
  • Saranno quattordici settimane di esercizi e di disciplina ferrea. (Reed)
  • Prima regola: non farsi prendere dal panico. (Comandante Eric Lassard)
  • Bene, dunque, cominciamo: io sono il tenente Harris, se non lo avete capito. Questo è il sergente Callahan, se non lo avete capito. Noi due siamo i peggiori istruttori della Scuola e ci hanno affidato voi, perché voi siete gli allievi peggiori della Scuola. Voi siete quelli che chiamano una SM, una squadra di sacchi di merda. Quando io urlo "ehi sacchi di merda!", vuol dire che sto parlando con voi. (Tenente Harris)
  • Allora, sacchi di merda, avete trenta minuti per fare la doccia e andare in classe. Muoversi! Muoversi! Muoversi! Di corsa! Di corsa! Di corsa! Brutti stronzi! (Harris)
  • E ora, voglio che voi due capisquadra facciate correre il signor Mahoney finché non vomita e dopo che avrà finito di vomitare lo fate ricominciare! (Harris)
  • Vedrai che imparerai, Mahoney, che nessuno, nessuno al mondo mette sotto uno come me! (Harris)
  • Non so che cosa darei per farti a pezzettini, ma non lo farò, perché tu sei pericoloso, pericoloso per il morale. A vederti sembreresti un bravo ragazzo come ce ne sono tanti. Ma no! No! Tu non mi freghi, no! Tu sei un diavolo! Sei marcio dentro e mi stai rovinando anche gli altri. Senza di te gli altri allievi potrebbero diventare degli ottimi poliziotti. (Harris) [si rivolge a Mahoney]
  • Ok, Certo. Non è mica un segreto. Al Blue Oyster Bar. (Mahoney) [mandando Blankes e Copeland alla festa sbagliata]
  • Adoro vestirmi da uomo! (Karen Thompson)
  • Io non sono José Martinez. Mi chiamo George Martin, americano da quattro generazioni. L'accento spagnolo mi serve per rimorchiare le ragazze. (Martin)
  • Barbara! La pagherai cara per averci mandato alla festa sbagliata! (Blankes)
  • Non te la caverai con una semplice punizione. Ti faremo cacciare a calci nel sedere dalla Scuola, quant'è vero Iddio! (Copeland)
  • Molla quello stereo, altrimenti ti faccio saltare il cervello, brutto stronzo! (Tackleberry)
  • Ti sei messo in un bell'impiccio stavolta, amico! Adesso ti vai a fare la valigia e sparisci immediatamente da questa Scuola! Chiaro? Fila! Fuori uno e non sarà il solo! (Harris) [espelle Hightower dalla Scuola]
  • Mahoney, mio piccioncino, tu sei espulso dalla Scuola per sempre! Fai le valigie e vattene! È un dolor dirti bye bye! (Harris) [ride]
  • Non ti muovere, sacco di merda! (Hooks)
  • Tenete Harris? Capitano Reed. Grazie per essersi occupato del mio ragazzo! (Reed) [a Harris]
  • Oh, è stato un piacere e un onore! (Harris) [Dopo aver sorriso a Reed mostra tutta la sua delusione]

Altri progetti[modifica]