Mark van Bommel

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Mark van Bommel nel 2010

Mark van Bommel (1977 – vivente), calciatore olandese.

Citazioni di Mark van Bommel[modifica]

  • Lascio il Milan. Sono stato qui solo un anno e mezzo. Per me è più facile dire addio rispetto a giocatori come Gattuso, Nesta o Inzaghi, ma anche per me è dura. La vita è così, ad un certo punto bisogna andare via. Quando sono arrivato qui, tutti mi hanno detto che questa società è come una famiglia: è vero, è così.[1]
  • Sapevamo che diversi contratti non sarebbero stati rinnovati, ma nessuno si immaginava le cessioni di Thiago Silva e Ibrahimovic. A certi livelli di van Bommel si può fare a meno, di loro no.[2]
  • [Su Zlatan Ibrahimović] Pesava parecchio, anche se poi la formazione la faceva Allegri. Però quello che diceva Ibra non cadeva nel vuoto. Faccio un esempio: quando volevo lasciare il Bayern e presi i primi contatti con il Milan, so che Galliani chiese a Zlatan cosa ne pensasse del mio possibile arrivo, visto che eravamo quasi venuti alle mani al termine di un Olanda-Svezia. Zlatan disse: "uno come van Bommel è meglio averlo in squadra che contro".[2]
  • In Italia si bada al sodo e si gioca per vincere. È diverso. Non è una critica, si tratta semplicemente di un approccio differente. Prendete Chiellini; in Olanda dicono che non sappia giocare a calcio perché ha i piedi quadrati. Però in difesa non perde un solo duello. Conosce i suoi limiti e quando scende in campo non lo fa per dimostrare quanto è bravo, ma per eseguire al meglio il compito che gli è stato affidato: non concedere chance all'avversario. Lui sa farlo al meglio.[2]

Note[modifica]

  1. Citato in Van Bommel: il Milan è una famiglia, Sky.it, 12 maggio 2012.
  2. a b c Da un'intervista rilasciata a Il Giornale, citato in Tempi duri per il Milan, anche Van Bommel è perplesso: "Io posso essere sostituito, Thiago Silva e Ibrahimovic no", Goal.com, 28 agosto 2012.

Altri progetti[modifica]