White Collar (terza stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: White Collar.

White Collar, terza stagione.

Episodio 1, In guardia[modifica]

  • [Neal getta via la cravatta tagliata]
    Neal: Rovisti tra i rifiuti ora?
    Peter: Un raro souvenir di un imperfetto Neal Caffrey? Non ha prezzo!
  • Mozzie: Il rosso viene da un ritratto di Fernand Olivier.
    Neal: L'ultimo a miscelare questo colore è stato Picasso... [Mozzie sorride soddisfatto] prendiamo dai maestri!
    Mozzie: Picasso era comunista, sarebbe felice di condividere!

Episodio 2, Ultime volontà[modifica]

  • [Arriva un messaggio a Elizabeth]
    Elizabeth: Lo manda Neal.
    Peter: Ah sì?
    Elizabeth: Sì. Dice che non ha trovato niente riguardo le ore e che il sole illuminerà lo gnomone fra quattro ore e idee? [Peter tira fuori il testamento] Il testamento ce l'avevi in tasca per caso?
    Peter: Sempre pronto, ex boyscout!
    Elizabeth: È ovvio!
    Peter: Ecco vedi, c'è questo fiorellino accanto alla prima ora del testamento. Che può voler dire?
    Elizabeth: Be', un tulipano simbolo della rinascita, della primavera...
    Peter: Sì, certo! L'angolazione della luce del sole è diversa se è primavera, inverno, estate, quindi l'ombra della meridiana sarà diversa. Si potrebbe ricreare creando un paio di specchi, ma...non importa, non importa...
    Elizabeth: Amore?
    Peter: Sì?
    Elizabeth: Vorresti andare a giocare insieme a Neal?
    Peter: Sì!!
  • Peter: H!
    Neal: BSH!
    Peter: Ti dice qualcosa?
    Neal: No.
    Mozzie: Gli acronimi di tre lettere sono la tua specialità FBI!

Episodio 3, Effetti collaterali[modifica]

  • Neal: Christie, sono molto contento di conoscerti.
    Christie: Il famoso Neal Caffrey! Il suo sorriso mi sembra più affascinante che ambiguo.
    Neal: Grazie!
    Diana: Credimi è più ambiguo!
  • ELizabeth: Ehi Jones!
    Jones: Ciao! Cowboy nello spazio, devi organizzare anche il mio di compleanno!
  • Diana: Gliel'hai raccontato?
    Neal: Di che cosa parli?
    Diana: Hai capito bene Caffrey. Il nostro primo incontro!
    Christie: Non gliel'ho detto!
    Neal: È stato carino!
    Diana: Che c'è di carino nella ceramica!
    Neal: Sì, un corso di ceramica! Non sarei mai riuscito neanche a immaginarlo!

Episodio 4, Il dentista di Detroit[modifica]

  • Peter: Ragazzi fate silenzio, fate silenzio, ora veniamo al punto. Blake, tu seguirai con belle view quella faccenda delle tessere sanitarie. Jones, basta messaggi. Ora fa un bel sorriso, un'altra banca internazionale.
    Jones: Che meraviglia!
    Peter: Diana, violazione di copyright.
    Diana: No, un'altra volta!
    Peter: Che hai detto?
    Diana: Evviva, un'altra volta!
    Peter: Proprio come pensavo.
  • Neal: Che cosa fai?
    Mozzie: [Nascondendosi] Potrebbe essere De Luca.
    Neal: Meglio mettersi al sicuro.
    Mozzie: Ottima idea!
    Neal: Somiglia incredibilmente a Peter.
    Peter: Ehi ragazzi, che cosa fate?
    Mozzie: Veniamo oppressi dal sistema...come sempre!
  • Peter: Da ora sei un testimone sotto protezione.
    Mozzie: Non puoi farlo!
    Peter: Sì che posso. Che cosa vuole De Luca da te?
    Neal: Lui vuole...
    Mozzie: Non dirglielo Neal.
    Neal: De Luca vuole Mozzie perché lui è il dentista di Detroit...
    Mozzie: Neal! Anche tu Bruto, anche tu!
    Neal: Mi dispiace ma dobbiamo proteggerti!
    Peter: Cosa? Mozzie è il dentista di Detroit?
    Neal: Lo so, sembrava impossibile anche a me!
    Mozzie: Sono offeso dai vostri giudizi e dall'incomprensione che voi state mostrando su cose che non potete capire!!
  • Neal: De Luca vuole che il Dentista faccia una truffa...se tu ci riuscissi!
    Peter: E mettessi i soldi in mano a De Luca, potremmo arrestarlo!
    Neal: De Luca va in galera, Mozzie e Jeffris sono salvi.
    Peter: Ecco perché ti paghiamo così tanto! Se ti pagassimo!
  • Mozzie: Il diritto degli Stati Uniti prescrive i crimini commessi da un minore!
    Peter: Un minore? Che età avevi quando l'hai fatto?
    Mozzie: ...avevo 12 anni...
    Neal: A 12 anni hai sottratto 500 mila dollari alla mafia?!
    Mozzie: Ero molto precoce!
  • Mozzie: Fu allora che spuntò De Luca, non gli piaceva che gli sottraessi i profitti. De Luca venne a sapere del Dentista e costrinse Bruno a chiudere l'attività. Volevo vendicarmi, così fregai De Luca padre con una truffa telematica, gli sfilai 500 mila dollari!
    Neal: Come riuscì a scoprire che eri stato tu?
    Mozzie: Bruno glielo confessò. Gli disse che ero io il Dentista, così eliminai il mio soprannome, addio al Dentista. Presi quei soldi, partii per New York e diventai un'altra persona!
    Peter: Ok, che mi dici dei reati commessi dal Dentista dopo allora...
    Mozzie: De Luca non voleva che tutti sapessero che era stato fregato da un truffatore di soli dodici anni.
    Neal: Fece girare la voce che il Dentista era Superman.
    Mozzie: Già! Il Dentista divenne la copertura perfetta per tutti i criminali del Nord-est!
    Peter: Sei la teoria delle cospirazioni vivente!
    Mozzie: Visto? Esistono davvero!
  • Peter: Jones, portalo in un rifugio.
    Mozzie: Un rifugio monitorato dall'FBI? È una tortura legalizzata!
    Peter: Se non ti va posso rinchiuderti finché non sarà tutto finito!
    Mozzie: Ah, va bene il rifugio! Ma ho delle richieste. Soffro di eczema atopico, mi serve il mio pigiama di seta fatto a mano, gli occhiali da lettura, le pantofole, la macchina del sonno, sono essenziali e poi ho le gengive molli quindi mi serve il mio spazzolino elettrico!
    Peter: Ti sembriamo i tuoi maggiordomi?
    Mozzie: Ok, ma non lamentatevi se io poi...dovrò dormire nudo stanotte!
    Jones: Faccio una lista!
  • Neal: Non sarai al sicuro finché non faremo la truffa e non prenderemo De Luca, ok?
    Mozzie: Ti prego fai in fretta. Ne va della mia salute mentale!
    Jones: E della mia!
  • Peter: Resta una sola corsa, se O'lerey non scommette di più, l'FBI sarà sotto di 100 mila. De Luca non sarà felice.
    Neal: E Mozzie non sarà mai al sicuro. Parlerò con O'lerey per vedere se...
    Peter: Ti caccio!
    Neal: Cosa?
    Peter: Ti mando via. Pubblicamente...lo faccio ora!
    Neal: ...senti io, io non so chi ha preso i soldi dalla cassa, non puoi avercela con me!
    Peter: No, non è vero, sei stato tu e sai una cosa? Ora basta, ok? Mi hai creato problemi fin da quando hai iniziato a lavorare per me, con il tuo sorriso smagliante e quei...quei fastidiosi cappelli!
    Neal: Ma tu li adoravi!
    Peter: No, io li detesto! Ok? Sei indisciplinato, non fai mai quello che ti dico di fare e ogni volta che volto le spalle tu vai a fare gli affari tuoi e te ne freghi di tutto! Mi dispiace signori, scusate...
    Neal: Tu sei soltanto un bastardo, ti ho coperto le spalle fin dal primo giorno e ogni volta che qualcosa va male sono sempre il primo che incolpi!
    Peter: Perché sei un truffatore! È quello che sei! E di sicuro lo sarai per sempre! No, no, no, no ehi, ehi, sei fuori, levati dalle scatole!
    Neal: Sì, con molto piacere! La prossima volta che tua moglie si sentirà sola...dille di chiamarmi! Dalle il mio numero!

Episodio 5, La vedova nera[modifica]

  • Peter: Se lei sarà a quell'asta, ci saremo anche noi. Il club ha tre posti liberi per uomini idonei, questo vuol dire che mi servono tre volontari. Neal alza la mano!
    Neal: Devo proprio farlo?
    Peter: Sì! [Neal alza la mano] Ecco il nostro primo scapolo fortunato! Andiamo...ci creeremo delle identità irresistibili ragazzi!
    Jones: Speriamo che non uccida l'ultimo uomo giocattolo prima di trovare i soldi! [E fa il gesto dei soldi alzando un po' il braccio]
    Peter: Un'altra mano! Jones sei il numero due!
    Jones: Peter io...
    Peter: Coraggio! Andiamo! È solo una copertura, chi è il numero tre?
    Neal: Tu sei perfetto Peter. Sembri il classico uomo da sposare, no?
    Peter: Io sono sposato!
    Jones: Ehi...questa è solo una copertura!
    Diana: E per te sarebbe un'esperienza nuova!
    Neal: Un attimo ragazzi, a meno che non ti serva il permesso!
    Peter: Io non...io non...io...ok, va bene, lo farò!
    Neal: Andata!
    Peter: Mettiamoci al lavoro!
    Neal: Hai paura di dirlo a Elizabeth?
    Peter: Sono terrorizzato!
  • Sara: Noi...non siamo mai usciti per un appuntamento.
    Neal: Da Elizabeth e Peter.
    Sara: Non era un vero appuntamento!
    Neal: E cos'era allora?
    Sara: Solo un'uscita.
    Neal: E i pranzi invece?
    Sara: Il pranzo non è romantico, il pranzo è il pranzo.
    Neal: Non abbiamo avuto un vero appuntamento!
    Sara: Non fa niente.
  • [Sono sotto copertura ad un'asta per donne in cerca di scapoli]
    Donne: Uomini! Uomini! Uomini! Uomini!
    Peter: Vorrei avere con me una lancia e uno scudo!
    Neal: Assatanate e in cerca di marito...i gladiatori sono pronti!
  • Jones: Qual è il tuo piano?
    Neal: Userò il mio fascino solo con Selena.
    Jones: Mh...hai paura di farla impazzire è?
    Neal: Mi limito le chance. Il tuo approccio?
    Jones: Punto a farle impazzire! Cercherò di sedurle tutte...voglio un buon passaparola.
    Neal: Certo.
    Joones: Peter?
    Peter: Manterrò il contatto visivo e terrò presente che è una conversazione, non un interrogatorio...
  • Diana: Ho parlato con Selena, ho scoperto solo che le piacciono alti, scuri e belli!
    Jones: Quanto scuri secondo te?
  • Diana: Con un sorriso sincero, fondamentalmente.
    Neal: Un bel sorriso!
    Diana: Sincero non lo prendi in considerazione.
  • Neal: Non è decisamente la serata che avevo previsto.
    Sara: Oh...chiunque può preparare una cena ma solo tu puoi ritrarre un'assassina di nascosto.
  • Neal: C'è il pastore.
    Peter: Che velocità!
    Mozzie: Scusate il ritardo.
    Peter: Non dirmi che hai preso i voti!
    Mozzie: Ci stavo pensando!
    Peter: Per pagare meno tasse?
    Mozzie: Oh sì, come se io le pagassi! Vuoi fare da testimone?
    Neal: Volentieri!
    Mozzie: Miei cari sposi, siamo qui riuniti oggi per celebrare l'unione di Mr e Miss FBI...ancora una volta!

Episodio 6, Robin Hood[modifica]

  • [Peter bussa a casa di Neal dove ha passato la notte con Sara]
    Neal: Sì?
    Peter: Ti chiudi a chiave?
    Neal: È pieno di ladri in giro!
    Peter: Sì, lo so! Ascolta, ti piacerà. C'è un truffatore in giro per New York che... [Vede la colazione pronta per due] la colazione?
    Neal: È proibito forse?
    Peter: Colazione per due...qualcosa mi dice che non è per me.
    Neal: Bravissimo. Hai qualche altra intuizione da detective?
    Peter: Vediamo!
    Neal: Perché gliel'ho chiesto?
    Peter: Uh...impronte ancora fresche di due teste sui cuscini...un cestello con Champagne ai piedi del letto, c'è del romantico qui dentro è? [Peter pista una cosa a terra]
    Neal: Ehm, quelle sono...
    Peter: Uh! Be', direi che sarebbe meglio smetterla di ispezionare...che c'è qua? [Tira su un paio di manette] Sono in dotazione?
    Sara: Ah, quelle sono mie, scusate! Ehm, Neal mi sta insegnando come aprirle...lo facciamo al posto del sudoku nel tempo libero!
    Peter: Ah-ah! Buongiorno Sara!
    Sara: Buongiorno e prima che tu me lo chieda, qui non ho un cambio né uno spazzolino.
    Peter: Non lo farò.
    Sara Be', noi siamo in quella fase strana e indefinita per cui siamo usciti qualche volta, ma cosa significa?
    Peter: Non so, che cosa significa?
    Neal: Ehm, che noi viviamo giorno per giorno!
    Sara: È quello che ho detto!
    Neal: Più o meno.
    Peter: Quasi uguale!
  • Peter: Questo tizio è un falsario affermato e uno scassinatore di grande destrezza a soli vent'anni. Penso che ci troviamo di fronte al nuovo Neal Caffrey!
    Neal: Mh, lui è un haker, io no.
    Peter: Hai ragione...allora il Neal Caffrey del nuovo millennio!
    Neal: Io non mi sono fatto prendere a vent'anni!
  • Diana: Tu perché non ti sei mai travestito?
    Neal: Un bel sorriso funziona lo stesso e non devi preoccuparti che i baffi stiano dritti!
  • Signor Stuart: Avete mai tenuto 100 mila dollari tra le gambe?
    Neal: Veramente sì, mi è capitato!
    Peter: No, no...
  • Peter: Esamineremo quella foto per capire cosa ha rubato mentre indossava quella parrucca. Che pensi di lui?
    Neal: Be'...è un ragazzo che si sta divertendo molto. È impulsivo, arrogante e non si rende conto di quanto ci sia dentro fino al collo! Ok, d'accordo è vero, ricorda vagamente com'ero io.
    Peter: Pensi che lui sia ancora recuperabile?
    Neal: Non sarà facile.
    Peter: Mi chiedo cosa sarebbe successo se ti avessi preso prima.
    Neal: Non fa differenza Peter...è come una smania, una droga...e devi toccare il fondo per riuscire a cambiare.
    Peter: Tu quando lo hai toccato?
    Neal: Mai detto di averlo fatto!

Episodio 7, Il truffatore[modifica]

  • Sara: Il mio appartamento è in ristrutturazione finché non verso l'assegno della prossima commissione...
    Neal: Vieni a stare da me. Be', finché non si risolverà tutto...
    Sara: Ehm...da June? Sicuro che sia una buona idea?
    Neal: Non è certo il Four Season ma potrei...portarti da mangiare su un carrello.
    Sara: ...ok! [Sale in ascensore e se ne va]
    Peter: Mi ricorda quando Elizabeth è venuta da me!
    Neal: No...no, è una cosa temporanea...
    Peter: Anche per Elizabeth lo era!
  • [Mozzie è a casa di Neal e sta controllando al computer il tesoro]
    Neal: Scusa, l'appartamento è un disastro...
    Mozzie: Neal, quanto potrebbe valere secondo te...
    Neal: Moz!!
    Mozzie: Oh, Sara! Ciao! Benvenuta...
    Sara: Interrompo qualcosa?
    Mozzie: Stavo guardando...un porno!
    Sara: Sul tavolo da pranzo? In casa di altri?
    Mozzie: Ognuno vive la sua vita! Ma vedo che tu stai per vivere nella mia. Non sapevo del tuo trasferimento.
  • Sara: Mozzie non sembrava molto contento di truffare l'Avvoltoio.
    Neal: Ha un debole per i fuori legge famosi!
  • Neal: Se l'Avvoltoio si farà vivo chiameremo Peter e l'FBI lo arresterà...
    Peter: Ah, quindi mi avresti chiamato prima o poi.
    Neal: Peter, c'è una spiegazione per tutto questo...
    Peter: Pensavi di spendere i soldi per stanare l'Avvoltoio!
    Neal: Stiamo sempre sulla stessa pagina!
    Peter: Stessa pagina? Non dello stesso libro, non stiamo neanche nella stessa biblioteca!
    Neal: Ok, vedo che sei arrabbiato...
    Peter: Dannatamente arrabbiato! Hai rapinato una banca!
    Sara: L'Avvoltoio ha rapinato una banca, noi abbiamo...
    Peter: Rapinato un'altra banca? Bel vestito! Ma che ti è saltato in mente Sara?
    Neal: Non potevamo stare con le mani in mano a guardarlo scappare!
    Peter: Io non sto con le mani in mano, è un procedimento necessario! Avrei dovuto immaginarlo che avresti architettato un piano per evitarlo.
    Neal: Se aspettiamo ancora un po' e...
    Peter: No! In maniera più assoluta la finiamo qui ora! Sara ti consiglio di cambiarti e radunare le ricevute perché tutta questa roba verrà restituita appena chiuderemo il caso! Tu verrai con me! Sono spariti un sacco di soldi là fuori e qualcuno andrà n prigione per questo...mi aiuterai ad assicurarmi che sia l'Avvoltoio e non voi due! Ok?
    Neal: [A Sara] Annulliamo la vasca idromassaggio!
  • Elizabeth: Vedo che andate d'accordo. [Riferendosi a Mozzie e Peter]
    Neal: Come Burr e Hamilton...
    Elizabeth: Compagni rivoluzionari?
    Neal: Duellanti a mezzogiorno!
  • Neal: Sara si lamenta della mia cavigliera...mi muovo nel sonno e le faccio dei lividi.
    Peter: Ti piacerebbe che te la togliessi?
    Neal: ...sarebbe fantastico...
    Peter: Non credo che Sara preferisca le visite coniugali! [Neal fa un sorriso] Perché saresti in prigione!
    Neal: Come regola generale non si spiegano le battute!

Episodio 8, Ritorno al passato[modifica]

  • Peter: È entrato in casa tua per rubare una cartolina? Conosci questo Jimmy?
    Jones: Jimmy Wilson, un vecchio amico di Annapolis.
    Neal: Cartolina criptica da un vecchio amico uguale guai...per la mia esperienza!
  • Neal: Sì, è un microdot.
    Peter: Vecchia scuola.
    Neal: Ci servono una macchina fotografica e delle forbici.
    Jones: Irruzioni, mercenari, messaggi segreti...
    Neal: Bella giornata è?
    Peter: Benvenuto alla vita fuori dal furgone!
  • Neal: A proposito...Peter e Diana stanno tramando qualcosa.
    Mozzie: I federali stanno tramando? Che novità!
    Neal: Due riunioni a porte chiuse in altrettanti giorni? Ho filmato la conversazione.
    Mozzie: Coraggioso!
    Neal: A mali estremi...capisci che dicono?
    Mozzie: Qualcosa li ha ripagati...aspetta lo sbirro dice nuovo Cezanne.
    Neal: Sei sicuro?
    Mozzie: Potrebbe essere nonno Seitan ma direi nuovo Cezanne!
  • Jones: D'accordo...tu vuoi che le chieda di andare al ricevimento?
    Peter: Sì...a meno che non sia un problema dati i vostri trascorsi...
    Jones: Ok, ragazzi, ok...io e Isabelle ci siamo conosciuti ad Annapolis, siamo stati insieme all'università, io ho scelto l'FBI...lei invece Jimmy! Altro da chiarire?
    Peter: No, mi basta, mi basta. Neal, Diana, vi basta?
    Neal: CJ era il nomignolo che usava lei o possiamo chiamarti anche noi così?
    Peter: Neal!
    Neal: Hai chiesto se mi bastava!
    Peter: Era per dire...
    Neal: Ero curioso...ok, va bene a posto!
    Peter: Benissimo. Qualche domanda?
    Jones: No, no, nessuna! Esco con la mia ex per affrontare un criminale e ritrovare suo marito...fantastico!
  • Jones: Ho fatto un'idiozia!
    Neal: Ah, sì, un po'. Ma sei un bravo ragazzo.
    Jones: Sì?
    Neal: Sì!
    Jones: Allora perché ho sbattuto Vanhorne al muro?
    Neal: Per lo stesso motivo per cui mi sono fatto quattro anni di prigione.
    Jones: Quindi un bisogno quasi malato di omettere la verità e ottenere tutto quello che vuoi?
    Neal: Io direi per passione!

Episoido 9, Segreti pericolosi[modifica]

  • Neal: Una volta aggaccianta tu provi ad arrestarci, noi riusciremo a fuggire dalle tue grinfie e così avrò la sua fiducia!
    Peter: È un buon piano. O tu vai a fare amicizia e io poi vi arresto entrambi e alla fine vi rilascio insieme dopo un estenuante interrogatorio. Una volta visto che non l'hai tradita ti accoglierà nel suo malvagio circolo della fiducia.
    Neal: Be', all'inizio di una relazione è meglio partire con una vittoria!
    Peter: Ok, ora ascolta. Quando sarai un agente dell'FBI e io sarò rinchiuso in un carcere faremo a modo tuo!
    Neal: Mh, pensavo che fossimo colleghi!
    Peter: Lo siamo. È che alla fine vinco sempre io!
  • [Neal si spolvera la spalla]
    Peter: No, no, niente spolveratina, niente sorrisi, non entrare con quel ghigno sul viso.
    Neal: Ma ce l'ho fatta!
    Peter: Sì, ma il piano era che vi avrei portato tutti e due nel palazzo dell'FBI!
    Neal: A me paceva il tuo piano ma...
    Peter: Eppure hai urlato FBI, attenti!
    Neal: Peter, aveva un manufatto con sé, Raquel non si sarebbe mai fatta portare qui!
    Peter: Ah, Raquel è! Mh...
    Neal: Che c'è?
    Peter: No, niente...misteriosa, affascinante, porta il cappello...è un'esperta in un certo settore che trovi particolarmente sexy...
    Neal: Ma di che stai parlando?
    Peter: Mi chiedevo perché mi avessi seminato.
    Neal: Te l'ho detto Peter è una ladra!
    Peter: E tu sei...
    Neal: Uno che è sfuggito alla tua cattura in un locale affollato dicendo due parole: FBI, attenti!
    Peter: Non esagerare!
  • Neal: Perché non ne parli con Elizabeth ora che sappiamo che Keller è qui.
    Peter: Neal Caffrey che suggerisce a qualcuno di non avere segreti con il suo partner? E questa da dove spunta?
    Neal: Da qualcuno che ha un sacco di segreti.

Episodio 10, Countdown[modifica]

  • Neal: Tutta l'FBI ora sa del Degas!!
    Mozzie: Il nostro Degas?
    Neal: Be' se mai lo è stato. Dobbiamo trovare Rusty e assicurarci che non faccia i nostri nomi!
    Mozzie: Ah, l'ipotetico ora diventa realtà!
    Neal: Senti questa di realtà, l'agente Cremer è venuto da Washington per aiutare Peter!
    Mozzie: Davvero? E com'è l'eminenza grigia della crimini d'arte dal vivo?
    Neal: Prendi Peter, aggiungi anni d'esperienza e togli l'inclinazione a chiudere un occhio!
    Mozzie: Mi si è appena gelato il sangue. Dicono che abbia una conoscenza enciclopedica degli Impressionisti!
    Neal: Sa abbastanza da avermi spaventato a morte!
  • Cremer: Sono rapporti d'amicizia destinati a non durare. Sono programmati per ricaderci.
    Peter: Quindi un truffatore non può riscattarsi.
    Cremer: Penso che il tasso di recidività superi molto le aspettative...e tu dovrai proteggerti quando ci ricadrà.
    Peter: So che la mia carriera è a rischio...
    Cremer: No, non sto parlando del tuo lavoro, sto parlando di te. Quando accadrà tu non arresterai solo un criminale...arresterai un amico. E fa male...
    Peter: Le persone cambiano...
    Cremer: Peter, tu mi hai chiesto di darti una mano...se Neal è un sospettato...
    Peter: Lo è.
    Cremer: Allora devi trattarlo come tale.
  • Mozzie: Allora hai già un piano.
    Neal: Avremo dieci minuti durante il raid dell'FBI per scambiare i dipinti.
    Mozzie: Scusami, credevo avessi un buon piano!

Episodio 11, Scacco matto[modifica]

  • Peter: Perché avete litigato?
    Neal: Mozzie voleva lasciare New York...io no.
    Peter: Perché no?
    Neal: Tu. Elizabeth...Sara...la vista da quella finestra, prendere l'ascensore al Bureau il lunedì mattina...qui c'è la mia vita.
    Peter: E Mozzie invece?
    Neal: Non lo ammetterà mai ma sì..vale anche per lui.
  • Neal: Stai immaginando di sparare a Keller?
    Peter: No, non voglio sparargli, mi basterebbe solo spaccargli tutti i denti!
    Mozzie: E a me di ficcargli del bambù sotto le unghie!
    Neal: Il solito tradizionalista!
  • Peter: Non lascerò che qualcuno venga ucciso, su questo non si discute.
    Keller: Va bene, rilassati, niente pistole. Forse è anche meglio così, il piccoletto ha già provato a farmi fuori!
    Mozzie: C'è qualcuno qui con cui tu non hai fatto lo stesso?
    Keller: Con te...per ora. Ma sto iniziando a pensarci seriamente!
  • Mozzie: Tutto a posto?
    Peter: Sì.
    Mozzie: Sai, la prima cosa che ho imparato facendo il truffatore è che per sopravvivere devi pensare a te stesso.
    Peter: E perché sei qui?
    Mozzie: La sopravvivenza è sopravvalutata e poi mi sono anche detto che una vita da soli...non è vita.
    Peter: Quindi ci tieni a noi.
    Mozzie: Alla signora FBI! E...

Episodio 12, Upper west side story[modifica]

  • Peter: Mi infiltrerò a scuola come facoltoso genitore di un adolescente, mi servirà un alias...
    Neal: Alister Stone, un banchiere di Hong Kong che si trasferisce a New York e cerca una scuola per il figlio, Alister Junior. Adori i catamarani e il cognac.
    Peter: Sei una specie di genio per gli alias! E i catamarani mi piacciono ma mi farò chiamare Peter invece di Alister.
    Neal: A Linda dispiacerà!
    Peter: Linda?
    Neal: Tua moglie. Affettuosamente ti chiama Ali!
    Peter: Se ne farà una ragione! Fissiamo un incontro.
    Neal: Ci penso io! Fammi essere il tuo amanuense, ti seguo, prendo appunti, ti faccio sembrare potente.
    Peter: Il mio amanu che? Non puoi dire solo assistente?
    Neal: Non alla Manhattan Prep.
    Peter: Ah!
  • Neal: Se avessi studiato qui mi sarei laureato!
    Peter: Non mi sorprende che ti piaccia. Qui portano la cravatta anche all'asilo!
    Neal: Se mi venisse commutata la pena potrei pensare di rimettermi a studiare. Potrei prendere un master, studiare in Europa, pubblicare...
    Peter: Non correre troppo caro Hemingway! Non ho ancora deciso se voglio chiudere il caso Keller. Te l'ho detto...
    Neal: Mi concentro sul lavoro!
    Peter: Dev'essere il tuo mantra!
  • Ecco che cosa farai. Cerca il contatto visivo, fa quello che fanno loro così avranno l'impressione che stai ascoltando. Poi guardali negli occhi e chiedi scusa, non abbassare lo sguardo o capiranno che stai mentendo. (Neal) [Ad un bambino che aspetta di entrare dal preside]
  • Segretaria: Mi scusi, Poesia occidentale?
    Neal: Non lontano il cammino interrompo e l'azzurro pallido colgo. Frost.
    Segretaria: Eccellente! Professor Cooper è nel posto sbagliato, ma almeno indossa una giacca!
    Neal: Temo che mi abbia confuso con...
    Segretaria: Se avessi scritto una canzone per ogni supplente che ho ritrovato in questi corridoi sarei Aretha Franklin!
    Neal: [Neal è titubante ma leggendo i nomi degli alunni trova quello della figlia del sospettato] Ehm, devo chiamare il mio supervisore...
    Segretaria: Sta per suonare la campanella professor Cooper, farà tardi!
    Neal: Be' e che genere di esempio darei?
    Segretaria: Come farà ad interessare i ragazzi alla lettura?
    Neal: Concentrarsi sul lavoro, è questo il mio motto! Dov'è la mia classe?
  • Con tante qualità ha fatto il criminale. (Peter)
  • Peter: Io ero innamorato della professoressa Fitzgerald, la mia insegnante di algebra...
    Neal: Questo spiega la tua attrazione per le cifre!
    Peter: E per le more belle e intelligenti!
  • Mozzie: Niente male per...il grande fratello...
    Neal: Ammiri la tecnologia del governo?
    Mozzie: No io...la compatisco, è terribilmente poco maneggievole!

Episodio 13, Il nuovo vicino[modifica]

  • Peter: Mezzogiorno e 44!
    Neal: Sì. Forse ci hanno visto e hanno rinunciato al colpo.
    Peter: Sembra così purtroppo...o forse El ha sognato.
    Neal: Forse ha capito male, non era mezzogiorno ma attorno.
    Peter: Saturno...
    Neal: Contorno...
    Peter: Sì, molti si vedono a contorno in questi giorni!
    Neal: Ci vediamo su Saturno invece ha molto senso!
    Peter: Sì!
  • Peter: Oh, dei nuovi vicini...si comincia con un invito a cena e si finisce per litigare per un oggetto non restituito!
    Elizabeth: Lo so, tesoro, lo so.
    Peter: Almeno quando ti prendono le cose i truffatori puoi arrestarli!
    Elizabeth: Ah, be', chi lo sa, magari i Ryan sono truffatori, quindi potrai arrestarli!
    Peter: No, non voglio dirgli che lavoro faccio, poi cominciano a chiedermi di togliergli le multe!
  • Neal: Peter non esiste alcun modo legale per possedere un set del genere!
    Peter: No, non parlare con me di legalità!!
  • Peter: Iniziate dal principio.
    Elizabeth: Ok. Ho chiamato Mozzie per ascoltare lo scanner e abbiamo sentito pianificare qualcosa per domani.
    Mozzie: Una di queste voci era di Ben che era qui di fronte con un'arma!
    Peter: Un'arma?
    Elizaebth: Noi pensiamo fosse un'arma...
    Mozzie: O forse un Oscar!
    Peter: E tu pensi di aver visto un'arma e decidi di chiamare i rinforzi? [Indicando Neal]
    Neal: Elizabeth voleva evitare di coinvolgerti...
  • Peter: Hai cercato Ben Ryan negli schedari?
    Diana: Sì, niente di buono, Ben ha scontato quattro anni in un carcere di massima sicurezza per possesso di merce rubata.
    Peter: Anche quando Neal non è in giro finisco a cena con grandi scassinatori!
  • Neal: Mozzie potrebbe farci un salto! [A casa di Peter per tranquillizzare Elizabeth]
    Peter: Digli di tenersi lontano dall'argenteria!
    Neal: D'accordo!
  • [Neal è riuscito a recuperare quello che aveva scritto Ben in un tovagliolo coprendo con la polvere di un ombretto]
    Peter: Un ombretto! Che colore diresti che è?
    Neal: Martin pescatore!
    Peter: Come?
    Neal: È un tipo di turchese.
    Peter: Ah! Eri proprio a tuo agio lì è?
    Neal: Be', in uno strip club le opzioni sono limitate...
    Peter: Parlerei volentieri delle opzioni in uno strip club!
    Neal: Te l'ho servita su un piatto d'argento! Sii superiore.
    Peter: Io lo sono!
  • Jones: State bene?
    Peter: Sì...a parte il fatto che il mio vicino ha rubato 7 milioni e mezzo di dollari!
  • Peter: Puoi rispondere al telefono?
    Neal: Sì. Ufficio di Peter Burke.
    Elizabeth: Oh ciao Neal!
    Peter: Qualche movimento nella casa?
    Elizabeth: Decisamente sì.
    Peter: Ok, stiamo arrivando, tu sta attenta e resta al sicuro.
    Elizabeth: Be' è un po' tardi per questo...
    Mozzie: Abbiamo seguito Rebecca!
    Neal: Mozzie?
    Mozzie: Elizabeth è un terrificante miscuglio tra la mitica Signora in giallo e Michael magico Schumacher!
    Peter: Dovevate solo controllare la casa.
    Elizabeth: Hai detto resta al sicuro e l'unico modo per sentirmi al sicuro è saperli in prigione!
    Neal: Rebecca sa che la state seguendo?
    Elizabeth: No, no, mi sono tenuta a distanza ma non ho l'auto giusta!
    Peter: Ti ho insegnato a seminare un inseguitore non a inseguire...
    Elizabeth: Non è lo stesso principio?
    Peter: Amore, quelli ci hanno sparato con armi automatiche non stanno giocando.
  • Elizabeth: Quanto tempo ci vorrà per contare quel denaro Mozzie?
    Mozzie: Con le macchine contasoldi 10-15 minuti!
    Elizabeth: Peter è lontano, non arriverà mai in tempo!
    Mozzie: Ma ha detto di andarcene!
    Elizabeth: Vuoi piegarti al volere del potere costituito?
    Mozzie: No! Sì...non posso lasciartelo fare!
    Elizabeth: Dobbiamo rallentarli!
    Mozzie: Bene allora lo farò io!
    ELizabeth: No. Ho un piano. Dirò loro che sono dell'FBI.
    Mozzie: Questo è il peggior piano che io abbia mai sentito, non ci crederanno!
    Elizabeth: E perché no?
    Mozzie: Tu non ti muovi come un federale!
    Elizabeth: Sono sposata con Peter da 10 anni, posso farlo!
    Mozzie: Fammi vedere un'espressione da federale.
    Elizabeth: Elizabeth Burke, FBI. Vorrei farvi alcune domande.
    Mozzie: Ok. Prima di tutto togli le mani dai fianchi, sembri Wonder Woman...bene, adesso dammi più odio nello sguardo, dovresti trasudare cattiveria pura, mostrare la tua anima oscura, è così che li vedo io!
  • Neal: Ti sei finta un'agente dell'FBI...direi che è alquanto illegale...mi sembra.
    Elizabeth: Immunità coniugale?
    Neal: Non credo che esista!
    Peter: Lei gode di qualsiasi immunità! [E la bacia]

Episodio 14, La chiave di violino[modifica]

  • Neal: Sei arrivato presto!
    Mozzie: Al parco hanno tolto la mia panchina preferita.
    Neal: Buon per me! Che c'è lì dentro?
    Mozzie: Mh, niente...la fonte del mio dolore. Lo sai, Ila Laringe dice che abbiamo perso la chance di rubare un Surgence.
    Neal: Ila Laringe non può parlare!
    Mozzie: Gesticola!
    Neal: Qual è il problema?
    Mozzie: Neal, noi siamo dei truffatori, dei ladri, degli imbroglioni, siamo dei banditi, dobbiamo tenerci in allenamento!
    Neal: Degli imbroglioni?
    Mozzie: Io mi sento come una specie di dinosauro. Neal, io capisco che devi fare la parte del boyscout per farti commutare la pena ma stai seriamente frenando ogni istinto naturale!
    Neal: [Prendendogli la bottiglia di vino dalle mani] Non credo che qualche settimana in più ti farà estinguere, vinosauro!
  • Peter: Nel week end sarò troppo occupato quindi non devi avere impegni.
    Neal: Ah, è vero, è il compleanno di Elizabeth. Vuoi che ti dia un'idea per il regalo?
    Peter: Per una volta non serve. L'abile Neal Caffrey dovrà rendersi utile altrove.
    Neal: Ah, hai già provveduto! Che le hai preso?
    Peter: Ho inviato tutte le nostre vecchie fotografie e il filmino del matrimonio a un negozio specializzato per farli montare in un dvd.
    Neal: Mi sembra carino.
    Peter: Sì, ho anche scelto la versione più lussuosa, si presenta con una splendida copertina fatta di raso e ho invitato i suoi genitori.
    Neal: Vengono anche i tuoi suoceri?
    Peter: Sì...
    Neal: Non mi sembri felice.
    Peter: Tu dici?
    Neal: No!
    Peter: Mi aspetta un lungo week end in cui la madre mi canterà la sigla di Bad Boys!
    Neal: Oh, Peter tu devi presentarmeli!
    Peter: Oh, no, non ti farò assistere ad una scena così imbarazzante!
    Neal: Ma Peter...
    Peter: No! Tu lavorerai a un caso riguardante il furto di un prezioso Stradivari alla filarmonica.
    Neal: Ok...
    Peter: A te pace quella roba!
    Neal: Quella non è roba. Antonio Stradivari ha realizzato alcuni dei più importanti strumenti a corda del mondo. Ne restano solo 650!
    Peter: So che non puoi resistere al fascino di un oggetto simile.
    Neal: Chi seguirà il caso?
    Peter: Prima di dirtelo ricorda che fra poco c'è l'udienza riguardante la tua pena, devi considerare questo caso come un'opportunità...per mostrare a Diana, a Jones e al sottoscritto la tua maturità e il tuo autocontrollo!
    Neal: Peter...che vuoi fare? [Peter gli indica Sara seduta su una panchina] Vuoi darmi in prestito alla mia ex ragazza?
  • Sara: Ma stabiliremo delle regole!
    Neal: Adoro le regole.
  • [Neal bussa alla porta di Peter]
    Peter: Fermi, FB... ah, sei tu!
    Neal: Ti difendi dai baby rapinatori?
    Peter: Credevo fossero arrivati i genitori di El. Avevo detto a Diana di venirti a prendere a casa!
    Neal: Io invece ho detto alla baby sitter di venire a prendermi qui.
    Peter: Non sei sotto sorveglianza.
    Neal: Davvero?
    Peter: Io voglio solo essere prudente...querelami!
    Neal: Temi che ti possa rubare questo maglione stravagante?
    Peter: Questo è un maglione fatto a mano dalla signora Mitchelle.
    Neal: Mh!
    Peter: È una donna fantastica!
    Neal: Con un grande senso dell'umorismo!
    Peter: Viene dall'Illinois, fa freddo lì!
    Neal: Spero che faccia anche delle magliette con lo stesso disegno per l'estate.
    Peter: Lei lavora in un negozio di prodotti locali e prelibatezze, invece lui è uno psichiatra, adesso vai!
    Neal: Uno psichiatra?
    Peter: Sì!
    Neal: Pagherei per vederti parlare un po' con lui!
    Peter: Senti, noi andiamo d'accordo, è un uomo interessante veramente, è molto intelligente, serio...
    Neal: Terrificante?
    Peter: È un uomo terrificante! Ogni volta è come se mi presentassi da lui per il primo appuntamento con la figlia...
    Neal: E tu devi sorbirtelo!
    PEter: Esatto! Perché El e la madre, appena si vedono, scompaiono immediatamente!
    Neal: Ti farà domande su quello che provi...
    Peter: Sì e su i miei sogni! E mi fissa negli occhi!
    Neal: Ti fissa?
    Peter: Oh, no...tu temporeggi!
    Neal: Cosa?
    Peter: Sì, per poterli conoscere!
    Neal: Ma di che stai parlando, cerco solo di essere un buon amico! [Passa Satchmo con in dosso lo stesso maglione di Peter] Oh, mio Dio!
    Peter: Ok, sono molto imbarazzato, ho un aspetto orrendo, mi prude ovunque e non sono in grado di mentire tutto il giorno!
    Neal: Ricorda: le bugie migliori hanno un fondo di verità!
  • Neal: Jones, ha incastrato anche te?
    Jones: Mi hanno chiesto di aiutarla in modo legale, così non lo farai illegalmente!
  • Neal: Bryan da le sue chiavi a tutti gli impiegati?
    sara: Ad alcuni, sai per lavoro o anche per...
    Neal: Piacere? [Mostrando la foto di lei e Bryan abbracciati] Credevo fossi una persona sincera. E la regola numero 1?
    Sara: La mia vita privata resta privata Neal.
    Neal: Capisco. Le donne sincere mi mettono a disagio!
    Sara: E perché, tu non sei sincero con loro?
    Neal: Non voglio essere solo io nel torto!
    Sara: Non ti ho mentito!
    Neal: No, hai solo nascosto delle verità!
    Sara: Sì.
    Neal: Non mi dovrei arrabbiare.
    Sara: Esatto!
    Neal: Sì, esatto!
    Sara: Oh, mio Dio, lo sai, nascondere un prezioso tesoro e nascondere un ex fidanzato sono due cose del tutto diverse!
  • Neal: Stavi con lui per dimenticarmi.
    Sara: Be', la cosa mi sembra naturale visto che stavo con te per dimenticare lui!
    Neal: ...Sara, ho capito che tipo di uomo ti piace, un tipo preciso!
    Sara: No, a quanto pare adoro i criminali!
    Neal: Presunti criminali, lo capisco è più interessante!
  • Neal: Diana, ti piace la musica classica?
    Diana: Ti ho anticipato Caffrey, so che andresti al concerto anche se te lo vietassi, quindi verrò con te!
    Neal: Vuoi accompagnarmi? Devo portarti un bouquet?
    Diana: Mi hanno vietato anche il ballo scolastico!
    Neal: Davvero? Ma non possono impedirti di sposarti!
    Diana: Morivi dalla voglia di parlarne!
    Neal: Mi inviti vero?
    Diana: Sì!
    Neal: [Con tono di vittoria] Sì!
    Diana: Quando mi sposerò sarai invitato!
    Neal: Sono molto bravo nei panni del testimone!
    Diana: Ora non esagerare...
    Jones: Fai organizzare a Caffrey l'addio al celibato!
    Diana: Questa può essere un'idea!
    Neal: Puoi contarci! [E Diana esce]
    Jones: Caffrey...voglio venire a quella festa!
    Neal: Sei già nella lista!
  • Peter: Mi hanno lasciato libero solo per questa telefonata e il padre non ha apprezzato.
    Neal: Lui ti fissa?
    Peter: Con uno sguardo truce. Ora potresti venire a darmi un aiuto?
    Neal: Per quanto voglia darti il mio supporto hai detto che è Sara il mio capo oggi!
    Peter: Maledizione. El detesta il regalo che le hanno fatto i suoi e io vorrei che trovasse il mio straordinario!
    Neal: Hai detto che era stupendo.
    Peter: Sì, credevo che lo fosse ma in realtà non è così, purtroppo non mi hanno spedito il pacchetto platinum. Non riesco a trovare un minuto per controllare il dvd...Mozzie è lì?
    Neal: Devi essere davvero disperato!
    Peter: Come una bestia in gabbia!
  • Elizabeth: Mozzie che cosa ci fai qui?
    Mozzie: Be', i compleanni vengono soltanto una volta all'anno per quelli di voi che usano il calendario Giuliano. Ti ho preso questo tesoro.
    Elizabeth: Cosa! Ah!
    Peter: Oh, così faccio bella figura!
    Elizabeth: Mozzie questo è un missrule, ma dove l'hai preso?
    Peter: Sì, dove l'hai preso?
    Mozzie: Be', io l'ho comprato ma non spargiamo troppo la voce. Tre persone possono mantenere un segreto se due sono morte.
    Peter: È stato Benjamin Franklin a dirlo!
    Alan: Sai che ha inventato le lenti bifocali?
    Peter: Sì.
    Mozzie: Ah, questa è un'inesattezza in realtà. I Dollon crearono degli occhiali di quel tipo diversi anni prima che Franklin ne avesse il merito ma la disinformazione in quella società elitaria e patriarcale era profonda!
    Alan: Lei dubita dei nostri fondatori.
    Peter: Oh, Mozzie ha messo in dubbio un sacco di cose!
    Alan: Un vero marxista!
    Mozzie: Lunga vita al proletariato!
    Alan: Venga a sedersi!
    Mozzie: Ora, puoi ringraziarmi sbirro!

Episodio 15, Colpo allo stadio[modifica]

  • [Parlando di Gordon Taylor un famoso truffatore]
    Neal: Dicono che le sue feste sono famose in tutto il mediterraneo!
    Diana: Ma non mi dire!
    Jones: Come le mie al college!
  • Neal: Questo pezzo di legno varrà un sacco di soldi.
    Peter: Pezzo di legno?
    Neal: Sì..be', a parte il fatto che l'ha usata DiMaggio è solo una mazza!
    Peter: Però Pollock può spargere del colore su una tela e farti credere che valga una fortuna!
    Neal: Spargere del colore?! Davanti a un'opera di Jackson Pollock il caos se ne va e compare la disciplina, l'equilibrio tra moderazione e abbandono.
    Peter: Come quando DiMaggio conquistava le basi!
    Neal: L'arte ha un significato più ampio, imprigiona il tempo, lo spazio, un'emozione.
    Peter: Questa mazza stabilì il record di valide di sempre lo stesso anno in cui Hirohito bombardò Pearl Harbor. Con quattro, cinque battute al giorno...Joe DiMaggio ha fatto scordare agli americani che stavano per entrare in guerra.
    Neal: Tempo, spazio, emozione.
  • Mozzie: Neal. Se i federali non ci stanno sentendo potremmo ritrovarci in un film di Tarantino!
    Neal: Se potessero sentirci sarebbero già qui!
    Mozzie: Così moriremo in mezzo ad una grandinata di pallottole al rallentatore mentre Nancy Sinatra canta in sottofondo!
    Neal: Be', di a Nancy che è ancora presto per cantare.
  • Taylor: Neal com'è la firma di Babe Ruth?
    Neal: È come se fosse la mia!
    Taylor: È quello che volevo sentire!
  • Jones: Caffrey ha rischiato grosso ha scrivere un messaggio su quella palla.
    Peter: Ah, Neal sarà anche un esperto di quadri contraffatti e titoli al portatore.
    Diana: E gioielli...
    Jones: Antiquariato e monete falsificate!
    Diana: Praticamente ogni genere di cosa.
    Peter: Ma nel baseball io ho pochi rivali!

Episodio 16, La caccia[modifica]

  • Neal: [Leggendo le decorazioni su una torta] Congratulazioni per la tua commutazione.
    Peter: Già, gliel'ho detto che è leggermente prematuro.
    Elizabeth: Tesoro, arriva l'altra torta. Aspetta di vederla...
    Neal: Ciao!
    Elizabeth: Oh, ciao!
    Neal: Tieni duro. Un gattino con la cavigliera.
    Elizabeth: Una torta di consolazione.
    Peter: Al rum?
    Elizabeth: Molto rum!
    Neal: È obbligatorio!
  • Sono felice qui. Qualcun una volta mi disse che la mia vita è un sogno con una cavigliera attaccata...se domattina svegliandomi, la cavigliera sarà ancora lì, avrò un buon lavoro, una bellissima casa, un collega e un buon amico. Una famiglia. Ma svegliarmi e dover rendere conto solo a me stesso...sarebbe splendido. (Neal) [Agli esaminatori per la commutazione]

Altri progetti[modifica]