Discussione:Benito Mussolini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


Motti e citazioni[modifica]

Volevo solo far notare che alcune delle frasi presenti nelle citazioni di Mussolini sono in realtà frasi da lui riprese, appartenenti agli arditi della prima guerra mondiale (come ad esempio "boia chi molla").Il precedente commento non firmato è stato inserito da 81.74.151.125 (discussioni · contributi), in data 16:52, 11 mar 2005.

di frasi famose riguardanti Mussolini , "Mussolini ha sempre ragione" mi pare sia di Leo Longanesi.--213.156.52.112 16:43, 14 Gen 2006 (UTC)

Sì, ma la citazione è incompleta. --DoppiaTemi le mie pagine!Di 16:58, 14 Gen 2006 (UTC)

Non c'è anche "Armiamoci e andate"?Il precedente commento non firmato è stato inserito da 82.61.252.59 (discussioni · contributi), in data 16:43, 22 mar 2006.

Perché è stata annullata la modifica con

  • Boia chi molla.
  • Chi si ferma è perduto.
  • Il fascismo è l'uguaglianza verace e profonda di tutti gli individui di fronte al lavoro e alla nazione
  • Italia agli italiani
  • Meglio morire in piedi, che vivere una vita in ginocchio. (frase di Emiliano Zapata)
  • Molti nemici, molto onore. (è di Giulio Cesare ripresa poi da B. MussoliniIl precedente commento non firmato è stato inserito da 94.161.20.85 (discussioni · contributi), in data 10:31, 4 giu 2011.)
  • Nessun fenomeno al mondo può impedire al sole di risorgere.
  • Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.
  • O con noi o contro di noi.
  • Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare.

???

E' la prima modifica che faccio, magari ho sbagliato qualcosa... Riga 09:42, 27 Mag 2006 (UTC)

Ciao!
  1. Leggi in cima a questa pagina.
  2. Attribuire a Mussolini Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare e Meglio morire in piedi, che vivere una vita in ginocchio è francamente ridicolo.
Grazie.DoppiaTemi le mie pagine!Di 09:44, 27 Mag 2006 (UTC)

La frase di Mussolini sulla cinematografia è sbagliata, ho visto una foto di un manifesto che dice "La cinematografia è l'arma più forte", non 'migliore' --Kham 15:23, 7 Giu 2006 (UTC)

meglio morire in piedi che vivere una vita in ginocchio è giusta. cè acnhe su un libro del 1937 come motto.Il precedente commento non firmato è stato inserito da 87.10.153.79 (discussioni · contributi), in data 13:26, 13 dic 2006.

Quale, che lo scriviamo? --Nemo 20:57, 13 dic 2006 (UTC)

Mi permetto di aggiungere una storica frase presa proprio dagli Arditi della seconda guerra mondiale, ovvero: "Meglio vivere un giorno da leoni che cento anni da pecora!" In uno stralcio di giornale dell'epoca, la paternità di questa celebre frase venne data da un suo commilitone al Capitano Vincenzo Marchese, morto in battaglia ed insignito della medaglia d'argento.Il precedente commento non firmato è stato inserito da Elio Lupo (discussioni · contributi), in data 14:41, 2 gen 2011.


Anche quest'affermazione ha bisogno di una fonte, ovviamente. --Micione (scrivimi) 05:22, 5 giu 2011 (CEST)

Le voci su Mussolini da parte dei famosi[modifica]

Volevo confermare (studio storia) che tutte gli elogi fatti a Mussolini da personaggi famosi sono veri. Vanno contestualizzati, vennero cioè fatti prima delle leggi razziali, dell' allenza con Hitler, dell' invsasione Etiope, ecc.. Sono tutte precedenti al 1936 insomma, quando il Duce era visto come un campione dell' ordine e della stabilità (non dimentichiamoci che fu lui e non gli inglesi a mandare una divisione italiana contro Hitler nel '34 per evitare che si annettesse l' Austria..cosa che poi avvenne 4 anni dopo). E comunque ve ne sono molte altre di citazioni positive su di lui, ch vennero un po da tutti; da presidenti, da religiosi, da premi nobel, ecc.. Potete controllare o in rete, o nelle varie biografie a lui dedicateIl precedente commento non firmato è stato inserito da SIKANDAR (discussioni · contributi), in data 18:52, 30 dic 2006.

Benissimo. Quell'avviso serve solo a sollecitare il corretto inserimento delle fonti (e magari di qualche data, che non è un dettaglio): perché non farlo tu stesso? --Nemo 22:07, 30 dic 2006 (UTC)

HO TROVATO ALCUNE COSE INTERESSANTI[modifica]

Dunque di citazioni certe che fece Churchill su Mussolini, ho trovato (da De Felice, e bibliografie inglesi) le seguenti:

“Se fossi italiano sarei del partito di Mussolini” (1925)

“Il signor Mussolini è il più grande legislatore vivente” (1926) (Già è sul sito)

“Non nego che egli sia un grande uomo” (1940). (è interessante quest' ultima perchè fu fatta a guerra iniziata, prova che lo statista inglese continuò sempre ad ammirarlo)

(fuori crono) La frase “Non nego che egli sia un grande uomo” è incompleta, come da "Churchill - I Dossier Mondadori" (1972), a cura di Guido Gerosa, la frase risulta essere "Che sia un grand'uomo io non lo nego... ma è anche un criminale". Il senso della frase finisce per essere diverso e non è lecito estrapolare.Il precedente commento non firmato è stato inserito da 82.60.39.157 (discussioni · contributi), in data 18:17, 15 mar 2010.

La seguente citazione, è certa, in quanto presente nelle stesse memorie edite da Wiston Churchill: "Così finirono i ventuno anni della dittatura di Mussolini in Italia durante i quali egli aveva salvato il popolo Italiano dal Bolscevismo per portarlo in una posizione in Europa quale l'Italia non aveva mai avuto prima."

e la versione lunga è la seguente:"Così finirono i 21 anni della dittatura di Mussolini in Italia, durante i quali egli aveva salvato il popolo italiano dal bolscevismo, per portarlo in una posizione in Europa quale l'Italia non aveva mai avuto prima...Le grandi strade che egli tracciò rimarranno un monumento al suo prestigio personale e al suo lungo governo."


Ho trovato anche alcune cose dette da Anthony Eden, importante statista inglese (http://it.wikipedia.org/wiki/Anthony_Eden).

"Mussolini è il grande legislatore dei nostri tempi. Le leggi del Duce e dei suoi fedeli sono una pietra miliare nell'evoluzione mondiale." (1932)

“Le leggi di Mussolini sono una pietra miliare nell’evoluzione mondiale”. (1934)

Queste prime due furono dette prima dell 'intenzione Italiana di Invadere l' Etiopia, dopo infatti disse:

"Il signor Musso non è un gentlemen" (1935) (Questa fa proprio ridere)

Colloquio tra i 2 (Degno di un film di Sergio Leone) relativo all' Invasione dell' Etiopia:

Eden: "La strapotente flotta britannica sarebbe pronta a entrare in azione nel mediterraneo in caso di invasione dell' etiopia!" Mussolini: "Dipenderà da noi se potrà poi uscirne"

Questi Ultimi su Eden sono sul libro Faccetta Nera di Petacco della mondadori

Inoltre, quella di Stalin è del 1945, e ne ho anche una dello storico nemico di Stalin; TROTSKJI. Che, rivolto ai socialisti italiani, disse: "Avete perduto l'unica carta seria; l'unico uomo che avrebbe potuto fare la rivoluzione sul serio". (cosa che comunque in un certo senso fece..)Il precedente commento non firmato è stato inserito da SIKANDAR (discussioni · contributi), in data 14:46, 31 dic 2006.

Benissimo: ti sollecito a inserirle, secondo le convenzioni e citando per bene di volta in volta la fonte di ciascuna. :-) Nemo 14:54, 1 gen 2007 (UTC) P.s.: se ti registri è piú semplice: ci vuole un attimo.

Citazione errata..[modifica]

"governare gli italiani non è impossibile, è inutile." è da attribuire a Giolitti, non a Mussolini. Per favore controllate, ne ho sentito parlare in TVIl precedente commento non firmato è stato inserito da 84.223.182.248 (discussioni · contributi), in data 19:35, 30 apr 2007.

Grazie. Effettivamente di là c'era già. Comunque puoi modificare tu stesso le voci. Nemo 20:56, 30 apr 2007 (UTC)

"Se avanzo seguitemi, se indietreggio uccidetemi, se mi uccidono vendicatemi": la ho cancellata in quanto da attribuire a Henri De La Roquejacquelaine (controrivoluzionario francese)Il precedente commento non firmato è stato inserito da 89.100.100.26 (discussioni · contributi), in data 21:31, 15 lug 2007.

Interessante: che ne dici di inserire in una voce apposita questa informazione, con una fonte adeguata? (Vedi esempio di Citazioni errate.) Nemo 20:59, 16 lug 2007 (CEST)
Io ho creato la voce, tu fa' il resto. ;-) Nemo 21:11, 16 lug 2007 (CEST)

Boia chi molla ecc.[modifica]

Vedo che a distanza di un anno si ripresenta lo stesso problema: quelle citazioni non possono essere inserite in questo modo. Tuttavia, se le si giudicasse peculiari e caratteristiche dei discorsi mussoliniani potrebbero anche avere un senso; non cosí slegate da tutto, però. Ad esempio, Andrea, se le ritieni interessanti potresti scrivere un paragrafo nella voce di Wikipedia e rimandare a questa raccolta qui, che avrebbe un senso. Altrimenti, si rischia di trasformare questa voce in una galleria di curiosità e barzellette; se questo può essere parzialmente tollerato per Berlusconi, per Mussolini è inaccettabile. Nemo 19:37, 23 mag 2007 (UTC)

di Benito Jacovitti[modifica]

Vorrei inserire questa:

Fatto. Ho anche sistemato un po' l'indicazione delle fonti di là (restano incomplete, ma la fonte è chiara). Nemo 23:54, 23 feb 2008 (CET)

Ancora...[modifica]

Frasi del tipo: Boia chi molla, Chi si ferma è perduto, Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare etc. non sono frasi pronunciate da Mussolini, ma motti del neofascismo degli anni Settanta.Il precedente commento non firmato è stato inserito da 62.13.173.90 (discussioni · contributi), in data 11:00, 25 apr 2008.


Ok, ma non compaiono nella voce, perciò la cosa ha poca rilevanza. --Doppia {Di} 11:10, 25 apr 2008 (CEST)
Chi si ferma è perduto è un film del 1960 con Totò e Peppino. Ma chi caspita ha fatto questa frase???Il precedente commento non firmato è stato inserito da 81.208.83.244 (discussioni · contributi), in data 18:09, 24 set 2008.
Non ho capito: vorresti conoscerne l'autore originario? Mi sembra difficile che sia Mussolini. --Nemo 13:45, 4 ott 2008 (CEST)

Che la frase quando il gioco si fa duro etc sia della destra italiana anni '70 non mi pare possibile. In realtà appare per la prima volta nel film Animal House dove la pronuncia Bluto interpretato da John Belushi (nella v.o.: when the going gets tough, the tough get going), si può accertare leggendo la sceneggiatura del film, ad es. qui: http://www.script-o-rama.com/movie_scripts/a/animal-house-script-transcript-belushi.htm. Pare sia tratta da una simile frase dell'allenatore di football Vince Lombardi, come riportato ad es qui: http://www.motivatingquotes.com/winningq.htm. Il precedente commento non firmato è stato inserito da Ishamtai (discussioni · contributi), in data 23:38, 30 giu 2010.

Sí, be', insomma, il concetto è che non sono frasi originali di Mussolini, e infatti non sono nella voce, cosa che come nota Dread è sufficiente a chiudere a questione, no? --Nemo 18:23, 25 lug 2010 (CEST)

Testamento[modifica]

Mi è stata annullata una modifica da me fatta: avevo citato il lungo discorso elencato "senza fonte" ("mutevolissimo è....."), inserendo la fonte "dal testamento" che è quella esatta: mussolini infatti scrisse quelle parole proprio nel suo testamento il giorno prima di morire. Se poi quella fonte non va bene perchè non è un discorso ma uno scritto allora è un altro discorso. --Febius 11:08, 9 giu 2008 (CEST)

Quella fonte è falsa, intesi? Questo documento, che non è il suo testamento, è stato scritto nel marzo del '45. --Doppia {Di} 11:31, 9 giu 2008 (CEST)

Intesi?? intesi che! "che non è il suo testamento..." a non è il suo testamento??? controlla sul web... Casomai si può definire testamento politico di mussolini: se sei cosi cortese da dirmi come dovrei definire quello scritto io ti ascolterò. Sulla data, non c'è in effetti veridicità che sia il 27 aprile: in molti sostengono sia stato scritto il 20 aprile e corretto il 22. Quello che è sicuro è che non è stato scritto nel mese di marzo come dici. --Febius 12:36, 9 giu 2008 (CEST)

Il testamento politico di Mussolini è questo: Testamento politico di Mussolini: Dettato, corretto, siglato da lui il 22 aprile 1945, a cura di Gian Gaetano Cabella, Arti Grafiche Pedanesi, 1972. Tale documento è visibile a questo indirizzo (sito molto serio, a contrario di moltri altri...). La citazione in questione non vi appare. Tale documento è disponibile anche su Google Libri, in Visualizzazione frammento: nessun risultato nella ricerca all'interno, e ho usato 10 parole chiave della citazione differenti. Questi sono fatti; il resto è fuffa, e la questione è chiusa. Grazie. --Doppia {Di} 13:22, 9 giu 2008 (CEST)

Ho risposto nella mia discussione, spero avrai letto. Avevo gia scritto lì anche io che quando ho parlato di testamento politico avevo fatto un errore: citando la data del 20 aprile che non c'entrava nulla con la nostra voce in questione. Come ti ho chiesto nell'altro messaggio, mi farebbe piacere che si controllasse nel web anche l'altro che viene chiamato testamento: lo troverai sicuramente come lo ho trovato anche io. Tanto per farti capire che quello che dicevo non era campato per aria. Spero di contare nel tuo contributo. --Febius 13:30, 9 giu 2008 (CEST)

Un falso, creato ad hoc. Tanto per dirne una, in Le metamorfosi di Mussolini: l'uomo più discusso di questo secolo di Mario Celli e Domenico Olivieri, che riporta vari documenti di Mussolini, il primo paragrafo ("Nessuno che sia un vero italiano") di tale presunto testamento è riportato a pagina 271, mentre il terzo ("Mutevolissimo è lo spirito degli italiani") è a pagina 265, in un ordine totalmente differente. Campato in aria: il web non conta proprio niente, conta la carta. Vuoi la fonte del "Mutevolissimo"? Come ti ho già detto è stato scritto a marzo, il 20 marzo 1945 dall'isola Trimellone. Mi hai già fatto perdere abbastanza tempo. Doppia {Di} 14:18, 9 giu 2008 (CEST)

Va bene, finsice tutto qua: anzi ti ringrazio per avermi dato una risposta esauriente. Cioè che quel famoso scritto a cui facevo riferimento, altro non è che un insieme di frasi pronunciate dal duce e messe insieme da qualcun altro. Certo è che finchè tu mi dicevi che era tutto falso senza darmi la benchè minima spiegzione, io non potevo capire, non credi? Però è strano sentir chiedere da una persona di essere educato e civile nei modi, per poi sentirsi dire "mi hai gia fatto perdere abbastanza tempo": dovresti rispettare tutti, io non sto qua per farti perdere tempo, sto qua per cercare di aiutare,e talvolta anche imparare (come oggi). Se tu reputi un colloquio una perdita di tempo, va bene. --79.35.195.67 14:34, 9 giu 2008 (CEST)


Vorre farvi presente anche una frase,molto significativa,che Hitler disse a Mussolini dopo la sua liberazione "Duce,sei troppo buono,non potrai mai essere un dittatore". Le fonti sono varie a quanto mi dicono,ma ci sono svariate interviste,la più importante è quella di Donna Rachele,in un film della durata di un ora,girato da Vittorio Mussolini e Romano Mussolini,potete trovare questo documentario anche su youtube,alla voce "Benito mussolini mio padre"(parte 5)Il precedente commento non firmato è stato inserito da 84.221.21.24 (discussioni · contributi), in data 14:09, 14 giu 2008.

La mia vita[modifica]

Non capisco una cosa: nelle citazioni bibliografiche appare che "La mia vita" sia stata TRADOTTO (???) da Monica Mazzanti... che penso abbia effettivamente tradotto il testo in inglese, ma mi pare non pertinente nella citazione di un testo pubblicato in lingua originale!Il precedente commento non firmato è stato inserito da 212.70.235.140 (discussioni · contributi), in data 22:00, 23 gen 2009.

L'indicazione bibliografica è corretta. Non c'è altro da aggiungere. DOPPIA•DI 11:51, 24 gen 2009 (CET)
Sembra proprio che sia stato tradotto dall'inglese, infatti leggo: «Prima traduzione in italiano di MUSSOLINI B., My Autobiography, tradotta e presentata da Washburn Child R., New York, Scribner's sons, 1928, pp. 318». Mussolini infatti aveva grandi estimatori nel mondo anglosassone. --Nemo 19:20, 26 gen 2009 (CET)

Citazione contesa con Giolitti[modifica]

In merito alla famosa citazione (governare gli italiani è inutile..) ho trovato questo riferimento. È sempre una fonte secondaria ma almeno è precisa e circostanziata. Ho cercato su google libri ma purtroppo quel testo non c'è. Ho trovato comunque una marea di riferimenti a queste interviste fatte nel 32 da Ludwig.

Collabora a Wikiquote Quando nel 1932 il giornalista tedesco Emilio Ludwig, dopo sei mesi di permanenza in Italia per scrivere un libro sull’Italia e sugli italiani, andò ad intervistare Mussolini, gli chiese: "Ma deve essere ben difficile governare gente cosi’ individualista ed anarchica come gli italiani!", Mussolini rispose: "Difficile" Ma per nulla. E’ semplicemente inutile!" (da "Colloqui con Mussolini" di Emilio Ludwig ; traduzione di Tomaso Gnoli. - Milano : A. Mondadori, stampa 1932)

Lascio a qualcuno più esperto di me il compito di correggere la voce se lo riterrà opportuno. --IlPisano (scrivimi) 20:33, 6 mag 2009 (CEST)

Il testo è online, scansionato e scaricabile a questo link. 247 pagine, auguri di buona caccia ai volenterosi. M.L. --87.21.70.200 17:02, 28 set 2016 (CEST)
Intanto, qui non c'è. M.L. --82.84.31.95 20:25, 12 dic 2016 (CET)

Ludwig[modifica]

Ho qualche dubbio su queste citazioni: andrebbero come minimo un po' contestualizzate, almeno con qualche data... --Nemo 23:23, 17 lug 2009 (CEST)

rimozione frase benigni[modifica]

La frase di benigni non mi sembra una citazione su mussolini, mi sembra più che parli di berlusconi. Io la cancello e la copio qui, se vi sembra il contrario rimettetela. "Quando Clinton chiese a Berlusconi cosa ne pensasse di Mussolini, lui rispose: "Ha fatto delle cose buone"! Ma dico, se neanche di Mussolini si può parlar male, ma che deve fare uno perché si possa parlarne male? Deve stuprare le capre in via Frattina? Che deve fare? Dice "Ha fatto delle cose buone", certamente: anche Adolf Hitler o Stalin, un ponte, una strada l'avranno fatta! Anche il Mostro di Firenze l'avrà detto "Buongiorno" a qualcuno qualche volta. (Roberto Benigni)"Il precedente commento non firmato è stato inserito da 80.180.6.117 (discussioni · contributi), in data 19:30, 24 feb 2011.

  • Personalemnte trovo sia una citazione su mussolini dato che tratta di esso e di cosa berlusconi alla domanda di clinton pensasse di esso se non vi sono contrari che non siano anonimi reinserisco--Francescorussig (scrivimi) 23:43, 24 feb 2011 (CET)
Be', non è che le opinioni degli anonimi non contino, eh?... Comunque anche a me sembra abbastanza pertinente, il succo del discorso è che "sia lecito parlar male di Mussolini". Anzi, è più su Mussolini che su Berlusconi, infatti là non c'è. --Micione (scrivimi) 09:03, 25 mar 2011 (CET)

organizzazione voce[modifica]

Le citazioni sono disposte in ordine caotico, che certo non agevola la lettura, propongo di riordinarle in modo cronologico. Sarebbe utile alla comprensione dell'evoluzione del pensiero del Mussolini, separare la fase socialista, quella interventista, quella del "fascismo di sinistra" o comunque del primo fascista, quella delle prime fasi del regime, poi della piena dittatura, infine della guerra, fino all'atto finale ed alla certezza della sconfitta. sarebbe interessante anche se un po' complesso da realizzare lo sviluppo diacronico delle dichiarazioni sui vari argomenti, ad esempio Germania "no" fino al 36, Germania "sì" fino al 41\42, Germania "boh" dal 43 in poi. 30-03-2013 Il precedente commento non firmato è stato inserito da 195.81.110.2 (discussioni · contributi), in data 18:34, 30 mar 2013‎.

Non so; mi pare troppo, troppo complesso. Su Wikiquote non siamo tutti storici o professionisti simili. --DOPPIA•DI 19:04, 30 mar 2013 (CET)
L'ordine cronologico si può fare, ma come dice Dread, scendere in suddivisioni mi sembra effettivamente complicato, oltre al fatto che sa tanto di POV.
--DonatoD (scrivimi) 20:33, 30 mar 2013 (CET)

verò però il problema è che mussolini diceva "tutto ed il contrario di tutto", senza un minimo di contestualizzazione è difficile sia la fruizione della voce, sia la comprensione del personaggio, del fascismo, del periodo e, soprattutto, dell'uso strumentale della propaganda. Penso le citazioni di personaggi storici servano a questo, non può essere trattato come un Neruda e nemmeno come un più coerente e costante classico uomo politico- che poi questo sia difficile lo riconosco. Il precedente commento non firmato è stato inserito da 195.81.110.2 (discussioni · contributi), in data 18:36, 14 apr 2013.

Senza fonte[modifica]

  • Beffo la morte e ghigno.
  • I Francesi, un popolo minato dall'alcohol, dalla sifilide e dai giornalisti.
  • Il valore di un popolo non viene determinato solo dalle vittorie in guerra, ma esse sono il fondamento del suo valore.
  • Lavoratore, ricorda che anche tu sei soldato, chè il tuo lavoro è la tua trincea.
  • Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.
  • [Pietro Badoglio] Più grosse fesserie fa, più le cose gli vanno bene.
  • Quella che chiamano la mia "dittatura" è basata su molto entusiasmo popolare.
  • Quell'idiota di Berlino. [Parlando di Adolf Hitler]
  • Sposi della vita, amanti della morte.
  • Volubile è l'animo degli uomini. Volubilissimo quello degli italiani.

Circa la frase "Molti nemici, molto onore"[modifica]

Appunto qui alcune considerazioni - spero risolutive - sulla frase "Molti nemici, molto onore", da alcuni (anche in questa stessa pagina) attribuita a Mussolini. Occorre premettere che l'attribuzione alternativa a Giulio Cesare sembra del tutto infondata, così come (nonostante la relativa autorevolezza di chi la propose: vedere qui) quella a Ramsete II. Detto questo, la frase risale al condottiero Georg von Frundsberg (1473–1528), che ne fece il suo motto (rimando alla relativa pagina di Wikipedia in inglese, ma la cosa è menzionata anche nelle pagine in tedesco e in francese, e l'ho ben verificata per mezzo di Google Books). La frase (mi baso sempre su Google Books) ha avuto una qualche circolazione in Germania, e la più antica menzione in àmbito fascista (sempre secondo Google Books), in un articolo del 1924 su "Gerarchia" (rivista ufficiale del Fascismo diretta da Mussolini) a firma G. A. (dovrebbe essere Gino Arias), ne parla appunto come di "un proverbio tedesco". --Giovangotango (scrivimi) 14:52, 4 apr 2015 (CEST)

Motti e citazioni[modifica]

Anche questa citazione è stata solo adattata ma non è di Mussolini. “Governare gli italiani non è difficile, ma inutile.”
E' una frase del profeta Maometto: “Governare gli arabi non è difficile, è semplicemente inutile” [1]
lo spiega anche Franco Cardini in una lezione: Lezione di Franco Cardini su Europa e Islam

--FifaWorldClub. (scrivimi) 18:48, 22 dic 2015 (CET)

Note[modifica]

  1. lintellettualedissidente.it