Tolleranza

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sulla tolleranza.

  • A volte la vera tolleranza richiede una forza straordinaria, che spesso siamo troppo deboli per esercitare. (Fausto Cercignani)
  • Dato che non penseremo mai nello stesso modo e vedremo la verità per frammenti e da diversi angoli di visuale, la regola della nostra condotta è la tolleranza reciproca. La coscienza non è la stessa per tutti. Quindi, mentre essa rappresenta una buona guida per la condotta individuale, I'imposizione di questa condotta a tutti sarebbe un'insopportabile interferenza nella libertà di coscienza di ognuno. (Mahatma Gandhi)
  • Dovremmo rivendicare, nel nome della tolleranza, il diritto a non tollerare gli intolleranti. (Karl Popper)
  • Il messaggio di tolleranza verso l'altro non dev'essere tradotto in un messaggio di intolleranza verso la propria identità. (Joseph H. H. Weiler)
  • Il più grande risultato dell'educazione è la tolleranza. Tanto tempo fa, gli uomini combattevano e morivano per le loro credenze, ma ci sono volute ere per insegnare loro un altro tipo di coraggio – il coraggio di riconoscere e rispettare le credenze e la coscienza dei loro fratelli. La tolleranza è il principio primo della comunità, è lo spirito che conserva il meglio del pensiero dell'uomo. (Helen Keller)
  • Il senso di massa e di gregge non aveva raggiunto nella vita pubblica la repugnante potenza che ha oggi; la libertà dell'agire privato era considerata – cosa oggi appena concepibile – legittima e sottintesa; la tolleranza non veniva come oggi disprezzata e ritenuta debolezza, ma esaltata quale energia morale. (Stefan Zweig)
  • La tolleranza diventa un crimine quando si applica al male. (Thomas Mann)
  • La tolleranza illimitata porta alla scomparsa della tolleranza. Se estendiamo l'illimitata tolleranza anche a coloro che sono intolleranti, se non siamo disposti a difendere una società tollerante contro gli attacchi degli intolleranti, allora i tolleranti saranno distrutti e la tolleranza con essi. (Karl Popper)
  • La tolleranza è innanzitutto carità. [...] La tolleranza è sempre la "ragione del più forte", è un segno della sovranità; è il buon viso della sovranità che, dalla sua altezza, fa capire all'altro: non sei insopportabile, ti lascio un posticino a casa mia, ma non dimenticarlo, sei a casa mia... (Jacques Derrida)
  • Le leggi non vegliano sulla verità delle opinioni ma sulla sicurezza e l'integrità di ciascuno e dello Stato. (John Locke)
  • Si diventa tolleranti soltanto nella misura in cui si perde di vigore, si cade amabilmente nell'infanzia, e si è troppo stanchi per tormentare gli altri con l'amore o con l'odio. (Emil Cioran)
  • Tollera ciò che accade come se avessi voluto che accadesse. (Seneca)
  • La tolleranza senza il dialogo è un eufemismo per l'indiferenza. (il conte Miklós Cseszneky[1])

Proverbi italiani[modifica]

  • Chi ha conquistato il cielo, non deve pigliar la terra a sassate.
  • Con gli amici bisogna chiudere un occhio.
  • Dio tollera i birbanti, ma non per sempre.
  • La pazienza stessa non può spesso tollerare certe cose.

Note[modifica]

  1. Conte Miklós Cseszneky, Partium, Szabolcs Felhős, 2009, p. 16.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]