Udo Kier

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Udo Kier al Festival di Berlino 2018

Udo Kierspe, noto come Udo Kier (1944 – vivente), attore tedesco.

Citazioni di Udo Kier[modifica]

  • [Su Suspiria] Se sono nell'originale, perché dovrei comparire nella copia? Più o meno è la stessa cosa accaduta con Lars Von Trier in The Kingdom, in cui interpretavo il bambino e il padre del bambino. Quando Stephen King ha scritto The Kingdom per una serie tv americana, ho chiamato Lars e gli ho detto "Farò The Kingdom'. Lui mi ha detto 'Sei nell'originale, non dovresti comparire nella copia". E io gli ho detto "Hai ragione, scherzavo". No, non ho avuto niente a che fare con Suspiria e neanche lo guarderò.[1]
  • [Su Suspiria] Se vedrò Suspiria, sarò solo per Tilda, perché crea ogni volta delle interpretazioni forti e personali.[1]

Da Intervista A Udo Kier

Intervista di Manlio Gomarasca e Pier Maria Bocchi, Nocturno.it, 2005.

  • In Frankenstein, io ero il protagonista, quindi ho voluto un vero dottore per imparare la terminologia.
  • Quando sei giovane tendi ad essere più serio in tutte le cose che fai. Adesso quando faccio un film non lo guardo come una cosa in grado di cambiarti la vita. È solo un film.
  • Venivo da una famiglia povera, in inverno eravamo addirittura costretti a lavarci con l’acqua fredda. Una volta alla settimana facevo il bagno... spero stiate registrando la mia intervista perché non ripeterò! È la prima volta che racconto della mia infanzia... facevo il bagno per secondo dentro l’acqua sporca di mia madre. Ti immagini oggi una situazione simile?!
  • [Su Il mostro è in tavola... barone Frankenstein] I finanziamenti per il film erano italiani, quindi dovevano far comparire un regista italiano. In realtà, il vero regista, Paul Morrissey, era americano, io ero tedesco e Joe Dallesandro era americano. Eravamo tutti stranieri.
  • Se un regista utilizza uno pseudonimo a ogni film che dirige, allora è meglio dimenticarsi di lui! Perché chiamarsi in Inghilterra Anthony Dawson e in Italia Antonio Margheriti?
  • Una volta ricordo che Luchino Visconti mi invitò a casa sua in via Salaria. Conobbi Luchino anni prima in un ristorante di Londra, fu lì che mi invitò. Io ci andai e trovai Ferdinando Scarfiotti che mi propose di fare il gioco della verità… non mi dimenticherò mai quella sera! Luchino era seduto in mezzo a due enormi cani e io gli chiesi dove potessi trovare due prostituti con cui passare la notte. Quello è stato l’inizio della fine: non mi invitò mai più. Forse sono stato troppo onesto con lui.
  • Il Dracula di Morrissey è il primo vampiro che si aggira per la città di giorno senza alcun problema.
  • [Su Dracula cerca sangue di vergine... e morì di sete!!!] L'idea era che il nostro Dracula si nutrisse di sangue di sole vergini. Nel film Joe si fa la vergine che io avrei dovuto mordere. In realtà, era tutto improvvisato… se un giorno non eri ispirato, ti scolavi una birra e lavoravi.
  • [Su Dracula cerca sangue di vergine... e morì di sete!!!] In seguito ho ricevuto molte offerte dall’Inghilterra come nuovo Christopher Lee, ma non accettai perché non mi attirava.
  • Io credo che le scuole di recitazione servano solo agli attori teatrali.
  • [Su Suspiria] Dario Argento stava facendo dei provini in hotel e mi chiamò. Gli piacqui molto anche se mi disse che non aveva una parte per me. Ne escogitammo una insieme... ripensandoci ora alla fine mi diede la parte maschile più importante. È stato un bella esperienza lavorare con Dario, anche se una volta volle a tutti i costi andare a visitare Dachau, vicino Monaco; io gli dissi di non andare ma lui ci andò comunque. Il risultato fu che al suo rientro era pieno di paranoie, fino al punto di voler spostare la produzione del film in Italia.
  • [Su La stagione dei sensi] Una buona storia ma non funzionava: un uomo terrorizzato dalle donne su di un isola... alla fine lui se ne va mentre le donne restano sull’isola attratte dalle bellezze del luogo. Un film stupido anche se riconosco che esser scelto come protagonista per un film in Italia era un onore.
  • [Su The Kingdom - Il regno] Questo film rappresenta uno dei momenti più difficili della mia carriera. Hanno dovuto mettermi in faccia di tutto: sangue, gelatina e merdate varie! Non sono riuscito a dormire bene per tre giorni dal fastidio. Comunque una grande esperienza.

Da Intervista esclusiva a Udo Kier: da Paul Morrissey a Dario Argento, passando per Max Schreck e il T-Rex di Iron Sky

Intervista di Alessandro Gamma, Ilcineocchio.it, 11 december 2017.

  • [Su Dracula cerca sangue di vergine... e morì di sete!!!] Inizialmente, qualcun altro avrebbe dovuto interpretare il conte Dracula. Il mostro di Frankenstein avrebbe dovuto interpretare Dracula, perchè lui [Paul Morrissey] voleva cambiare il ruolo e trasformarlo in un vampiro dai capelli biondi. In ogni caso, l’ultimo giorno di riprese andai al bar, ero molto triste, perchè era tutto finito, ma era un posto totalmente allestito, perchè Federico Fellini stava girando in uno studio limitrofo al nostro lì a Cinecittà e tutte le comparse venivano a bere in quel posto. Fu allora che Paul si avvicinò e mi disse che forse avevano un altro ruolo per me, ma che avrei dovuto perdere peso, almeno 5 chili in una settimana. Smisi allora di mangiare, limitandomi a bere e masticare foglie di insalata, per questo Dracula era su una sedia a rotelle nel film, proprio perchè non riuscivo ad alzarmi!
  • [Su Dracula cerca sangue di vergine... e morì di sete!!!] Antonio Margheriti non ci ha avuto niente a che fare ... penso di non averlo mai incontrato o visto. Il suo nome credo sia legato al fatto che essendoci così tanti stranieri collegati ai due film, i produttori dovevano prendere qualcuno che vivesse in Italia e farlo figurare. Posso assicurarti che Margheriti non mi ha mai diretto.
  • Mi piace interpretare i vampiri perché non ci sono limiti e poi perchè hanno bisogno del sangue delle vergini, e le vergini sono bellissime e molto fotogeniche!
  • [Su Suspiria] Se ricordi, nella pellicola Dario mi uccideva in modo brutale. All’epoca, non essendo io davvero a venir sbudellato in scena, mi misi dietro alla cinepresa assieme a lui e, vedendo la ferocia dell’assassinio, gli dissi che doveva odiare davvero i tedeschi per farmi fare quella fine!!

Filmografia[modifica]

Note[modifica]

Altri progetti[modifica]