Stefano Fassina

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Stefano Fassina (1966 – vivente), economista e politico italiano.

Citazioni di Stefano Fassina[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • L'Ue ha affrontato, male, l'emergenza debito pubblico. È, invece, completamente assente una seria tematizzazione dei differenziali di competitività evidenziati dai saldi della bilancia commerciale di ciascun paese membro, come da tempo ha sottolineato, prima di altri, Emiliano Brancaccio.[1]
  • Renzi continua a fare prevalere le sue aspirazioni personali rispetto agli interessi del Paese e mi sembra irresponsabile.[2][3]
  • [Motivando le sue dimissione dalla carica di viceministro dell'Economia e delle Finanze] Le parole del segretario [del Partito Democretico] Renzi su di me confermano la valutazione politica che ho proposto in questi giorni: la delegazione del Pd al governo va resa coerente con il risultato congressuale.[4] Non c'è nulla di personale. Questione politica. Un dovere lasciare per chi, come me, ha sostenuto un'altra posizione.[5]
  • Da ieri pomeriggio la legge è un po' meno uguale per tutti. Mi sono un po' vergognato come dirigente del PD nel vedere l'incontro Renzi-Berlusconi [...][2][6]
  • Il nuovo segretario [Matteo Renzi] ha messo in moto riforme fondamentali per il Paese, ma le accompagna con un'intolleranza inaccettabile verso le posizioni diverse dalla sua. Chi guida il partito non può pretendere soltanto opportunismo, conformismo e servilismo.[7]
  • [Sulla nomina di Federica Guidi a Ministro dello Sviluppo Economico del Governo Renzi] Il potenziale conflitto di interessi è del tutto evidente.[8] Ma oltre a questo mi preoccupa la visione del ministro sulla politica industriale, la sua idea di rilanciare il nucleare, la sua contrarietà al ruolo dello Stato nell'economia. Penso che ci sarebbe bisogno di un ministro dello Sviluppo con un orientamento molto diverso.[9]

Citazioni su Stefano Fassina[modifica]

  • Fassina chi? (Matteo Renzi) [alla domanda su cosa ne pensasse delle critiche avanzate dal sottosegretario Fassina]

Note[modifica]

  1. Da L'Europa salvi l'Unione, Il manifesto, 4 agosto 2011.
  2. a b Citato in Sul carro di Matteo Renzi c'è posto per tutti. Ma ecco cosa dicevano di lui i nuovi renziani, 17 luglio 2014.
  3. Pronunciata da Stefano Fassina il 15 aprile 2013.
  4. Il riferimento è alla vittoria di Matteo Renzi alle primarie indette dal Partito Democratico nel dicembre 2013.
  5. Citato in Governo: Fassina presenta dimissioni irrevocabili, Repubblica.it, 4 gennaio 2014.
  6. Pronunciata da Stefano Fassina il 19 gennaio 2014. Il riferimento alla giustiza è alla condanna definitiva a quattro anni di reclusione (con tre anni condonati dall'indulto del 2006) di Silvio Berlusconi per frode fiscale nel cosiddetto "processo Mediaset" del 1º agosto 2013.
  7. Citato in Stefania Rossini, Stefano Fassina: "Renzi mostra disprezzo per chi lo critica", L'espresso.it, 23 gennaio 2014.
  8. Il riferimento è alle imprese controllate dalla famiglia che partecipano ad appalti pubblici ed intrattengono importanti relazioni commerciali con le aziende controllate dallo stato.
  9. Citato in Roberto Mania, Guidi, prima grana per Renzi: quella cena a casa di Berlusconi e l'azienda in affari con lo Stato, la Repubblica.it, 23 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica]