Mauro Pagani

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Mauro Pagani

Mauro Pagani (1946 – vivente), polistrumentista, compositore e produttore discografico italiano.

Citazioni di Mauro Pagani[modifica]

  • Siamo molto amici, anche se ci frequentiamo di rado. Marco è cresciuto in un periodo, gli anni Ottanta, in cui suonare era legato in modo indissolubile all'apparire. L'epoca degli Spandau Ballet.. Marco era un fan dei Duran Duran. È figlio di David Bowie, del glam rock.[1]

Da Pagani: io, De André, Pfm, cosa ho imparato finora

Intervista di Sandro Cappelletto, Lastampa.it, 4 febbraio 2016.

  • Per quelli come me che sono partiti da un'educazione classica e hanno sviluppato amore per la canzone d'autore e la cultura popolare, l'obbiettivo è semplice: testi all'altezza delle poesie migliori, adagiati su musiche che figurino nella galleria dei capolavori.
  • Spesso i musicisti partono dalla melodia, scrivono il testo dopo e son dolori: esprimere contenuti su un ritmo predefinito riesce bene a pochi.
  • La Rete offre un accesso solo pochi anni fa impensabile. Il "già fatto" insegna molto, ma non concede il lusso di essere in un posto quando le cose accadono.
  • Negli ultimi anni ho trascorso parecchio tempo a New York e ciò che ho imparato sull'improvvisazione non avrei potuto apprenderlo se non lì, appollaiato su uno sgabello a suonare con quattro pazzi che nemmeno conoscevo per venti spettatori più pazzi di noi.
  • Cambiare è fondamentale, ma ci sono momenti in cui è importante dedicare attenzione a ciò che è già dentro di noi e ha solo bisogno di essere accudito.
  • Libertà espressiva, spontaneità e forme aperte ci aiuteranno a difenderci nel mare di merce da banco a scadenza ravvicinata che ci sta sommergendo.
  • Chiunque voglia comunicare qualcosa sembra terrorizzato all’idea che quel qualcosa ci possa sfuggire, che siamo troppo distratti, o stupidi.
  • Sono onnivoro, ma ho difficoltà a condividere l'ansia di modernismo che ha portato a negare il sistema tonale. Ancora molto si può dire, giocando ai limiti della tonalità. Amo la musica per sintetizzatore: è l'unico strumento nato negli ultimi cento anni.
  • [Sulla peculiarità della musica italiana] La nostra capacità melodica, che non va confusa con tutta la fuffa spacciata per melodia all'italiana. Abbiamo solide radici umanistiche e su quelle si base la nostra identità. Siamo una cultura musicale originale naturalmente portata alla sintesi con culture altre. Questo deve continuare a ispirarci.

Citazioni su Mauro Pagani[modifica]

  • L'arrivo di Mauro Pagani – nel '70 – ha segnato la svolta decisiva nella nostra carriera. Lui ci ha portato tutto un altro entusiasmo e una diversa esperienza musicale. (Premiata Forneria Marconi)
  • Mauro si esibiva in piccoli locali, nelle balere, in posti più a contatto con il pubblico, dove poteva suonare ciò che preferiva. Nacque così la Premiata Forneria Marconi, il cui successo è dovuto essenzialmente al fatto che, dopo un lungo e accurato lavoro di preparazione, siamo usciti al momento giusto. (Premiata Forneria Marconi)

Collaborazioni[modifica]

Note[modifica]

  1. Da un'intervista rilasciata a Vanity Fair, citato in Mauro Pagani: "Morgan è glam rock. Arisa ha copiato", Omonews.wordpress.com, 1° aprile 2009.

Film[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]