Tartaruga

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
L'addestratore di tartarughe (O.H. Bey)

Citazioni sulla tartaruga.

  • Al termine della conferenza, una piccola vecchia signora in fondo alla sala si alzò in piedi e disse: «Quel che lei ci ha raccontato sono tutte frottole. Il mondo, in realtà, è un disco piatto che poggia sul dorso di una gigantesca tartaruga». Lo scienziato si lasciò sfuggire un sorriso di superiorità prima di rispondere: «E su che cosa poggia la tartaruga?». «Lei è molto intelligente, giovanotto, davvero molto», disse la vecchia signora. «Ma ogni tartaruga poggia su un'altra tartaruga!» (Stephen Hawking)
  • E le testuggini, sono figlie di un rospo e di uno scoglio. (Primo Levi)
  • – Guardi in terra e vedi una testuggine Leon, arranca verso di te...
    – Testuggine? Che cos'è?
    – Sai cos'è una tartaruga?
    – Sicuro.
    – Stessa cosa.
    – Mai vista una testuggine... Però ho capito che intende.
    – Allunghi una mano e rovesci la testuggine sul dorso Leon.
    – Inventa lei le domande signor Holden? Oppure gliele scrivono?
    – La testuggine giace sul dorso, la sua pancia arrostisce al sole rovente, agita le zampe cercando di rigirarsi, ma non può. Non senza il tuo aiuto. (Blade Runner)
  • La mosca pungendo la tartaruga si rompe il becco. (proverbio toscano)
  • La tartaruga lunghissima nelle sue operazioni ha lunghissima vita. Così tutto è proporzionato nella natura; e la pigrizia della tartaruga, di cui si potrebbe accusar la natura, non è veramente pigrizia assoluta, cioè considerata nella tartaruga, ma rispettiva. Da ciò possiamo cavare molte considerazioni. (Giacomo Leopardi)
  • La tartaruga, se ha ingoiato una vipera, mangia l'origano (anche questo fatto è stato osservato). È capitato che un tale, vedendo una tartaruga fare più volte questa cosa (ovvero ingoiare l'origano e poi andare di nuovo dalla vipera), estirpasse la pianta di origano. Ebbene, una volta fatto questo, la tartaruga morì. (Aristotele)
  • Le tartarughe potrebbero raccontare, delle strade, più di quanto non potrebbero le lepri. (Khalil Gibran)
  • Non definisco la tartaruga indegna perché non è qualcos'altro. (Walt Whitman)
  • – Tu hai mai pensato al suicidio?
    – Prego?
    – Al suicidio.
    – Ehm... di recente no.
    – Io ci penso continuamente, per reincarnarmi come tartaruga.
    – Carine le tartarughe!
    – Sì, carine, stupende. (Il valzer del pesce freccia)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]