Governo Renzi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
La compagine ministeriale del governo Renzi il giorno del giuramento

Citazioni sul Governo Renzi.

  • [Con la prassi del cosiddetto canguro[1]] Ci avete tolto i diritti dei lavoratori, oppure la possibilità di modificare la legge elettorale (su cui avete messo di nuovo la fiducia) e con cui domani potreste fare di tutto: togliere il voto o la libertà di parola! (Alberto Airola)
  • Come tutti coloro che da Renzi si aspettavano il governo dei fuoriclasse – se non Baricco, Guerra e Farinetti, almeno Gratteri – ero rimasto un po' deluso dalla lista dei ministri. Ma mi sbagliavo. Quella lista aveva un suo fascino, se paragonata a quella dei sottosegretari. Dai, mi dicevo, vorrai mica che alla Giustizia rimettano un berlusconiano di ferro? Infatti ne hanno messo uno di Ferri. Cosimo Maria Ferri, affiancato da un'altra figura neutrale: il relatore del lodo Alfano. Però il senatore Tonino Gentile, no. Si deve trattare di un refuso. Mai e poi mai il Renzi che conosco farebbe salire a bordo un signore accusato, non più tardi del 19 febbraio scorso, di avere impedito l'uscita di un giornale. (Massimo Gramellini)
  • Ha diminuito le tasse sulle case degli italiani liberi e contemporaneamente ha raddoppiato l'affitto ai carcerati. Prima di Renzi pagavano 56 euro al mese. Renzi adesso gli fa pagare 112 euro. Con quali soldi i carcerati dovrebbero pagare questi euro visto che non lavorano? E [chi lavora] guadagna al massimo 200 euro. Che se ne vanno per comprare il cibo. (Salvatore Cuffaro)
  • Il contrasto dell'immigrazione clandestina è una priorità del governo e l'Italia deve evitare la ripetizione di quanto è accaduto a Castel Volturno, dove lo squilibrio nel rapporto tra le comunità di residenti ed immigrati ha prodotto la rottura. (Angelino Alfano)
  • Il governo e Confindustria vogliono solo rendere il lavoro una merce, come era nell'800. (Maurizio Landini)
  • [Riguardo lo scandalo che ha coinvolto nel 2015 alcune banche italiane] Il Governo si muove nell'ambito grigio di tre filoni di inchiesta. [...] Qui si parla di un'associazione occulta, che comprende il Governo, per truffare e rubare ai cittadini, perché – ripeto – lo scrive. La banca scrive chiaramente che passa dagli investitori istituzionali, quelli qualificati, in grado di comprendere bene, alla granularizzazione, e cioè alla vendita dei titoli ai poveri risparmiatori, che vengono così imbrogliati. C'è anche la testimonianza di un direttore di banca di un piccolo paesino in Provincia di Perugia che dichiara quello che è successo.
    Nel Governo Renzi c'è un Ministro [Maria Elena Boschi] che agisce in un conflitto di interessi grande quanto non la banca – come ha detto il mio collega – ma il Quirinale, Palazzo Chigi, la Camera e il Senato. (Barbara Lezzi)
  • L'attuale Governo non solo ha fatto male al nostro Paese, ma è pericoloso per tutti noi e per la nostra democrazia. Questo è il vero problema. Non saranno due provocazioni e qualche menzogna a salvarlo. Lo salveranno il vizio italico di saltare sul carro dei vincitori, ma questo carro, cari signori, conduce alla rovina; scendete finché siete in tempo, perché questa sarà la vostra rovina! (Mario Michele Giarrusso)
  • L'importante è essere il Governo del fare. Anche del fare schifo, purché si faccia. (Paola Taverna)
  • L'Italia di Renzi [è] un Paese che getta dalla torre migliaia di incolpevoli cittadini che si erano fidati dalle banche e che salva i responsabili dei loro fallimenti, tra cui il povero padre della Ministra Boschi, quel sant'uomo che ogni mattina faceva 5 chilometri a piedi per potere salire sul treno che lo portava al lavoro. Un vero eroe, alla faccia di quei milioni di pendolari che ogni giorno, per colpa di un'Italia da terzo mondo che avete creato voi, si svegliano alle 5 del mattino e tornano la sera tardi per lavorare per 1.000 euro al mese e a 100 chilometri da casa. Questi sì che sono eroi, signori miei, non il padre della Ministra Boschi e i suoi compari che hanno rovinato la vita di migliaia di famiglie italiane e che rimarranno impuniti.
    Questa è la disastrosa democrazia secondo Renzi e secondo il Partito Democratico, una democrazia dove comandano le banche e il Governo ne rappresenta il comitato esecutivo. È un Governo che con questa revisione della Costituzione disporrà di pieni poteri, perché anche i più disattenti hanno ormai capito che l'unico scopo perseguito da Renzi, con quella che chiama riforma, è accentrare i poteri nelle mani del Capo del Governo, cioè nelle sue mani e nelle mani delle banche, degli speculatori e dei lobbisti. Tutto il resto era ed è materiale con cui tentate di distrarre la massa, ma sbagliate se pensate di avere gli italiani dalla vostra parte. (Danilo Toninelli)
  • L'Italia resta fermamente impegnata a lavorare con tutti i partner per consolidare i risultati del passato e per garantire il più ampio sostegno alla nuova risoluzione per la moratoria universale della pena di morte. (Paolo Gentiloni)
  • La Costituzione la riformano con Verdini, la legge elettorale con Berlusconi, il Jobs Act lo fa chi non ha mai lavorato un giorno in vita sua, ai pensionati mette mano chi prende le pensioni d'oro, e le unioni civili le fanno con Alfano! Aspettiamo la riforma della giustizia con Totò Riina e poi le abbiamo completate tutte probabilmente! (Luigi Di Maio)
  • Le decisioni del governo vengono prese senza l'ascolto delle altre organizzazioni, anche se la concertazione è comunque uno scambio. (Pierre Carniti)
  • Non è intenzione di questo Governo chiedere dimissioni di Ministri o sottosegretari sulla base di un avviso di garanzia, ma eventualmente per motivi di opportunità politica. (Maria Elena Boschi)
  • [Rivolta al Governo Renzi] Non potete essere in buona fede, perché vi conosco e so che siete preparati. La presidente Finocchiaro è una donna molto preparata e io la vedevo quando al ministro Boschi chiedeva come mai non avesse letto la Costituzione. Il ministro Boschi, che era in prima Commissione a fare le riforme costituzionali! (Paola Taverna)
  • Promuovere di più e meglio l'italiano all'estero è un impegno comune di tutto il Governo – a cominciare dal Presidente del Consiglio e dai Ministri dell'Istruzione e della Cultura – e richiede di coordinare iniziative e attori diversi: la nostra rete diplomatico-consolare, gli Istituti Italiani di Cultura, insieme agli altri attori che all'estero contribuiscono alla promozione culturale e linguistica (scuole italiane, lettorati di italiano) e alla Società Dante Alighieri oggi guidata dal professor Andrea Riccardi. Senza dimenticare il ruolo fondamentale che il servizio pubblico radiotelevisivo può svolgere su questi temi. Una strategia che a sua volta si lega ad altri obiettivi di sistema, come quello di aumentare la capacità di attrarre studenti stranieri nelle università italiane, ancora molto al di sotto del potenziale. E che può avere ricadute importanti anche sul miglioramento della formazione linguistica destinata agli immigrati, fattore essenziale per il successo delle politiche di integrazione. (Paolo Gentiloni)
  • Questa è una maggioranza che viola le leggi e calpesta le leggi fondamentali. (Mario Michele Giarrusso)
  • Questo Governo intende il Parlamento come uno zerbino su cui ogni tanto pulire i propri piedi, mentre sorride ai petrolieri e alle lobby. Questo lo abbiamo capito; il vero problema è che trova riscontro, che trova favore in una maggioranza di parlamentari che dovrebbero sentirsi dipendenti dei cittadini e che dovrebbero sentire, come loro dovere, quello di difendere il dibattito in Aula e dovrebbero sentire ciò come una priorità; non dovrebbero sentire come priorità quella di ubbidire a un capo padre-padrone che ormai è abituato a calpestare questo Parlamento. (Alfonso Bonafede)
  • Questo non è un Paese libero e non lo sarà fino a quando voi governerete. (Alberto Airola)
  • Renzi riconosca che non ha il consenso delle persone oneste, dei lavoratori e di chi cerca lavoro. (Maurizio Landini)
  • Sicuramente c'è una parte di mondo del PD in prima linea contro le mafie, ma questo governo ha fatto poco contro le mafie. (Roberto Saviano)
  • Tutte le scelte compiute dal governo Renzi in questi tre anni sono state cancellate o dagli italiani, o dalla Corte Costituzionale o dal Consiglio di Stato o dal Governo stesso. Quello che era partito come la più grande novità degli ultimi secoli si è rivelato un vero e proprio disastro sotto ogni punto di vista. (Ernesto Abaterusso)
  • Un ministro dovrebbe porsi innanzitutto un problema, e il Governo dovrebbe porselo, questo problema: di guardare alle proprie azioni, perché non è nelle parole che il fascismo ha sconvolto la società italiana, bensì nei fatti. E quanto ai fatti, è un fatto che sulla legge sui diritti civili nella storia della Repubblica italiana post-fascista non c'è stato un Governo che ha posto la fiducia, figuriamoci la doppia fiducia! È un fatto che su una legge elettorale non c'è Governo che abbia posto la fiducia, tranne il Governo fascista! (Alfonso Bonafede)

Note[modifica]

  1. Il canguro è un emendamento che, con un "salto", esclude la discussione democratica e parlamentare di un numero qualsiasi di emendamenti presentati da gruppi diversi dal Governo.

Altri progetti[modifica]