Dancer in the Dark

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Dancer in the Dark

Immagine Tagabtmy10607200005.jpg.
Titolo originale

Dancer in the Dark

Lingua originale inglese
Paese Danimarca, Germania, Olanda, Gran Bretagna, Francia, Usa, Svezia, Finlandia, Islanda, Norvegia
Anno 2000
Genere musical, drammatico
Regia Lars Von Trier
Sceneggiatura Lars Von Trier
Produttore Zentropa, Peter Aalbæk Jensen, Vibeke Windeløv
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
Premi
  • Festival di Cannes 2000: Palma d'oro, miglior attrice (Björk)
  • 2 European Film Awards 2000: miglior film, miglior attrice (Björk)
  • Independent Spirit Awards 2001: miglior film straniero
  • 5 Premi Robert 2001: miglior attrice protagonista (Björk), miglior montaggio, miglior scenografia, miglior musica e miglior sonoro
  • Premi Goya 2001: miglior film europeo

Dancer in the dark, film del 2000 con con Björk e Catherine Deneuve, regia di Lars Von Trier.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • In... in Cecoslovacchia ho visto un film dove mangiavano caramelle da una scatola come questa. [...] Mi sono... mi sono detta "che bello deve essere vivere negli Stati Uniti." (Selma)
  • Quando lavoro in fabbrica e le macchine vanno con un certo ritmo... io-io comincio a sognare e tutto diventa musica. (Selma)
  • Però non mi piace quando cantano l'ultima canzone nei film [...] perché quando la musica se ne va in crescendo e la macchina da presa punta verso l'alto capisci che sta finendo, allora... lo detesto. Detesto questo momento. E cercavo sempre di ingannarlo quand'ero ragazzina laggiù in Cecoslovacchia. Uscivo... uscivo dal cinema immediatamente dopo la fine della penultima canzone. Era come se il film durasse all'infinito. (Selma)
  • Io non me ne intendo di musical. Perché tutt'a un tratto si mettono a ballare e a cantare? Cioè, io non mi metto improvvisamente a ballare e a cantare! (Jeff)
  • Ho visto ciò che ero | e so cosa sarò. | Ho visto tutto ormai, | non c'è più nulla da vedere! (Selma)
I've seen what I was. | I know what I'll be. | I've seen it all, | there is no more to see.
  • Ho visto tutto, ho visto il buio. | Ho visto la luce | in una piccola scintilla. | Ho visto ciò che ho scelto | e ciò di cui avevo bisogno. | E questo è quanto basta, di più sarebbe avidità. (Selma)
I've seen it all, | I've seen the dark. | I've seen the brightness in one little spark. | I've seen what I chose | and I've seen what I need. | And that is enough, | to want more would be greed.
  • Silenzio è la parola giusta. vero? (Selma)
  • Alzati e premi! Premi quel dannato grilletto! (Bill) [ultime parole]
  • Il tempo che occorre a una lacrima per scendere | a un cuore per perdere un battito | a un serpente per cambiare pelle | a una rosa per far crescere una spina | è il tempo che basterebbe | per perdonarmi. | Mi dispiace tanto. | Ho solo fatto ciò che dovevo fare. (Selma) [scuse dai film]
The time it takes a tear to fall, | a heart to miss a beat | a snake to shed its skin | a rose to grow a thorn | is all the time that's needed | to forgive me. | I'm so sorry. | I just did what I had to do.
  • [...] quando lavoravo in quella fabbrica sognavo di trovarmi in un musical perché nei musical non accade mai niente di terribile. (Selma)
  • Ci sono centosette passi... Non posso farne neanche uno... (Selma) [piangendo disperata]

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Jeff: Donne e ruggine sono la stessa cosa.
    Bill: Donne e ruggine sono lo stesso?
    Jeff: Sì, sono lo stesso!
    Bill: Chi te l'ha detto, tuo padre?
    Jeff: Sì. Ma non so cosa vuole dire...
  • Jeff: Che mi dici della Cina? | Hai visto la Grande Muraglia?
    Selma: Tutti i muri sono grandi, | se il tetto non crolla.
What about China? | Have you seen the Great Wall?
All walls are great, | if the roof doesn't fall.
  • [in tribunale, testimoniando contro Selma]
    Norman: Ha detto che il comunismo è l'ideale per tutti.
    Pubblico ministero: Quindi disprezzava il nostro grande paese e i suoi principi.
    Norman: A parte i musical. Diceva che quelli americani... quelli americani sono migliori.
    Pubblico ministero: Bene. Così l'imputata preferisce Hollywood a Vladivostok. Immagino sia una specie di complimento.

Explicit[modifica]

"Dicono che è l'ultima canzone
Non ci conoscono, vedi
È l'ultima canzone
solo se permettiamo che lo sia" (Testo in sovrimpressione)

"They say it's the last song
They don't know us, you see
It's only the last song
If we let it be"

Citazioni su Dancer in the Dark[modifica]

  • Dancer in the Dark è, si potrebbe azzardare, Rosetta in musical, con la dolcezza al posto della rabbia: un film di tale invenzione, forza, stile, da far perdonare al regista le campane finali di Le onde del destino e l'insopportabile Idioti. E al contrario di quest'ultimo è un film pieno di autentica pietà, laicamente religioso, onesto. (Irene Bignardi)
  • Mai si è visto, in una storia del genere, un dolore così autentico, un realismo così scandaloso e poco scandalistico. (Irene Bignardi)

Frasi promozionali[modifica]

  • Il film rivelazione dell'anno.[1]
  • In un mondo di ombre, lei ha trovato la luce della vita.
In a world of shadows, she found the light of life.[2]

Note[modifica]

  1. Dalla copertina del DVD in inglese. Cfr. (EN) Copertina DVD, copertinedvd.org
  2. Dalla locandina in inglese. Cfr. (EN) Pictures & Photos from Dancer in the Dark (2000), IMDb.com

Altri progetti[modifica]