Auguste Rodin

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Auguste Rodin, 1862 circa

François-Auguste-René Rodin (1840 – 1917), scultore e pittore francese.

Citazioni di Auguste Rodin[modifica]

  • Dante non è solamente un visionario e uno scrittore; è anche uno scultore. La sua espressione è lapidaria, nel senso buono del termine. Quando descrive un personaggio, lo rappresenta solidamente tramite gesti e pose. [...] Ho vissuto un intero anno con Dante, vivendo di nulla se non di lui e con lui, disegnando gli otto cerchi dell'inferno...
Dante est non seulement un visionnaire et un écrivain; c'est aussi un sculpteur. Son expression est lapidaire au bon sens du mot. Quand il décrit un personnage, il le campe avec son attitude et son geste. [...] J'ai vécu un an entier avec Dante, ne vivant que de lui et qu'avec lui, dessinant les huit cycles de l'enfer...[1]
  • Quando parlo di cattedrali penso a tutti i paesi di Francia oggi; penso al genio dei nostri avi, penso alla bellezza delle donne del presente e del passato.[2]
  • Quattro ragazze camminano per la strada che costeggia il prato colorato di primavera. Quattro icone viventi della felicità.[2]

Da Un'intervista a Rodin

Intervista di Hermann Bernstein, The Sun, riportato in La Stampa, 30 settembre 1912.

  • Io credo che l'arte esiga anzitutto pazienza e persistenza.
  • Oggi giorno i giovani vogliono camminare troppo in fretta e non impiegano abbastanza tempo a conoscere se stessi.
  • La gioventù concentra i suoi sforzi nel raggiungere l'originalità o più precisamente quello che essa crede sia originalità. È questa un'originalità forzata, voluta, ricercata, ed essa perciò non può avere o non deve avere diritto d'esistenza.
  • Il vero artista basa l'opera sua sulla natura e soltanto da essa ritrae l'opera d'arte, nella quale trasfonde la sua individualità e il suo genio.
  • Lombroso ed i suoi seguaci s'immaginano che il genio confina con la alienazione, ma essi si ingannano di grosso. Il genio, o meglio l'uomo di genio, è l'ordine personificato.
  • Io non sono un sognatore, sono piuttosto un matematico. Le mie opere sono buone perché sono geometricamente corrette.

Note[modifica]

  1. Citato in Valérie Deshoulières e Muguraş Constantinescu, Les funambules de l'affection: Maîtres et disciples, Presses Univ Blaise Pascal, 2009, p. 209.
  2. a b Citato in Cesare De Seta, Rodin, l’erotismo delle cattedrali, Rep.repubblica.it, 17 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica]