Lo Hobbit - La desolazione di Smaug

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Lo Hobbit - La desolazione di Smaug

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The Hobbit: The Desolation of Smaug

Lingua originale inglese, Sindarin, Linguaggio nero, Quenya, Khuzdul
Paese Nuova Zelanda, Stati Uniti d'America, Regno Unito
Anno 2013
Genere epico, fantasy, avventura, azione
Regia Peter Jackson
Soggetto J. R. R. Tolkien (romanzo)
Sceneggiatura Peter Jackson, Fran Walsh, Philippa Boyens, Guillermo del Toro
Produttore Carolynne Cunningham, Fran Walsh, Peter Jackson
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Lo Hobbit – La desolazione di Smaug, film del 2013 con Martin Freeman, regia di Peter Jackson.

Frasi[modifica]

  • Siamo stati ciechi. Nella nostra cecità... il nostro nemico è tornato. (Gandalf)
  • Non credere che non ti uccida, nano. (Legolas)
  • Se risvegli la bestia... Distruggerai tutti noi! (Bard l'arciere)
  • Tale è la natura del Male. Col tempo tutte le cose orrende vengono fuori. (Thranduil)
  • [Rivolto a Thranduil] Quel nano mezzatacca... Non sarà mai re! Il nostro momento... Si è ripresentato, il fuoco della guerra incombe su di voi! Al nostro padrone serve l'Unico! Ora capisci, Elfo? Tutti voi morirete... (orco catturato)
  • Non c'è alcun Re sotto la Montagna, né ci sarà mai. (Legolas)
  • [Rivolto agli abitanti di Esgaroth] Se riusciremo nell'impresa, tutti... condivideranno le ricchezze della montagna! Avrete oro da ricostruire Esgaroth per dieci volte almeno! (Thorin Scudodiquercia)
  • Sono andata lì qualche volta... oltre le foreste, sulle montagne di notte... ho visto il mondo cadere via... e la luce bianca dell'eternità riempire l'aria. (Tauriel)
  • Tu non puoi essere lei. Lei è molto lontana. Lei è molto, molto lontana da me. Lei cammina nella luce delle stelle in un altro mondo. (Kíli)
  • [In Lingua Nera, rivolto ad Azog] Si stanno radunando a Dol Guldur. Il padrone ti ha convocato. (Bolg)
  • [In Lingua Nera] Bolg! Hai ancora sete di sangue nanico? (Azog)
  • [in Lingua Nera, rivolto a Gandalf] Non c'è luce, Stregone, che possa sconfiggere le tenebre! (Sauron)
  • [Rivolto a Bilbo] Allora... ladro! Avverto il tuo odore. Sento il tuo respiro. Percepisco il tuo fiato. Dove sei? Dove sei?! (Smaug)
  • [Rivolto a Bilbo] Avanti, non essere timido. Mostrati alla luce! C'è qualcosa in te... qualcosa che porti. Una cosa fatta di oro. Mi sembra quasi... un Tessoro. (Smaug)
  • [Rivolto a Thorin Scudodiquercia e la compagnia] Vendetta?! Vendetta?! Ve la faccio vedere io, la vendetta! (Smaug)
  • Io sono fuoco, io sono... Morte! (Smaug)

Dialoghi[modifica]

  • Thorin Scudodiquercia: Mio padre venne a trovarti prima di andare disperso: che cosa gli dicesti allora?.
    Gandalf: Lo spronai a marciare su Erebor. A radunare i Sette Eserciti dei Nani per distruggere il drago e riprendersi la Montagna Solitaria. E direi lo stesso a te: riprenditi la tua terra natìa.
  • Gandalf: Mi sono imbattuto in alcuni sgradevoli personaggi mentre viaggiavo sul Verdecammino. Mi hanno scambiato per un vagabondo.
    Thorin Scudodiquercia: Immagino che se ne siano pentiti...
    Gandalf: Uno di loro portava un messaggio. [lo mostra] È Lingua Nera questa: una promessa di pagamento...
    Thorin Scudodiquercia: Per cosa?
    Gandalf: La tua testa!
  • Gandalf: C'è una casa, non è molto lontana da qui, dove noi "potremmo" trovare rifugio.
    Thorin Scudodiquercia: Di chi è la casa? Amico o nemico?
    Gandalf: Nessuno dei due. Lui ci aiuterà o ... ci ucciderà!
    Thorin Scudodiquercia: Che scelta abbiamo?
    Gandalf: Nessuna.
  • Sauron: Cresciamo in numero. Cresciamo in potenza. Tu guiderai i miei eserciti.
    Azog il profanatore: Che facciamo con Scudodiquercia?
    Sauron: La guerra è in arrivo.
    Azog il profanatore: Mi avevi promesso la sua testa.
    Sauron: La morte arriverà per tutti!! [tutto il dialogo in Lingua Nera]
  • Gandalf: Sei cambiato, Bilbo Baggins. Non sei lo stesso hobbit che ha lasciato la Contea.
    Bilbo Baggins: Stavo per dirtelo... Io... ho trovato una cosa nelle gallerie degli orchi. [accarezzando l'Anello fra le dita]
    Gandalf: Trovato cosa?... Che cosa hai trovato?
    Bilbo Baggins: ...Il mio coraggio.
    Gandalf: Bene. Questo è un bene. Ti servirà.
  • Kíli: Non mi perquisisci? Potrei avere di tutto nei pantaloni.
    Tauriel: O niente.
  • Tauriel: Tutta la luce è sacra per gli Eldar ma gli elfi silvani adorano la luce delle stelle.
    Kíli: L'ho sempre trovata una luce fredda, remota e molto lontana.
    Tauriel: Essa è memoria, preziosa e pura. Come la tua promessa.
  • Tauriel: Il Re non ha mai lasciato vagare gli orchi per le nostre terre, ma questo branco può varcare i nostri confini e uccidere i prigionieri.
    Legolas: Non è la nostra battaglia!
    Tauriel: È la nostra battaglia. E non finirà qui. Con ogni vittoria questo Male si rafforzerà. Se tuo padre farà a modo suo noi non faremo niente. Ci nasconderemo tra le nostre mura, vivremo una vita lontano dalla luce, e lasceremo che l'oscurità cali. Non siamo parte di questo mondo? Dimmi, Mellon, quando abbiamo lasciato che il Male ci sopraffacesse?
  • Bard l'Arciere: Non hai alcun diritto ad entrare in quella montagna!
    Thorin Scudodiquercia: Io sono l'unico ad averlo.
  • Dori: Che cos'era? Era il terremoto?
    Balin: Quello, ragazzo mio... era un drago.
  • Radagast: Aspetta! E se fosse una trappola?
    Gandalf: Va', va' via senza voltarti... è senza dubbio una trappola...
  • Smaug: Tu credi di potermi ingannare, Cavalcabarili?! Siete venuti da Pontelagolungo. Questo è uno squallido complotto ordito da questi luridi nani e quei miserabili uomini del lago. Quei piagnucolosi codardi, con i lordo lunghi archi e le Frecce Nere. Forse è il momento che io faccia loro una visita.
    Bilbo Baggins: Oh, no. Ma non è colpa loro! Fermo! Non puoi andare a Pontelagolungo!!
    Smaug: Oh tu tieni a loro, non è vero? Bene. Allora puoi guardarli morire!
  • Thorin Scudodiquercia: Qui! Inutile stupido verme!
    Smaug: Tu.
    Thorin Scudodiquercia: Adesso mi riprendo quello che tu hai rubato.
    Smaug: Tu non ti riprenderai niente da me, nano. Io ho annientato i tuoi guerrieri tempo fa. Io ho instillato il terrore nel cuore degli uomini. Io sono il Re sotto la Montagna.
    Thorin Scudodiquercia: Questo non è il tuo regno! È il territorio dei nani! L'oro dei nani! E noi avremo la nostra vendetta.

Explicit[modifica]

[Riferito alla furia di Smaug, mentre attacca Pontelagolungo] Che cosa abbiamo fatto?! (Bilbo Baggins)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]