Hank Schrader

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Hank Schrader

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Hank Schrader è interpretato da Dean Norris.

Universo Breaking Bad
Autore Vince Gilligan
Interprete

Henry R. "Hank" Schrader, personaggio di Breaking Bad.

Citazioni di Hank Schrader[modifica]

Prima stagione[modifica]

  • Nelle galere si sentono centinaia di discorsi del genere. "Mi hanno sbattuto dentro per detenzione di qualche grammo di ganja e diventerà legale appena eleggono Willie Nelson presidente!" Purtroppo non tutto è bianco o nero. Quante volte hanno legalizzato le cose sbagliate? Una volta quello schifo di metanfetamina era legale. Potevi comprarla tranquillamente in qualunque farmacia americana e ce ne hanno messo ad aprire gli occhi.

Seconda stagione[modifica]

  • [Ridacchiando, sulla scena di un delitto] Questa è bella! Abbiamo di fronte un uomo da record: il criminale più stupido del mondo! Non l'hanno ammazzato. Guardate: questo bestione cercava di prendere il cadavere dell'altro quando questa catasta dev'essere scivolata è rimasto gravemente ferito al braccio ed è morto dissanguato! [...] Voglio farmi fare una foto insieme a lui! Mi raccomando, devi inquadrare anche il sangue! Ahahah!
  • Wendy la prostituta: Dov'è la mia Root Beer? Coraggio. Devo fare pipì, ho il calo degli zuccheri, ho dei problemi di salute!
    Hank: Che tipo di problemi di salute? Astinenza da pene? Hai il cazzus interruptus?
  • In qualche modo, ma non so come, è tutto collegato. Una semplice connessione. Solo che non la vedo...
  • [Mentre distilla la birra in garage] E tutti i miei amici | vanno a festeggiare | questa grande occasione | con qualcosa di speciale | e perciò stasera brinderemo | con la ShraderBräu! | ShraderBräu! | Pom pom pom pom pom! | ShraderBräu! [Canzoni dalle serie televisive]
  • Walter: Da dove vengono i criminali come quelli che hai...cioè, cosa pensi che li faccia diventare quello che sono?
    Hank: Ti posso rispondere come per gli scarafaggi. Tutto quello che so è che il mondo ne è pieno.

Terza stagione[modifica]

  • Senti, devo proprio dirtelo: tu sei una pessima bugiarda, Cara. Non fraintendermi, non la peggiore in assoluto. Pensa, una volta una giustificò la bustina di roba che aveva nel culo dando la colpa al cibo tailandese. (Hank)
  • Marie: Uno schifoso delinquente contro di te e sei stavi facendo il tuo lavoro. Perché devi essere tu a pagare se hai fatto la cosa giusta?
    Hank: Tesoro, non era la cosa giusta. Il mio lavoro non è questo. Non dovrei lasciarmi sopraffare.
    Marie: In fondo è solo un errore.
    Hank: No, non si tratta solo di un errore. Sono stato...Io sto impazzendo. Capisci? Ormai la notte non dormo più. Sono fermo. Sono come congelato. Mi sento irrigidito, non...non riesco a respirare. Si chiama panico. Fin da quella storia di Salamanca. Tuco Salamanca. Non c'era bastardo che più di lui si meritasse una pallottola. Quello mi ha cambiato. E non riesco più a controllarmi. Io ho cercato di combatterlo ma dopo...dopo El Paso ogni cosa sta precipitando. Quello che ho fatto a Pinkman...Io non dovrei essere così. Questo non sono io. Tutto quello...tutto quello che mi è capitato...te lo giuro su Dio, Marie, credo che l'universo stia cercando di dirmi qualcosa e finalmente sono pronto ad ascoltare. Io non sono l'uomo che credevo di essere. Non mi sento più un poliziotto.

Quarta stagione[modifica]

  • [A Marie] Questo non è un sasso, è un minerale! Te l'ho detto mille volte!
  • [A Marie] No, sono minerali cazzo, Marie! Sto aspettando dei geoidi e sono molto delicati, cazzo!
  • Io somiglio a Popeye Doyle: sempre un giorno in ritardo e un dollaro in meno.
  • La nostra prossima mossa sarà quella di aspettare: questo lavoro è così, amico mio, niente top model e motoscafi, è così.
  • È cibo gratis! Il cibo gratis è sempre buono e bere gratis è ancora meglio!
  • Marie: Perché non lo avete obbligato?!
    Hank: Perché non siamo nella Germania nazista.
    Marie: Oh, tu e la Germania nazista! Avessi un dollaro per ogni volta che l'ho sentita!
  • [Dopo che Hector "Tio" Salamanca ha detto (tramite una tabella di lettere) "Succhiamelo" e "Fottiti" alla DEA e a Hank] Questa volta non si è cagato addosso. È un passo avanti, no?

Quinta stagione[modifica]

  • Hank: Lei attualmente è assunto dalla catena Los Pollos Hermanos, giusto?
    Mike: Sì, è così.
    Hank: Con quale ruolo?
    Mike: Sicurezza dell'azienda.
    Hank: Sicurezza dell'azienda. E in che consiste? Forse fa la guardia alle salse?
  • Uno di quei nomi era "Kaylee Ehrmantraut". Dieci anni. Una dolce bambinetta. Già. Abbiamo trovato sul suo conto due milioni e passa, molto di più di quello degli altri e quindi il mio collega ha dato un'occhiata al fascicolo e ha detto "Merda, amico! Questa bimba di quinta elementare è il fulcro dell'intera operazione di Fring" ma io ho risposto "Frena, collega. Calmati. Magari in realtà si tratta del suo caro vecchio nonnino."
  • Dove ha preso la laurea, Goodman? All'università dei clown dove ha preso anche quell'abito?
  • Segnare alberi è più divertente che inseguire mostri.
  • Hank: [Dopo averlo aggredito] Sei stato tu!
    Walt: Hank... Hank...
    Hank: Sei stato tu! Fin dall'inizio, sempre tu! Figlio di puttana! Hai fatto un incidente per allontanarmi dalla lavanderia!
    Walt: Calmati.
    Hank: E chi mi ha chiamato per dirmi che Marie era in ospedale? Non era Pinkman. Tu avevi il mio numero. Hai ucciso dieci testimoni per salvarti il culo!
    Walt: Hank, ascoltami...
    Hank: Hai messo una bomba in una casa di riposo! Heisenberg! Heiseinberg! Maledetto bastardo doppiogiochista!
    Walt: Hank, io non so come ti vengono in mente certe cose.
    Hank: Giuro sulla mia testa che ti farò crepare in galera.
    Walt: Cerca di calmarti, per favore. Queste accuse infondate potrebbero distruggere la nostra famiglia!
    Hank: Non te ne frega un cazzo della famiglia!
    Walt: Hank, mi è tornato il cancro.
    Hank: Bene, allora ti auguro di marcire.
    Walt: Mi dispiace che tu la pensi... Io voglio davvero distruggere questo male. Sto rifacendo la chemio, sto lottando con tutte le mie forze. Ma la verità è che tra sei mesi tu non avrai più nessuno a cui fare un processo. Anche se tu in qualche modo riuscissi a convincere qualcuno che io sono stato capace di fare certe cose, sappiamo bene entrambi che io non metterei mai piede in una cella. Sono un uomo che sta morendo, lavoro in un autolavaggio e giuro su Nostro Signore ti sto dicendo la verità. Perché denunciarmi?
    Hank: Di' a Skyler di portare qui i ragazzi, poi ne riparliamo.
    Walt: Questo non succederà mai.
    Hank: Io non so chi sei... non so nemmeno con chi sto parlando.
    Walter: In questo caso, se non sai nemmeno io chi sono... Allora penso che faresti meglio a stare molto attento a ciò che fai.
  • Skyler, mi sta girando la testa e chissà la tua. Io...non riesco ancora a crederci. Adesso tutto inizia ad avere un senso: tu che entri in piscina, tu che mandi da noi i bambini...Ora capisco. Io vorrei solo esserci arrivato prima. Lui è un mostro. Lui è...Io non so cosa ti abbia fatto per convincerti a mantenere i suoi segreti, se ti ha minacciata oppure...non so che dire, non so se ci sia stato un abuso. Ma voglio che tu sappia...Voglio che tu sappia che con me puoi aprirti completamente. Non devi nascondermi niente. Io non ho...io non ho ancora capito se tu sei al corrente di tutto quello che lui ha fatto. Non solo la metanfetamina, ma le vite che ha distrutto. Lasciati tutto alle spalle, ricomincia da capo. Tu sei soltanto una sua vittima. Senti quello che faremo: Skyler, stammi a sentire. Tu e i bambini tornerete a casa nostra. Lì sarete al sicuro e non arriverà a te.
  • Il giorno in cui gli dirò tutto sarà anche l'ultimo giorno della mia carriera, capisci? Dovrei entrare lì dentro, guardare quella gente negli occhi e ammettere che la persona che ho inseguito da un anno a questa parte è mio cognato? Sarebbe finita per me. Dieci secondi dopo aver raccontato questa storia sarei un civile. E poi se si decidesse a parlare, come aiuteremmo Skyler? Quando entrerà là dentro porterò delle prove, non dei sospetti. Così sarò l'uomo che lo ha catturato almeno.
  • [A Jesse] Quell'uomo ti ha plagiato. Non lo so, ma uno che è felice non va in giro a buttar via milioni di dollari. Non credo che Walt si complimenterà per un gesto simile. Ecco qual è il punto. Io ti capisco. Mio cognato mi ha mentito per più di un anno, si è servito di me. Forse è una sensazione che conosci. Dammi una mano, Jesse. Mandiamolo in galera. So che lo vuoi. E so che vuoi parlare.
  • Ho tanti piccoli pezzi e sono tutti parte della storia, d'accordo? Ma da soli non significano granché. Se tu parli però sarò in grado di riempire i buchi e riuscirò a rinchiuderlo prima che tramonti il sole.
  • Jesse: Lui non può continuare a fare sempre quello che vuole! Non può continuare a fare sempre quello che vuole!
    Hank: Non lo farà più. Vuoi distruggerlo, Jesse? Facciamolo insieme.
  • Niente armi, né corpi e tantomento laboratori. Solo la parola di un tossico schizzato contro il signore "ho un tumore al polmone".
  • [Testando il microfono nascosto]
    Hank: Pancho Villa a Salma Hayek, mi senti?
    Steven Gomez: Sì. Forte e chiaro, idiota.
  • Il mio nome è Hank Shrader e tu puoi andare a farti fottere!
  • [Ultime parole] Per cosa mi stai pregando? Sei l'uomo più intelligente che conosca, eppure sei così stupido. Lui ha deciso dieci minuti fa. Fa' quello... [Jack Welker lo uccide con un colpo solo]

Citazioni su Hank Schrader[modifica]

Da altri personaggi di Breaking Bad[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • È Hank. È indistruttibile. (Marie Schrader)
  • Te lo dico io che succederà adesso: quel sacco di merda di tuo cognato è finito! Ha chiuso. Hai capito? Io non gli darò pace appena uscirò da qui. Ogni centesimo che lui guadagna, ogni centesimo che la moglie guadagna sarà mio. Ovunque andrà, dovunque si girerà io sarò lì a prendere la mia parte. Sarà costretto a pulire cessi a Tijuana per qualche spicciolo. E io sarò lì davanti a lui a prendermi tutto. Mi vedrà quando si sveglia al mattino e quando strisciando andrà a dormire nella topaia che gli sarà rimasta quando gli avrò distrutto la casa pezzo per pezzo. Starò attaccato al suo culo merdoso per sempre fino al giorno in cui si infilerà una pistola in bocca e premerà il grilletto solo per farmi uscire dalla sua testa. Ecco quello che succederà adesso. (Jesse Pinkman) [a Walter White]

Altri progetti[modifica]