Eroismo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
L'eroismo di Guglielmo Tell (J.-F. Schall, 1793)

Citazioni sull'eroismo e gli eroi.

Citazioni[modifica]

  • Ammettere di non essere degli eroi è il nostro momento più eroico. (Scrubs - Medici ai primi ferri)
  • C'è una sola differenza tra gli eroi e i pazzi... Se vincono o perdono. (Umineko no naku koro ni)
  • Chiamiamo noi stessi eroi, ragazza, significa che dobbiamo credere in qualcosa, non importa quanto sia difficile e doloroso. (Wolverine Saga)
  • Come il cielo, onnipresente è l'eroismo, | esso non finirà prima che finisca il mondo | e benché le cupe macchie roteino con fragore | di ciò, amico mio, non vi prenda timore. | Esso non finì presso l'urna di Nelson | dove sta assisa una Inghilterra immortale: | né dove i vostri giovani gagliardi a turno | bevvero – ad Austerlitz – la morte come un liquore. (Gilbert Keith Chesterton)
  • Diventare un eroe è come vincere la professione più corta sulla terra. (Will Rogers)
  • È concesso anche a un eroe morente chiedersi prima di morire come parleranno di lui gli uomini dopo la sua morte. (Virginia Woolf)
  • È molto più facile [...] essere un eroe che un galantuomo. Eroi si può essere una volta tanto; galantuomini, si dev'esser sempre. (Luigi Pirandello)
  • Ecco la verità: il vero eroismo non riceve ovazioni, non intrattiene nessuno. Nessuno fa la fila per vederlo. Nessuno se ne interessa. (David Foster Wallace)
  • Eroe è chi fa il suo dovere ogni giorno... (Wolverine)
  • Eroe o pezzo di fango, non c'era via di mezzo per me, per l'uomo comune, dico, è vergogna infangarsi, ma l'eroe sta troppo in alto perché si possa infangare del tutto, per conseguenza si può stare nel fango. (Fëdor Dostoevskij)
  • Eroico è rimasto l'aggettivo a buon mercato, fratello di epico. Nessuna coscienza democratica — che dovrebbe essere anzitutto schiettezza, rispetto dei giusti valori dell'unicuique suum — l'ha "ridimensionato". Si dà, come ieri, a chiunque perda la vita per la nazione (i morti di Kindù, i carabinieri uccisi in Alto Adige, ecc.), cioè ai suoi creditori privilegiati: verso i quali, con quel titolo fisso, quasi sempre improprio, la nazione sembra volersi sdebitare. L'eroismo è un modo, particolare, di spendere la vita (la vita e non necessariamente il sangue); e noi ne facciamo invece un modo generale: confondiamo il grado, di quel credito, con la categoria. (Franco Fochi)
  • Essere un eroe ha il suo prezzo. (Grey's Anatomy)
  • Essere un eroe non è solo questione di muscoli. Bisogna avere un cuore e preoccuparsi degli altri. (Kingdom Hearts Birth by Sleep)
  • Fare il proprio dovere val meglio dell'eroismo. (Cesare Cantù)
  • Gli eroi, d'altro canto, hanno certi privilegi. Possono andare ovunque, sfidare chiunque, purché abbiano il coraggio e la forza di farlo. (Rick Riordan)
  • Gli eroi dei miti antichi erano seminudi, quelli dei miti odierni lo sono del tutto. (Stanisław Jerzy Lec)
  • Gli eroi quotidiani sono quelli che danno sempre il massimo nella vita. (Roberto Baggio)
  • Gli eroi sono eroi perché il loro comportamento è eroico, non perché vincano o perdano. (Nassim Nicholas Taleb)
  • Gli eroi sono più inclini all'autocitazione che all'autocritica. (Peter Schneider)
  • Gli eroi sul cavallo bianco sono un po' in ribasso, soprattutto quando non valgono una cicca. (Sandrone Dazieri)
  • I limiti si fanno soglia. Il limite blocca, costerna, paralizza; la soglia è un invito a varcarla, a oltrepassarla. Nessun limite solo soglie: questo è il monito dell'Eroe. (Gianluca Magi)
  • I nuovi eroi sono i militanti politici. Negli anni Venti erano gli sportivi, negli anni Trenta e Quaranta le star del cinema e della seconda guerra mondiale, poi i nuovi eroi sono diventati i musicisti. Credo che i prossimi eroi saranno più intellettuali, politici o scienziati, o esperti di informatica. Insomma, gente di questo tipo: quelli che comprendono, quelli che riescono a capire come funzionano veramente le cose, come funziona la società moderna. Ecco i nostri prossimi eroi. (Jim Morrison)
  • I veri eroi non sono mai perfetti come le leggende che li circondano. (Metal Gear Solid: Peace Walker)
  • I veri eroi non sono mai resi pubblici. (Metal Gear Solid 3: Snake Eater)
  • I veri eroi non volano e non indossano le mutande sopra i vestiti, quelli che si vestono così sono fuori di testa! Vuoi sapere com'è fatto un vero eroe? Di carne ed ossa, si mette il distintivo e rischia la vita ogni volta che esce di pattuglia. (Psych)
  • Il cammino di un eroe lo porta a percorrere molti oscuri sentieri prima di tornare alla luce. (Heroes)
  • Il primo grado dell'eroismo è vincere la paura e il dominio su se stessi. (Gian Piero Bona)
  • Il lavoratore che assolve il dovere sociale senz'altra speranza che un pezzo di pane e la salute della propria famiglia, ripete ogni giorno un atto di eroismo. (Benito Mussolini)
  • Il marchio di un vero eroe è l'umiltà. (Kung Fu Panda)
  • Il vero eroe alla fine muore. Quelli che restano sono i filosofi. (Aldo Busi)
  • Il vero eroe non cerca l'adulazione, combatte per la verità e la giustizia solo perché quella è la sua natura. (The Big Bang Theory)
  • Io ho un problema con gli eroi in generale: non mi piacciono. Non amo l'eroe buono, positivo, nemmeno quello mitologico che incarna in sé la morale, la giustezza della vita. (Niccolò Ammaniti)
  • Io sono un eroe | perché lotto tutte le ore. | Sono un eroe perché combatto per la pensione. | Sono un eroe perché proteggo i miei cari dalle mani dei sicari dei cravattari. | Sono un eroe perché sopravvivo al mestiere. | Sono un eroe straordinario tutte le sere. | Sono un eroe e te lo faccio vedere. | Ti mostrerò cosa so fare col mio super potere. (Caparezza)
  • L'autentico eroismo è sicuramente sobrio, privo di drammi. Non è il bisogno di superare gli altri a qualunque costo, ma il bisogno di servire gli altri a qualunque costo. (Arthur Ashe)
  • L'eroe antico era quello che affrontava la morte: l'eroe moderno è colui che accetta la vita. (Ardengo Soffici)
  • L'eroe è colui il quale fa da solo ciò che altri dovrebbero fare: è dunque l'espressione del paese che si rassegna, delle genti in cui la coscienza individuale è debole ; che non sono ancora entrate nella civiltà, o che vi sono entrate male. (Francesco Saverio Nitti)
  • L'Eroe è la coscienza universale del dovere essere. (Francesco Grisi)
  • L'eroe è sempre quello che resta, e il colpevole chi abbandona il campo. (Veronica Mars)
  • L'eroe è uno che si ribella – o sembra ribellarsi – ai fatti della vita, e apparentemente trionfa. Ovviamente può essere solo un evento sporadico, non può essere una condizione permanente. (Jim Morrison)
  • L'eroe muore, ma la sua storia vive per sempre. (Vero come la finzione)
  • L'imbecille finisce dove comincia l'eroe. (Alfredo Accatino)
  • L'unità di misura del teatro come rappresentazione è l'uomo, e quest'uomo deve poter essere riconosciuto da coloro che siedono nella platea come uno di loro, come un campione, nel bene e nel male, di ciò che essi sono, temono o sperano di essere; un eroe, insomma. (Luciano Lucignani)
  • La dolorosa meraviglia che ci procura ogni rilettura dei grandi tragici è che i loro eroi, che avrebbero potuto sfuggire a un fato atroce, per debolezza o cecità non capiscono a cosa vanno incontro, e precipitano nell'abisso che si sono scavati con le proprie mani. (Umberto Eco)
  • – La forza è la cosa più importante di un eroe?
    – Beh, quel che ti serve è un cuore forte. Cosa rende un cuore forte? Se lo chiedi non sei ancora un vero eroe! (Kingdom Hearts)
  • Le persone amano dire che ciò che ho fatto è eroico ma non è vero, era solo una cosa che dovevo fare. Credo che le persone amino avere degli eroi e che si sentano meglio a pensare che in mezzo a tutto quell'orrore c'era qualcuno di speciale, un medico che ha fatto miracoli, ma insomma io non ho dei superpoteri chirurgici... (Grey's Anatomy)
  • Lo dico solo perché a volte si incontra un uomo, non dirò un eroe... perché, che cos'è un eroe? (Il grande Lebowski)
  • Ma tu vuoi diventare un eroe... vuoi diventare un campione... guarda che la gente non vuole campioni, vuole mangiare cheeseburger, giocare al lotto e guardare la televisione. (Seven)
  • Nessuno dubita mai di un eroe. (Desperate Housewives)
  • Non è ciò che uno indossa o dice che lo rende un eroe. Ma è ciò che fa e come tratta la gente. (Kingdom Hearts Birth by Sleep)
  • Non mi ucciderete voi, un traditore è scomodo anche da morto: molto più utile un eroe. Un eroe sì, che la gente possa amare... io sarò assassinato da un fascista, vigliaccamente. Offriremo lo spettacolo di una morte drammatica, che si scolpisca nell'immaginazione popolare, perché si continui ad odiare, odiare, odiare sempre di più il fascismo. Sarà la morte leggendaria di un eroe: un grande spettacolo teatrale. Proveremo, proveremo come a teatro. Centinaia di attori, tutto il popolo di Tara vi parteciperà, senza sapere. Tutta Tara diventerà un grande teatro. (Strategia del ragno)
  • O muori da eroe, o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo. (Il cavaliere oscuro)
  • Ogni altra forma di eroismo è un fenomeno occasionale, o imposto dalle circostanze, o, peggio ancora, semplice ostentazione. Invece essere poveri per sessant'anni, adempiere in silenzio ogni dovere imposto dalla famiglia e dalla società, e contemporaneamente riuscire a restare umani, onesti, e magari persino allegri e altruisti – questo è vero eroismo. (Sándor Márai)
  • Ogni eroe finisce per annoiare. (Ralph Waldo Emerson)
  • Ogni eroe deve scoprire il suo scopo. (Heroes)
  • Ogni vero eroe sa portare il peso dei colpi che subisce. (Dionigi Tettamanzi)
  • Perché son caduti gli eroi | in mezzo alla battaglia? (Libri di Samuele)
  • Quando indago la gloria conseguita dagli eroi, e le vittorie dei grandi generali, non invidio i generali. (Walt Whitman)
  • Quello che la gente ama più dell'eroe è vederlo cadere. (Spider-Man)
  • Sai Dimitri, quando si cerca un eroe, bisogna partire dalla cosa di cui ogni eroe ha bisogno: un cattivo. Per questo, cercando il nostro eroe Bellerofonte, abbiamo creato un mostro: Chimera. (Mission: Impossible II)
  • Sai qual è la definizione di eroe? Persona che fa uccidere altre persone. (Serenity)
  • Se l'eroismo non contasse sacrificio sarebbe un affare di ordinaria amministrazione. (Libero Bovio)
  • Se muoio qui, significa che non sono io l'eroe. Eroe è chi sopravvive fino alla fine. Quindi... immagino che io sia la canaglia. La canaglia si mette sempre dalla parte dell'eroe prima di morire. (Metal Gear Ac!d)
  • Sorte miserabile quella dell'eroe che non muore, dell'eroe che sopravvive a se stesso. (Luigi Pirandello)
  • Sventurata la terra che ha bisogno d'eroi. (Bertolt Brecht)
  • Tu pensi che essere un eroe sia divertente? Che sia un gioco? Un eroe è una persona che sta al di fuori. Un eroe non fa più parte del corso dell'umanità. Un eroe cammina sulla lama del rasoio tra il paradiso e l'inferno, perchè un eroe non è legato ai sentimenti o ai capricci dell'opinione pubblica. Un eroe è vincolato a uno standard superiore di verità e giustizia. (Batman: Terra di nessuno)
  • Un eroe è chi fa quello che può. (Romain Rolland)
  • Un eroe non può essere eroe se non in un modo eroico. (Nathaniel Hawthorne)
  • Un vero eroe non lascia che la tristezza e la solitudine prendano il sopravvento. (Smallville)
  • Un vero eroe non si misura dalla forza che possiede, ma dalla forza del suo cuore. (Hercules)
  • Uno non può fare l'eroe tutta la vita. Anzi, il più delle volte non può farlo per più di 10 minuti. Certo, in quei dieci minuti si vedono le cose diversamente. (Stefano Benni)
  • V'è un solo eroismo al mondo: vedere il mondo com'è e amarlo. (Romain Rolland)

Oriana Fallaci[modifica]

  • Ci si dimentica sempre che un eroe è un uomo, soltanto un uomo, e che resistere a una tirannia, subire sevizie, languire per anni in una cella senz'aria né luce è a volte più facile che battersi nell'equivoco e nelle lusinghe della normalità.
  • Il vero eroe non si arrende mai, a distinguerlo dagli altri non è il gran gesto iniziale o la fierezza con cui affronta le torture e la morte ma la costanza con cui si ripete, la pazienza con cui subisce e reagisce, l'orgoglio con cui nasconde le sue sofferenze e le ributta in faccia a chi gliele impone. Non rassegnarsi è il suo segreto, non considerarsi vittima, non mostrare agli altri tristezza o disperazione.
  • La fiaba dell'eroe non si esaurisce col gran gesto che lo rivela al mondo. Sia nelle leggende che nella vita, il gran gesto non costituisce che l'inizio dell'avventura, l'avvio della missione. Ad esso segue il periodo delle grandi prove, poi il ritorno al villaggio o alla normalità, poi la sfida finale dietro cui si nasconde l'insidia della morte sempre evitata. Il periodo delle grandi prove è il più lungo, forse il più difficile. E lo è perché, durante quello, l'eroe si trova completamente abbandonato a se stesso, irresistibilmente esposto alla tentazione di arrendersi, e tutto congiura contro di lui: l'oblio degli altri, la solitudine esasperata, il rinnovarsi monotono delle sofferenze. Ma guai se egli non supera quel secondo esame, guai se non resiste, se cede: il gran gesto che lo rivelò diventa inutile e la missione fallisce.
  • Non v'è eroe vivo che valga un eroe morto.

Proverbi italiani[modifica]

  • Chi ha una mano per combattere, ha anche un cuore per morire.
  • Gli eroi non danno la caccia alle lepri.
  • La guerra fa gli eroi.
  • Nessuno è eroe davanti al suo cameriere.
  • Non sono tutti eroi quelli che indossano una corazza.
  • Più grande è l'eroe, più bella è la vittoria.
  • Più l'eroe si vanta con le parole, più paga male con i fatti.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]