The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

The Day After Tomorrow – L'alba del giorno dopo

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale The Day After Tomorrow
Paese USA
Anno 2004
Genere drammatico, azione, fantascienza
Regia Roland Emmerich
Soggetto Roland Emmerich
Sceneggiatura Roland Emmerich, Jeffrey Nachmanoff
Attori
Doppiatori italiani

The Day After Tomorrow – L'alba del giorno dopo, film statunitense del 2004 con Dennis Quaid e Jake Gyllenhaal, regia di Roland Emmerich.

Tagline
Dove sarai?

Frasi[modifica]

  • Siamo sull'orlo di un mutamento climatico radicale. (Jack)
  • A tempesta finita, saremo in una nuova era glaciale. (Jack)
  • I bidoni dell'immondizia! Ci trovi sempre un sacco di cose buone. (Barbone)
  • Avevi mai visto il cielo tanto sereno? (Astronauta)
  • Queste ultime settimane ci hanno lasciato dentro un profondo senso di umiltà davanti al potere distruttivo della Natura. Per molti anni siamo andati avanti con l'illusione di poter continuare a sperperare le risorse naturali del pianeta senza subire conseguenze. Ci sbagliavamo. Io mi sbagliavo. Il fatto che il mio primo discorso alla nazione vi giunge da una terra straniera è la dimostrazione che la realtà è cambiata. Non solo gli americani – molti altri popoli del globo – sono ora ospiti di nazioni che per tanto tempo abbiamo chiamato "il Terzo Mondo". Nel momento del bisogno queste nazioni ci hanno accolti e dato asilo e io sono loro profondamente grato di tale ospitalità.
    [...] Piangiamo la perdita del Presidente, l'uomo che con coraggio ha dato l'ordine di evacuazione, salvando milioni di vite umane. Per giorni abbiamo trepidato per la sorte delle persone rimaste bloccate al nord; oggi abbiamo motivo di sperare. Poche ore fa ho ricevuto la notizia che un piccolo gruppo di persone è sopravvissuto a New York, contro ogni probabilità e superando avversità spaventose. Ho immediatamente dato il via a una missione di soccorso per portare tutti in salvo e cercare altri superstiti. (Discorso del nuovo Presidente alla nazione)

Dialoghi[modifica]

  • Jack: No, non sono arrabbiato [per il voto in matematica], sono deluso.
    Sam: La vuoi sentire la mia versione?
    Jack: Sam, come possono esserci due versioni?
    Sam: Senti io ho risolto tutti gli esercizi. La ragione per cui Spengler mi ha castigato è che non ho scritto i vari passaggi.
    Jack: Perché no?
    Sam: Perché li faccio a mente.
    Jack: Tu glielo hai spiegato?
    Sam: Mi ha risposto che siccome lui così non ci riusciva, avevo sicuramente copiato.
    Jack: No, è ridicolo – dai – non può punirti perché sei più bravo di lui.
    Sam: È quello che gli ho detto.
    Jack: Ah sì?! E lui come ha reagito?
    Sam: La pagella ce l'hai mi pare.
  • [Brian sta tentando di aggiustare una radio]
    Poliziotto: Forse dovresti farti aiutare da qualcuno, ragazzo.
    Brian: Signore, sono presidente di un circolo di elettronica, di un club di matematici e di uno di scacchi. Se qui dentro c'è qualcuno più secchione di me, perché non me lo presenta?! [Sam sorride]
    Poliziotto: Ti lascio al tuo lavoro, scusa tanto – continua.
  • Jason: Jack, abbiamo i risultati. [dell'inizio della glaciazione terrestre]
    Jack: 6 o 8 mesi? Non può essere.
    Janet: La scala non è in mesi... è in settimane.
  • Laura: Ne ho una. La tua vacanza preferita?
    Sam: A parte questa qui? Dunque, quanche anno fa andai con mio padre in Groenlandia per una delle sue ricerche. E si ruppe la nave e noi restammo isolati. Non faceva altro che piovere.
    Laura: Una noia mortale...
    Sam: Invece fu una gran cosa, sai. Solo con mio padre tra i ghiacci per dieci giorni. [sospira]
  • Sam: [prendendo dei libri e notando un camino] Ok, vediamo un po'.
    Judith, inserviente nella biblioteca: Che cosa fai?
    Sam: Che cosa dovremmo bruciare?
    Judith: Non può bruciare i libri.
    Jeremy: No, non se ne parla neanche!
    Sam: Volete morire assiderati?
  • Jeremy: Friedrich Nietzsche? Non si può bruciare Friedrich Nietzsche, il pensatore più importante del ventesimo secolo!
    Elsa: Ah, ma dai! Nietzsche era un porco sciovinista innamorato di sua sorella.
    Jeremy: Non era né sciovinista né porco.
    Elsa: Ma era innamorato di sua sorella.
    Brian: Ehm, scusatemi, ragazzi? Grazie. Lì c'è il settore tributario che aspetta solo di essere bruciato.
  • Presidente Blake: Cosa propone di fare, professor Hall?
    Jack: [disegnando una linea dalla metà della California che attraversa tutti gli Stati Uniti fino alla Virginia] Di evacuare chiunque si trovi al di sotto di questa linea.
    Presidente Blake: E la popolazione al di sopra?
    Jack: È troppo tardi per loro. Se usciranno di casa, moriranno assiderati.
  • [Il loro ultimo brindisi]
    Simon: Signori. All'Inghilterra.
    Terry Rapson: All'umanità.
    Dennis: Al Manchester United!
  • Brian: [a Sam, guardando Laura che parla con JD] Amico mio, hai un avversario pericoloso.
    Sam: Ti prego.
    Brian: E scommetto che è anche molto ricco.
    Sam: Ma smettila.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]