Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The Hobbit: The Battle of the Five Armies

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America, Nuova Zelanda, Regno Unito
Anno 2014
Genere film d'avventura, fantastico, adattamento cinematografico, film d'azione
Regia Peter Jackson
Soggetto basato su Lo Hobbit
Sceneggiatura Philippa Boyens, Peter Jackson, Fran Walsh, Guillermo del Toro
Produttore Peter Jackson, Fran Walsh, Mark Ordesky, Carolynne Cunningham
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate, film del 2014, regia di Peter Jackson.

Frasi[modifica]

  • Attendiamo la copertura della notte. È un luogo letale, Tauriel. In un'altra era la nostra gente ha mosso guerra in quelle terre. Mia madre è morta lì. Mio padre non ne parla. Non c'è alcuna tomba, alcun ricordo, nulla. (Legolas)
  • Vedo che non sai nulla degli stregoni. Sono come un tuono d'inverno con un vento tempestoso, rimbombano da distante ingigantendo l'allarme. Ma talvolta una tempesta è solo una tempesta. (Thranduil)
  • So che i nani possono essere ostinati e capoccioni e difficili. Sono sospettosi e riservati. Hanno le maniere peggiori che si possono immaginare ma sono anche coraggiosi e gentili e leali fin troppo. Mi sono affezionato a loro e vorrei salvarli se posso. (Bilbo)
  • Alfrid, ti si vede la sottana. (Bard)
  • Non mi nasconderò dietro un muro di pietra mentre altri combattono le nostre battaglie, per noi! Non è nel mio sangue, Thorin! (Kíli)
  • Non penserai davvero no? Che tutte le le tue avventure e fughe fossero governate da pura fortuna? Gli anelli magici non vanno usati con leggerezza, Bilbo. Non prendermi per uno sciocco, so che ne hai trovato uno nelle gallerie degli orchi e ti ho tenuto d'occhio da quel momento. (Gandalf)

Dialoghi[modifica]

  • Kíli: Tauriel. Amralime.
    Tauriel: Non so che cosa voglio dire.
    Kíli: Io credo di sì.
  • Bilbo: Balin, se Thorin avesse l'archengemma, o se venisse trovata, sarebbe di aiuto?
    Balin: Quella pietra incorona tutto, è la sommità di questa grande ricchezza, conferendo potere a colui che la possiede. Arresterebbe la sua pazzia? No ragazzo, temo che la peggiorerebbe. Forse è meglio che rimanga smarrita.
  • Thorin: Che cos'è? Nella tua mano?
    Bilbo: Non è niente.
    Thorin: Mostrami.
    Bilbo: [Mostra una ghianda] L'ho raccolta nel giardino di Beorn.
    Thorin: E l'hai portata fino a qui...
    Bilbo: La pianterò nel mio giardino, a casa Baggins.
    Thorin: Un misero premio da riportare nella Contea.
    Bilbo: Beh, un giorno crescerà. E ogni volta che lo guarderò ricorderò. Ricorderò quello che è successo, il brutto, il bello. E la fortuna che ho avuto a tornare a casa.
  • Thorin: Avrai bisogno di questa, indossala. Questa cotta è fatta di acciaio argentato. Mithril, fu chiamata dai miei progenitori. Nessuna lama può trafiggerla.
    Bilbo: Sembro ridicolo, non sono un guerriero. Sono un hobbit.
    Thorin: È un dono, un segno della nostra amicizia. I veri amici sono difficili da trovare.
  • Gandalf: Thorin, deponi le armi. Apri queste porte. Questo tesoro comporterà la tua morte.
    Balin: Thorin, non possiamo vincere questa battaglia.
    Bard: Dacci la tua risposta. Avrai pace o guerra?
    Thorin: Avrò guerra.
  • Dwalin: Sarà un massacro, Thorin.
    Thorin: Molti muoiono in guerra, la vita vale poco. Ma un tesoro come questo non può essere valutato in vite perdute. Lui vale tutto il sangue che possiamo spendere.
    Dwalin: Siedi qui in queste vaste sale, con una corona sulla tua testa e sei meno ora di quanto tu non lo sia mai stato.
  • Dwalin: Colpiscilo! Colpiscilo!
    Kíli: Dove?
    Dwalin: Tira sui pendagli!
    Kíli: Lui non ce li ha i pendagli!
  • Tauriel: I nani saranno massacrati.
    Thranduil: Sì moriranno. Oggi, domani, fra un anno, tra cento anni da ora, che differenza fa? Sono mortali.
    Tauriel: Tu credi che la tua vita valga più della loro? Quando in essa non c'è amore?
  • Thorin [ultime parole]: Addio mastro scassinatore. Torna ai tuoi libri e alla tua poltrona. Pianta i tuoi alberi, guardali crescere. Se più persone considerassero la casa prima dell'oro il mondo sarebbe un posto più felice.
    Bilbo: No no no, Thorin, Thorin non osare. Thorin. Tieni duro Thorin, tieni duro. Vedi le aquile? Le aquile, le aquile sono qui. Thorin. Le aquile.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]