Ecumenismo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Un simbolo dell'ecumenismo

Citazioni sull'ecumenismo.

Citazioni[modifica]

  • Il protestantesimo è solo la mia provenienza, l'ecumenismo è il mio futuro. (Jürgen Moltmann)
  • L'ecumenismo è il tentativo che permetterà di rendere visibile l'unione fraterna tra i battezzati, e questo senza umiliare nessuno, ma nell'umiltà. (Roger Schutz)
  • L'Ecumenismo non lo si fa andando a metà del ponte, ma piuttosto costruendo ponti, tanti ponti in amorevole fatica, restando fermi sulla riva giusta. (Giuseppe Siri)
  • Le Chiese sono chiamate, in una situazione per tanti versi tragica come quella presente, a camminare con rinnovata lena e convinzione sulla via dell'unità. La divisione, l'incomprensione, la persistenza dei conflitti, il ritardo nella riconciliazione costituiscono uno scandalo sconcertante. La credibilità del Vangelo predicato dalle Chiese è minata da tutto questo. Non si può più aspettare. Come non mai, oggi, tocchiamo con mano la verità e il monito contenuti nella preghiera di Gesù al Padre: "Che siano uno perché il mondo creda che tu mi hai mandato". (Piero Coda)
  • Lo scopo del dialogo interreligioso, che è manifestazione operativa dell'ecumenismo, è quello di riconoscere, armonizzare e potenziare le tendenze comuni, i comuni ideali, i valori comuni condivisi fra le varie tradizioni. (Mario Polia)
  • Lo sviluppo dello spirito ecumenico nella seconda metà dell'Ottocento fu sicuramente favorito dalla consapevolezza dello scandalo che le divisioni confessionali comportavano nell'annuncio del Vangelo, non meno che dalla riflessione teologica sul patrimonio dottrinale delle Chiese e i principi essenziali della fede cristiana.
    Il risveglio evangelico nelle Chiese protestanti, l'espansione missionaria della Chiesa cattolica e delle altre Chiese cristiane, l'emigrazione nelle Americhe e negli altri continenti misero a confronto i diversi modi di interpretare e vivere il Vangelo, i contenuti di fede, la vita liturgica ed ecclesiale. Il proselitismo esasperato, i contrasti e gli antagonismi fra gruppi etnici e religiosi accrebbero specialmente fuori d'Europa, nei paesi di nuova colonizzazione, nell'America del Nord, le divisioni e le contraddizioni, favorendo spesso il conservatorismo dei gruppi religiosi, l'individualismo e il settarismo (alla fine dell'Ottocento si potevano contare nell'America del Nord quasi centocinquanta denominazioni cristiane), ma inducendo pure inevitabilmente l'esigenza di superare le divisioni confessionali. (Nicola Raponi)
  • Oggi l'ecumenismo non può vivere che di una dinamica che l'obbliga a scoprire sempre una nuova dimensione. Altrimenti l'ondata ecumenica ricadrà, invece di guadagnare a poco a poco i cristiani e per mezzo loro tutti gli uomini. (Roger Schutz)
  • Sì, questa grande realtà di giustizia, di amore e di pace deve dominare nel mondo: è indispensabile la giustizia e noi dobbiamo essere giusti per essere un paradigma, un esempio che siamo uomini di Dio, perché Dio dice: beati loro che sono giusti e possono portare la pace nel mondo. L'unità dei cristiani è una forza, una grandissima forza: può aiutare la società, può aiutare la cristianità e tutta l'umanità. E noi dobbiamo essere veramente fratelli giusti verso il nostro prossimo, perché come dicono i Padri: "Il prossimo è icona di Dio". (Gennadios Zervós)

Unitatis Redintegratio[modifica]

  • Tra gli elementi o beni dal complesso dei quali la stessa Chiesa è edificata e vivificata, alcuni, anzi parecchi ed eccellenti, possono trovarsi fuori dei confini visibili della Chiesa cattolica.
  • Per «movimento ecumenico» si intendono le attività e le iniziative suscitate e ordinate a promuovere l'unità dei cristiani, secondo le varie necessità della Chiesa e secondo le circostanze.
  • Promuovere il ristabilimento dell'unità fra tutti i cristiani è uno dei principali intenti del sacro Concilio ecumenico Vaticano II. Da Cristo Signore la Chiesa è stata fondata una e unica, eppure molte comunioni cristiane propongono se stesse agli uomini come la vera eredità di Gesù Cristo. Tutti invero asseriscono di essere discepoli del Signore, ma hanno opinioni diverse e camminano per vie diverse, come se Cristo stesso fosse diviso. Tale divisione non solo si oppone apertamente alla volontà di Cristo, ma è anche di scandalo al mondo e danneggia la più santa delle cause: la predicazione del Vangelo ad ogni creatura.
  • È necessario che i cattolici con gioia riconoscano e stimino i valori veramente cristiani, promananti dal comune patrimonio, che si trovano presso i fratelli da noi separati.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]