Luca Sofri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Luca Sofri nel 2011

Luca Sofri (1964 – vivente), giornalista, blogger e conduttore radiofonico italiano.

Citazioni di Luca Sofri[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Una democrazia è un sistema di funzionamento delle comunità auspicabile, efficace e giusto perché consente che le opinioni e le scelte di tutti pesino, ma lo è solo se quelle opinioni e scelte sono informate, se nascono da dati sufficientemente completi e non falsi. Altrimenti è solo un sistema giusto, ma fallimentare e controproducente: una democrazia disinformata genera mostri maggiori di una dittatura illuminata, per dirla grossa.[1]
  • Quando si trattò di attaccare i buoni, i cattivi inventarono almeno la categoria del "buonismo", perché prendersela ufficialmente con la bontà sembrava sinceramente impraticabile.[2]
  • [...] il M5S, come è stato estesamente raccontato, è una macchina di produzione di falsità e inganni nei confronti delle persone a scopo di propaganda e costruzione di potere politico: macchina di grande efficacia, perché legittima ogni suo racconto non con fatti, dati o argomenti, ma con la tesi che “tutto quello che ti dicono gli altri è falso”, approfittando così di ingenuità, risentimenti e bisogni di tutti noi destinatari delle sue falsificazioni.[3]
  • [Su Luigi Di Maio] Ma se scrivi in una lettera a un grande quotidiano che il paese di quel quotidiano ha una “democrazia millenaria”, il problema non è che sei ignorante della storia, ma che sei un cretino: sei uno che per esprimersi e comunicare un concetto diplomatico in una situazione delicata, e mentre vuol fare bella figura con i lettori di un grande quotidiano, non ha l’attenzione e la capacità di valutazione necessarie a riflettere sul senso delle parole e a scegliere quelle giuste.[4]

Note[modifica]

  1. Da Populismo, elitismo, e Sarah Palin, Wittgenstein.it, 10 settembre 2012.
  2. Da Con la scusa del politicamente corretto, Wittgenstein.it, 10 agosto 2015.
  3. Da I volenterosi carnefici di Grillo, Wittgenstein.it, 27 aprile 2017.
  4. Da "Una buona dose di ignoranza", il resto cretini, Wittgenstein.it, 12 febbraio 2019.

Altri progetti[modifica]