Simona Izzo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Simona Izzo

Simona Izzo (1953 – vivente), attrice, doppiatrice, regista, sceneggiatrice e scrittrice italiana.

Citazioni di Simona Izzo[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Mai tornerei a lavorare con Emilio Fede, che di fede ne ha poca, almeno negli altri.[1]
  • [Ultime parole famose] Non è vero che aspetto un figlio [...]. Credo che trentacinque anni sia l'età adatta e Maurizio il padre giusto.[1]
  • Il nostro è un mestiere artigianale, non c'è niente di scandaloso che si tramandi di padre in figlio, succede anche con i notai o le farmacie. Ed è un mestiere meritocratico come pochi: non conta esser bello o avere un fisico prestante. Conta solo la tua voce [...]. In generale il doppiaggio è un male necessario [...]. Il doppiaggio poi non si limita alla recitazione in italiano del dialogo, c'è l'adattamento che ha un ruolo molto importante. E dall'America sono fiscali, controllano tutto, vogliono sapere tutto. Il nostro è un lavoro molto accurato.[2]
  • Non è solo l'Italia, è tutta l'Europa a non essere pronta ai film coi sottotitoli: del resto o leggi o guardi [...]. Gli esercenti sono i primi a non volere i sottotitoli e l'America stessa chiede le traduzioni.[2]

L'amore delle donne[modifica]

  • Amo le donne perché sono materne anche a cinque anni, sensuali anche a tre, erotiche anche a settanta, civette anche a ottanta. E la loro attività preferita – siano segretarie o ingegneri, casalinghe o impiegate –, la vera grande attività che svolgono perfino quando dormono, è amare.
  • Gli uomini di cui ci innamoriamo sono figli partoriti in un'altra vita.
  • Le donne amano in modo ossessivo, materno, annientante, spropositato, patologico, ma sono costrette a patteggiare questi sentimenti tumultuosi.

Note[modifica]

  1. a b Dall'intervista di Adele Gallotti, Simona... Mamma? La Izzo: "Vorrei un figlio da Costanzo", Stampa Sera, 22 marzo 1984.
  2. a b Citato in Doppiatori italiani sotto accusa, la replica a Cassel: «Non siamo una lobby», Corriere.it, 19 marzo 2016.

Bibliografia[modifica]

  • Simona Izzo, L'amore delle donne, Mondadori.

Film[modifica]

Doppiatrice[modifica]

Sceneggiatrice[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]