Latte

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Un bicchiere di latte

Citazioni sul latte.

Citazioni[modifica]

  • Amici, badate che anche i servi sono uomini e hanno bevuto lo stesso latte, come noi, e non vuol dire nulla se poi mala sorte li colse. (Petronio Arbitro)
  • "Dammi da bere un whisky, ho sete". "Dovresti bere latte, il latte fa buon sangue". "Ma io non sono assetato di sangue". (Donald Watson)
  • E poi l'Inghilterra – l'Inghilterra meridionale, probabilmente il paesaggio più curato del mondo. Quando lo si attraversa, soprattutto se, reduci dal mal di mare, si è tranquillamente sprofondati fra i morbidi cuscini del treno che dal porto va a Londra, riesce difficile credere che qualche cosa da qualche parte accada veramente. Terremoto in Giappone, catastrofi per fame in Cina, rivoluzioni in Messico? Nessuna preoccupazione, domattina il latte sarà come sempre davanti alla porta di casa e il «New Statesman» uscirà venerdì. (George Orwell)
  • Il cosiddetto latte d'uccello è il bianco dell'uovo. (Anassagora)
  • Il pubblico compra le sue opinioni così come compra la carne, o il latte, partendo dal principio che è meno caro far questo che mantenere una mucca. Ed è vero, ma è più probabile che il latte sia annacquato. (Samuel Butler)
  • Non c'è, per nessuna comunità, investimento migliore del metter latte dentro ai bambini. (Winston Churchill)
  • [Turiddu] O Lola ch'ai di latti la cammisa, sì bianca e russa comu la cirasa, quannu t'affacci fai la vucca a risa, biatu cui ti dà lu primu vasu! 'Ntra la porta tua lu sangu è sparsu, ma nun me mporta si ci muoru accisu ... E s'iddu muoru e vaju'n paradisu si nun ce trova a ttia, mancu ce trasu. Ah!
O Lola che hai di latte la camicia così bianca e rossa come una ciliegia, quando t'affacci e atteggi la bocca al riso, beato chi ti dà il primo bacio! Dietro la tua soglia è sparso il sangue, ma non me ne importa se muoio ucciso ... E se muoio e vado in paradiso se non ci trovo te manco ci entro. (Cavalleria rusticana)
  • Somministare latte ai sofferenti di cefalea è male. È male anche somministrarlo ai febbricitanti e a coloro che hanno gli ipocondri gonfi e con borborigmi, e a coloro che hanno sete. Il latte è anche cattivo per i malati acuti febbricitanti che hanno le feci biliose, e per coloro le cui deiezioni sono molto sanguinolente. Conviene darlo invece nei casi di consunzione, quando non vi è febbre alta. Datelo anche nelle febbri protratte ma basse, quando nessuno dei suddetti sintomi è presente, ma vi è un eccessivo dimagrimento. (Ippocrate)
  • Una sostanza organica versata nel latte si comporta in due possibili modi:
Fa grumi
Si attacca al fondo della pentola (Legge di Murphy)
  • Voltolina, com'è detto, valle circundata d'alti e terribili monti, fa vini potenti ed assai, e fa tanto bestiame, che da paesani è concluso nascervi più latte che vino. (Leonardo da Vinci)

Bibbia[modifica]

  • [Giuda] lucidi ha gli occhi per il vino | e bianchi i denti per il latte. (Genesi)
  • [Il Signore a Mosè] «Va! Riunisci gli anziani d'Israele e di' loro: Il Signore Dio dei vostri padri mi è apparso, il Dio di Abramo, di Isacco, di Giacobbe […] Vi farò uscire dalla umiliazione dell'Egitto, verso il paese del Cananeo, dell'Ittita, […] verso un paese dove scorre latte e miele.» (Esodo)
  • [Il Signore a Mosè] «Va pure verso la terra ove scorre latte e miele … ma io non verrò in mezzo a te per non doverti sterminare lungo il cammino, perché tu sei un popolo di dura cervice.» (Esodo, 33, 3)
  • Le tue labbra stillano miele vergine, o sposa, | c'è miele e latte sotto la tua lingua | e il profumo delle tue vesti è come il profumo del Libano. (Cantico dei cantici)

Modi di dire[modifica]

Francesi[modifica]

  • boire du petit lait
bere un sorso di latte (presumibilmente dal seno)
equivale al nostro: andare in brodo di giuggiole
  • être une personne, à la quelle sort du lait du nez, si lui l'on presse
essere una persona cui esce il latte dal naso se glielo si preme
essere ancora infantili
  • monter comme une soupe au lait
montare come una minestra al latte
adirarsi per un nonnulla

Italiani[modifica]

  • aver succhiato [qualcosa] con il latte materno
aver conosciuto od imparato qualcosa fin da piccoli e di conseguenza aver molta familiarità con la cosa in questione
  • cercar di cavare latte dal toro
cercare di ottenere l'impossibile
  • essere come il latte di mosca
qualcosa di introvabile
  • far venire il latte alle ginocchia (o ai gomiti)
essere molto noioso
  • piangere sul latte versato
affliggersi inutilmente per errori commessi e non più riparabili

Proverbi[modifica]

Bonifacini[modifica]

  • Lati è vin chioji goufin.
Il latte e il vino non si bevono assieme.

Indú[modifica]

  • Il gatto lecca raggi di luna nella scodella dell'acqua pensando che siano latte.

Italiani[modifica]

  • Il vino è il latte dei vecchi.
  • L'aceto rubato è più dolce del latte comprato.
  • Latte e vino, tossico fino.
  • Mai piangere sul latte versato: si aggiunge bagnato al bagnato.
  • Polenta e latte bollito, in quattro salti è digerito.
  • Prima che il figlio si svegli, Dio ha già pensato al latte.

Abruzzesi[modifica]

  • Latt' e vvine fa bbenìne.

Toscani[modifica]

  • Anche le mucche nere danno il latte bianco.

Sardi[modifica]

  • A chini olli troppu a sa fini 'nci perdiri latti e cardagiu.

Altri progetti[modifica]