Skyler White

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Skyler White

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Anna Gunn interpreta Skyler White.

Universo Breaking Bad
Autore Vince Gilligan
Interprete

Skyler White, personaggio di Breaking Bad.

Seconda stagione[modifica]

  • [Isterica] Io ho bisogno d'aiuto. Io. La quasi quarantenne incinta con un figlio in arrivo che non era stata prevista. E con un marito malato di cancro che ogni tanto sparisce chissà dove, sta via per ore e a mala pena mi rivolge ancora la parola, con un figlio lunatico, intrattabile, con un conto corrente sempre in rosso e uno schifosissimo scaldabagno che da settimane ormai perde acqua marrone e fa marcire il pavimento del ripostiglio perché non abbiamo i soldi per farlo riparare! [...] Ma che importa? Che vuoi che sia? Ora dovrei venire da te e chiederti "Ti prego, dimmi che cosa posso fare per aiutare quella stronza, viziata e ora anche cleptomane che ha sempre avuto bisogno di essere al centro dell'attenzione?" Perché di sicuro tra le due di sicuro è lei, è lei che ha davvero dei seri problemi!
  • Se la bimba fa la nanna è contenta anche la mamma. | Bimba mia, non piangere così che la tua mamma è sempre qui. | Bimba mia, dormi serena che se no la mamma sarà in pena. | Bimba mia, stai bene qua insieme alla tua mamma e al tuo papà [Ninna nanne dalle serie televisive]

Terza stagione[modifica]

  • Facciamo un patto, Walt: non lo dirò a Hank e non lo dirò ai tuoi figli. Non lo dirò a nessuno, lo terrò solo per me. Ma solo se mi concedi il divorzio e non ti fai più vedere.
  • Skyler: Non so più che diavolo sto facendo. È come se fossi paralizzata. Come...come se facendo un passo in qualsiasi direzione commettessi un madornale errore. Dio, quanto vorrei un bicchiere di vino adesso. Ti va di..? Scusa, non farci caso. Ad ogni modo la notizia del giorno è che da un po' di tempo vado a letto con il mio capo, anche se non so perché lo faccio.
    Pamela, avvocato divorzista: Però!
    Skyler: Già. [Pausa] È una bugia. Il perché io lo so. È un tipo adorabile. Ed è...Sì, lui è davvero una gran brava persona. Ma non può continuare così. Purtroppo, e stento...stento davvero a crederci, tutta la mai famiglia ormai mi vede come una...mia sorella, mio cognato e anche mio figlio adolescente pensano che sia una stronza. E tu mi dici di raccontare a Walter di suo padre? Di raccontare la verità. Ma io questo non lo farò. Non lo farò mai. Come posso? E quest'uomo che frequento, sai...per quanto sia un errore e per quanto lo faccia forse solo per farmi lasciare da Walt, lui rappresenta l'unico, l'unico istante della mia giornata in cui non mi senta...come se stessi...annegando.
    Pamela, avvocato divorzista: Dimmi, tuo marito sa che tu hai un altro uomo?
    Skyler: Sì.
    Pamela, avvocato divorzista: E pensi che firmerà?
    Skyler: Walt dice che non andrà da nessuna parte e a questo punto direi che la mia è stata una mossa astuta. Sì, geniale. I soldi li tiene in casa.
    Pamela, avvocato divorzista: Tuo marito? Lo spacciatore? Quanti soldi sono?
    Skyler: Non li ho contati, è pesante la borsa, è lì che li tiene.
    Pamela, avvocato divorzista: Mi stai chiedendo forse il permesso di spendere quei soldi?
    Skyler: No! Dio, no! No! Io sto soltanto...sì, ecco...sto solo cercando di parlarne. Tutto qua.
    Pamela, avvocato divorzista: Lascia soltanto che ti dica che sono qualificata la metà e costo circa il doppio di una terapeuta. Non c'è nulla di cui discutere qui, Skyler.
    Skyler: Io ti sto solo dicendo che abbiamo un passato. Quell'uomo è il padre dei miei figli. E forse quello che ha fatto...
    Pamela, avvocato divorzista: ...lo ha fatto per la famiglia. Vero? Be', se permetti io queste le considero solo una vagonata di stronzate.
    Skyler: D'accordo.
    Pamela, avvocato divorzista: Guarda, te lo dirò nel modo più semplice possibile. Tu sei una pazza. Non dovresti rimanere in quella casa un minuto di più. Se tuo marito non se ne va allora va via tu. Attualmente sei una sua complice. Sei colpevole. Tu, i tuio figli, potreste perdere tutto ciò che avete. Questo lo capisci? E tutto grazie a questo criminale che ti rifiuti di denunciare.
    Skyler: Non ho sposato un criminale.
    Pamela, avvocato divorzista: No, però lui lo è adesso.

Quarta stagione[modifica]

  • [...] I dettagli sono importanti, d'accordo? Un piccolo errore, un'incongruenza nella nostra storia potrebbe anche rovinarci!
  • Qualcuno deve proteggere questa famiglia dall'uomo che protegge questa famiglia.

Quinta stagione[modifica]

  • Walt: Non credi che potresti almeno dire "Ciao! Come va?"
    Skyler: Come va?
    Walt: Bene. E a te? Be', non hai altro da dire? Non provi neanche una...una parvenza d-di sollievo nel vedere che sono ancora vivo, mh?
    Skyler: Sì, sono sollevata. E ho anche paura.
    Walt: Paura? Di che cosa?
    Skyler: Di te.
  • Marie: Cosa stai facendo? Fumi?! Hai smesso ai tempi del college! Ma sei impazzita?! Con la bambina e con Walt! Non fumerai vicino alla bambina! Qui non puoi fumare! Di sicuro sarà vietato! Sono certa che non puoi imporre il fumo passivo ai tuoi dipendenti! Stai facendo una cosa illegale!
    Skyler: Marie. Adesso basta.
    Marie: Come? Scusa, non usare questo tono con me! Sto solo dicendo che non dovresti...
    Skyler: Stai zitta!
    Marie: Ehi!
    Skyler: [Isterica] Chiudi la bocca! Basta! Adesso basta! Adesso basta! Adesso basta! Adesso basta!
    Marie: Non ti permetto...
    Skyler: [Urlando a squarciagola] Adesso basta! Adesso basta! Basta! Bastaaa! Adesso basta! Adesso basta! Adesso basta! [Scoppia a piangere]
  • Walt: Posso garantire che Gus Fring è morto, e la minaccia era lui. Era lui il pericolo.
    Skyler: Credevo fossi tu il pericolo.
  • Walt: Qual è il piano?
    Skyler: Non lo so! Questo è il meglio che sono riuscita a fare. Io- Io conterò ogni minuto che i nostri figli staranno lontani da qui, da te, e sarà una vittoria. Ma hai ragione, è un pessimo piano. io non ho niente, non ho il tuo tocco magico, Walt, e non so cosa fare. Sono una codarda. Non- Non so andare dalla polizia, smettere di riciclare i tuoi soldi, non so tenerti fuori da questa casa, non riesco neanche a tenerti fuori dal mio letto. Tutto quello che posso fare è aspettare. Nient'altro. È l'unica opzione che ho, resistere, armarmi di pazienza... e aspettare.
    Walt: Che cosa? Che stai aspettando?
    Skyler: Che il cancro ricompaia.
  • Skyler: Non cambierò opinione su di te. Mai.
    Walt: Non posso accettarlo, tu sei mia moglie.
    Skyler: Non sono tua moglie. Sono il tuo ostaggio. Ma visto che insisti nel tenermi prigioniera ti farò un'offerta: riciclerò i tuoi soldi, manterrò i tuoi segreti, ma i ragazzi dovranno rimanere da Hank e Marie, dove hanno la possibilità di essere al sicuro.
    Walt: Tu hai guardato troppi film. I nostri figli non sono in pericolo.
    Skyler: Appena un paio di giorni fa mi hai detto che un uomo ti ha puntato una pistola alla testa. L'hai detto come se fosse stato motivo...di orgoglio. Non c'è nulla che tu possa dire che mi convinverà che un giorno non busserà alla porta qualcuno per fare del male a te o a me o a tutti noi. E quando arriverà quel giorno i bambini non dovranno trovarsi qui. Se accetti questo allora io farò per te qualunque cosa tu voglia. Sarò il tuo partner.
  • Marie, ci sono delle cose che non sai. E temo che se le sapessi non mi rivogeresti mai più la parola.
  • [Nel deposito del denaro]
    Skyler: Ecco qui. È quello per cui hai lavorato fin'ora. Ho affittato questo posto e ho iniziato a portarli qui perché non sapevo cos'altro fare. Ho rinunciato a contarli. Ho dovuto, erano troppi e fatti troppo in fretta. Io ho provato anche a pesarli. Ho pensato che una banconota di qualsiasi valore pesa un grammo e una libbra è composta da quattrocentocinquanta grammi. Purtroppo il problema è che ci sono un sacco di tagli diversi, per cui...
    Walt: Quant'è in tutto?
    Skyler: Non ne ho la più pallida idea. Sul serio. Io li porto qui, li tengo asciutti e gli do l'insetticida. Qui ci sono più soldi di quanti ne potremmo spendere in dieci vite intere. Non potrei riciclarli tutti, neanche con cento autoloavaggi. Walt, io rivoglio indietro i miei figli. Io rivoglio indietro la mia vita di prima. Ti prego, dimmi quando basteranno. Questo mucchio quanto deve crescere ancora?
  • [Isterica, parlando con Hank] Mi stai forse arrestando?
  • Marie: Dimmi che non sa quello che sta dicendo. Tu devi dirmi qualcosa, Skyler. Qualsiasi cosa che mi aiuti a capire. Non può essere vero... [Skyler inizia a piangere] Oh, mio Dio. Tu da quanto tempo lo sai? Hank dice che è da quando sei entrata nella piscina. Lo sai da allora, da quando hai avuto...Ma no. Non è da allora. Lo sapevi da prima. Da Gus Fring. I soldi...tutti i soldi che ha fatto Walt. Quando avete comprato l'autolavaggio. E quindi tutta la storia del gioco d'azzardo...era una bugia. Tu lo sapevi già, vero? Dovevi saperlo... [Inizia a piangere anche Marie] Skyler, tu lo sapevi già prima che sparassero a Hank? Skyler?
    Skyler: Marie, mi dispiace tanto...Scusa...
    Marie: Ti dispiace...Tu...Tu sei... [Le da uno schiaffo] Tu non parlerai! Tu non dirai niente a Hank perché pensi che tanto Walt riuscirà in qualche modo a cavarsela!
  • Skyler: È vero, il cancro è tornato? È così, Walt?
    Walt: Sei felice finalmente?
    Skyler: Non ricordo l'ultima volta che sono stata felice.
  • La cosa migliore da fare è... non dire niente.
  • Grazie per aver scelto in nostro autolavaggio. Le auguro una felice giornata.
  • Walt: Jesse non è un qualsiasi cane rabbioso, lui è una persona.
    Skyler: Una persona che adesso per noi è diventata una minaccia. Insomma, guardati intorno, guarda a che punto siamo arrivati con Hank e Marie e quell'orribile video che abbiamo fatto! Dopo essere arrivati a questo punto non puoi soltanto parlare con questa persona!
    Walt: Mi stai dicendo che adesso io...che cosa vorresti dire? Davvero, Skyler?
    Skyler: Ormai siamo arrivati fin qui. Per noi...che cambia un passo in più?

Citazioni su Skyler White[modifica]

  • Forse non lo sai, ma Skyler sarebbe capace di vendere frigoriferi agli eschimesi. (Walter White)

Altri progetti[modifica]