The Walking Dead (serie televisiva)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

The Walking Dead

Serie TV

Immagine The Walking Dead 2010 logo.svg.
Titolo originale

The Walking Dead

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno

2010 - in corso

Genere azione, drammatico, horror
Stagioni 7
Episodi 51
Ideatore Frank Darabont,
Robert Kirkman (fumetto)
Rete televisiva AMC
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Walking Dead, serie televisiva statunitense creata dal regista Frank Darabont e basata sull'omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman.

Stagione 1[modifica]

Incipit[modifica]

[Rick Grimes si aggira tra alcune automobili abbandonate e vede una ragazzina di spalle] Ragazzina. Sono un poliziotto. Ragazzina! [Lei si ferma] Non avere paura, ok? Ragazzina... [Lei si gira mostrando il volto da zombie. Comincia a camminare verso di lui miacciosa finché Grimes non si trova costretto a spararle] (Rick Grimes)

Episodio 1, I giorni andati[modifica]

  • Rick Grimes: Qual è la differenza tra gli uomini e le donne?
    Shane Walsh: È una battuta?
    Rick Grimes: No. Sul serio.
    Shane Walsh: Non ho mai conosciuto una donna che spegnesse la luce. Sono convinte che gli interruttori servano solo ad accendere. Se ne dimenticano appena escono da una camera. Insoma, poi la devi sentire quando rompe le palle su... sul riscaldamento globale! Già! Assurdo! Le ho detto che il Reverendo Shane citava un passo del vangelo che diceva "Uhm, tesoro, magari tu e tutte quelle due tette imparaste che gli interruttori possono funzionare anche per spegnere. In questo modo non avremmo tanto riscaldamento globale!"

Episodio 2, Una via d'uscita[modifica]

  • Glenn [a Rick, riparato nel carro armato]: Ehi, sei vivo là dentro?
    Rick: Chi è? Chi è?
    Glenn: Ci sei? Avevo dei dubbi.
    Rick: Dove ti trovi? Qui fuori? Puoi vedermi adesso?
    Glenn: Sì, posso vederti! Sei circondato dagli zombie, questa è la cattiva notizia.
    Rick: Ce n'è una buona?
    Glenn: No!
    Rick: Senti, non so chi sei ma non mi vergogno a dirti che non sto tranquillo qui dentro.
    Glenn: Oh, amico! Dovresti guardare da quassù, andresti fuori di testa!
    Rick: Hai dei consigli da darmi?
    Glenn: Sì! Io direi di tentare la fuga.
    Rick: Tutto qui?? Tentare la fuga?
    Glenn: Non è una cazzata come sembra! Ti descrivo che c'è là fuori: c'è uno di quei mostri ancora sul carro armato ma tutti gli altri si stanno spolpando il cavallo. Mi stai seguendo?
    Rick: Sì, per ora.
    Glenn: Ok! La strada dall'altro lato è meno frequentata, se ti muovi ora mentre sono distratti hai una possibilità. Hai munizioni?
    Rick: Sì, anche delle armi nel borsone che ho lasciato fuori. Posso arrivarci?
    Glenn: Scordati il borsone, è impossibile! Che cos'hai con te?
    Rick: Aspetta! [Controlla il caricatore della pistola e prende una granata] Sì... Sì... [Torna alla radio] Ho una Beretta, con una caricatore, 15 colpi.
    Glenn: Fanne buon uso! Esci dal lato destro del carro armato e continua in quella direzione. C'è un vicolo a 50 metri. Sarò lì.
    Rick: Hey, come ti chiami?
    Glenn: Non capisci?! Non hai più tempo!
    Rick: [Posa la radio e si prepara ad uscire] Giusto...
  • [Prima di fare a pezzi uno zombie] Wayne Dullop, patente della Georgia, nato nel 1979. Aveva 28 dollari in tasca quand'è morto, e una foto di una bella ragazza: "Con amore, dalla tua Rachel.". Un tempo era come noi, si preoccupava delle bollette, dell'affitto, del SuperBowl. Se mai troverò la mia famiglia racconterò loro di Wayne. (Rick Grimes)
  • [Punta la pistola alla testa di Daryl Dixon, il fratello di Merle] Non esiterò, non m'importa se tutti gli zombie della città lo sentono. (Rick Grimes)
  • Merle Dixon:[Dopo aver picchiato T-Dog] D'accordo, adesso faremo una piccola adunata eh? Parliamo di chi è al comando. Io voto me, qualcun altro? È l'ora della democrazia gente, alzate le mani! Tutti a favore? Allora? Coraggio, fatemi vedere! Tutti a favore? [Gli altri membri del gruppo alzano le mani] Sì, perfetto, sì. Ora sono io il capo giusto? Sì, qualcun altro? Qualcuno?
    Rick: Si! [Colpisce Merle con il fucile, per poi ammanettarlo ad un tubo]
    Merle Dixon: E chi diavolo saresti tu??
    Rick: Un poliziotto gentile. Allora Merle, le cose sono diverse ora: non ci sono più negri adesso e non ci sono più nemmeno gli stupidi pezzi di merda bianchi dediti all'incesto. Solamente carne scura e carne chiara. Ci siamo noi e i morti. Sopravviviamo stando uniti, non separati!
    Merle Dixon: Fottiti, amico.
    Rick: Vedo che hai l'abitudine di non afferrare il punto.
    Merle Dixon: Sì be', fottiti due volte.
    Rick: [Punta la pistola alla testa di Merle] Devi essere educato davanti ad un uomo armato. È solo buon senso.
    Merle Dixon: Non lo faresti, sei uno sbirro.
    Rick: Ormai non sono altro che un uomo che cerca sua moglie e suo figlio. Chiunque si metta in mezzo non potrà che perdere. Ti darò un momento per pensarci su.

Episodio 3, Bentornato papà[modifica]

  • Daryl Dixon: [Daryl ancora in cerca di suo fratello] Vi ho detto che era cazzuto. Nessuno uccide Merle se non Merle.
    Rick: Non darlo per scontato, ha perso molto sangue.
    Daryl Dixon: Sì? Non gli ha impedito di svignarsela da questa trappola mortale.
    Glenn: Ha lasciato l'edificio?? Perché diavolo l'avrebbe fatto??
    Daryl Dixon: Perché no? È là fuori da solo per quanto ne sa. A fare quello che deve fare: sopravvivere.
    T-Dog: Tu lo chiami sopravvivere?! Magari così per la strada e magari svenire?? Quante speranze ha là fuori?
    Daryl Dixon: Non meno che venire ammanettato e lasciato a marcire da voi stronzi. [Si rivolge a Rick] Non ce l'avete fatta. Non lo ammazzerà nemmeno uno di quei merdosi bastardi.
    Rick: E se fossero mille merdosi bastardi? La storia cambierebbe?
    Daryl Dixon: Perché non fai tu i conti? Fa quello che ti pare, io vado a cercarlo. [Rick ferma Daryl] Toglimi le mani di dosso! Non puoi fermarmi!
    Rick: Io non posso biasimare, è la tua famiglia, questo lo capisco. Ho passato un inferno per trovare la mia. So esattamente come ti senti. Non sarà andato lontano con quella ferita, possiamo controllare qui intorno ma solo se lo facciamo come si deve.
    Daryl Dixon: Posso farcela.
    T-Dog: Solo se prima prendiamo quelle armi. Non vado in giro per Atlanta armato soltanto di buone intenzioni, ok?

Episodio 4, Vatos[modifica]

  • [Daryl trova due zombie morti mentre cerca suo fratello] È comunque riuscito a far fuori questi due figli di puttana, con una mano sola. È il più cazzuto degli stronzi mio fratello: fagli mangiare un martello, cacherà chiodi. (Daryl Dixon)
  • [Rick, T-Dog e Daryl si preparano per andare a liberare Glenn] Daryl: Quelle armi valgono più dell'oro. L'oro non proteggerebbe la tua famiglia né porterebbe del cibo. Ci rinuncerai per quel ragazzino?
    T-Dog: Se fossi sicuro che libererà Glenn sarei d'accordo ma pensi che quel 'vato' laggiù ce lo consegnerà davvero?
    Miguel: Gli dai del bugiardo?
    Daryl: Di che t'impicci?? [Da uno schiaffo a Miguel] Ci tieni ai tuoi denti?
    T-Dog: La domanda è: ti fidi della parola di quell'uomo?
    Daryl: No, la domanda è: cosa sei disposto a scommettere. Potrebbe essere più delle armi, tipo la tua vita. Glenn vale tanto per te?
    Rick: La vita che ho la devo a lui. Non ero nessuno per Glenn, solo un idiota in un carro armato. Poteva andarsene ma non l'ha fatto. Non lo farò nemmeno io.
    Daryl: Quindi consegnerai le armi?
    Rick: Non ho detto questo. Non c'è niente che vi trattiene qui, andatevene. Tornate al campo.
    T-Dog: E alla tua famiglia che diciamo? [Subito dopo iniziano a preparare le armi]
    Miguel: Andiamo è una follia! Fate come dice G...
  • [Rick, T-Dog e Daryl vanno all'insediamento di Guillermo, chiedendo di avere indietro Glenn] Guillermo: Vedo le mie armi, ma non sono tutte nel borsone...
    Rick: Perché le armi non sono tue, pensavo di avertelo detto.
    Felipe: Basta, spariamo a questi pazzi, spariamogli nel culo!
    Guillermo: Non credo che voi abbiate capito la gravità della situazione.
    Rick: Aaah, mi è piuttosto chiara. [Consegna Miguel] Tu hai il tuo uomo, io voglio il mio.
    Guillermo: Farò a pezzi il tuo uomo! Lo darò in pasto ai miei cani. Sono le più malvage cagne mangia-uomini che tu abbia mai visto. Le ho comprate direttamente da Satana. Ti ho detto come devono andare le cose, sei sordo?!
    Rick: Ci sento bene e hai detto di venire armati fino ai denti. Ok allora, eccoci qui!
  • Daryl : Hai le palle, per essere cinese!
    Glenn : Sono coreano.
    Daryl: È uguale...

Episodio 5, Esperimenti[modifica]

  • Noi non uccidiamo mai chi è vivo. (Rick Grimes)

Episodio 6, TS-19[modifica]

  • Pensiamo sempre che ci sarà ancora tempo. Poi però, il tempo finisce. (Edwin Jenner)
  • Questa sarà la nostra estinzione. (Edwin Jenner)

Stagione 2[modifica]

Episodio 1, La strada da percorrere[modifica]

  • [Rick parla al crocifisso, nella chiesa] Non capisco in che modo tu mi stia guardando. Con tristezza? Con sdegno? Pietà? Amore? Magari è solo indifferenza. Penso tu sappia già che non sono un molto credente. Ho semplicemente scelto di riporre la mia fede altrove. Nella mia famiglia, soprattutto. Nei miei amici. Nel mio lavoro. Il fatto è che a noi... A me servirebbe qualcosa per aiutarmi ad andare avanti. Un qualche... riscontro. Qualche... indizio che io stia facendo la cosa giusta. Non sai quanto sia difficile riuscire a capirlo. Be', magari lo sai. Ehi, senti, non mi servono tutte le risposte. Solo- solo un cenno, un segno. Qualsiasi segno andrà bene. (Rick Grimes)

Episodio 2, Sangue del mio sangue[modifica]

  • Te lo dico io quanto vale; proprio un bel niente. Sperare e pregare sono una perdita di tempo. Perché troveremo quella ragazzina, e andrà tutto bene. Sono l'unico saggio qui? Incredibile. (Darryl)
  • Scott: L'umanità combatte le pestilenze da sempre. Ci pieghiamo come canne al vento per un po', e poi ci rialziamo. È la natura che corregge sè stessa, ripristinando un equilibrio.
    Rick: Vorrei tanto poterci credere.

Episodio 3, Sopravvivere[modifica]

  • Daryl: Le persone si perdono e sopravvivono continuamente.
    Andrea: Ha soltanto 12 anni.
    Daryl: Io ero più piccolo quando mi sono perso. Nove giorni nei boschi mangiando frutta e pulendomi il culo con foglie di quercia.
  • È come se vivessimo con un coltello alla gola ogni secondo di ogni giorno. (Lori)

Episodio 4, La rosa Cherokee[modifica]

  • L'ultima volta che gli ho chiesto aiuto davanti a un bel panorama, hanno sparato a mio figlio. Cerco di non coinvolgere più l'Onnipotente. È meglio non darci più fastidio a vicenda. (Rick)

Episodio 5, Il ritrovamento[modifica]

  • [Shane parla a Rick nel bosco] È già dura accettare quello che è successo senza rivangare il passato. Ti dirò io che cos'è: è nostalgia. È come una droga, non ti fa vedere la realtà, è pericoloso. (Shane Walsh)
  • [La visione di Merle parla a Daryl, ferito] Perché non tiri fuori quella freccia, scemo? Fasceresti meglio la ferita. (Merle Dixon)
  • Daryl: Merle!
    Merle: Che succede qui? Stai facendo una siesta per caso?
    Daryl: è una giornata di merda.
    Merle: Ti prendo un bel cuscino? Ti faccio un massaggio ai piedi?
    Daryl: Fottiti!
    Merle: Sei tu quello fottuto da quello che vedo. Anni e anni a cercare di farti diventare un uomo e qual è il risultato? Guardarti in mezzo al fango come un preservativo usato. Morirai qui fratellino. E per cosa?
    Daryl: Una... si è persa una ragazzina.
    Merle: Hai un debole per le ragazzine adesso?
    Daryl: Sta' zitto!
    Merle: Perché ho notato che non stai più cercando il vecchio Merle ormai...
    Daryl: Ti ho cercato disperatamente.
    Merle: No che non l'hai fatto, hai smesso subito, alla prima occasione che hai avuto.
    Daryl: Tu te ne sei andato. Dovevi solo aspettare. Siamo tornati a cercarti. Rick e io siamo tornati per te.
    Merle: È lo stesso Rick che mi ha ammanettato sul tetto tanto per cominciare, costringendomi a tagliarmi la mano? È a lui che ti riferisci? Sei la sua puttana ora?
    Daryl: Non sono la puttana di nessuno.
    Merle: Sei un fantoccio. Ecco cosa sei. Sei al servizio di un branco di fottuti finocchi, negri e democratici. Sei uno zimbello per loro, uno zoticone non sei altro. Quelli ridono di te alle tue spalle. Questo lo sai vero? Ti dico una cosa, figliolo. Uno di questi giorni ti prenderanno e ti getteranno via come una merda di cane. Ehi, non sono tuoi fratelli. Hai capito? Se ti fossero rimaste un po di palle torneresti da loro e spareresti in faccia a quel Rick per vendicarmi. Ora ascoltami: nessuno si prenderà cura di te più di quanto non posso farlo io, fratellino. Nessuno, ricordatelo! Coraggio, rimettiti in piedi prima che ti prenda a calci!
  • [Un'altra visione di Merle parla a Daryl]
    Merle: Ti prego, non dare da mangiare agli uccellini! Che cosa ti prende Darylina? Non sai fare di meglio? Getta la borsetta e arrampicati.
    Daryl: Ti preferivo quando eri scomparso.
    Merle: Andiamo, non fare così. Sono dalla tua parte.
    Daryl: Sì? E da quando?
    Merle: Diavolo, da quando sei venuto al mondo, piccoletto. Qualcuno doveva pur coprire quel tuo stupido culo.
    Daryl: Te ne sei sempre fregato di me. Tante belle parole, ma non c'eri mai. E non ci sei neanche adesso. Alcune cose non cambiano mai.
    Merle: Be', ti dirò una cosa: sono vero tanto quanto il tuo Chupacabra.
    Daryl: So cosa ho visto!
    Merle: Sono sicuro che i funghi che avevi mangiato non c'entravano niente, vero?
    Daryl: È meglio se chiudi quella boccaccia!
    Merle: Altrimenti verrai quassù e me la chiuderai tu, piccoletto? Forza, fallo se pensi di essere un vero uomo. Ehi, levati quei tacchi a spillo e arrampicati, fratellino. Sai una cosa? Se fossi in te mi prenderei una bella pausa. Non penso proprio che tu possa arrivare quassù. Coraggio, andiamo fratellino, prendi la mano del tuo amichetto Rick!

Episodio 10, Scelte[modifica]

  • Se hai intenzione di uccidermi, ti servirà qualcosa di meglio di una chiave inglese. (Rick Grimes a Shane)

Episodio 12, Il giustiziere[modifica]

  • Rick Grimes: E così è qui che hai pensato di farlo?
    Shane Walsh: È un posto come un altro.
    Rick: Abbi almeno le palle per chiamarlo per quello che è... omicidio! Credi davvero che se torni alla fattoria da solo, senza di me, senza...
    Shane: Voglio che tu stia zitto!
    Rick: Randall. Pensi davvero che gli altri crederanno a qualsiasi cazzata che gli propinerai?
    Shane: È questo il bello, non è una cazzata. Ho visto che il prigioniero ti ha sparato, l'ho inseguito e gli ho spezzato il collo. Non sarà facile, ma Lori e Carl ti dimenticheranno. L'hanno già fatto una volta, lo faranno di nuovo. [Shane punta la pistola verso Rick]
    Rick: Perché? Perché ora? Pensavo avessimo risolto la situazione.
    Shane: Ci stavamo uccidendo a vicenda! Pensavi che ci avremmo messo una pietra sopra e avremmo cavalcato insieme verso il tramonto?
    Rick : Vuoi uccidermi a sangue freddo? Scoparti mia moglie? Farti chiamare dai miei figli papà? I miei figli? È questo che vuoi? Quella vita non varrebbe niente per te. Ti conosco. Non potresti vivere con il rimorso.
    Shane: Che ne sai con cosa posso convivere? Non hai idea di cosa posso sopportare, di quello con cui convivo. Vuoi parlare di cosa posso fare Rick? Tu cosa puoi fare? Eccomi qua! [Shane rimette la pistola nei pantaloni] Coraggio amico, estrai la pistola.
    Rick: No, no non lo farò!
    Shane [urlando]: Perché? Pensavo che tu non fossi più un bravo ragazzo, non è quello che hai detto? Anche qui, in questo momento, non combatterai per loro. Sono un padre migliore di te Rick e sono un marito migliore per Lori, perché sono un uomo migliore di te Rick. Io posso farcela e combatterò per esserlo. Sei tornato tu e hai distrutto qualsiasi cosa. Tua moglie è a pezzi. Tuo figlio è debole. Non hai la minima idea di come risolvere la situazione. [estraendo di nuovo la pistola e puntandola contro Rick] Avanti, estrai la pistola!
    Rick: Dovrai uccidere un uomo disarmato. Guarda la mia mano [porta la mano verso la fondina], piano, tranquillo. [avvicinandosi verso Shane] Ora ascoltami bene Shane: c'è ancora una via d'uscita, non è ancora successo niente qui. Appogeremo le nostre pistole a terra e torneremo alla fattoria, insieme. Torniamo da Lori, torniamo da Carl e ci butteremo tutto alle spalle. [consegna la pistola a Shane e tira fuori un coltello che infilza nello stomaco dell'amico]

Stagione 4[modifica]

Episodio 1, Calma apparente[modifica]

  • Quando vuoi bene a qualcuno il dolore fa parte del pacchetto. (Beth Greene)

Episodio 3, Isolamento[modifica]

  • [Hershel parla a Maggie prima di esporsi alla quarantena per dare aiuto ai malati] Quando esci là fuori rischi la vita, quando bevi dell'acqua rischi la vita. E oggi respiri e rischi la vita. Ogni momento qua ti lascia senza scelta. L'unica scelta che puoi fare, è per cosa rischiare la vita. (Hershel Greene)

Episodio 16, A[modifica]

  • [Rinchiusi in un treno dagli abitanti di Terminus]
    Rick: Si sentiranno molto stupidi quando lo scopriranno.
    Abraham: Scopriranno cosa?
    Rick: Che hanno fatto incazzare le persone sbagliate!

Stagione 5[modifica]

Episodio 1, Preda e cacciatore[modifica]

  • [Rick e gli altri sono legati e imbavagliati in una stanza a Terminus]
    Gareth [toglie il bavaglio a Rick]: Sei entrato nel bosco con una borsa, e ne sei uscito senza. Le vedette sono rientrate senza poterla cercare. Che c'è dentro? L'hai nascosta, vero? Nel caso fosse andata male. Furbi! Comunque la troveremo. Ma è troppo pericoloso là fuori adesso. [punta un coltello all'occhio di Bob] Che c'è dentro? Sono curioso. Ed era una borsa molto grande. [Rick non risponde] Vuoi davvero che lo faccia?
    Rick: Va bene, lascia che ti accompagni. Te la faccio vedere.
    Gareth: Non succederà mai, ma questo sì. [avvicina il coltello all'occhio di Bob]
    Rick: Ci sono delle armi. AK-47...44 Magnum... Armi automatiche, mirini notturni... C'è un arco di precisione, e... un machete con l'impugnatura rossa... E' quello che userò per ucciderti.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]