Hot Fuzz

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Hot Fuzz

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Hot Fuzz

Lingua originale inglese
Paese Regno Unito, Francia
Anno 2007
Genere commedia, azione
Regia Edgar Wright
Soggetto Edgar Wright, Simon Pegg
Sceneggiatura Edgar Wright, Simon Pegg
Produttore Tim Bevan, Eric Fellner, Nira Park
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hot Fuzz, film del 2007 con Simon Pegg e Nick Frost, regia di Edgar Wright.

Incipit[modifica]

Agente di polizia Nicholas Angel. È nato e ha studiato a Londra. Si è laureato alla Canterbury University nel 1993 con il massimo dei voti in scienze politiche e sociologia. Ha frequentato la scuola di polizia di Hendon. Ha dimostrato grande propensione per le azioni sul campo, in particolare la repressione della guerriglia urbana. A livello accademico ha eccelso nel lavoro teorico sia durante l'anno che agli esami finali. Ha ricevuto lo "Sfollagente d'onore". Si è distinto nel suo servizio presso la Met, la polizia metropolitana di Londra, diventando presto popolare all'interno della comunità per la sua efficienza. Ha poi migliorato le sue abilità con corsi di guida avanzata di auto e... Bicicletta. Si è dedicato con impegno a varie attività extraprofessionali, detiene ancora oggi il record dei cento metri piani nella polizia metropolitana. Nel 2001 ha cominciato il servizio attivo con il famoso reparto di risposta armata S0-19 ricevendo un premio al valore per il suo contributo al successo dell'operazione mano pesante. Negli ultimi dodici mesi ha ricevuto nove encomi speciali. Ha stabilito il record per il numero di arresti nella Met ed è stato ferito tre volte nell'adempimento del suo dovere, l'ultima a dicembre quando è stato colpito da un uomo vestito da Babbo Natale. (Voce narrante)

Frasi[modifica]

  • I colpevoli fanno spesso la prima mossa. (Nicholas Angel)
  • Mi arresti! Sono un assassino, devo essere fermato! Un assassino... Di prezzi. Haha! Sto scherzando, sono Simon Skinner, gestisco il locale supermercato. Faccia un salto a trovarmi, i miei sconti sono da criminali. Mi venga ad arrestare! (Simon Skinner)
  • Lasciamo che credano di gestire questo posto... (Ispettore Butterman)
  • È vero che nella testa di un uomo c'è un punto che se viene colpito la fa esplodere? (Danny Butterman)
  • Vuoi qualcosa dal negozio? (Danny Butterman)
  • Che c'è, mai presa una scorciatoia? (Nicholas Angel) [prima di mettersi a saltare le staccionate]
  • Per il potere di Grayskull! (Danny Butterman)
  • Be', non discuto che sia un bel film adrenalinico e di forte impatto emotivo ma non si può fare una carneficina del genere senza poi accollarsi un mucchio di scartoffie da riempire! (Nicholas Angel) [dopo aver guardato Point Break]
  • Bonum Commune Communitatis... Bonum Commune Communitatis... Bonum Commune Communitatis...[1] (Membri della setta segreta)
  • Aaaahio... Fa malissimooo... Ohhh... Credo che... Mi servirà del gelato..! (Simon Skinner) [con la bocca impalata]
  • Questa cosa è cominciata perché tu hai perso qualcuno che amavi, non penso che la farai finire nello stesso modo! (Nicholas Angel)

Dialoghi[modifica]

  • Sergente Met: Salve, Nicholas!
    Nicholas Angel: Salve, sergente.
    Sergente Met: La tua mano?
    Nicholas Angel: Va molto meglio.
    Sergente Met: Là fuori il pericolo è in agguato, perché non ne hai approfittato per farti dare un bel lavoro d'ufficio? Io l'ho fatto!
    Nicholas Angel: Mi piace pensare che il mio ufficio sia in strada.
    Sergente Met: Ah, non c'è dubbio. I tuoi arresti superano del 400% quelli di qualunque altro agente ed è quindi il momento che il tuo "talento" sia sfruttato meglio... Diventerai sergente!
    Nicholas Angel: Capisco.
    Sergente Met [spiffera]: A Sandford, Gloucestershire...
    Nicholas Angel: Ehm, come, scusi?
    Sergente Met: A Sandford, Gloucestershire!
    Nicholas Angel: Ma è... è in campagna...
    Sergente Met: Sì, stupendo!
    Nicholas Angel: Non c'è un posto da sergente qui a Londra?
    Sergente Met: Eheheh, no!
    Nicholas Angel: Posso rimanere agente qui?
    Sergente Met: No!
    Nicholas Angel: Ho qualche alternativa?
    Sergente Met: Nooo!
    Nicholas Angel: Sergente, io desidero stare qui!
    Sergente Met: Ma come, non volevi trasferirti in campagna?
    Nicholas Angel: Tra vent'anni o giù di lì, certo!
    Sergente Met: Detto fatto!
  • Ispettore capo: Allora, so cosa vuoi dire, però stai facendo fare a tutti noi una pessima figura.
    Nicholas Angel: Come, signore?
    Ispettore capo: Apprezziamo i tuoi sforzi, ma così tradisci i tuoi compagni di squadra.
    Ispettore Met: Questo è un gioco di squadra, Nicholas!
    Sergente Met: Vuoi essere lo "sceriffo di Londra"?
    Ispettore capo: Se ti lasciamo girare per la città continuerai a compiere imprese e non possiamo permettertelo... Farai perdere a tutti noi il lavoro!
    Nicholas Angel: Con tutto il rispetto, signore, non può far sparire la persone come niente!
    Ispettore capo: Uuuh... Sì, invece! Sono l'ispettore capo.
    Nicholas Angel: Be' comunque vogliate metterla, non avete tenuto conto di una cosa... E cioè di che cosa ne pensa la squadra!
    [si gira e vede che tutti stanno per brindare felici con sopra appeso il festone "Buona fortuna, Nicholas!"]
  • Joyce Cooper: Lei deve essere il sergente Angel!
    Nicholas Angel: Sì, sono io.
    Joyce Cooper: Joyce Cooper, spero che abbia fatto buon viaggio, fascista!
    Nicholas Angel: Come ha detto, prego?!
    Joyce Cooper [mostra il cruciverba]: "Sistema di governo caratterizzato da dittatura estrema", sette orizzontale!
    Nicholas Angel: Ah, capisco. È "Fascismo".
    Joyce Cooper: Fascismo... Meraviglioso! L'ho messa nella suite del castello, Bernard ora l'accompagnerà!
    Nicholas Angel [Bernard sta russando sulla poltrona]: Credo che riuscirò a trovarla anche da solo... Megera!
    Joyce Cooper: Come ha detto, prego?!
    Nicholas Angel: "Vecchia malvagia considerata una strega", dieci verticale.
    Joyce Cooper: Oooh, molte grazie!
  • Nicholas Angel: Scusami...
    Bevitore minorenne: Che c'è?
    Nicholas Angel [mostra il distintivo]: Quando compi gli anni?
    Bevitore minorenne: Il 22 febbraio.
    Nicholas Angel: Di quale anno?
    Bevitore minorenne: Di tutti gli anni.
    Nicholas Angel: Fuori da qui!
  • Nicholas Angel: Ehi, quando compi gli anni?
    Bevitore minorenne#2: Ehm... L'otto maggio 1969?
    Nicholas Angel: Hai trentasette anni?
    Bevitore minorenne#2: Sì..?
    Nicholas Angel: Fuori da qui!!
  • Nicholas Angel [la cella nella quale aveva rinchiuso Danny ubriaco la sera precedente è vuota]: È evaso!
    Danny Butterman: Oh mio dio! [raggiunge Nicholas da dietro] Chi è evaso?
    Nicholas Angel: Perché è vestito come un agente?!
    Danny Butterman: Perché lo sono, forse?
  • Ispettore Butterman: La statistica dice che Sandford è il villaggio più sicuro del paese, ma questo non significa certo che richieda un approccio meno attento e ponderato. C'è una ragione se accogliamo alcuni giovani nel pub.
    Nicholas Angel: "Il bene di tutti"?
    Ispettore Butterman: Il bene di tutti, precisamente! Il suo predecessore credeva che fare il poliziotto in provincia fosse facile... Alla fine ha avuto un esaurimento nervoso. Il sergente Popwell era un agente eccezionale, davvero eccezionale! E aveva qualcosa che lei non ha...
    Nicholas Angel: Che cosa, signore?
    Ispettore Butterman: Un'enorme barba cespugliosa!!! Su, forza, andiamo a farci in giro!
  • Tony Fisher: Allora... Come mai ha scelto Sandford, sergente Angel?
    Nicholas Angel: In effetti non è stata una mia scelta.
    Tony Fisher: Oh, certo, certo non ha scelto lei di venire quaggiù a dirmi come fare il mio lavoro, il nostro lavoro!
    Bob Walker: I giovani sanno sempre tutto...
    Nicholas Angel: Sentite, non era mia intenzione rompervi le uova nel paniere...
    Andy Cartwright: Certo, perché noi stiamo qui a vendere uova, non è vero?
    Danny Butterman: Tuo padre vende le uova, Andy!
    Andy Cartwright: Anche la frutta.
    Andy Wainwright: Non vedi l'ora di infilarti nella divisa di Popwell, scommetto!
    Nicholas Angel: Non voglio infilarmi nella divisa di nessuno. [Wainwright beve un sorso di birra e della schiuma gli resta sui suoi folti baffi] Hai i baffi...
    Andy Wainwright [con tono altezzoso come se Angel avesse detto una cosa ovvia]: Sì, lo so!
  • Danny Butterman: Essere accoltellati com'è? Che si prova?
    Nicholas Angel: È stata l'esperienza più dolorosa della mia vita.
    Danny Butterman: E la seconda esperienza più dolorosa?
  • Danny Butterman: Mai sparato con due pistole mentre saltava?
    Nicholas Angel: No.
    Danny Butterman: Mai sparato con una pistola mentre saltava?
    Nicholas Angel: No.
    Danny Butterman: Mai fatto un inseguimento in auto?
    Nicholas Angel: Sì, l'ho fatto.
    Danny Butterman: Mai sparato con una pistola durante un inseguimento?
    Nicholas Angel: No!
  • Nicholas Angel [risponde al telefono]: Sergente Angel.
    Peter Ian Stolin: Buongiorno, il cigno è scappato...
    Nicholas Angel: Il cigno è scappato?
    Peter Ian Stolin: Sì.
    Nicholas Angel: Sì? E da dove è scappato, esattamente?
    Peter Ian Stolin: Ehm, dal castello.
    Nicholas Angel: Ah, sì? E lei sarebbe?
    Peter Ian Stolin: Il signor Stolin, il signor Peter Ian Stolin.
    Nicholas Angel [crede che sia uno scherzo telefonico]: Peter Ian Stolin? Certo, "pistolin". Ma la smetta!!
    [...]
    Nicholas Angel: Sì, signor Stolin, faremo tutto il possibile. Può descrivermelo?
    Peter Ian Stolin: Circa sessanta centimetri, ehm, collo lungo e sottile... Il becco e nero e anche arancione...
    Nicholas Angel [prende nota]: Nient'altro?
    Peter Ian Stolin: Be'... È un cigno.
  • Danny Butterman: Hai mai visto Point Break?
    Nicholas Angel: No.
    Danny Butterman: C'è un pezzo fortissimo dove saltano le staccionate!
    Nicholas Angel: Davvero?
    Danny Butterman: Patrick Swayze ha appena rapinato la banca, Keanu Reeves lo sta inseguendo attraverso dei giardini, fa per sparargli ma non ci riesce perché gli vuole troppo bene, così spara in aria e poi fa: "Aaah!" Hai mai sparato in aria e poi fatto "Aaah"?
    Nicholas Angel: No, Danny, non ho mai sparato in aria e poi fatto "Aaah"!
    Danny Butterman: Scusa, è solo che a volte mi sembra di perdermi qualcosa, vorrei fare quello che fai tu.
    Nicholas Angel: Tu lo fai quello che faccio io! Che diavolo credi di perderti?
    Danny Butterman: Le sparatorie, gli inseguimenti, la vera azione, l'adrenalina...
    Nicholas Angel: Il lavoro di polizia non è fatto di vera azione o adrenalina! Se avessi ascoltato la mia spiegazione avresti capito che non consiste in sparatorie e inseguimenti! [una macchina li sfreccia davanti superando il limite di velocità] La sirena!
    Danny Butterman [inseguono e fermano la macchina]: L'adrenalina è stata tanta!
  • Martin Blower: Stavo andando un tantino veloce, agente?
    Nicholas Angel: Sì, esatto, signor Blower.
    Martin Blower: Be' ecco, vede, stiamo mettendo in scena un homage a Romeo e Giulietta di William Shakespeare e sono un po' in ritardo per la prova generale. Ahem, io interpreto l'eroe del titolo, capisce? Romeo, non Giulietta! Che sta scrivendo?
    Nicholas Angel: Tutto quello che lei dice, potrei doverlo riportare.
    Martin Blower: Senta, agente, io sono uno stimato avvocato, quindi non c'è bisogno di... ehm, la smetta di scrivere?! Insomma, sto provando a spiegarle che io non potrei aver superato il limite di velocità...
    Nicholas Angel: "Be', ecco, vede, stiamo mettendo in scena un homage a Romeo e Giulietta di William Shakespeare e sono un po' in ritardo per la prova generale" e per questo va a settanta in una zona dove il limite è 50?
    Martin Blower: Be', ecco, vede, io..!
    Nicholas Angel: I limiti vengono imposti specificamente per salvare delle vite.
    Martin Blower: No, senta, questo è proprio assurdo!
    Nicholas Angel [se lo scrive]: "Proprio assurdo"...
    Martin Blower: Non deve scrivere tutto!!
    Nicholas Angel: "Non deve scrivere tutto"...
    Martin Blower: Senta... Ha ragione. Le domando scusa.
  • Danny Butterman: Non fai che pensare continuamente.
    Nicholas Angel: Sì, ho questo vizio.
    Danny Butterman: Non mi fraintendere, è una cosa fantastica...
    Nicholas Angel: Davvero?
    Danny Butterman: È solo... Perché hai voluto fare il poliziotto?
    Nicholas Angel: Agente.
    Danny Butterman: Perché hai voluto fare il poliziotto-agente?
    Nicholas Angel: Da che ho memoria ho sempre voluto fare l'agente di polizia... No, a parte nel '79, quando volevo essere Kermit la rana. Cominciò tutto con mio zio Derek. Era un sergente della Met che mi regalò una macchina della polizia a pedali. La lasciavo soltanto quando andavo a letto e anche quando arrestavo i ragazzini due volte più grandi di me perché sputavano. Me le hanno date spesso da piccolo, ma non mi hanno fermato, volevo essere come lo zio Derek!
    Danny Butterman: Doveva essere in gamba...
    Nicholas Angel: Fu arrestato per aver venduto droghe in una scuola.
    Danny Butterman: Che carogna!
    Nicholas Angel: La macchina a pedali l'aveva pagata così. Inutile dire che non volli più vederla, la lasciai arrugginire, ma non dimenticai mai come distinguevo il bene dal male là sopra. Cercavo la dimostrazione che la legge poteva rispondere al bisogno di giustizia dell'umanità. Capii in quel momento... Che sarei stato un agente di polizia.
    Danny Butterman: Peccato.
    Nicholas Angel: E perché?
    Danny Butterman: Saresti stato un grande Muppet! [ridono]
  • Dottor Hatcher [viene portato in ospedale quando Danny gli spara accidentalmente addosso con un fucile a pallini]: Grazie, Danny!
    Danny Butterman: Ho sparato a un uomo...
    Nicholas Angel: È un dottore, sa che cosa fare.
  • Ispettore Butterman: Ciao, Nicholas. Io ero come te una volta. Credevo nell'immutabile codice della legge fino alla notte in cui la signora Butterman mi è stata portata via. Sai, nessuno amava Sandford più di lei. Era a capo dell'istituto femminile e presidente del comitato floreale. Quando hanno lanciato la gara villaggio dell'anno lei ha lavorato senza sosta. Non avevo mai visto un tale zelo. Alla vigilia dell'arrivo dei giudici alcuni nomadi si insediarono a Calahoo Park. Prima di poter dire: "schifosi zingari!" eravamo pieni di cacca di cane, bambini che rubavano e laidi saltimbanchi.
    Membri della setta segreta [all'unisono]: Laidi saltimbanchi...
    Ispettore Butterman: Perdemmo il titolo e Irene perse la ragione. Si gettò con la sua Datsun Cherry nel burrone di Sandford. Da quel momento in poi... Io giurai che sarebbe stata di nuovo fiera. E a qualunque costo renderemo Sandford di nuovo grande!
    Nicholas Angel: Signore, tutto ciò non ha senso!
    Ispettore Butterman: I giudici arriveranno domani, doveva essere tutto pronto...
    Nicholas Angel: Avete fatto tutto questo per il premio di miglior villaggio?!?
    Ispettore Butterman: Questo è il miglior villaggio, Nicholas. Hai visto la gente? È felice! Soddisfatta!
    Nicholas Angel: Ma non vivono in un mondo reale!
    Ispettore Butterman: Il sergente Popwell la pensava allo stesso modo... Mi deludi, non vedi il quadro di insieme.
    Nicholas Angel: Be', felice di averla delusa, signore! E temo che ora dovrà venire con me, voi tutti ora dovrete venire con me!
    Ispettore Butterman: No, Nicholas... Temo proprio che sarai tu a dover venire con noi, invece!
  • Nicholas Angel: Ma che stai facendo?
    Danny Butterman: Ti salvo la vita.
    Nicholas Angel: È omicidio!
    Danny Butterman: No, è ketchup!
    Nicholas Angel: Non sto parlando di questo, parlo degli altri!!!
    Danny Butterman: Quali "altri"?
    Nicholas Angel: Tutti quanti che l'alleanza ha ammazzato!!
    Danny Butterman: Ma non è vero..!
    Nicholas Angel: Sì che lo è!
    Danny Butterman: Papà ha sempre detto che era il suo... Club, io... io pensavo che mandassero via i cattivi con una bacchettata sulle mani!
    Nicholas Angel: Ci sono degli scheletri, lo capisci?!?
    Danny Butterman: Io non so niente di scheletri!
    Nicholas Angel: Ma che cosa credevi che facessero?!
    Danny Butterman: Non questo!
    Nicholas Angel: È Frank! Si è autonominato giudice, giuria e carnefice!
    Danny Butterman: Il giudice non deve essere giuria e carnefice!
    Nicholas Angel: Lui lo è!!! Devi darmi una mano a fermarlo!
    Danny Butterman: Come faccio!? È mio padre! Prendi la mia macchina, tornatene a Londra. Non c'è niente che puoi fare!
    Nicholas Angel: Sì, invece! Posso! Tornerò indietro e porterò le furie blu del corpo di polizia metropolitana con me!
    Danny Butterman: Ma leveranno tutto di mezzo! A chi pensi che crederanno, a mio padre o a uno svitato poliziotto londinese?!
    Nicholas Angel: Ma io non sarò da solo, no! Noi lo faremo insieme! Tu e io! Partner!
    Danny Butterman: Scordatelo! Questa è Sandford!
  • Joyce Cooper: Fascista!! [cerca di uccidere Angel e Danny con una mitragliatrice]
    Nicholas Angel [spara a un vaso di fiori appeso sopra di lei che si frantuma sulla sua testa, mandandola a terra]: Megera!
  • Dottor Hatcher: Gettate le armi!
    Danny Butterman: Dottor Hatcher, no!
    Dottor Hatcher: Sta' zitto, Danny! Ti ho fatto venire io al mondo... Quindi non c'è nessuno più adatto di me per fartelo lasciare, mh? Insieme al tuo amichetto ficcanaso. E ora [carica il fucile] le armi! [Danny getta il proprio fucile in un modo che spari ugualmente quando cade a terra, colpendo in pieno il piede di Hatcher] Aaargh!!
    Nicholas Angel: È un dottore, no? Sa che cosa fare!
    Danny Butterman: Sì, figlio di puttana!
  • Ispettore Butterman: Agenti, arrestate quell'uomo! Danny, allontanati da lui!
    Danny Butterman: No, papà.
    Ispettore Butterman: Danny... Fa' quello che ti dico!
    Danny Butterman: Non prendo più ordini da te, papà.
    Ispettore Butterman: Agenti, arrestate questi uomini!
    Nicholas Angel: Fermi! Fermi! Arrestateci se volete, sbatteteci in galera e restate schiavi senza volontà oppure diventate veri agenti e aiutateci a mettere fine a questa storia!
    Andy Cartwright [rivolto a Wainwright]: Di che cazzo sta parlando?
    Andy Wainwright [rivolto ad Angel]: Di che cazzo stai parlando?!
    Nicholas Angel: Lo sapete perché il tasso di criminalità a Sandford è così basso e il tasso di incidenti è così alto?!?
    Tony Fisher: No, cioè? Perché?
    Nicholas Angel: Vi hanno fatto il lavaggio del cervello, vi hanno privato della vostra volontà ed è stato un vecchio pazzo omicida!
    Ispettore Butterman: Questo è ridicolo!!
    Danny Butterman: No, non lo è affatto! Non è affatto ridicolo! Solo ora comincio a rendermi conto di quanto non sia affatto ridicolo!
    Ispettore Butterman: Silenzio, Danny!!! Pensa a tua madre!
    Danny Butterman: La mamma è morta, non c'è! E per la prima volta in vita mia ne sono felice! Se vedesse quello che sei diventato, sicuramente sceglierebbe di uccidersi un'altra volta!
  • Danny Butterman: Dov'è Lurch?
    Nicholas Angel: È nel freezer!
    Danny Butterman: A calmare i bollori?
    Nicholas Angel: No, questo non gliel'ho detto.
    Danny Butterman: Peccato!
    Nicholas Angel: Ma ti sei perso l'altra volta quando l'ho prima distratto con lo scimmiotto e poi ho detto: "Basta giocare, ora!" e bam con lo spatifilum!
    Danny Butterman [euforico]: Sei uscito di testa, cazzo!!!
  • Simon Skinner [tra un pugno e l'altro]: Sta' fuori... Dal mio... Villaggio! [Angel gli ferma il pugno e glielo stringe facendogli male] Aaargh!
    Nicholas Angel: Non è il tuo villaggio, non più!!! [lo colpisce mandandolo al tappeto]
  • [L'ispettore Butterman tenta di scappare con l'auto di Angel e Danny, ma viene attaccato dal cigno perso di Stolin a bordo, che lo manda a schiantarsi contro un albero in mezzo al campo]
    Nicholas Angel: Mi sento come se dovessi dire qualcosa di intelligente.
    Danny Butterman: Non devi dire assolutamente niente.
  • Ispettore capo: Che cosa dici, Nicholas?
    Ispettore Met: Sono giorni che cerchiamo di parlarti!
    Nicholas Angel: Sì, be'... Sono stato impegnato.
    Sergente Met: Devi tornare, i numeri sono andati un po' giù durante la tua assenza, bisogna dirlo!
    Ispettore capo: Devi tornare a Londra, Sandford non è il posto adatto per un agente eccezionale come te.
    Nicholas Angel: Il fatto è che... Stare qui mi piace! E poi ci sono un sacco di scartoffie da riempire.

Explicit[modifica]

Doris Thatcher [alla radio]: C'è nessuno vicino alla chiesa?
Nicholas Angel: Ti ascolto, Doris.
Doris Thatcher: Capo, segnalano alcuni hippie che rovistano nel cassonetto del riciclaggio del supermercato.
Nicholas Angel: Andiamo noi.
Doris Thatcher: Bene.
Nicholas Angel: Sergente Butterman... Qualcosa mi dice che stiamo per ballare il Rock and Roll!
Danny Butterman: Balliamo, allora!

Note[modifica]

  1. Frase in latino che significa "bene comune della comunità".

Altri progetti[modifica]

Trilogia del Cornetto
L'alba dei morti dementi · Hot Fuzz · La fine del mondo