Turismo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Un gruppo di turisti a Carskoe Selo, in Russia

Citazioni sul turismo e sui turisti.

  • Guardare i turisti che si ubriacano è davvero entusiasmante! (NCIS - Unità anticrimine)
  • Il «seduttore» che si gloria di iniziare le donne ai misteri dell'amore: il turista che arriva alla stazione e si offre di mostrare alla guida turistica le bellezze della città. (Karl Kraus)
  • Il turismo è l'arte della delusione. (Robert Louis Stevenson)
  • Il turismo, ideato per liberare i suoi seguaci dalla società, prese la società in viaggio con sé. Da allora sulla faccia dei compagni di viaggio, si poté leggere ciò che si voleva dimenticare. (Hans Magnus Enzensberger)
  • Il vagabondo, ripetiamolo, è l'alter ego del turista. (Zygmunt Bauman)
  • Il viaggiatore aveva un pregiudizio favorevole nei confronti di popoli di contrade lontane e cercava di descriverli ai suoi compatrioti; [...] ora l'uomo moderno è incalzato. Il turista farà quindi, un'altra scelta: le cose, e non più gli esseri umani, saranno oggetto della sua predilezione: paesaggi, monumenti, rovine... Il turista è un visitatore frettoloso... non solo perché l'uomo moderno lo è in generale, ma anche perché la visita fa parte delle sue vacanze e non della sua vita professionale; i suoi spostamenti all'estero sono limitati entro le sue ferie retribuite. La rapidità del viaggio costituisce già una ragione della sua preferenza per l'inanimato rispetto all'animato: la conoscenza dei costumi umani, diceva Chateaubriand, richiede tempo. Ma c'è un'altra ragione per questa scelta: l'assenza di incontri con soggetti differenti, è molto riposante, poiché non mette mai in discussione la nostra identità; è meno pericoloso osservare cammelli che uomini. (Cvetan Todorov)
  • Il viaggio a Disneyland risulta allora essere turismo al quadrato, la quintessenza del turismo: quel che veniamo a visitare non esiste. (Marc Augé)
  • Le antiche civiltà devono essere scomparse a causa del turismo. (Kirby)
  • In realtà, i romani mi sembrano insopportabili. I migliori abitanti di Roma sono i turisti. (La grande bellezza)
  • Nella vita d'un turista che va un po' lontano, credo che a un certo punto sorge per forza la domanda: "Ma cosa sono venuto qui a fare?" Domanda che mette in moto il gran cinema delle giustificazioni con se stessi, per non dirsi sul serio: "Sono qui a non far niente". (Gianni Celati)
  • Sottoprodotto della circolazione delle merci, la circolazione umana considerata come un consumo, il turismo, si riduce fondamentalmente alla facoltà di andare a vedere ciò che è diventato banale. (Guy Debord)
  • Turisti? Pshaw! (Giorgio Carbone)
  • Viaggiare. Partire. Forse tornare. La differenza tra il turista e il viaggiatore, diceva un tale, è la seguente: il turista ha già il biglietto per il ritorno in tasca. Il viaggiatore non considera importante l'idea del ritorno. (PK²)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]