Vai al contenuto

Tortura

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sulla tortura.

La vergine di ferro
  • C'era qualcosa di avvilente nel sentire ripetere quella parola – tortura – nella sala d'onore di un Parlamento, quello italiano, che, in trent'anni, dalla ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti, non era ancora riuscito a dare all'Italia una legge che punisse quel reato. C'era qualcosa di indecente nella constatazione che il Paese che ora legittimamente chiedeva a un regime di consegnargli i suoi carnefici, continuasse a essere in ostaggio del ricatto morale ed elettorale di settori delle forze di polizia e delle propaganda sgangherata di chi riteneva che la tortura fosse o dovesse essere considerata tale, chiamata e punita con il suo nome proprio, solo se consumata in qualche lurida camera della morte in Medio Oriente o in Asia. E non, come pure era accaduto, in una caserma della polizia stradale a Genova (a Bolzaneto, nei giorni del G8 di Genova del luglio 2001), sulla panchina di una piazza di Ferrara (Federico Aldrovandi), o in quella stazione dei carabinieri dove Stefano Cucchi aveva cominciato a morire. (Carlo Bonini)
  • Chi è stato torturato rimane torturato. [...] Chi ha subito il tormento non potrà più ambientarsi nel mondo, l'abominio dell'annullamento non si estingue mai. La fiducia nell'umanità, già incrinata dal primo schiaffo sul viso, demolita poi dalla tortura, non si riacquista più. (Jean Améry)
  • Chi tortura gli animali paga già nella sua miseria. (Anna Maria Ortese)
  • Dacché nella famiglia umana, vi furono uomini che svestirono le forme umane per farsi impostori, cioè preti, dacché vi furono preti nel mondo, vi furono torture.
    Volendo costoro mantenere tutti gli uomini nell'ignoranza, quando emergeva alcuno che avesse ricevuto da Dio tanta intelligenza da capire le loro menzogne, quell'intelligente era da questi demoni torturato. (Giuseppe Garibaldi)
  • “È una vecchia storia. Si dice: 'Ah, ma la polizia non mena, i carabinieri non menano'. E invece no. Si mena. Si mena! Come fanno tutte le polizie del mondo. Tant'è, signor giudice, e lei lo sa meglio di me, che in Parlamento esiste un progetto di legge per l'istituzione del reato di tortura perché le nostre forze dell'ordine quella legge non la vogliono. Parliamo fuori dai denti." (Carlo Bonini)
  • [Henri Alleg] ha scritto un libro che si chiama La question, ci racconta come nel 1957, accusato dalle forze armate francesi di essere comunista e filoalgerino, lui europeo e francese, venne torturato a Algeri per rivelare i nomi degli altri resistenti. Ricapitolando: London fu torturato dai comunisti, Alleg fu torturato perché era comunista. Il che ci conferma che la tortura può venire da ogni parte, e questo il vero problema. (Antonio Tabucchi)
  • Il torturato tortura i sogni del suo carnefice. (Eduardo Galeano)
  • La tortura è sbagliata perché provoca sofferenze. È la capacità di soffrire, e non il possesso di concetti sofisticati, che sta a fondamento dell'inaccettabilità della tortura. Ciò vale tanto per le persone che per i conigli; in entrambi i casi, la tortura è sbagliata a causa della sofferenza che procura. La caratteristica che qualifica gli umani come titolari del diritto di non essere torturati è, dunque, una caratteristica posseduta anche dai conigli, e da molti altri animali. Affermo perciò che, se gli umani hanno diritto di non essere torturati, lo stesso vale per gli altri animali. (James Rachels)
  • Mi pare impossibile, che l'usanza di tormentare privatamente nel carcere per avere la verità possa reggere per lungo tempo ancora, dopoché si dimostra che molti e molti innocenti si sono condannati al supplizio per la tortura. (Pietro Verri)
  • Perché questo poteva ora con più coscienza affermare, dopo aver subito per cinque volte la corda, per quarantotto ore la veglia, per sette volte il fuoco: che coloro che avevano concepito la tortura e coloro che la sostenevano erano degli stolti; gente che aveva del uomo, e della propria umanità, la nozione che ne può avere il coniglio selvatico, la lepre. Braccati dall'uomo, dalla loro stessa umanità, stoltamente ne facevano vendetta nella questione: il giurista, il giudice, il boia. "Forse il boia no, forse per il boia è che, considerato immondizia, dall'esercizio della crudeltà ottiene almeno, di umano, la coscienza di essere veramente immondo." (Leonardo Sciascia)
  • Quando mangiamo carne prodotta negli allevamenti industriali viviamo, letteralmente, di corpi torturati. Sempre più, quel corpo torturato sta diventando il nostro. (Jonathan Safran Foer)
  • Quanto a me, anche nella giustizia, tutto quello che va al di là della semplice morte mi sembra pura crudeltà. (Michel de Montaigne)
  • Questa idea di voler fare trionfare la giustizia tramite la violenza sembrerà un giorno così imbecille come ci sembra oggi l'uso della tortura per sapere la verità. (Pierre Ceresole)
  • Sono fermamente convinto che un abile torturatore non debba per forza infliggere dolore al soggetto interrogato. (Metal Gear Solid: Portable Ops)

Altri progetti[modifica]