American Gangster

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

American Gangster

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

American Gangster

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2007
Genere thriller, azione, drammatico
Regia Ridley Scott
Soggetto basato su Mark Jacobson
Sceneggiatura Steven Zaillian
Produttore Brian Grazer, Ridley Scott, Nicholas Pileggi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

American Gangster, film statunitense del 2007 con Denzel Washington, regia di Ridley Scott.

Tagline
Era la cosa giusta da fare.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • La più grande paura della gente non è morire, è parlare in pubblico. (Richie Roberts )
  • L'uomo per cui lavoravo aveva una delle più grandi imprese di New York, l'ha diretta per più di cinquant'anni. Per quindici anni, otto mesi e nove giorni sono stato sempre con lui, lavoravo per lui, lo proteggevo, gli guardavo le spalle, ho imparato da lui. Bumpty era ricco, ma non ricco da bianco, lui non era un milionario, non era il padrone della sua impresa. Credeva di esserlo, ma non lo era, la dirigeva e basta. I padroni erano i bianchi ed erano i suoi padroni. Nessuno è il mio padrone, invece. Perché la mia impresa è mia. E la mia impresa vende un prodotto che è migliore di quello della concorrenza, a un prezzo più basso di quello della concorrenza. [...] Le cose più importanti negli affari sono l'onesta, l'integrità, il duro lavoro, la famiglia, non dimenticate mai da dove veniamo. Ognuno è quello che è a questo mondo. Le cose sono due: o sei qualcuno o non sei nessuno. Torno subito. [Si alza, esce dal bar, va incontro a un tizio che gli deve dei soldi, gli chiede i soldi, lui glieli nega. Allora Frank gli punta la pistola in testa e proprio mentre il tizio gli ride in faccia dicendogli che non avrebbe mai il coraggio di ucciderlo in pubblico davanti alla folla della strada, Lucas preme il grilletto. Prende un barattolo e lo appoggia di fianco al cadavere in segno di sfida a chiunque altro non voglia pagarlo in seguito. Gira i tacchi, torna nel bar e si risiede] Che cosa stavo dicendo? (Frank Lucas)
  • Il più chiassoso della stanza è il più debole nella stanza... (Frank Lucas)
  • Che cosa vuoi insinuare? Che siccome sei onesto e non hai mai preso soldi come gli altri poliziotti ti ho lasciato? No... Tu non prendi i soldi per una ragione: per poter essere scorretto in tutto il resto! E questo è peggio che prendere soldi di cui non frega niente a nessuno. Sì, soldi della droga, del gioco d'azzardo, che nessuno regalerà mai. Preferirei che li prendessi e che fossi onesto con me. Non prenderli, non me ne importa. Ma allora non tradirmi, non tradire tuo figlio con le tue eterne assenze. Non scoparti le tue informatrici e le segretarie e le spogliarelliste. Mi basta guardarla per dire che ti scopi anche lei. Tu credi di andare in paradiso perché sei onesto. Ma non sei onesto. Finirai nello stesso inferno di quei poliziotti corrotti che non sopporti. (Laurie Roberts)
  • Dare mazzette alla polizia è un conto, non è un problema per me. Pago i poliziotti da quando avevo 10 anni, ho mandato più figli loro al collage delle borse di studio nazionali. Questi però sono diversi; questo dell'Unità Investigativa Speciale, questo è il loro problema, si sentono speciali. (Frank Lucas)
  • Ma come non lo sai?! Nel New Jersey sono tutti matti... Sai che facciamo qui? I poliziotti arrestano i criminali. (Richie Roberts )
  • Sono più illuminato di alcuni dei miei amici, ti posso garantire la pace della mente... Mi hai detto questo, Dominic. Ti posso garantire la pace della mente! Non mi sento tanto in pace... Eh?! Hanno tentato di uccidere mia moglie! (Frank Lucas)
  • Puoi essere un uomo di successo e avere dei nemici oppure puoi non essere un uomo di successo e avere degli amici. Devi scegliere. (Dominic Cattano)
  • A questo mondo ognuno è quello che è. (Richie Roberts)
  • Ho la tua pistola. E le tue impronte. E tu lo sai che cos'hai? Accusa per tentato omicidio. Tentato omicidio vuol dire primo grado, c'è anche il grand jury. Ma un grand jury potrebbe emettere un verdetto favorevole, potrebbe ridurlo... a tentato omicidio colposo, ok. Forse perfino a legittima difesa. Dipende da che quello che noi vogliamo fare con te. Diciamo che te la cavi. Secondo te che ne pensarà tuo cugino Frank? Giusto? A un certo punto verrà a sapere che ti abbiamo messo qui seduto e abbiamo parlato con te. E poi che sei andato in tribunale e l'hai fatta franca con un tentato omicidio. Che cosa penserà, è uno stupido? Tuo cugino Frank è stupido?! No. Ne dedurrà che hai parlato. Ma per ora Frank non lo sa. Vuoi che Frank lo legga sui giornali? O te ne vuoi andare via di qui? Niente cauzione, niente processo, niente galera. Te ne vai via di qui oggi. A te la scelta. (Richie Roberts, [durante l'interrogatorio al cugino di Frank Lucas])
  • Lasciare quando ancora si vince, non è lo stesso che lasciare. (Produttore di eroina del Vietnam)
  • Frank Lucas è l'uomo più pericoloso in circolazione in questa città [...]: corruzione, estorsione, omicidio, associazione a delinquere... (Richie Roberts)
  • È da quando avevo sei anni che non vedo qualcosa di normale. (Frank Lucas)
  • Mettiti in fila Frank, anche per me fanno il giro del palazzo. (Richie Roberts )

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Richie Roberts: Siamo la nuova squadra narcotici della contea di Essex. Il nostro mandato è prendere pesci grossi, niente gente di strada. Noi cerchiamo i fornitori e i distributori. Eroina, cocaina, anfetamine, niente erba al di sotto 500 kg, niente polvere al di sotto dei 40 kg; ai quantitativi minori ci penseranno altri, noi ci occuperemo delle grosse spedizioni, dei soldi veri e delle tentazioni.
    Moses Jones: Ho sentito una storia su di te: che hai trovato un milione di dollari in banconote non segnate e l'hai portato al tuo capo. E' vero?
    Richie Roberts: Sì, è vero... per qualcuno è un problema? [Tutti alzano la mano sghignazzando] Anch'io sapete, ci penso tutti i giorni. Dovrei essere in Florida con un 68 piedi a fare catcher di pesca... però, ecco, non l'ho fatto, quindi sono qui.. e cercheremo di pescare squali d'altro genere.
  • Detective Trupo: Congratulazioni Frank.
    Frank Lucas: Detective.
    Detective Trupo: Sei sicuro d'aver fatto la cosa giusta? Insomma è una bella ragazza e tutto...
    Frank Lucas: Detective senta, senta. Prima di parlare di me o di mia moglie, cerchi di capire che è il giorno più importante della mia vita. È chiaro?
    Detective Trupo: Oh è chiaro, è chiaro. Sai uno che va in giro con un cappotto di cincillà da 50.000 dollari e non mi ha mai pagato un caffè... C'è qualcosa che non va! Li paghi i conti Frank?
  • Frank Lucas: Parlavo coi miei avvocati. Mi hanno detto una cosa a cui non posso credere: tu hai trovato davvero un milione di dollari nel bagaglio di una macchina e l'hai riconsegnato?!
    Richie Roberts: Sì... Sì.
    Frank Lucas: Lo hai fatto per davvero! Sei un amico... Bravo, cazzo. Però sai che se l'è preso la polizia?
    Richie Roberts: Può darsi.
    Frank Lucas: No, non può darsi signor Richie: sai che se lo sono preso. Hai consegnato quei soldi, loro se li sono presi e tu non hai avuto niente in cambio. Perché l'hai fatto?!
    Richie Roberts: Era la cosa giusta da fare.
  • Frank Lucas: Tu pensi davvero che mettere me dietro le sbarre cambierà qualcosa per le strade? I tossici continueranno a farsi, ruberanno per farsi e poi moriranno. Mettermi dentro o lasciarmi fuori non cambierà niente.
    Richie Roberts: E' così che stanno le cose.
    Frank Lucas: Stanno proprio così, e che abbiamo Richie? Abbiamo me e te seduti qua, abbiamo quello stronzo spione dell'autista di mio fratello, hai un po' di eroina... ti servirà ben più di questo Richie.
    Richie Roberts: Ho il possesso di eroina, spaccio, associazione a delinquere, corruzione di pubblico ufficiale, ho testimoni che ti hanno visto uccidere a sangue freddo, ho i tuoi conti all'estero, i tuoi beni immobili, le tue attività... tutto comprato coi soldi dell'eroina. E ho i genitori dei ragazzi morti di overdose del tuo prodotto, è questa la mia storia per la giuria, renderò tutto convincente; "quest'uomo ha assassinato migliaia di persone, l'ha fatto da un superattico guidando una Lincoln" a parte questo, non devi preoccuparti.
    Frank Lucas: Va molto bene, ma è per questo che andiamo in tribunale , no Richie? Perché ho dei testimoni anche io: ho celebrità, ho personaggi dello sport.. io ho Harlem, Richie. Mi sono preso cura di Harlem e Harlem si prenderà cura di me , mi devi credere.
    Richie Roberts: Ho più di questo, Frank.
    Frank Lucas: Che hai?
    Richie Roberts: Ho una fila di persone che vuole testimoniare contro di te che parte dalla porta e gira intorno al palazzo.
    Frank Lucas: Ma dai, tutte balle...
    Richie Roberts: La vita l'hai rovinata a tanti, Frank. Ho la famiglia mafiosa Mazzano, te la ricordi?
    Frank Lucas: No, senti, non c'entro niente coi Mazzano e i Mazzano non c'entrano niente con me...
    Richie Roberts: C'entrano eccome con te. Sai perché? Perché a parte il fatto che ti odiano personalmente, odiano ciò che rappresenti.
    Frank Lucas: Io non rappresento altro che Frank Lucas.
    Richie Roberts: Sicuro? Un uomo d'affari nero del tuo calibro? Rappresenti il progresso, il genere di progresso per cui loro perderanno un mare di soldi. Con te fuori dai piedi, tutto potrà tornare normale.

Altri progetti[modifica]