Panarea (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Panarea

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Panarea

Paese Italia
Anno 1997
Genere commedia
Regia Giuseppe Moccia
Sceneggiatura Franco Castellano
Lorenzo Castellano
Simone Cesareo
Giuseppe Moccia
Produttore Giovanni Di Clemente
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Panarea, film italiano del 1997.

Frasi[modifica]

  • Allora Giorgio, io e la mamma come back Monday morning, l'ordinativo è il seguente; primero, non entrare in sala, nada entrare in sala. Segundo, non camminare con le scarpe sul cotto perché si riga il cotto, nada scarpe. Terzo, nada pisciare in piscina, nada de nada claro? (Guido Bedoni)
  • Un'ultima cosa, veramente importante; il gazebo, quello là, dimenticarlo, perché il gazebo l'ha costruito il papi. È una libidine mia e lo inauguro io, chiaro? (Guido Bedoni)
  • Schumacher esaltati col gas! Vai! (Guido Bedoni)
  • Cos'è cos'è che brucia piano piano, che brucia piano piano, che brucia piano piano? Il gazebo di papà, il gazebo di papà, il gazebo di papà, il gazebo di papà! (mentre brucia il gazebo di villa Bedoni durante una megafesta)

Dialoghi[modifica]

  • Guido Bedoni: Alt! Uee Africa, cos'è quella bestia lì? (vede uno scarafaggio sul pavimento in cotto)
    Antonio: Aaah lo scarafaggio.
    Guido Bedoni: Eh?
    Antonio: U' scrafazzu?[1]
    Guido Bedoni: Ma quale scafazzo?! Ma quale scafazzo, testina?! Che mi schiacci tutta l'erba che poi non ricresce.[2]
  • Giorgio: È... una... bellissima serata, vero? Passavo di qui e...
    Amanda: Ma non per caso.
    Giorgio: Sì, cioè no, insomma... senti Amanda mi... mi presti il dentifricio, ho lasciato il mio nel... non so in... (bè ma che pirla che sono però)
    Amanda: Dito?
    Giorgio: Sì.
    Amanda: Entusiasmati col fluoro.
  • Enrico/Sandokan: Adesso lesbiche si dice così?
    Maria: Che hai detto? Ma sei impazzito?
    Enrico/Sandokan: Perché non sei omosessuala?
    Maria: Ma tu sei proprio un deficiente, un coglione e pure frocio!
    Enrico/Sandokan: Senti, sarò un deficiente, sarò coglione, ma ricchione no, eh!
    Maria: Mi hai toccato le tette, porco!
  • Bambino: Allora possiamo giocare insieme?
    Claudia: Sparisci embrione!
    Fratello del bambino: Mino che hai?
    Bambino: Mi ha chiamato embrione!
    Fratello del bambino: E che vuol dire embrione?
    Bambino: E che ne so!

Note[modifica]

  1. "Lo schiaccio?" in dialetto siciliano
  2. [1]

Altri progetti[modifica]