Tomomi Masaoka

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Tomomi Masaoka

Universo Psycho-Pass
Nome originale

智己 征陸
Tomomi Masaoka

Autore Gen Urobuchi
1ª apparizione in Episodio 1
Voce originale
  • Kinryū Arimoto
Voce italiana

Tomomi Masaoka, personaggio di Psycho-Pass.

Citazioni di Tomomi Masaoka[modifica]

Nell'anime[modifica]

  • [rivolto ad Akane] Circolano parecchie voci su di te, sai? Eri la prima della classe al corso professionale. Te lo dico anche a costo di sembrarti invadente, faresti meglio a dimenticare quello che hai imparato lì: quando sei per strada non serve più a niente. Trovi che quello che dico non ha alcun senso, vero? Ma se ti fermi a rifletterci con calma, in realtà, nulla del lavoro che facciamo ha veramente un senso. Chi sei, che cosa pensi, che cosa desideri... nella nostra epoca tutto ciò che abbiamo nell'animo può essere previsto dalle macchine, nonostante questo c'è tanta gente pronta a odiare, a ingannare e a ferire il suo prossimo. Se questo non è insensato, dimmi che cosa lo è. Le nozioni che hai imparato fino adesso seguono una logica astratta, ma presto dovrai renderti conto che sono tutte assurdità... Be', almeno sai che cosa ti aspetta.
  • Di solito quando incontro qualcuno che ha delle cattive intenzioni io lo intuisco al volo; che si tratti di commettere reati oppure di... di sventarli, entrambi questi talenti hanno a che fare con il mondo del crimine: ed è il motivo per cui anche il mio coefficiente di criminalità è così spaventosamente alto. Ed è anche il motivo per cui mi trattano come un cane da caccia usato solo per il lavoro sporco.
  • La bestia fiuta sempre l'odore dell'altra bestia.
  • Non c'è niente di meglio dei superalcolici per affrontare gli ologrammi illegali.
  • Questo non è altro che un grande gioco a palla tra padrone e cani: se disobbedisci, di certo verrai punito. No, l'unica cosa che puoi fare è cambiare la tua posizione assumendo un terzo ruolo, che non sia né quello del padrone né quello del cane. Il ruolo della palla. Devi diventare la palla, che si limita a rotolare dopo essere stata lanciata. Potrebbe sembrare umiliante, ma in realtà è quella che subisce meno danni e si stanca di meno. Sono convinto che sia la scelta più intelligente.
  • Se guardi troppo a lungo nell'abisso, prima o poi anche l'abisso guarderà dentro di te.
  • Se un detective scava troppo in profondità nelle sue indagini, può finire con l'essere marchiato dal Sibyl come un comune delinquente. In fondo, sia i malviventi che i loro persecutori hanno a che fare con un unico fenomeno, chiamato "crimine". Perciò, prima che venisse istituito il ruolo dell'esecutore, molti agenti sono stati giudicati come criminali latenti. Il padre dell'ispettore Ginoza era uno di loro.