Il grande Lebowski

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il grande Lebowski

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale The Big Lebowski
Paese Usa
Anno 1998
Genere commedia, thriller
Regia Joel Coen
Sceneggiatura Joel ed Ethan Coen
Attori
Doppiatori italiani

Il grande Lebowski, film statunitense del 1998 con Jeff Bridges, John Goodman e Steve Buscemi, regia di Joel Coen.

Tagline
Hai varcato la linea! Drugo, segna zero!

Frasi[modifica]

  • Nel lontano Ovest conoscevo un tipo, un tipo di cui voglio parlarvi. Si chiamava Jeffrey Lebowski. O almeno così lo avevano chiamato gli amorevoli genitori. Ma lui non se ne serviva più di tanto. Jeffrey Lebowski si faceva chiamare "il drugo". Già, Drugo. Dalle mie parti nessuno si farebbe chiamare così. Del resto con Drugo erano parecchie le cose che non mi quadravano. E lo stesso vale per la città in cui viveva. Però forse era proprio per questo che trovavo tanto interessante quel posto. La chiamavano Los Angeles, la città degli angeli. A me non sembrava che il nome le si addicesse molto, anche se devo ammettere che c'era parecchia gente simpatica. Certo, non ho mai visto Londra. E non sono mai stato in Francia. E non ho neanche mai visto la regina in mutande, come dicono alcuni. Però posso dirvi una cosa: dopo aver visto Los Angeles e vissuto la storia che sto per raccontarvi, be', penso d'aver visto quanto di più stupefacente si possa vedere in tutti quegli altri posti, e in tutto il mondo. Perciò posso morire con un sorriso, senza la sensazione che il Signore mi abbia fregato. La storia che sto per raccontare è successa nei primi anni '90, nel periodo del conflitto con Saddam e l'Iraq. Lo dico solo perché a volte si incontra un uomo, non dirò un eroe... perché, che cos'è un eroe? Ma a volte si incontra un uomo, e sto parlando di Drugo, a volte si incontra un uomo che è l'uomo giusto al momento giusto nel posto giusto, là dove deve essere. E quello è Drugo, a Los Angeles. E anche se quell'uomo è un pigro, e Drugo lo era di sicuro, forse addirittura il più pigro di tutta la contea di Los Angeles, il che lo mette in competizione per il titolo mondiale dei pigri... Ma a volte si incontra un uomo... a volte si incontra un uomo... Ah! Ho perso il filo del discorso! Bah, al diavolo! È più che sufficiente come presentazione. (Lo Straniero)
  • Sai, questo... questo è un caso molto, molto complicato, Maude. Un sacco di input e di output. Sai, fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile. (Drugo)
  • Seamus e il sottoscritto ve abriremo le chiappe! (Jesus Quintana)
  • [Rivolto a Walter] Prova a fare una delle tue estronsate de pazzo, prova a tirare fuori el ferro... io te lo estrapo de mano, te lo metto en el culo e poi premo el grilletto hasta che siento el clic! (Jesus Quintana)
  • Lo hai detto hermano. No se escherza con Jesus! (Jesus Quintana)
  • Drugo voleva solo il suo tappeto. Nessuna avidità. È che dava... un tono all'ambiente. (Drugo)
  • Attento perché il messaggio subliminale è fottiti, lasciami in pace e vaffanculo! (Drugo)
  • Mi spiace, eccome... il Drugo si dispiace. (Drugo)
  • Prendila come viene! (Lo Straniero)
  • Ho lavorato nel settore musicale per un po'. Sì, in tournée con i Metallica. Facevo il tecnico del suono. Una manica di stronzi! (Drugo)
  • Merda che è venuta a galla [...] Allora adesso sapete della merda venuta a galla, e... Quindi... (Drugo)
  • A volte sei tu che mangi l'orso e a volte è l'orso che mangia te. (Lo Straniero)
  • L'oscurità si abbatté su Drugo, più nera del batacchio di un manzo nero in una notte senza luna nella prateria. Non c'era fine. (Lo Straniero)
  • [Rivolto a Big Lebowski] Porca puttana, i vizi si pagano, come saprà anche lei. (Drugo)

Dialoghi[modifica]

  • Signor Lebowski: Lei ha un impiego Signor Lebowski?
    Drugo: Un momento, aspetti che le spieghi una cosa: Io non sono il Signor Lebowski, lei è il Signor Lebowski. Io sono Drugo, è così che deve chiamarmi, capito? O se preferisce Drughetto oppure Drugantibus oppure Drughino, se è di quelli che mettono il diminutivo ad ogni costo...
  • Bunny: A lui non importa niente di niente, è un nichilista.
    Drugo: Ah, dev'essere faticoso da morire.
  • Walter: E inoltre non dimentichiamo, non dimentichiamo, Drugo, che tenere un animale selvatico, un roditore anfibio come... [rutta] animale domestico, e per di più in città, non è affatto legale!
    Drugo: Ma che cazzo fai, la guardia forestale?!
  • Jackie Treehorn: La gente ha dimenticato che il cervello è la più vasta zona erogena.
    Drugo: Parla per te.
  • Jackie Treehorn: Le nuove tecnologie ci permettono di fare cose entusiasmanti nel campo del software erotico interattivo: avanguardia del futuro, Drugo! Cento per cento elettronico!
    Drugo: Be', io mi faccio ancora le seghe a mano.
    Jackie Treehorn [ride]: Eh, non ne dubito!
  • Drugo: Sai cosa diceva Lenin? "Tu cerca la persona che ne trae beneficio, e..., e... insomma...
    Donny: Obladì Obladà!
    Drugo: ...insomma... avrai... Walter, capisci cosa voglio dire?
    Donny: Obladì Obladà!
    Walter: Quella fottuta puttanella!
    Donny: Obladì Obladà!
    Walter: Quella... vuoi chiudere quella boccaccia? Non Lennon, Lenin! Vladimir Ilyich Ulyanov!
    Donny: Ma di che cazzo sta parlando?
  • Poliziotto: E nella valigetta?
    Drugo: Oh, be', documenti, solo documenti. Già, solo i miei documenti. Documenti di lavoro.
    Poliziotto: Che lavoro fa?
    Drugo: Sono disoccupato.
  • Drugo: Ma no, sono dei nichilisti, capito?
    Donny: Eh?
    Drugo: Continuavano a ripetermi che non credono in niente.
    Walter: Nichilisti? Mi venga un colpo. Allora è meglio la dottrina nazional-socialista, Drugo. Se non altro, ha alla base l'ethos.
  • Lebowski: Cos'è... cos'è; che fa di un uomo un uomo, signor Lebowski?
    Drugo: Drugo. Non... non lo so, signore.
    Lebowski: Essere pronti a fare ciò che è più giusto. A qualunque costo. Non è questo che fa di un uomo un uomo?
    Drugo: Sì, quello e un paio di testicoli.
  • Bunny Lebowski: Te lo succhio se mi dai mille dollari!
    Brandt: [ridendo nervosamente] Ah, ah, ah... che donna meravigliosa! Andiamo pazzi per quel suo spirito libero!
    Bunny Lebowski: Però Brandt non può guardare, se non mi dà un centone.
    Brandt: [ridendo nervosamente] Ah, ah, ah... è meravigliosa!
    Drugo: Ehhh... scusa, vado a cercare un bancomat.
  • Walter: Insomma, a noi basta riportare a casa la ragazza, così nessuno avrà da lamentarsi, e ci terremo il malloppo.
    Drugo: Già, sembra facile, eh? Ma non mi hai detto come faremo a riportarla a casa. Dov'è?
    Walter: Quella è la parte più semplice. Ci presentiamo alla consegna e me lo faccio dire a forza di botte. Eh?
    Drugo: Sì. È davvero un bel piano. Walter, è un piano ingegnosissimo, sempre che io abbia capito bene. Un orologio svizzero, guarda.
    Walter: Esattamente, Drugo. La sua bellezza è la sua semplicità. Quando il piano diventa troppo complesso, qualcosa finisce che va storto. Se c'è qualcosa che mi ha insegnato il Vietnam...
  • Donny: Stasera sembro un cannone, segna il punto Drugo.
    Walter: Che schifo! E magari era un tappeto di valore... Che cosa poteva...?
    Drugo: Certo, ci tenevo un sacco, dava un tono all'ambiente.
    Walter: Allora era un tappeto di valore.
    Donny: Cosa dava un tono all'ambiente?
    Drugo: Il tappeto.
    Walter: Stavi ascoltando la storia di Drugo?
    Donny: Cosa?
    Walter: Hai sentito quello che stava dicendo Drugo?
    Donny: Giocavo a bowling...
    Walter: Allora non hai nessun punto di riferimento Donny, sei come un bambino che entra in un cinema...
    Drugo: Walter...
    Walter: ... e pretende di capire...
    Drugo: Walter... Walter! Si può sapere dove vuoi arrivare?!
    Walter: Te lo dico subito: non c'è un motivo, non c'è proprio nessun motivo per...
    Donny: Già, dove vuoi arrivare?
    Drugo: Walter, qual è il punto? Guarda, lo sappiamo tutti da che parte sta la ragione e allora perché parli a vanvera?!
    Walter: Cosa? No, ma vaffanculo! Io non... Stiamo parlando di una aggressione immotivata...
    Donny: Si può sapere di che parli?
    Drugo: Del mio tappeto.
    Walter: Non ti immischiare Donny, non è il tuo campo.
    Drugo: Walter... Walter, non posso presentare il conto al muso giallo che mi ha pisciato sul tappeto... Si può sapere di che cazzo stai parlando?
    Walter: Di che cazzo stai parlando tu? La questione qui non è il muso giallo, io parlo di una linea tracciata sulla sabbia Drugo, se qualcuno la oltrepassa tu non devi... E poi scusa, muso giallo non mi sembra l'appellativo corretto per un cinese, asiatico è preferibile.
    Drugo: Walter, non stiamo parlando di uno che costruisce ferrovie, quello è uno che...
    Walter: Ma porca puttana!
    Drugo: Quello mi ha pisciato sul tappeto!
    Donny: Ha pisciato sul suo tappeto?
    Walter: Donny, non è il tuo campo... Drugo, il problema qui non è... non è il muso giallo.
    Drugo: E qual è?
    Walter: Jeffrey Lebowski! L'altro Jeffrey Lebowski, il miliardario...
    Drugo: Questo è estremamente interessante, interessantissimo...
    Walter: Quello, quello dispone di un sacco di soldi, è evidente, e non c'è una ragione, non c'è una spiegazione al mondo, ma perché la moglie dovrebbe andare a far debiti a destra e a sinistra e quelli vengono a casa tua e ti pisciano sul tappeto, mi sbaglio?
    Drugo: No.
    Walter: Mi sbaglio?
    Drugo: Sì, ma cosa...?
    Walter: Ok, allora: quel tappeto dava davvero un tono all'ambiente no?
    Drugo: Ti dico di sì.
    Donny: E quello c'ha pisciato.
    Walter: Donny! Ti prego...
    Drugo: Sai che hai ragione? Dovrei cercare quel fottuto Lebowski, ecco...
    Donny: Si chiama Lebowski? È il tuo cognome Drugo...
    Drugo: È lui che dovrebbe ripagarmi il mio fottuto tappeto! La moglie lascia debiti per tutta la città e quelli pisciano sul mio tappeto?
    Walter: Pisciano sul tuo bel tappeto...
    Drugo: Hanno pisciato sul mio tappeto!
    Walter: Esattamente Drugo... Hanno pisciato sul tuo bel tappeto
  • Donny: Sono i nazisti?
    Walter: No Donny sono dei nichilisti non c'è da aver paura
  • Drugo: Hai portato questa specie di cane a giocare a bowling?
    Walter: Come sarebbe "giocare a bowling"? Non gli ho mica affittato le scarpe, non gli offro neanche la birra! Non ha preso il tuo turno, Drugo!
    Drugo: Senti, amico, se la mia ex moglie mi chiedesse di guardarle il cane mentre se ne va col fidanzato a Honolulu le direi di fottersi ! Perché non l'ha messo nella stiva ?!
    Walter: Prima di tutto, tu non hai un'ex moglie. Secondo, è un cane da concorso con un pedigree lungo un chilometro, non si può mettere nella stiva perché gli viene l'esaurimento e perde il pelo. Questo è un cane col pedigree, Drugo.. HAI VARCATO LA LINEA!
    Smokey: Eh?
    Walter: Spiacente Smokey, hai varcato la linea, non vale.
    Smokey: Cazzate. Segna otto, Drugo.
    Walter: Nono, eh scusa.. Segna zero, niente punti.
    Smokey: Balle, Walter.. Dammi un otto, Drugo.
    Walter: Questo non è il Vietnam, è il bowling, ci sono delle regole!
    Drugo: Ehi Walter, andiamo non fare così, quello è Smokey, gli è scivolato un po' il piede.. È solo un partita..
    Walter: È una partita di torneo, che determina chi passerà al prossimo turno. O mi sbaglio?
    Smokey: Sì però io non..
    Walter: O mi sbaglio?!
    Smokey: Sì, ma non ho passato la linea.. Dammi il pennarello, mi segno otto punti.
    Walter: [estraendo una pistola] Smokey, amico mio, stai per entrare in una valle di lacrime.
    Drugo: Walter.. Mettila via..
    Walter: Se ti segni un otto entri in una valle di lacrime.
    Smokey: Ma io..
    Walter: LA valle di lacrime.
    Smokey: Drugo, di' qualcosa al tuo compagno..
    Walter: ALLORA IL MONDO È IMPAZZITO?! SONO IL SOLO DA QUESTE PARTI CHE ABBIA RISPETTO PER LE REGOLE?! SEGNA ZERO!
    Drugo: Stanno chiamando gli sbirri.. Metti via il ferro..
    Walter: [puntando la pistola verso Smokey] SMOKEY, SEGNA ZERO!
    Drugo: Walter, metti via quel ferro..
    Smokey: W-Walter..
    Walter: TU CREDI CHE IO FACCIA PER SCHERZO?! SEGNA ZERO!
    Smokey: V-va bene.. H-hai visto? Ho scritto zero.. Sei contento? Stronzo sciroccato!
    Walter: [calmandosi e mettendo via la pistola] È una partita di torneo.
  • Walter: Certo si vedranno un po' di carri armati, ma combattere nel deserto è ben diverso dal combattere in una giungla.
    Drugo: M-mmmh.
    Walter: Il Vietnam era una guerra di fanteria, questa qui invece... ah, sì! Dovrebbe essere una passeggiata. Io avevo un M16 in mano, non un carro armato Habrams. Solo io e il muso giallo, a fissarci negli occhi. Quello si chiama combattere. L'uomo con la mimetica nera, Drugo, Quello sì che era un avversario.
    Donny: Chi ha la mimetica nera?
    Walter: Non rompere Donny. Chi abbiamo adesso di fronte? Una banda di beduini con un asciugamano in testa che cerca di capire dov'è la marcia indietro nei carri russi, questi non sono dei veri avversari.
  • Big Lebowski: Cominci a parlare e parli in fretta, pagliaccio incapace!
    Brandt: Abbiamo cercato disperatamente di raggiungerla.
    Big Lebowski: Dove sono i miei soldi, smidollato?
    Drugo: Ah... Be', io... io... ah... io non...
    Big Lebowski: Quelli i soldi non li hanno avuti, imbecille! Non hanno avuto un centesimo! La vita di Bunny era nelle sue mani!
    Brandt: Questo ci angoscia, Drugo.
    Drugo: No. E no, bello. Non ho sbagliato. Io...
    Big Lebowski: Non ha sbagliato?
    Drugo: E no.
    Big Lebowski: Qui c'è un aereoplano che si è schiantato contro le montagne!
    Drugo: No, scusi, andiamo, a chi è disposto a credere? A quelli? Noi abbiamo consegnato il malloppo.
    Big Lebowski: Noi chi?
    Drugo: Io! Pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti. Io ho consegnato il malloppo, esattamente come... Senta, io ho delle informazioni certe, lo sa? Alcuni fatti venuti alla luce. Senta, le è venuto in mente che... invece... invece di... ah... girare in tondo e... e prendersela con me, data la natura di questa faccenda strana... la cosa potrebbe essere anche più... ah... complessa. Voglio dire che... potrebbe non trattarsi di un semplice... capito?
    Big Lebowski: Si può sapere di che accidenti sta blaterando?
    Drugo: Ah, glielo dico io di cosa sto blaterando. Ho avuto delle informazioni, amico, merda che è venuta a galla. Cazzo, amico! Si è rapita da sola, ecco. È così. Rifletta un attimo, vuole? Giovane moglie da esibire, per usare un'espressione dei nostri tempi, deve... deve soldi a mezzo mondo, incluso un noto pornografo. E questo mi sta bene, è tutto tranquillo. Ma... Ma io dico... lei... ha bisogno... di soldi, porca puttana, no? E ovviamente quelli dicono di non averli avuti... perché... perché lei ne vuole di più. Porca puttana, i vizi si pagano, come saprà anche lei. Ma, dico, una cosa del genere non l'ha mai pensata, signore?
  • Walter: Questo è un tuo compito Larry? Questo è un tuo compito Larry?
    Drugo: Senti bello noi...
    Walter: Drugo, ti prego. Questo è un tuo compito Larry?
    Drugo: Walter perché non gli chiedi della macchina?
    Walter: Questo è tuo Larry? Questo è un tuo compito Larry?
    Drugo: E'tua la macchina qui di fronte?
    Walter: Questo è un tuo compito Larry?
    Drugo: Lo sappiamo che quello è un suo compito!!! Dov'è finito il malloppo faccia da porcello?!
    Walter: Senti Larry, hai mai sentito parlare del Vietnam?
    Drugo: Oh, vaffanculo tu e il Vietnam, Walter...
    Walter: Stai per entrare in una valle di lacrime. Sappiamo che questo è il tuo compito. Sappiamo che hai rubato la macchina...
    Drugo: ... E il fottuto malloppo!
    Walter: E il fottuto malloppo. E sappiamo che questo è il tuo compito!
    Drugo: Guarda che noi ti tagliamo il piffero, sai!
    Walter: Stai uccidendo tuo padre, Larry.
  • Drugo: Conosco i miei diritti amico.
    Capo della polizia: Tu non conosci un cazzo Lebowski.
    Drugo: Voglio un avvocato, porca puttana! Voglio Perry Mason, capito? Oppure Matlock!
    Capo della polizia: Il signor Treehorn dice che ha dovuto farti allontanare dalla festa che dava in giardino, perché eri ubriaco e molesto.
    Drugo: Il signor Treehorn tratta gli oggetti come donne, lo sapeva?
    Capo della polizia: Il signor Treehorn fa girare molti soldi in questa città. Tu fai girare solo le palle. La nostra è una graziosa cittadina balneare e il mio obbiettivo è mantenerla tranquilla. Perciò ti chiarisco una cosa: non mi piace che tu vada in giro a importunare i nostri cittadini, Lebowski... col tuo cognome da mezzasega, con la tua faccia da mezzasega, con i tuoi modi da mezzasega e non mi piaci TU... mezzasega! Sono stato abbastanza chiaro?
    Drugo: Mi spiace non stavo ascoltando.

Citazioni su Il grande Lebowski[modifica]

  • Jeff Bridges, l'attore che preferisco in assoluto, interpreta Jeffrey 'dude' Lebowski un hippie fannullone che, per un errato caso di omonimia, si lascerà coinvolgere in un giro losco fatto di rapimenti, riscatti, artisti esaltati e giocatori di bowling fuori di testa. Avrò visto questa comedy-crime cento volte. Sono stati i miei fratelli a farmela conoscere quando avevo, circa, sedici anni; è così che è nata la mia passione per il protagonista. Ci sono delle scene pazzesche, come quella di "Drugo" in vestaglia al supermarket, alle prese con il latte. La sequenza che, però, mi fa davvero contorcere dalle risate è quella in cui sorprende il socio, Walter (John Goodman), fare a pezzi la cabriolet rossa del proprietario sbagliato. Un film da manuale! (Jennifer Lawrence)

Altri progetti[modifica]