Ultime parole da Dragon Ball

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Raccolta delle ultime parole pronunciate in punto di morte dai personaggi del manga Dragon Ball e delle opere ad essa correlate.

Manga[modifica]

Dragon Ball[modifica]

Saga del giovane Goku[modifica]

  • Gah ah ah! Che fortuna! Sarà una scimmia o un gatto selvatico? (Pesce di fiume)
Deciso a procurarsi del cibo, il giovane Son Goku si spoglia e immerge in un fiume la propria coda: convinto che sulla riva vi sia un animale, un famelico pesce prova a mangiarlo al volo uscendo dall'acqua, ma viene prontamente ucciso da Goku, che lo divorerà per pranzo.
  • Gwah ah ah! Che bocconcino! Finalmente un pò di carne di fanciulla! (Pterodattilo)
Mentre si reca insieme alla neo conoscente Bulma alla ricerca delle sfere del drago, Goku viene intercettato da uno pterodattilo: questi inganna l'ingenuo ragazzino facendogli credere di essere un amico di Bulma, legandolo ad un albero e rapendo la fanciulla per mangiarla. Messo in guardia da una terrorizzata Bulma, Goku si libera e, usando la moto della ragazza, si getta all'inseguimento: lo pterodattilo crede di essere al sicuro avendo superato un burrone, ma Goku si lancia comunque con la moto e, usando il bastone allungabile regalatogli da suo nonno, spezza il collo al dinosauro salvando Bulma.
  • Gueh eh eh... Che ragazzino svelto! Sei stato bravo a schivare la mia spada... (Bandito Orso)
Goku e Bulma si imbattono in una tartaruga marina, che si è persa nel bosco mentre cercava dei funghi: i due si ripromettono di riportarla al mare, ma vengono intercettati da un gigantesco bandito orso, deciso a mangiare la tartaruga. Per nulla preoccupato, Goku riesce facilmente a schivare i colpi di scimitarra del bandito: questi continua a sottovalutare il ragazzo, che però riesce a sconfiggerlo colpendolo alla testa dopo aver usato la tecnica "carta, forbice e sasso".

Saga del Red Ribbon[modifica]

  • Questa volta rido io. Peace, peace! (Sergente Metallic)
Incappato nell'organizzazione criminale Red Ribbon durante la ricerca delle sfere, Goku assalta una loro base, la Muscle Tower, per liberare il sindaco del villaggio Jingle e ottenere una sfera: dopo aver eliminato alcuni soldati semplici egli si imbatte nel massiccio sergente Metallic, con cui inizia un arduo scontro. Dopo essere stato quasi ucciso dal nemico, Goku non trova altra soluzione che colpirlo con una kamehameha, decapitandolo accidentalmente: Metallic tuttavia è un robot e prosegue lo scontro con il giovane. Non sapendo come risolvere la situazione, Goku si prepara a dare il massimo: tuttavia inaspettatamente il robot esaurisce le batterie e si spegne, il tutto sotto gli occhi sbalorditi dei suoi superiori.
  • B-brutto marmocchio! Il telecomando...! (Sergente Murasaki)
Salito al secondo piano Goku affronta il secondo in comando della Muscle Tower, il sergente ninja Murasaki: questi utilizza vari trucchi ninja, ma non riesce ad ottenere buoni risultati e viene facilmente sconfitto. Egli sceglie allora di usare la sua arma segreta, il mostruoso androide 8: questi tuttavia è un pacifista e rifiuta categoricamente di uccidere Goku. Infuriato, Murasaki sceglie di farlo esplodere, ma viene attaccato da Goku, che usando la tecnica "carta, forbice e sasso" lo sconfigge scagliandolo contro un muro.
  • Hai davvero il coraggio di ribellarti al tuo creatore? Muori! Muori!... S-sono finiti i proiettili! (Generale White)
Deciso a fermare Goku e Androide 8, il generale White prova ad ucciderli usando il mostro Sproing: anche quest'ultimo piano tuttavia è fallimentare e pertanto il generale sceglie apparentemente di liberare il sindaco. Improvvisamente egli lo prende in ostaggio, utilizzando una Power Gun: Goku non può fare niente per non mettere in pericolo il sindaco e pertanto viene ferito gravemente. Vedendo il suo unico amico colpito, Androide 8 si infuria e si scaglia contro White: terrorizzato, il generale prova a colpirlo, ma la Power Gun ha finito i colpi e pertanto non può fare nulla, venendo scagliato fuori dalla torre dal furioso Androide 8.
  • È lui! È il ragazzino che cercavamo! (Pilota del Red Ribbon)
Mentre Goku si allontana momentaneamente, Bulma viene attaccata da due piloti del Red Ribbon convinti che lei sia il nemico che ha sterminato parte della loro organizzazione: Bulma spiega la situazione, ma i due scelgono comunque di inseguirla essendo due pervertiti. Sentendo le grida dell'amica, Goku arriva a salvarla e si accorge che i piloti sono del Red Ribbon: i due non fanno in tempo ad accorgersi della situazione che i loro elicotteri vengono fatti esplodere da Goku con il bastone di suo nonno.
  • Cos...Cos'hai detto?! (Capitano Dark)
Mentre il Generale Blue si getta all'inseguimento di Goku, Bulma e il loro amico Crillin, il capitano Dark si reca con alcuni soldati alla kamehouse, abitazione del maestro di Goku, Muten: il Red Ribbon infatti è convinto che lui sia il creatore del Dragon Radar. Con atteggiamento provocatorio, Dark ordina a Muten di collaborare, pena la morte: per nulla preoccupato il maestro di arti marziali si dichiara pronto a combattere e stende immediatamente Dark con un colpo allo stomaco, procedendo poi a sconfiggere i suoi avversari.
  • Mh? Che cosa? (Polpo Gigante)
Mentre Goku combatte contro un robot lasciato da un gruppo di pirati nella loro base, Bulma e Crillin si recano a cercare una sfera e il tesoro dei pirati: essi tuttavia vengono inseguiti dal generale Blue, che devia Goku facendolo finire nella tana di un polpo gigante. Dopo averlo sbattuto a lungo contro le rocce, il polpo si prepara a mangiarselo in un boccone: Goku tuttavia dichiara di avere un regalo per lui e, prima che il polpo possa fare alcunché, lo frigge con una Kamehameha.
  • M-ma tu... non sarai mica...! (Colonello Yellow)
Dopo che i suoi uomini sono stati uccisi dall'indiano Bora, protettore della Terra di Karin, il colonnello Yellow elabora un diabolico piano: usando il suo aereo speciale egli riesce a rapire il piccolo Upa, figlio di Bora, ricattando quest'ultimo affinché gli dia la sfera in suo possesso. In quel momento arriva Goku a bordo della sua nuovola Kinton: resosi conto di trovarsi per l'ennesima volta faccia a faccia con l'esercito del Red Ribbon Goku salva Upa scagliando un terrorizzato Yellow fuori dal suo aeroplano.
  • Interessante... (Generale Blue)
Stanco per i fallimenti dei suoi sottoposti, il comandante Red sceglie di assoldare il letale sicario Tao Bai Bai per sistemare Goku: contemporaneamente torna alla base il generale Blue, che già due volte è stato sconfitto dal ragazzo. Volendo testare il sicario, Red ordina a Tao e Blue di combattere: Blue è arrogantemente convinto della propria vittoria, mentre Tao si limita a dire che lo ucciderà usando solo la lingua. Il duello inizia e per lo sconcerto di Red e del suo segretario Black Blue non riesce nemmeno a colpire il velocissimo sicario, che come promesso lo pugnala alla tempia utilizzando solo la propria lingua.
  • Fatti sotto! (Bora)
Mentre Goku riceve da Bora e Upa una delle sfere, giunge nella Terra di Karin il letale Tao Bai Bai: egli si prepara ad uccidere Goku, ma viene sfidato da Bora, deciso a salvare il nuovo amico e ad evitare un omicidio nel luogo sacro in cui si trovano, nonostante il sicario lo ammonisca di non interferire. L'indiano si scaglia coraggiosamente contro Tao, ma questi riesce a bloccare all'istante la sua lancia, scagliando il guerriero in aria: nonostante Goku provi a salvarlo con la nuvola Kinton, il povero Bora viene brutalmente impalato dalla propria lancia, lanciata al volo dal sicario. Bora verrà successivamente resuscitato con le sfere del drago.
  • C-che sciocchezza... nessuno, naturalmente! (Sarto)
Dopo aver realizzato un nuovo abito per Tao, che aveva perso il suo nello scontro con Goku, un timoroso sarto chiede al sicario di essere pagato: irritato, Tao decide di lasciar correre l'imputenza essendo l'anniversario della sua attività e concede al sarto come pagamento un omicidio gratis. Sconvolto per la porposta, il sicario rivela di non avere nemici e di non volere danneggiare nessuno: divertito, Tao sceglie allora di uccidere proprio il poveretto, pugnalando alla fronte con il proprio dito.
  • Segretario Black, non ti permetto di parlarmi con quel tono! Ti ripeto che sono io il comandante! Quei soldati sono stati sconfitti perché erano degli incapaci! Le truppe devono limitarsi a eseguire gli ordini dei superiori! (Comandante Red)
Sconfitto Tao grazie agli allenamenti del maestro Karin, Goku si reca alla base del Red Ribbon per chiudere i conti una volta per tutte: i soldati provano invano a difendersi ma non possono nulla contro di lui. Nonostante Red voglia rimanere, Black suggerisce di abbandonare le sfere e mettersi in salvo: irritato, il comandante è pieno di rammarico per non poter realizzare il suo desiderio, ovvero diventare più alto. Sconvolto per la stupidità del desiderio, Black si lamenta per la morte dei loro uomini, ma Red lo zittisce dicendo che i suoi sottoposti devono limitarsi ad obbedirgli e a morire per lui: furente, Black spara in fronte al suo capo, uccidendolo e diventando il leader del Red Ribbon.
  • No... n-non è... possibile! (Segretario Black)
Raggiunto da Goku, Black gli propone di diventare un suo sottoposto per un nuovo Red Ribbon: al rifiuto del ragazzo l'ex segretario si prepara a combatterlo, ma non può nulla nel corpo a corpo. Black prova ad usare la sua arma segreta, un possente esoscheletro meccanico, ma neanche questo può nulla contro il ragazzo, che è persino in grado di deviare missili: terrorizzato, Black si dà alla fuga giurando vendetta, ma Goku si lancia contro l'esoscheletro trapassandolo da parte a parte, facendolo esplodere e uccidendo Black.

Saga del Gran Demone Piccolo[modifica]

  • Sei stanco morto... vado io a prenderli. (Crillin)
Dopo una stancante finale al Torneo Tenkaichi, Goku si accorge di aver dimenticato la sfera del drago di suo nonno e il suo bastone negli spogliatoi: Crillin si offre allora di andarli a prendere al posto dell'amico, nonostante Goku abbia una strana sensazione. Dopo un pò di tempo in cui Crillin non torna, Goku e i suoi amici sentono un grido e vanno negli spogliatoi: una volta dentro scoprono che i registri dei concorrenti sono stati rubati, il presentatore del torneo è stato ferito e Crillin è stato ucciso da Tamburello, sicario del Gran Demone Piccolo. Crillin verrà successivamente resuscitato con le sfere del drago.
  • Ah ah ah! Quindi?! Insisti?! (Cembalo)
Dopo essere stato sconfitto da Tamburello, Goku si rifocilla mangiando il pasto del ronin Yajirobai, scontrandosi brevemente con lui: i due sono tuttavia interrotti dall'arrivo di Cembalo, un'altro sgherro di Piccolo venuto per la sfera del drago in possesso di Yajirobai. Desideroso di mangiare la carne della creatura, il ronin ordina a Goku di farsi da parte e sfida a duello Cembalo: divertito dalla stazza dell'avversario il demone lo bersaglia ripetutamente con attacchi elettrici, ma Yajirobai dimostra una sorprendente agilità e riesce a tagliare in due Cembalo, uccidendolo e mangiandolo sotto gli occhi sconvolti di Goku.
  • Bwah ah ah! Non fare lo spavaldo! Sei immobilizzato! (Giran)
Con i registri rubati al torneo Tenkaichi, Tamburello può uccidere tutti i più grandi artisti di arti marziali evitando che qualcuno di loro possa minacciare suo padre Piccolo: il suo prossimo obbiettivo è il mostro Giran, vecchio avversario di Goku. Sconfitto nel corpo a corpo, Giran riesce a paralizzare l'avversario con il suo sputo gommosso: il mostro esulta per il successo, ma un divertito Tamburello si libera all'istante e lo trapassa brutalmente da parte a parte con il suo braccio. Giran verrà resuscitato con le sfere del drago.
  • Wah ah ah! Idiota! Ti ho disintegrato! Ti avevo avvisato! La famiglia demoniaca non sarà mai sconfitta! (Tamburello)
Inviato a combattere l'assassino di Cembalo, Tamburello si ritrova davanti Goku, che aveva sconfitto in precedenza: egli lo sottovaluta giudicandolo un debole, ma ora che ha potuto riposarsi è in grado di sovrastare il demone. Tamburello prova allora a disintegrarlo con il suo colpo più potente, ma non ottiene ancora risultati: terrorizzato, il demone si dà alla fuga in volo, ma viene intercettato e disintegrato con una Kamehameha da Goku, che può così vendicare il suo amico Crillin.
  • M-maledizione... Un errore imperdonabile... S-Sono desolato... M-Ma ti consiglio... D-di non cantare vittoria... U-Un giorno... Sicuramente qualcuno ti sconfiggerà... E salverà il mondo... Io... Ne sono... Sicu... Ro... (Maestro Muten)
Insieme ai guerrieri Tenshinan e Jiaozi, Muten raccoglie alcune sfere del drago per attirare allo scoperto Piccolo, che nel frattempo ha sconfitto Goku: mentre i primi il maestro e Tenshinan proveranno a trattenere il demone, il debole Jiaozi dovrà esprimere un desiderio chiedendo al drago Shenlong di ucciderlo. Il piano tuttavia va a monte quando Piccolo ingoia una delle sfere per nasconderle: Tenshinan suggerisce allora un attacco diretto, ma Muten lo tramortisce e, consapevole di non poter sprecare le vite dei giovani guerrieri, ordina a Jiaozi di non intervenire scendendo in campo contro Piccolo. Ricordando al demone la volta in cui venne sconfitto da Mutaito, grande guerriero nonché suo maestro, Muten prova a sigillarlo con la Mafuuba: questa tecnica permette di imprigionare l'avversario in un contenitore, ma fa perdere energie a chi la utilizza fino a farlo morire. Sfortunatamente, il maestro sbaglia mira e non riesce ad intrappolare Piccolo: scusandosi per la pessima figura, Muten ammonisce il demone sulla venuta di qualcuno che riuscirà a sconfiggerlo, per poi morire per gli effetti della Mafuuba. Muten verrà resuscitato con le sfere del drago.
  • T-ti prego, Dio Drago! Annienta il Gran Demone Pic...! (Jiaozi)
Dopo la morte di Muten, Piccolo raduna le sfere ed evoca il drago Shenlong, preparandosi a riottenere la propria giovinezza e antica forza. Pur tramortito, Tenshinan esorta Jiaozi, rimasto nascosto, a chiedere al drago di annientare il demone: pur terrorizzato, Jiaozi esce coraggiosamente allo scoperto e fa la sua richiesta, ma ad un passo dal completare la frase viene centrato da Piccolo con un raggio mortale, morendo sotto lo sguardo del suo amico Ten. Jiaozi verrà resuscitato con le sfere del drago.
  • Il desiderio è esaudito. Addio. (Shenlong)
Senza più avversari in grado di contrastarlo, Piccolo fa esaudire a Shenlong il suo desiderio: ripristinare la sua antica forza e giovinezza, persa negli anni in cui è stato rinchiuso con la Mafuuba. Dopo aver espresso il desiderio, Shenlong si prepara ad andarsene disperdendo le sfere: Piccolo tuttavia è consapevole che drago qualcuno possa ucciderlo e pertanto lo distrugge con un raggio energetico sparato dalla bocca. Shenlong verrà successivamente ricostruito da Dio e dal suo assistente Mr Popo.
  • N-non te lo dirò mai... (Capo delle guardie del re)
Mentre Goku e Tenshinan si allenano per sconfiggerlo, Piccolo raggiunge il palazzo del re del mondo, deciso a prendere il suo posto. Dopo aver sconfitto varie guardie Piccolo viene sfidato dal loro capo, un gigantesco energumeno: dopo averlo bonariamente invitato a diventare il suo lustrascarpe, il demone sconfigge con pochi colpi l'uomo. Afferratolo per il collo, Piccolo lo minaccia ordinandogli di dirgli dove si trovi il re del mondo: fedele fino all'ultimo, il coraggioso capo delle guardie rifiuta di parlare, venendo immediatamente impalato da Piccolo con la sua mano. Il capo verrà resuscitato con le sfere del drago.
  • Non può... non se la caverà così facilmente dopo avermi buttato a terra! (Tamburo)
Divenuto ormai il re del mondo, Piccolo viene sfidato da Tenshinan, deciso a vendicare i suoi amici con la Mafuuba: purtroppo egli ha rotto il contenitore in cui rinchiudere il demone e pertanto è costretto a combattere personalmente. Non volendo sporcarsi le mani con qualcuno che reputa un debole, Piccolo crea un nuovo sgherro, Tamburo, che immediatamente pesta e stende Ten: quando però si appresta ad ucciderlo il demone viene allontanato dal sopraggiunto Goku, potenziatosi con l'acqua divina del maestro Karin. Il ragazzo è pronto a sfidare personalmente Piccolo, ma Tamburo vuole ucciderlo per averlo buttato a terra: per tutta risposta Goku lo attacca improvvisamente e gli distrugge la testa con un'unica ginocchiata, il tutto sotto gli sguardi sconvolti di Ten, Piccolo e del suo servitore Piano.
  • Figlio mio... un giorno vendicherai tuo padre! La radice del male non verrà distrutta... (Gran Demone Piccolo)
Dopo un furioso duello che distrugge la città in cui si trovano, Piccolo prende in ostaggio Tenshinan, ricattando Goku: non volendo che l'amico muoia, il guerriero resta fermo e viene ferito gravemente al braccio e alle gambe. Alzatosi in cielo, Piccolo si prepara a finire l'avversario con un potente colpo energetico: non volendo perdere e lasciare gli amici invendicati, Goku si scaglia in volo lanciando un attacco energetico dall'unico braccio rimasto sano. Piccolo si prepara ad ucciderlo, ma dietro di lui vede improvvisamente un Ozaru, la trasformazione scimmiesca di Goku simbolo della sua forza: l'istante successivo Goku riesce a trapassarlo da parte a parte, utilizzando il suo braccio sano. Mentre il ragazzo viene salvato da Yajirobai e Tenshinan, un morente Piccolo vomita un uovo contenente la sua reincarnazione: esortando il "figlio" a vendicarlo, egli si dichiara speranzoso che il male continuerà prima di esplodere morendo definitivamente.

Saga dei Sayan[modifica]

  • N-non avvicinarti! O sparo! Uaaah! (Contadino)
Mentre lavora la terra un contadino nota un oggetto misterioso cadere dal cielo: raggiunto il punto dello schianto con il suo pick up, egli scopre una navicella aliena, da cui scende il Sayan Radish. Chiedendosi perché suo fratello Kakaroth, in realtà Goku, non abbia ucciso tutti gli umani come da programma, egli si prepara ad uccidere il contadino: terrorizzato, il poveretto prova a crivellarlo di colpi con il suo fucile, ma Radish afferra i proiettili con le dita e gliele rispedisce contro centrandolo alla testa.
  • Allora si che avrete zero possibilità di vincere...D-divertitevi, è il vostro ultimo anno di vita...Uh uh uh...L-la vostra gioia è durata poco, eh?!Dopotutto...Siete soltanto dei vermi! (Radish)
Deciso a sconfiggere Radish e a salvare il figlio Gohan, rapito dall'invasore, Goku si allea con Piccolo, reincarnazione del Gran Demone, e combatte insieme a lui il fratello: Radish tuttavia è più forte e riesce a dominare la lotta anche quando a sorpresa interviene un infuriato Gohan. Goku sceglie allora di sacrificarsi, trattenendo il nemico mentre Piccolo li colpisce entrambi con il possente Makankosappo, trafiggendoli al petto: Radish è stupefatto per il sacrificio del fratello, ma Piccolo dice che i suoi amici lo faranno sicuramente tornare in vita con le sfere del drago. Divertito, il sayan rivela che due suoi compagni hanno sentito le sue parole tramite il suo scouter e verranno per distruggere la Terra e ottenere le sfere: infuriato per le sue parole, Piccolo finisce Radish con un colpo alla testa.
  • Eh eh eh...Grazie... (Kakaroth/Son Goku)
Sentendo le parole di Radish, Goku e Piccolo si preoccupano rendendosi conto che dovranno combattere contro altri due sayan: raggiunti da Bulma, Crillin e Muten i due spiegano la situazione, anche se Goku sta morendo per via del Makankosappo. Avvicinato da Crillin, il guerriero si fa rassicurare dall'amico sul fatto che morire non sia così tremendo: l'instante successivo egli spira tra le braccia dell'amico. Goku verrà resuscitato dalle sfere del drago.
  • Cosa...? (Yamcha)
Per contrastare la minaccia dei sayan Piccolo, Gohan, Crillin, Tenshinan, Jiaozi e Yamcha si uniscono per sfidare i nemici: questi, il leader Vegeta e il possente Nappa, scelgono tuttavia di far partire gli scontri con sei Saibamen, creature aliene piantate nel terreno. Dopo che Tenshinan è riuscito a sconfiggerne uno è la volta di Yamcha, compagno di Goku e Crillin: egli riesce facilmente a sconfiggere il suo avversario e sfida direttamente i due Sayan. Divertito, Vegeta lo invita a non sottovalutare il nemico: in quel momento infatti il Saibamen sconfitto si autodistrugge esplodendo, uccidendo Yamcha sotto gli sguardi sconvolti degli amici. Yamcha verrà resuscitato con le sfere del drago di Nameck.
  • Addio, Ten...Non morire. (Jiaozi)
Dopo che Crillin e Piccolo uccidono tutti i Saibamen scende in campo Nappa, braccio destro di Vegeta: il sayan tuttavia è estremamente più forte di quanto si aspettassero gli altri e con facilità sconfigge Tenshinan amputandogli un braccio. Mentre l'amico viene pestato Crillin e gli altri provano ad intervenire, ma Nappa li allontana con un attacco energetico: nel colpo sembra che Jiaozi sia stato ucciso. Improvvisamente il piccoletto arriva alle spalle di Nappa, attaccandosi a lui: pur consapevole di non poter tornare in vita perché già resuscitato una volta, Jiaozi decide di sacrificarsi e, dopo un ultimo addio all'amico Tenshinan, si fa esplodere per uccidere il nemico, purtroppo non riuscendo nell'impresa. Jiaozi verrà resuscitato con le sfere del drago di Nameck.
  • No...Non ce l'ho fatta... (Tenshinan)
Sconvolto per la morte di Jiaozi e per il fatto che Nappa sia ancora vivo, Tenshinan si prepara ad attaccarlo: improvvisamente però Piccolo e Crillin attaccano a sorpresa il sayan, sperando che Gohan, in grado di diventare fortissimo con la rabbia, gli dia il colpo di grazia. Purtroppo Gohan non riesce ad attaccare perché terrorizzato e la strategia non va a buon segno: Nappa si prepara ad ucciderli quando Tenshinan, deciso a vendicare Jiaozi e a raggiungerlo nell'aldilà, lo colpisce con un Kikoho, tecnica estremamente potente che però costa la vita dell'utilizzatore. Sfortunatamente, nemmeno con questo attacco Nappa viene sconfitto: desolato per la propria sconfitta, Ten crolla a terra, morto per le energie perse con il Kikoho. Tenshinan verrà resuscitato con le sfere del drago di Nameck.
  • C-che vergogna...Il Gran Demone Piccolo muore...P-per salvare un moccioso come te. Eh, eh...È tutta colpa di voi umani...L-la vostra bontà...Mi ha contagiato. Però Gohan...T-tu sei stato l'unico...A trattarmi come una persona normale.I pochi mesi che ho passato con te...N-non sono...Stati male. Non...Morire...Gohan... (Piccolo)
Sentendo che Goku sta arrivando per aiutare i superstiti dello scontro, Vegeta ordina a Nappa di uccidere Crillin, Piccolo e Gohan: quest'ultimo in un'impeto d'ira riesce a schiantare Nappa contro delle roccie, ma poi la rabbia passa ed il ragazzino non riesce a fare altro. Furibondo, Nappa scaglia contro Gohan un potente raggio energetico: inaspettatamente Piccolo si para davanti al ragazzo proteggendolo e subendo tutta la potenza del colpo. Ormai in punto di morte, il demone rivela di essere diventato più umano grazie all'affetto che Gohan ha avuto per lui e piangendo ammette che i mesi in cui si sono allenati insieme non sono stati male: dopo un'ultima esortazione a Gohan Piccolo spira tra le sue braccia. Piccolo verrà resuscitato con le sfere del drago di Nameck.
  • Mr Popo...Al resto pensaci tu... (Dio)
A causa del suo legame con Piccolo, Dio è condannato a morire una volta morto lui: comunque fiero della redenzione della sua controparte, Dio ringrazia il suo assitente Mr Popo e gli chiede di vegliare sui terrestri pochi istanti prima di svanire. Dio tornerà in vita quando Piccolo verrà resuscitato.
  • V...Vege...! (Nappa)
Arrivato sul campo di battaglia, Goku si rende conto che i suoi amici non potranno tornare in vita per via della morte di Dio e conseguentemente di Shenlong: deciso a punire quello che considera un traditore, Nappa lo attacca ferocemente, ma Goku allenandosi nell'aldilà dal potente Re Kaio è diventato più forte e riesce presto a sconfiggerlo, dandogli un pugno per ogni amico ucciso. Irritato per la sua incompetenza, Vegeta ordina al suo sottoposto di farsi da parte mentre lui si occuperà di Goku: furente per aver perso l'onore, Nappa si scaglia su Crillin e Gohan per ucciderli, ma Goku riesce a neutralizzarlo utilizzando il Kaioken, spezzandogli la schiena. Mentre Goku mette al sicuro il figlio e l'amico, un sofferente Nappa chiede a Vegeta una mano: il leader sembra accettare, ma inaspettatamente lo scaglia in aria e, dichiarando di non farsene niente con un sottoposto come lui, lo disintegra con la sua sola aurea, il tutto sotto gli sguardi scioccati di Goku, Crillin e Gohan.

Saga di Nameck[modifica]

  • Ma cosa...?! C-che terribile forza combattiva! (Ricognitore di Freezer)
  • M-ma quando...?! (Kiwi)
  • Non dire stupidaggini! Non hai alcuna speranza contro di noi! (Guerriero namecciano)
  • Vi farò vedere l'orgoglio dei namecciani! Eh? C-cargot! (Moori)
  • Cosa?! Uaaah! S-signor Freezer! (Dodoria)
  • M-maledetto...C-che cos'hai fatto...? N-non te la darò mai! (Tsuno)
  • Ho un'idea!A-alleiamoci...!C-così potremo battere Freezer...! (Zarbon)
  • I-io, Guldo, ucciso da una volgare scimmia sayan...C-che rabbia... (Guldo)
  • Ma...Maledetto...R-rifiuto... (Rikoom)
  • Maledetto! Ma non potrai mai vincere solo con la velocità! Al massimo scapperai qua e là: quando ti stancherai di scappare e perdere la prontezza di riflessi, sarà la tua fine...Continua pure a schivarmi! Prendi questo! E questo! (Butter)
  • C-cosa?! C-come osi raccontare una balla del genere?! (Jeeth)
  • Ah ah ah! Il tuo corpo è mio! Change! (Capitano Ginew)
  • T-ti prego... Sconfiggilo... Uccidi Freezer... Ti prego... Voglio che venga ucciso...Dalle mani di un Saiyan... (Vegeta IV)
  • Gokuuu! (Crillin)
  • La pace eterna dei namecciani è nelle vostre mani... (Capo Anziano)

Saga degli androidi[modifica]

  • La sua forza combattiva è solo cinque...Che pidocchio... (Soldato di Freezer)
  • Sarai tu ad andare all'inferno! (Freezer)
  • No...! Aspetta! (Re Cold)
  • Ehi, ti sto dicendo di toglierti, cretino! Che ci fai in mezzo alla strada? (Automobilista)
  • Ih ih ih...N-non ti mollerò! (C-19)
  • M-maledetti...R-rottami... (Dottor Gelo/C-20)

Saga di Cell[modifica]

  • E-Ehi! Se è per i soldi te ne do quanti ne vuoi, perciò salvami! S-Sono il più ricco della città... E-Ehi, tu... Mi ascolti?! (Uomo più ricco di Ginger Town)
  • Stai scherzando?! Mi ha fatto male, non posso fuggire senza fargliela pagare! Non hai detto che è danneggiato? Io gli darò il colpo di grazia! Esci fuori, Cell! (Lapis/C-17)
  • Questa volta mi sono allenato per non perdere più... Adesso tocca a voi essere sconfitti! (Son Gohan del futuro)
  • T-Ti prego, proteggi la natura e gli animali...C-Che ho tanto amato... (C-16)
  • Mi dispiace, Re Kaio, ma non ho trovato un posto migliore... (Son Goku)
  • Non può essere... (Trunks del futuro)
  • No... Non è... p-possibile... Io... non... posso...! (Cell)
  • Ormai posso ammazzarlo, no? Mi ha davvero stufata! (Lazzuli/C-18 del futuro)
  • N-Non è possibile! Cos'hai fatto... Come hai potuto distruggere diciotto?! (Lapis/C-17 del futuro)
  • M-Maledizione...! (Cell del futuro)

Saga di Majin Bu[modifica]

  • Yamu:S-Si!
    Spopovich:È stato un gioco da ragazzi con il nostro potere!
  • Anf anf, è la tua fine! Qui la gravità è dieci volte superiore a quella della Terra! Io sono cresciuto su questo pianeta! (Puipui)
  • Yeh eh eh eh! Sono contento che tu sia uno stupido! Buon appetito! (Maju Yakon)
  • M-Maledetto! (Dabra)
  • Addio, Bulma...Trunks...E anche a te, Kakaroth... (Majin Vegeta IV)
  • Eh? L'indirizzo non... (Giudice del Tenkaichi)
  • Parla in fretta e poi inseguilo! (Mago Babidy)
  • M-Maledetto! No... (Van Zant)
  • A-Aiuto! (Smitty)
  • Majin Bu! Come hai osato uccidere il mio Gohan? Restituiscimelo subito! (Chichi)
  • Bulma:Che cos'è?
    Maestro Muten:A-Accidenti, ma questo Ki...
    Yamcha:È Majin Bu!
  • Allora addio a tutti... (Grande Kaioshin)
  • N-Non devi assolutamente strapparlo! Altrimenti non sarò più me stesso! (Super Bu/Majin Bu malvagio)

Serie[modifica]

Dragon Ball[modifica]

Saga del giovane Goku[modifica]

  • Illuso! (Pterodattilo)
Incontrata la giovane Bulma, che dà la caccia alle potenti sfere del drago, capaci di esaudire i desideri, il giovane Son Goku stringe un patto con lei: egli le presterà la sua sfera, seguendola nelle sue avventure. Dopo poco tempo dalla partenza, Bulma viene rapita da uno pterodattilo, che lega Goku ad un albero: ricevuta conferma che il mostro non sia un amico della ragazza, il piccolo guerriero si libera e parte all'inseguimento. Lanciandosi con la moto di Bulma da un dirupo, il giovane non riesce tuttavia a raggiungere Bulma e il dinosauro: soddisfatto, lo pterodattilo lo deride, ma Goku, utilizzando il bastone speciale di suo nonno Gohan, lo fa fuori colpendolo alla testa.
  • Ti credi tanto furbo, eh? (Bandito orso)
Dopo pochi giorni di viaggio, Bulma e Goku incontrano una tartaruga, animale e domestico del famoso Genio delle Tartarughe, un grande guerriero e maestro d'arti marziali: la tartaruga dichiara di essersi persa mentre andava a funghi e chiede ai due di riportarla al mare. I due accettano, ma lungo il tragitto incontrano un gigantesco orso armato di scimitarra, che si dichiara particolarmente ghiotto di tartarughe. Mentre Bulma è particolarmente propensa a dargli la tartaruga per avere salva la vita, Goku non ci sta e decide di affrontarlo: sicuro di se, l'orso prova a colpirlo con la scimitarra, ma Goku è più veloce e riesce a mandarlo al tappeto con un singolo pugno sulla fronte.

Saga del Fiocco Rosso[modifica]

  • Ti farò a pezzettini! (Sergente Metallic)
Nella ricerca delle sfere del drago, Goku ha diversi scontri con l'organizzazione criminale Fiocco Rosso: arrivato nei paesi del nord, egli scopre che i criminali tengono in ostaggio il sindaco del villaggio locale nella Muscle Tower, obbligandone gli abitanti a cercare la sfera del drago nascosta nella zona. Dopo aver sconfitto alcuni scagnozzi, Goku affronta il muscoloso e taciturno sergente Metallic, che si rivela un osso duro e lo costringe ad usare una potente Onda Energetica: pur avendo perso la testa, Metallic continua a combattere, rivelando di essere un robot. Ormai allo stremo, Goku rischia di soccombere, quando inaspettatamente Metallic esaurisce le batterie, spegnendosi e concludendo lo scontro.
  • Devi stare fermo! Non osare fare un altro passo! Fa quello che ti ho ordinato! Oh, no... l'arma è scarica! (Generale White)
Dopo aver affrontato il sergente ninja Murasaki, Goku, affiancato dall'onesto androide numero 8 (Ottavio), arriva nell'ufficio del Generale White, in cui è imprigionato il sindaco: non volendo affrontarli, il perfido gerarca fa finire il giovane e l'androide nel piano sottostante, in cui è imprigionato il mostro Sproing. Grazie alla propria astuzia, Goku riesce a sconfiggere l'avversario e a tornare al piano superiore insieme all'androide 8: apparentemente arrendevole, White decide di liberare il sindaco, ma poi approfitta della distrazione degli avversario per puntare alla tempia del sindaco la sua Power Gun: non potendo reagire per non mettere in pericolo il vecchio sindaco, Goku viene colpito dai potenti proiettili dell'arma e viene ferito gravemente. Sconvolto per quanto successo a quello che ormai considera il suo migliore amico, l'androide 8 si infuria e si scaglia contro White: terrorizzato, il generale prova a sparargli contro, ma l'arma è ormai scarica e White viene colpito da un potente pugno dell'androide, che lo scaglia lontano dalla torre.
  • Me la pagherai, ragazzino! La prossima volta non la passerai liscia, parola di Murasaki! Eh? No! (Sergente Ninja Murasaki)
Una volta sconfitte le armate locali del Fiocco Rosso, Goku e la bambina che ha conosciuto nel villaggio, la piccola Sara, decidono di aiutare androide 8, ormai ribattezzato Ottavio: trovato il dottore che l'ha costruito, essi gli chiedono di rimuovere il dispositivo d'autodistruzione celato all'interno dell'androide. Durante l'operazione, però, il sergente ninja Murasaki torna alla carica, ricattando il dottore e costringendolo a rubare le sfere: Goku tuttavia si butta al suo inseguimento, recupera le sfere e lo scaglia lontano con un'onda energetica. Dopo una delicata operazione, la bomba viene quindi rimossa: andandosene con Ottavio e Sara, Goku lancia via l'esplosivo, reputandolo pericoloso. In quel momento Murasaki, sopravvissuto all'Onda Energetica, medita vendetta per la sconfitta subita, ma l'esplosivo lanciato da Goku gli finisce in faccia ed esplode.
  • Eh? Che cosa stai dicendo? (Capitano Dark)
Dopo la disfatta del generale White, il governatore Red, leader supremo del Fiocco Rosso, e il suo braccio destro, il segretario Black, ordinano al Generale Blu, impegnato nella ricerca di una delle sfere, di sistemare il giovane. Il generale escogita un astuto piano: mentre lui inseguirà Goku, Bulma e il loro amico Crili mentre cercano la sfera, il suo sottoposto, il capitano Dark, attaccherà con il grosso dell'esercito la base del gruppo, ovvero la casa del Genio delle Tartarughe, maestro di Goku e Crili. Sbarcati sull'isola, il capitano e i suoi sgherri minacciano il Genio, convinti che sia l'inventore del Dragon Radar, ma l'anziano maestro, per nulla impressionato dalla minaccia, stende Dark con un solo fendente al petto, per poi massacrare i suoi uomini.
  • Un'onda? E cosa dovrei farmene io? (Polpo)
Scoperto che una delle sfere si trova nel covo di una banda di pirati, Goku, Bulma e Crili decidono di esplorarlo per trovarne il tesoro: superate alcune trappole, vengono tuttavia attaccati da un robot, lasciato di guardia dai pirati. Mentre Goku sconfigge il mostro, Bulma e Crili proseguono per il covo, lasciandosi dietro tracce per indicare la strada dell'amico: alle loro calcagna vi è però il generale Blu, che modifica le indicazioni per depistare Goku. Il giovane guerriero cade nella sua trappola e finisce nella caverna di un polpo gigante, e, dopo un duro scontro, riesce infine a colpirlo con un'Onda Energetica alla testa.
  • Oh, no! Tu devi essere Goku, giusto?! (Capitano Yellow)
Dopo aver sconfitto Blu, Goku si reca nella terra di Balzar, dove si trova un'altra sfera: questa terra, abitata dal pacifico indiano Bora e suo figlio Upa, è da tempo attaccata dal Fiocco Rosso. All'ennesimo attacco, il possente Bora riesce a massacrare tutti i soldati, lasciando vivo solo il loro capo, il capitano Yellow: quest'ultimo telefona il Governatore Red, il quale minaccia di farlo fuori in caso di un altro fallimento. Il subdolo capitano elabora allora un piano: preso il proprio aereo, Yellow rapisce Upa e ricatta Bora, chiedendo la sfera in cambio del bambino. In questo frangente di stallo arriva Goku, che riconosce sull'aeroplano il simbolo del Fiocco Rosso: salito sull'aereo, il giovane guerriero tira un pugno allo sconvolto Yellow, che cade dall'aereo precipitando al suolo.
  • Oh, no... Non è possibile! (Generale Blu)
Riuscito a rubare le sfere raccolte da Goku e dai suoi amici, Blu le perde scontrandosi col piccolo guerriero e con la robottina Arale: tornato alla base, egli trova il governatore Red e il segretario Black, che stanno assoldando il temibile sicario Tai Pai per uccidere il ragazzino, ritenuto un ostacolo ormai troppo grande. Red è profondamente deluso dal suo sottoposto e vorrebbe giustiziarlo, ma Black gli suggerisce un duello tra Blu e il sicario, per testare le abilità di quest'ultimo. Convinto della propria vittoria, il generale accetta la sfida e deride Tai Pai, che vuole combattere con la sola lingua: il sicario tuttavia è estremamente più veloce e abile di Blu, e riesce ad ucciderlo pugnalandolo con la lingua alla tempia, sotto gli occhi sconvolti di Red e Black.
  • Coraggio, fatti sotto! (Bora)
Dopo il salvataggio di Upa, Bora decide di dare a Goku per gratitudine la sfera del drago in suo possesso: in quel momento arriva però alla terra di Balzar Tai Pai, deciso ad uccidere il bambino e a recuperare le sfere. Goku vorrebbe sfidarlo, ma Bora decide di attaccarlo per primo, dovendo difendere sempre la terra: dichiarandosi dispiaciuto perché non è presente nel contratto, Tai Pai afferra rapidamente la lancia di Bora, bloccando il suo attacco, poi lancia in aria il pellerossa e gli scaglia contro la sua stessa lancia, dalla quale viene trafitto e ucciso sotto gli occhi di Upa nonostante Goku provi a fermare l'attacco. Bora verrà in seguito resuscitato con le sfere del drago.
  • No, no, no! Ma io non voglio i suoi servigi! Non voglio che elimini qualcuno per me! (Sarto)
Dopo lo scontro con Goku, Tai Pai riesce ad uscirne vittorioso, uccidendo apparentemente il giovane: recandosi alla base del Fiocco Rosso, il killer decide di fermarsi da un sarto, in quanto il suo abito è andato distrutto nello scontro. Dopo pochi giorni, l'abito è pronto e il killer, informato da Red sul fatto che a dimenticato una delle sfere, è pronto per andare a riprenderla alla terra di Balzar. Prima che possa partire, il sarto chiede umilmente di essere pagato: stizzito, Tai Pai decide di pagarlo uccidendo una persona a sua scelta. Sconvolto, l'onesto sarto rivela di non avere nemici da vedere morti, quindi Tai Pai decide di ucciderlo in persona, colpendolo alla tempia con un dito.
  • Non ti permettere! Hai dimenticato a chi ti stai rivolgendo?! Io sono il governatore Red, e posso fare tutto quello che voglio! I miei uomini hanno l'obbligo di obbedire agli ordini che impartisco, e non hanno diritto di discuterli! Questo vale anche per te, chiaro?! (Governatore Red)
Dopo aver sconfitto Tai Pai grazie agli allenamenti del maestro Balzar, Goku decide di chiudere i conti col Fiocco Rosso, assaltandone la base: terrorizzati, Red e Black gli inviano contro tutti i loro soldati, che però vengono massacrati malamente. Con Black che gli suggerisce la resa, il governatore si dispera per non aver potuto realizzare il suo desiderio: poter diventare più alto. Alle domande del segretario, sconvolto per una motivazione tanto stupida che ha portato alla morte di molti uomini, Red dichiara stizzito che i suoi sottoposti sono obbligati ad obbedire a qualsiasi suo capriccio: profondamente deluso dal suo capo, Black gli spara in testa, decidendo di diventare il nuovo leader del Fiocco Rosso.
  • Oh, no! La mia armatura! L'ha distrutta! (Segretario Black)
Dopo la morte di Red, Goku arriva nella stanza di Black, avendo ormai sterminato tutto il suo esercito. Sinceramente ammirato della forza del giovane, Black gli propone di passare dalla sua parte, aiutandolo a riorganizzare il Fiocco Rosso, e al rifiuto di Goku, puro di cuore, Black prova ad attaccarlo con le sue sole forze, ma viene rapidamente sottomesso. Il nuovo capo del Fiocco Rosso decide allora di utilizzare un potente robot da guerra, ma anche così lo scontro è impari; Black prova allora a scagliare una bomba contro la base, ma Goku riesce a deviarla con un singolo calcio. Terrorizzato, Black decide di ritirarsi, giurando vendetta, ma Goku si scaglia contro il robot, passandolo da parte a parte e facendolo esplodere con Black all'interno, sterminando così il Fiocco Rosso una volta per tutte.

Saga di Al Satan[modifica]

  • Non andrai via con la sfera del drago! Uh? Ma dove sei? (Crili)
Dopo la vittoria del loro nuovo amico Tensing al torneo di arti marziali, Goku e i suoi amici decidono di andare a festeggiare. Goku tuttavia dimentica negli spogliatoi del tempio di arti marziali la propria sfera del drago portafortuna, e quindi il suo amico Crili va a prendergliela: dopo poco tempo però Goku e i suoi amici sentono un urlo e, recatisi all'interno del tempio, trovano il cronista del torneo stordito e Crili assassinato da un misterioso mostro, già fuggito. Mentre Goku va al suo inseguimento, il cronista spiega agli altri come lui e Crilli avessero sorpreso il mostro mentre rubava il registro dei combattenti, e nello scontro che è seguito, Crili è rimasto ucciso. Crili verrà in seguito resuscitato grazie alle sfere del drago.
  • Ah! Che fai lì impalato? Hai paura delle mie otto mani? (King Pasha)
Dopo aver battuto Goku, il misterioso mostro Tamberine torna dal suo padrone, il demone Al Satan: questi, conscio di dover eliminare ogni possibile avversario, lo incarica di eliminare ogni guerriero presente sul registro del torneo. La sua prima vittima è King Pasha, vecchio avversario sconfitto da Goku alle eliminatorie del torneo di arti marziali precedenti: entrato nel monastero del guerriero, Tamberine lo attacca subito con un calcio. Deciso a proteggere i suoi allievi e a conservare il suo onore, King Pasha decide di utilizzare la sua tecnica delle Otto Mani: Tamberine tuttavia lo deride schivando tutti i colpi e, replicando la tecnica, lo colpisce ripetutamente scagliandolo contro un muro e uccidendolo. King Pasha verrà in seguito resuscitato grazie alle sfere del drago.
  • Ah ah ah! Sei molto spiritoso, ma come vedi ho appena vinto il titolo, quindi ti consiglio di starmi alla larga, se non vuoi farti male sul serio! (Tupai)
Dopo la morte di King Pasha, Tamberine si reca da Tupai, sconfitto da Goku ai quarti di finale del torneo e che ora ha appena sconfitto un avversario ad un'importante competizione. Tronfio e sicuro delle proprie capacità, Tupai sfida il mostro a un normale combattimento: Tamberine tuttavia non lo considera un degno avversario e lo uccide con un unico calcio, scioccando tutta la platea. Tupai verrà in seguito resuscitato grazie alle sfere del drago.
  • Ti consiglio di non sottovalutarmi: ho in serbo per te un'arma invincibile! (Giran)
Dopo aver ucciso vari guerrieri Tamberine arriva al villaggio in cui Giran, vecchio avversario di Goku, sta minacciando gli abitanti per ottenere denaro: convinto della propria forza, Giran si rende presto contro che l'avversario gli è superiore e, non avendo altra scelta, usa il proprio catarro colloso per immobilizzarlo. Anche quest'arma segreta però si rivela inefficace, e lo stupefatto Giran viene trafitto allo stomaco da Tamberine. Giran verrà in seguito resuscitato grazie alle sfere del drago.
  • Non mi interessa sapere il tuo nome, tanto non lo dirò mai! Addio! (Cymball)
Dopo aver subito una pesante sconfitta da Tamberine, Goku è ancora vivo e trova un fuoco su cui viene arrostito un pesce: dopo aver gustato la prelibatezza, il giovane viene tuttavia attaccato da Jirobai, grasso e rozzo samurai. Prima che possano scontrarsi vengono tuttavia raggiunti da Cymball, creatura creata da Al Satan per raccogliere tutte le sfere: Jirobai ha infatti una delle sfere, ed ora il mostro la vuole ottenere. Goku propone a Jirobai di attaccarlo insieme, ma il samurai lo ignora e inizia a duellare col mostro: inaspettatamente, è proprio il grasso guerriero a sconfiggere Cymball, tagliandolo a metà.
  • No... Non è possibile... Tu sei solo un umano! (Tamberine)
Dopo che Jirobai ha mangiato i resti di Cymball, Goku gli propone un'alleanza per sconfiggere Al Satan: in quel momento però arriva Tamberine, inviato dal suo signore per uccidere l'assassino di Cymball. Stupito per aver ritrovato Goku vivo, il mostro si prepara ad ucciderlo nuovamente: dopo essersi riposato e rifocillato tuttavia Goku è pronto a combatterlo e questa volta riesce a prevalere. Terrorizzato, Tamberine prova a volare via dal suo padrone, ma Goku,deciso a vendicare Crili, salta in aria grazie al suo speciale bastone e disintegra il mostro con un'onda energetica.
  • Oh, no! L'ho mancato... Mi dispiace... (Genio delle tartarughe)
Pur credendo che Goku sia stato ucciso da Al Satan, il Genio delle tartarughe e i due giovani guerrieri Tensing e Riff non si scoraggiano e, posizionando le sfere del drago in una radura, organizzano un piano: mentre il Genio e Tensing terranno occupato il mostro, il piccolo Riff userà le sfere per chiedere la sua distruzione. Tuttavia, appena il demone arriva, il Genio colpisce Tensing con un gas soporifero, consapevole di quanto sia disperata la loro impresa e non volendo che il giovane muoia inutilmente. Inaspettatamente, Al Satan ingoia una delle sfere, vanificando così il piano dei guerrieri: il Genio prova allora ad usare la pericolosa tecnica Onda Sigillante, che imprigiona l'avversario in un apposito contenitore a costo della vita, ma sbaglia per un soffio la mira per rinchiudere Al Satan nel contenitore, e dopo aver chiesto scusa per il fatale errore a Riff e dopo aver avvertito Al Satan della sua futura sconfitta, il Genio delle tartarughe si accascia a terra morente, avendo perduto tutte le energie per la tecnica. Il Genio verrà in seguito resuscitato grazie alle sfere del drago.
  • A-Aiutami... (Riff)
Dopo la morte del Genio, Al Satan evoca il drago Shenron per chiedergli di tornare giovane e forte, in modo da poter dominare il mondo: deciso a tentare il tutto per tutto, l'ancora stordito Tensing chiede telepaticamente all'amico Riff di provare a uscire allo scoperto e chiedere al drago di annientare il mostro. Pur terrorizzato a morte per la grossa divergenza di potenza tra lui e il mostro, il piccolo guerriero raccoglie tutto il suo coraggio e esce allo scoperto gridando il desiderio: purtroppo il drago non può annientare individui più forti di lui come Al Satan. Infastidito, il demone scaglia un potentissimo attacco energetico contro il povero Riff, sbalzandolo lontano: ormai morente, il piccoletto chiede aiuto a Tensing, prima di spirare sotto gli occhi disperati dell'amico. Riff verrà in seguito resuscitato grazie alle sfere del drago.
  • Ora posso andarmene: il tuo desiderio è stato esaudito. (Drago Shenron)
Dopo la morte di Riff, Al Satan esaudisce il suo desiderio, ridiventando giovane e vigoroso: una volta svolto il suo compito drago si appresta ad andarsene, ma Al Satan, consapevole che il drago è l'unica arma con cui i suoi nemici potrebbero annientarlo, uccide Shenron con un potente raggio energetico emesso dalla bocca. Shenron verrà in seguito ricreato da Mr Popo, assistente del suo creatore, Dio, alias il Supremo.
  • Io non... Non te lo dirò mai! (Capo delle guardie del Re)
Ormai divenuto giovane e invincibile, Al Satan si reca, insieme al suo consigliere Piano, al palazzo del re degli uomini, deciso a prenderne il posto: qui varie guardie gli si oppongono coraggiosamente, ma vengono tutte sbaragliate. Prima di arrivare al Re, Al Satan viene intercettato dal capo delle guardie, un guerriero robusto e muscoloso: dopo avergli proposto sarcasticamente di diventare un suo servitore, il demone inizia uno scontro con lui. Nonostante il suo coraggio e la sua abilità, il capo delle guardie viene presto sottomesso da Al Satan, che gli chiede dove sia nascosto il re: fedele fino all'ultimo, l'uomo si rifiuta di aiutarlo, venendo trafitto allo stomaco dal demone. Come tutte le vittime di Al Satan, il capo delle guardie verrà in seguito resuscitato grazie alle sfere del drago.
  • No, bello mio, tu non vai proprio da nessuna parte! Prima dovrai sottoporti al mio trattamento speciale! (Drag)
Raggiunto il re della terra, Al Satan lo costringe a cedergli il pianeta: attraverso un messaggio alla televisione, il demone dichiara che distruggerà una città a sua scelta come primo atto del suo regno. Alla reggia del re giunge però Tensing, deciso a fermarlo con l'Onda Sigillante anche a costo di morire: il contenitore da utilizzare si è però rotto durante i suoi allenamenti e quindi è inutilizzabile. Pur conscio di avere poche possibilità, Tensng decide di attaccare in maniera tradizionale Al Satan: questi tuttavia non lo reputa un degno avversario e crea appositamente un nuovo figlio, il possente Drag, con il compito di sconfiggerlo. Nonostante la sua tenacia, Tensing viene sconfitto dal mostro, che si prepara ad ucciderlo: sulla scena arriva però Goku, giunto per vendicare tutte le vittime dei mostri sfidando Al Satan. Drag però non vuole permetterlo e fa per attaccare il nuovo venuto: non scomponendosi, Goku tira un calcio al cranio del bestione, spappolandoglielo sotto gli occhi sconcertati di Al Satan, Piano e Tensing.
  • Ehi! Attendo a dove cadi! Oh, no! (Piano)
Pur rimanendo impressionato dalla morte di Drag, Al Satan è comunque convinto delle proprie capacità, tanto da sfidare apertamente Goku, il quale è però divenuto più potente grazie all'acqua divina datagli da Balzar e, parando ogni colpo dell'avversario, riesce a scagliarlo contro il palazzo reale, stupendo Piano e Tensing. Dopo che Al Satan riemerge dalle macerie, Goku attacca a sua volta, colpendo il demone con un potente pugno: Al Satan viene scagliato contro al suo indifeso consigliere Piano, schiacciandogli involontariamente la gola con il ginocchio.
  • Ecco mio figlio, e in un futuro prossimo tornerà per vendicare suo padre. Nessuno può estirpare il male nel mondo! (Al Satan)
Dopo la morte di Piano, Al Satan e Goku si sfidano ad un tremendo duello, senza esclusione di colpi: lo scontro è alla pari, ma presto lo spazientito demone scaglia un potente raggio energetico contro la città in cui si trovano, distruggendola completamente. Goku riesce però a salvarsi grazie a Tensing e presto mette alle strette l'avversario: Al Satan, però, prende subdolamente in ostaggio lo stesso Tensing per ricattare Goku, e questi, non potendo fare alcunché, è costretto a subire i colpi del crudele demone, che gli rompe un braccio e le gambe: contento per aver fregato l'avversario, Al Satan si appresta a dargli il colpo di grazia. Conscio di non poter lasciare invendicati i compagni e di dover salvare il mondo, Goku dà fondo a tutte le sue forze e, scagliando una potente Onda Energetica al suolo, riesce a volare verso Al Satan: il demone si prepara ad ucciderlo, ma Goku riesce ad incanalare tutta l'energia del proprio corpo nel pugno e trapassa il nemico allo stomaco. Mentre Goku viene salvato da Jirobai e Tensing, Al Satan, conscio di stare per morire, sputa fuori un uovo in cui vi è all'interno la sua reincarnazione, Junior, che dovrà vendicarlo: l'istante successivo, il demone esplode, morendo una volta per tutte.

Dragon Ball Z[modifica]

Saga dei Sayan[modifica]

  • Fermo, non ti muovere! Fermo, o altrimenti ti sparo! (Contadino col fucile)
Mentre lavora la terra, un umile contadino vede cadere dallo spazio uno strano oggetto: stupito, l'uomo va a curiosare sul luogo in cui è caduto e scopre che si tratta di una piccola astronave monoposto. Ad uscirne è il sayan Radish, fratello di Goku, venuto ad assicurarsi che il fratello abbia sterminato la terra: vedendolo avvicinarsi, il terrorizzato contadino prova a sparargli col proprio fucile, ma Radish ferma la pallottola con una mano e la ritorce contro il poveretto, uccidendolo sul colpo.
  • E allora non avrai più alcuna possibilità di vittoria... Te l'assicuro... Perciò ti consiglio di divertirti, ti rimane ancora poco tempo! Poveretto... Hai fatto tanta fatica per niente... Vedrai, fra non molto anche tu dovrai passare a miglior vita! (Radish)
Giunto alla casa del Genio delle tartarughe, in cui si era recato Goku con il figlio Gohan, Radish rivela al fratello la sua origine sayan e gli ordina di sterminare i terrestri, e, al suo rifiuto, rapisce il nipote Gohan, sperando in questo modo di convincere il fratello. Consci di non avere alcuna possibilità da soli contro di lui, Goku e Junior, la reincarnazione di Al Satan, stringono alleanza, ma nonostante la loro grande abilità e l'inaspettato intervento di Gohan non riescono comunque a prevalere sul potente guerriero: Goku decide allora di sacrificarsi, trattenendo Radish mentre vengono colpiti da un potente Cannone Speciale di Junior. Lamentandosi per la sconfitta, il moribondo Radish si stupisce del sacrificio del fratello: in un impeto d'orgoglio, Junior gli rivela che Goku verrà lo stesso resuscitato con le potenti sfere del drago. Sbeffeggiandolo, Radish gli rivela che i suoi compagni sayan Vegeta e Napa hanno ascoltato la conversazione attraverso il suo scouter e che probabilmente arriveranno presto sulla terra. Infuriato, Junior gli dà il colpo di grazia colpendolo alla testa.
  • Bene... Bene, allora addio... Addio... (Goku)
Dopo la morte di Radish, arrivano sul campo di battaglia Crili, Bulma e il Genio delle Tartarughe, che vengono informati degli ultimi avvenimenti da Junior: disperati per la fine di Goku, quest'ultimo fa promettere a Junior di allenare il piccolo Gohan, poi spira tra le braccia di Crili. Goku verrà risuscitato dopo un anno con le sfere del drago.
  • Lasciami andare! (Iamko)
Dopo un anno, i sayan Vegeta e Napa arrivano come previsto sulla Terra, trovando ad aspettarli Junior, Gohan, Crili, Tensing, Iamko e Riff: prima dei combattimenti veri e propri, Vegeta crea dal terreno sei esseri, i Saibaim, che saranno gli avversari preliminari. Dopo che Tensing ne sconfigge uno facilmente; Iamko mostra a sua volta la propria abilità mettendo al tappeto l'avversario. Vegeta lo mette però beffardamente in guardia consigliandolo di non sottovalutare l'avversario, e in quel momento il Saibaim, che aveva solo finto la morte, salta addosso a Iamko, il quale, nonostante provi a liberarsene, rimane coinvolto nell'autodistruzione della creatura, morendo sul colpo tra lo sconcerto degli amici. Iamko verrà resuscitato tempo dopo dalle sfere del drago del pianeta Nameck.
  • Addio, Tensing! (Riff)
Dopo la morte di Iamko, Crili e Junior finiscono il resto dei Saibaim, permettendo allo scontro contro Napa di iniziare. Questi inizia a combattere contro Tensing, dominando la lotta e arrivando a strappargli un braccio: Crillin e gli altri provano ad intervenire, ma il sayan gli impedisce di intervenire con un colpo energetico. Prima di poter finire Tensing, però, Napa viene attaccato inaspettatamente da Riff, che si aggrappa saldamente alla sua schiena: pur consapevole di non poter tornare in vita, in quanto già resuscitato una volta dalle sfere del drago, il piccolo guerriero decide di sacrificarsi per salvare il suo migliore amico e, dopo un ultimo saluto, si autodistrugge nella speranza di uccidere Napa. Fortunatamente, Riff verrà resuscitato tempo dopo dalle sfere del drago del pianeta Nameck.
  • Riff...Ti ho vendicato... Oh, no...! (Tensing)
Nonostante il sacrificio di Riff, Napa risulta ancora vivo, dimostrando la propria incredibile resistenza. Consci di non poter nulla contro di lui, Junior, Crili e Gohan elaborano un attacco combinato, approvato addirittura da un divertito Vegeta: purtroppo, Gohan si fa prendere dal panico quando è il suo turno di colpire Napa, mandando a monte il piano. Pronto ad ucciderli, Napa viene tuttavia attaccato da Tensing che, deciso a vendicare Riff e a raggiungerlo all'aldilà, scaglia contro l'avversario un Cannone dell'Anima alla massima potenza. Purtroppo, questo potentissimo attacco scalfisce a malapena Napa: sconsolato per il fallimento, Tensing si accascia a terra, ormai privo di tutte le energie. Tensing verrà resuscitato tempo dopo dalle sfere del drago del pianeta Nameck.
  • Mettiti in salvo, Gohan... (Junior)
Dopo momenti di duro combattimento, Crili, Gohan e Junior scoprono che Goku è arrivato sulla terra dal mondo dei morti e sta per venire ad aiutarli: purtroppo, la sua venuta è avvertita anche da Vegeta, che ordina a Napa di finire subito i guerrieri presenti. Su istigazione di Junior, Gohan riesce ad infuriarsi e a tirare fuori il proprio potenziale nascosto, mettendo in crisi il sayan, ma questo dura poco. Infuriato, Napa gli scaglia un potente raggio energetico, ma tra Gohan e il letale colpo si frappone inaspettatamente Junior, che facendo da scudo a Gohan subisce tutta la sua potenza. Rimasto in piedi, il guerriero ordina a Gohan di fuggire, per poi crollare a terra: quando uno sconvolto e commosso Gohan gli si avvicina, Junior gli rivela di aver imparato cosa sia l'onore proprio grazie all'affetto che il ragazzino ha provato per lui nei mesi di allenamento e, esortandolo a fuggire, spira definitivamente tra le sue braccia. Junior verrà resuscitato tempo dopo dalle sfere del drago del pianeta Nameck.
  • Addio, caro Popo. Lascio tutto nelle tue mani. (Il Supremo)
Quando Junior viene colpito dall'attacco di Napa, il Supremo, il creatore delle sfere collegato direttamente a lui, inizia a sentirsi male: viene fuori che se, dato che Junior e il Supremo sono ormai la stessa persona, vivono in una simbiosi nella quale se uno dei due muore allora muore anche l'aotr. All'amico e assistente Popo, egli dichiara tuttavia di essere fiero di Junior, in quanto ha negato la malvagità del suo cuore sacrificandosi per salvare Gohan, e svanisce salutando il commosso Popo e lasciandogli la custodia del suo tempio. Il Supremo verrà resuscitato tempo dopo quando Junior verrà fatto tornare in vita con le sfere del drago del pianeta Nameck.
  • Oh, no! Vegeta, no! (Napa)
Rimasti solo Crili e Gohan, Napa fa per ucciderli, quando arriva sul campo Goku: conscio che, con la morte di Junior e conseguentemente del Supremo, gli amici morti non possono tornare in vita, il guerriero si infuria e sfida Napa. Forte del suo addestramento nell'aldilà presso il Re Kaio del Nord, il sayan cresciuto sulla terra domina la lotta. Vegeta consiglia allora a Napa di lottare con maggior calma, ricordandogli di combattere a sangue freddo: grazie a questo consiglio, Napa riesce a lottare più o meno alla pari con Goku, ma non a prevalere, tanto che il suo capo gli ordina di interrompere la lotta. Umiliato, Napa prova ad uccidere Gohan e Crili con un attacco a sorpresa: per salvare gli amici, Goku ricorre alla tecnica del Kaioken, spezzando la schiena all'avversario. Ormai paralizzato, Napa chiede una mano a Vegeta, ma questi, dopo averlo apparentemente aiutato, lo scaglia in aria, considerandolo ormai un guerriero inutile, e lo disintegra con la sola imposizione della propria aura.

Saga di Freezer[modifica]

  • Che cosa? Il loro livello di combattimento...Sta salendo! (Ricognitore di Freezer)
Per salvare gli amici morti nello scontro con Napa e Vegeta, Crili, Bulma e Gohan sbarcano sul pianeta Nameck, da cui provengono le sfere del drago originali. Una volta sbarcati, hanno tuttavia una brutta sorpresa: sul pianeta si trova il potentissimo tiranno galattico Freezer, ex capo di Vegeta, il quale, origliando le conversazioni via scouter tra i sayan, ha appreso dell'esistenza delle sfere e si è recato sul pianeta alieno. Mentre i terrestri meditano di tornare sulla terra per recuperare Goku, ricoverato in ospedale dopo lo scontro con Vegeta, arrivano due scagnozzi di Freezer, mandati in ricognizione in quanto hanno captato le aure apparentemente deboli di Crilli e Gohan. Convinti di trovarsi contro avversari di poco conto, i due distruggono immediatamente la loro astronave: furibondi, Crilli e Gohan li attaccano e li sconfiggono, scagliandoli in uno dei tanti laghi del pianeta.
  • Ma... come diamine hai fatto?! (Kyui)
Ad insaputa dei terrestri su Nameck è venuto anche Vegeta, fuggito dopo il loro scontro: ha infatti scoperto che Freezer è giunto sul pianeta per diventare immortale con le sfere e vuole assolutamente precederlo. Alle calcagna del sayan vi è però Kyui, soldato di Freezer nonché rivale di Vegeta, e che ha ricevuto dal tiranno l'autorizzazione per ucciderlo. Vegeta però è migliorato grazie al combattimento coi terrestri, ed è talmente potente da spaventare Kyui. Quest'ultimo, terrorizzato, propone a Vegeta di allearsi, e al suo rifiuto finge allora di vedere alle spalle del sayan Freezer in persona. Mentre Vegeta si volta, Kyui lo coglie di sorpresa scaricandogli addosso vari attacchi energetici, ma essi non sortiscono alcun effetto e Vegeta lo lancia in aria e lo fa esplodere all'istante.
  • In guardia, prendi questo! Come?! No! (Guerriero Nameciano)
Avvertendo la scomparsa di molte aure, Crili e Gohan arrivano ad un villaggio namecciano e scoprono che il dittatore Freezer e i suoi scagnozzi hanno massacrato l'intero villaggio, lasciando vivi solo il capo Moori e i suoi nipotini Dende e Cargot. Proprio quando Freezer e i suoi sgherri stanno per farli fuori, entrano in scena tre guerrieri di Nameck: scorgendo la devastazione del villaggio, i tre massacrano i nemici, lasciando vivi solo Freezer, le sue guardie del corpo Zarbon e Dodoria e il soldato semplice Apulle. Divertito dal loro intervento, Freezer ordina a Dodoria di ucciderli: il bestione inizia un combattimento con i namecciani, massacrandone subito due. Preso dal panico, il terzo guerriero sfodera un potente attacco energetico come ultima risorsa, ma neanche questo basta a fermare Dodoria, il quale lo prende di peso e lo scaglia contro una roccia, rompendogli il cranio. I tre guerrieri verranno successivamente resuscitati con le sfere del drago della Terra, insieme a tutti gli altri.
  • Attenti, non vi azzardate a fare del male ai miei nipoti! Oh, no! Cargot! (Moori)
Intuendo di dover mettere in difficoltà Freezer e i suoi soldati, Moori distrugge con un rapido e improvviso attacco energetico i loro scouter, approfittando della distrazione dovuta all'attacco dei guerrieri in modo che essi non possano più rilevare le aure e quindi trovare facilmente nuovi villaggi. Quando Freezer, furioso, ordina ai suoi di ucciderlo, Moori ordina ai nipotini di fuggire, preparandosi poi a trattenere gli assassini. Con un singolo colpo, però, Dodoria elimina Cargot sotto gli occhi del fratello Dende: infuriato, Moori fa per attaccarlo, ma il rapido Dodoria gli arriva alle spalle spezzandogli il collo. Moori, Cargot e tutti gli abitanti del villaggio verranno successivamente resuscitati con le sfere del drago della Terra.
  • Eh? Non mi credi? (Dodoria)
Dopo uno scontro con Gohan e Crili, che salvano Dende dalle sue grinfie, Freezer manda alle loro costole Dodoria: i due riescono però a sfuggire facilmente al bestione, che prima di poter contrattaccare viene inaspettatamente steso da un pugno del sopraggiunto Vegeta. Convinto di prevalere, Dodoria scopre dal suo scouter che il sayan è diventato notevolmente più potente di lui: non credendoci, il bestione prova comunque ad attaccarlo, ma viene facilmente sottomesso. Per avere salva la vita, Dodoria rivela a Vegeta cosa accadde al suo pianeta d'origine: esso infatti venne distrutto da Freezer stesso, che temeva la potenza dei Sayan. Liberato, il guerriero deride Vegeta, ma questi, dichiarando quanto lo odi più per essere stato usato tanti anni che per la distruzione del pianeta, si prepara ad ucciderlo: terrorizzato, Dodoria prova a scappare via, ma viene immediatamente disintegrato dal sayan.
  • No, mai e poi mai la darei ad un criminale come te! (Tsuno)
Conscio che Freezer ha già cinque sfere del drago, Vegeta decide di giocare d'astuzia: trovato l'ultimo villaggio di namecciani rimasto, egli vi irrompe chiedendo a gran voce le sfere. Al rifiuto di Tsuna, il capo del villaggio, che ha percepito la malvagità nel suo cuore, Vegeta decide di sterminare il villaggio, e nonostante il grande coraggio dei guerrieri presto rimane in vita solo Tsuno. Ad un'ulteriore richiesta delle sfere, il capo villaggio conferma il proprio stoicismo e si rifiuta di dare la sfera all'assassino: Vegeta dichiara allora che la cercherà da solo, uccidendo poi il povero Tsuno con un colpo energetico. Sfortunatamente, Tsuno e il suo villaggio non potranno essere risuscitati da Shenron: il desiderio espresso era infatti quello di riportare in vita le vittime di Freezer e dei suoi sottoposti, gruppo di cui Vegeta non faceva più parte.
  • Ah, si è stabilizzato! Vediamo se il bel addormentato si risveglia! Sta attento: niente scherzi, o potresti pentirtene! Su, prova ad aprire gli occhi! (Appule)
Mentre dà la caccia alle sfere del drago, Vegeta intercetta Crili e fa per inseguirlo, ma lungo la strada viene intercettato da Zarbon, deciso a sistemarlo e a prendere la sfera in un suo possesso. Dopo un iniziale scontro alla pari, Zarbon si trasforma inaspettatamente divenendo più forte e sconfigge Vegeta. Tornato al quartier generale, Zarbon riceve tuttavia l'ordine di Freezer di recuperare il sayan, in modo tale da potergli estorcere l'ubicazione della sfera del drago in suo possesso: messo in una capsula curativa, Vegeta viene tenuto sotto sorveglianza da Appule, uno scagnozzo di Freezer. Ridendo tra se e se al pensiero della sorte che attende Vegeta, il soldato aspetta fino a quando Vegeta non è completamente curato: ma Vegeta, non lasciandosi sorprendere, fa esplodere la capsula curativa, uccidendo sul colpo Appule.
  • Ascolta, ho un'idea... Potremmo diventare soci, noi due, che ne dici? Insieme, sconfiggeremo Freezer...! (Zarbon)
Scappato dalla nave di Freezer con le cinque sfere del drago prese dal tiranno, Vegeta si imbatte in Crili, che ha la sfera donatagli dall'anziano saggio di Nameck: capendo che, con quella sfera e quella presa al villaggio di Tsuno, si ritroverebbe in mano tutte le sette sfere, il Sayan lo insegue. Alle sue calcagna però vi è anche Zarbon, inviato da Freezer per catturarlo nuovamente: una volta raggiunto il punto in cui si trovano Bulma e Crilli, Vegeta si trova nuovamente faccia a faccia con lo sgherro di Freezer. I due ingaggiano nuovamente battaglia, e Zarbon è convinto della propria superiorità grazie alla sua trasformazione: Vegeta tuttavia è diventato più forte grazie all'abilità Sayan di diventare più potenti in fin di vita e, con un potente fendente, riesce a trapassare lo stomaco dell'avversario. Preso dal panico, Zarbon tenta di convincere Vegeta a collaborare per deporre Freezer, ma questi spara un raggio energetico dalla mano che ha ancora dentro Zarbon, scagliandolo in un lago di Nameck ed uccidendolo definitivamente.
  • Come... un guerriero potente come me, battuto da una sottospecie di scimmione impertinente e ficcanaso... Inaudito, roba da non credere...! (Guldo)
Ingannato dai terrestri, Vegeta li raggiunge dall'Anziano Saggio di Nameck, dove sono andati per potenziarsi: in quel momento però avvertono l'arrivo delle aure della diabolica Squadra Speciale Giniu, gruppo di guerrieri d'elitè convocati da Freezer per sgominarli. Crili, Gohan e Vegeta decidono di allearsi e provano a raccogliere subito le sfere, ma vengono intercettati dalla squadra: mentre il capitano Giniu, loro capo, porta le sfere a Freezer, gli altri guerrieri rimangono per sistemare gli avversari. Il primo scontro vede contrapposti Gohan e Crili contro Guldo, membro della squadra speciale dotato di poteri psichici: nonostante i saggi consigli di Vegeta e la loro bravura, i due terrestri vengono presto paralizzati dall'alieno. Prima che possa dargli il colpo di grazia, Guldo viene però decapitato da un raggio energetico di Vegeta: stupendosi per la sconfitta sleale, l'alieno viene presto finito da Vegeta con un potente raggio energetico.
  • Eh eh eh! La distruzione è totale! Ah! E devastante! Bene, ci siamo! (Recoom)
Dopo la morte di Guldo è la volta di Recoom, che affronta Vegeta: nonostante il supporto dei terrestri, il sayan viene sconfitto dal potente avversario. Proprio quando sta per dargli il colpo di grazia Recoom viene però interrotto dall'arrivo di Goku, giunto sul pianeta con la propria navicella: egli, dopo aver curato gli amici e Vegeta, si prepara a combattere contro il muscoloso avversario. Recoom è totalmente sicuro delle proprie capacità e prepara un potente attacco energetico per uccidere il nuovo venuto: Goku però nel tragitto dalla terra al pianeta si è allenato parecchio e, con una sola gomitata allo stomaco, riesce a sconfiggere e tramortire il potente avversario, stupendo tutti i presenti. Poco dopo, Recoom verrà ucciso da Vegeta, che lo disintegrerà con un colpo energetico dopo aver già ucciso Burter.
  • Già, hai ragione. (Burter)
Dopo la sconfitta di Recoom, Goku deve affrontare il suo compagno Burter. Il sayan gli si mostra superiore, scagliandolo contro l'altro superstite della squadra, Gis: i due hanno un litigio per ciò, ma presto capiscono di dover combattere insieme per riuscire ad avere la meglio sull'avversario. Nonostante lo svantaggio numerico, Goku riesce comunque a prevalere, rompendo con un colpo la schiena di Burter: sconvolto per la sconfitta, Gis decide di fuggire abbandonando i compagni. Stupefatto dallo spregevole comportamento dell'alieno, Goku decide di lasciare vivi Recoom e Burter, giudicandoli inoffensivi, ma Vegeta, di opinione totalmente opposta, spezza il collo a Burter con una potente ginocchiata, per poi uccidere il suo compagno.
  • No! Ti scongiuro, non farlo! No! (Gis)
Mentre Crili e Gohan vanno all'astronave di Freezer per evocare il drago di Nameck, inseguiti da Vegeta, Goku se la deve vedere con gli ultimi due membri della squadra Giniu, ovvero Gis e il capitano Giniu in persona: quest'ultimo, riconoscendo la superiorità dell'avversario, attua la propria abilità di scambio del corpo con il sayan. Con il potente corpo di Goku, Giniu va alla nave di Freezer con Gis e attacca i terrestri: come però afferma il sopraggiunto Goku nel corpo del capitano, quest'ultimo non ha avuto abbastanza tempo per abituarsi al nuovo corpo e quindi è più debole. Gis prova allora ad aiutare il suo capo, ma Vegeta lo ferma, decidendo di proseguire il duello che avevano ingaggiato in precedenza: dopo un lungo confronto, il sayan riesce infine a sottomettere l'avversario. Terrorizzato, l'ormai innocuo Gis chiede invano pietà al sayan, che lo disintegra con un colpo energetico.
  • Aiuto! Ah! (Dende)
Dopo la sconfitta di Giniu, mentre Goku si riprende in una capsula curativa, Crili, Gohan e Dende invocano il drago Polunga: come desideri gli chiedono di far resuscitare Junior, in modo tale da far tornare in vita anche il Supremo, e di mandare il guerriero su Nameck, in modo da avere rinforzi. Poco dopo, i tre e Vegeta vengono raggiunti da Freezer: furioso per il fallimento del suo piano, il tiranno inizia uno scontro incredibile con loro, alternando le sue varie trasformazioni per aumentare di potenza. Quando entra in gioco anche Junior, divenuto più potente dopo essersi fuso col guerriero nameciano Nail, Freezer decide di passare alla sua ultima forma, la più potente di tutte: infine, Freezer uccide immediatamente il povero Dende con un singolo colpo energetico, in quanto il bambino nameciano rinvigoriva continuamente i suoi avversari con le sue abilità curative. Dende verrà in seguito resuscitato con le sfere del drago della Terra.
  • Io ti sconfiggerò e diventerò il padrone della galassia, infame! (Re Vegeta)
In un flashback, Re Vegeta, capo del popolo dei Sayan nonché padre del nemico di Goku, arriva ad intuire che il suo padrone, il potente Freezer, ha intenzione di distruggere il popolo dei sayan, temendo la loro forza collettiva: infuriato, il re decide di spodestare il suo capo per diventare il nuovo padrone della galassia. Con un manipolo di guerrieri, Re Vegeta riesce a sbaragliare i soldati del tiranno, arrivando fino alla stanza di comando, dove, dinnanzi a Freezer, Zarbon e Dodoria, il re, convinto della propria potenza, sfida apertamente il tiranno. Per nulla preoccupato, Freezer tira un unico pugno a Re Vegeta, uccidendolo sul colpo: successivamente, egli arriverà addirittura a distruggere il pianeta dei sayan.
  • Kaaroth... per favore... distruggi Freezer... Eliminalo... Vendicami... ti prego... Tu... sei... un... Saiyan! (Vegeta)
Una volta morto Dende, Junior, Gohan e Crili provano ad escogitare una qualsiasi strategia per contrastare il tiranno spaziale, ma vengono interrotti da Vegeta, il quale, convinto di essere divenuto il leggendario Super Sayan per via dei potenziamenti dovuti alle innumerevoli ferite in battaglia, affronta spavaldamente Freezer. Si dimostra invece infinitamente inferiore al tiranno, che si diverte a malmenarlo e a torturarlo: il suo supplizio viene interrotto solo dall'arrivo di Goku, giunto sul campo di battaglia per sconfiggere Freezer. Ormai morente, Vegeta si rende conto della sua superbia e, rivelando a Goku che Freezer ha sterminato la loro razza, lo esorta a sconfiggerlo per vendicare tutti i sayan, compreso lui stesso: irritato per questi discorsi, Freezer scaglia un potente raggio al cuore di Vegeta, uccidendolo sotto lo sguardo carico di pietà di Goku. Vegeta verrà in seguito resuscitato con le sfere del drago della Terra.
  • Goku, aiuto! (Crili)
Seppellito Vegeta, Goku inizia a combattere con Freezer, ma si accorge ben presto di essere nettamente inferiore all'avversario, quindi decide di ricorrere al Kaioken, arrivando addirittura alla ventesima potenza della tecnica. Freezer però continua a prevalere, e Goku decide di ricorrere all'Energia Sferica, tecnica che gli permette di incanalare l'energia degli esseri viventi del pianeta in un unico colpo: grazie al supporto di Junior, che trattiene per un tempo sufficiente il nemico, Goku riesce a scagliare il potentissimo attacco. Freezer riesce però a sopravvivere anche questo: infuriato, il tiranno tramortisce Junior con un raggio letale, poi, usando la telecinesi, inizia a prendersela con Crili e, nonostante le suppliche di Gohan e di Goku, lo fa crudelmente esplodere, mentre che lui chiede invano l'aiuto del suo migliore amico: quest'ennesima crudeltà sconvolgerà drammaticamente Goku, ma gli darà la forza necessaria per diventare Super Sayan, trasformazione con cui sconfiggerà Freezer. Crili verrà in seguito resuscitato con le sfere del drago di Nameck.
  • Io vi proteggerò... affinché... possiate vivere in pace... (Kami)
Mentre su Nameck la lotta tra Goku Super Sayan e Freezer infuria, sulla Terra, Popo riesce a radunare tutte le sfere del drago terrestri, perché il Supremo evochi Shenron e gli chieda di far tornare in vita tutte le vittime dell'esercito di Freezer. In questo modo tornano in vita sia Kami, l'Anziano Saggio del pianeta che era morto dal dolore per lo sterminio del suo popolo, e conseguentemente il drago Polunga: su ordine di Re Kaio in persona, il piccolo Dende esprime come desiderio che tutte le persone presenti su Nameck, ad eccezione di Freezer e Goku, vengano trasportate sulla Terra. Riunitosi al suo popolo, l'Anziano Saggio capisce però di stare comunque per morire a causa dell'età avanzata: nomina quindi Moori il nuovo Anziano Saggio del pianeta, saluta tutto il suo commosso popolo e, promettendo di proteggerli e vegliare su di loro dall'aldilà, muore svanendo nell'aria.

Saga di Garlic Jr[modifica]

  • Il grande Freezer è stato battuto da un Sayan? È uno scherzo, vero? (Soldato di Freezer)
Dopo la sconfitta di Freezer, Goku è scomparso misteriosamente, riuscendo a fuggire all'ultimo da Nameck: deciso a sfidarlo per dimostrare di essere il guerriero più forte della galassia, Vegeta lo cerca per tutto lo spazio. Arrivato su un ex avamposto di Freezer, il sayan stermina la maggior parte dei soldati, chiedendo all'unico, malconcio superstite se sa niente di Goku: non credendo alla sconfitta del suo padrone, il soldato prova a colpire Vegeta, finendo immediatamente disintegrato.
  • Oh, no! (Salt)
Aiutato dai suoi scagnozzi, i Quattro Re, l'infido Garlick Jr, vecchio nemico di Goku e Junior, fa ritorno sulla Terra per vendicarsi: utilizzando una particolare polvere, l'alieno riesce a prendere il controllo di tutti i terrestri, ad eccezione di Gohan, Junior, Crili, Jirobai e Balzar. I primi tre vanno all'attacco del palazzo del Supremo, rifugio di Garlick, ma Junior viene apparentemente infettato, divenendo un fedele servitore del despota: mentre Spice e Vinegard trattengono il nameciano, Salt e Mustard affrontano rispettivamente Crili e Gohan. Lo scontro è particolarmente ostico e Crili viene ridotto in fin di vita dall'avversario: infuriato, Gohan scaglia un potente lampo Demoniaco contro Salt, disintegrandolo all'istante.
  • Questa me la paghi! (Mustard)
Dopo la morte di Salt, il furioso Mustard si avventa su Gohan, ma questi lo colpisce con un potente Lampo Demoniaco disintegrandolo a sua volta.

Spice: Ehi, ma che succede?!
Vinegard: Il marmocchio ci ha colpiti!

Dopo la morte dei loro compagni, Vinegard e Spice decidono di scagliare contro Crili e Gohan nientemeno che Junior: restii ad attaccare il fortissimo amico, i due vengono sconfitti e anche Crili viene infettato. Proprio quando Garlick sta per uccidere Gohan, Junior rivela inaspettatamente di aver finto di essere passato dalla sua parte e riesce a rubargli le fiale in cui aveva rinchiuso Mr Popo e il Supremo e a liberarli: mentre il Supremo e il suo assistente si recano a recuperare l'acqua miracolosa, cura per gli infetti, Junior, Crili e Gohan si confrontano rispettivamente con Garlick, Vinegard e Spice. Lo scontro è particolarmente duro e presto i tre malvagi rivelano di potersi trasformare potenziandosi: quando oramai il palazzo del Supremo è distrutto, Spice riesce a sottomettere Gohan, scagliandogli contro un potentissimo attacco. Vedendo l'amico in difficoltà, Crili si frappone tra lui e il colpo, subendo tutta la potenza di quest'ultimo: infuriato, Gohan scaglia dei potenti attacchi contro Vinegard e Spice, facendoli esplodere.

Saga degli Androidi[modifica]

  • Ma... signore... cosa ho fatto?! (Comandante dei soldati di Freezer)
Dopo un anno dalla scomparsa di Goku, i guerrieri della terra hanno una brutta sorpresa: sopravvissuto allo scontro di Nameck diventando un cyborg, Freezer si è ricongiunto al suo potente padre, Re Cold, e ora i due si stanno dirigendo sulla terra per vendicarsi. Vegeta, Junior, Gohan, Crili, Tensing, Riff, Iamko e Bulma si recano così sul campo di battaglia, pronti ad affrontare agli avversari: prima che possa fare alcunché, però, entra inaspettatamente in scena un giovane armato di spada, che sfida apertamente Freezer e Re Cold. Divertiti da quello che considerano un debole terrestre, i due dittatori ordinano ai loro sgherri di uccidere il giovane, ma questi, usando la sua spada, decima lo squadrone. L'unico sopravvissuto, l'anziano comandante dei soldati, si ritrova con l'armatura completamente distrutta, e, in preda al panico, fa per indietreggiare, salvo poi trapassato dalla mano di Freezer, irritato dalla sua codardia.
  • Povero illuso! Non riuscirà mai a sconfiggermi, mai! (Freezer)
Dopo il massacro dei soldati, sia i terrestri che Freezer e Cold sono sorpresi per le capacità del giovane misterioso, che continua a sfidare apertamente il tiranno: deciso a combattere "per esercitarsi", quest'ultimo gli scaglia subito addosso alcuni potenti attacchi energetici, ma questi resiste incolume, rivelando di essere anche lui un Super Sayan. Infuriato, il dittatore scaglia un potente attacco energetico che apparentemente disintegra l'avversario, ma, accecato dalla sua arroganza, non si accorge del giovane che, con la sua spada, lo taglia a metà, lo fa a pezzi e lo disintegra, sotto gli occhi sconvolti del padre e dei terrestri. Freezer verrà resuscitato anni dopo con le sfere del drago della Terra dal suo sottoposto Sorbet.
  • A-Aiutami... ti scongiuro, aiutami... per favore... Avrai il pianeta che vuoi... anzi, ti regalerò tutti i pianeti della galassia... Io... Io farò tutto ciò che vorrai! No! Ti supplico, no! No! (Re Cold)
Sconcertato per la morte del figlio, Re Cold fa i suoi complimenti al giovane, proponendogli di prendere il posto di Freezer: il guerriero tuttavia si rifiuta ostinatamente e si prepara a duellare con lui. Comprendendolo, Cold tuttavia lo deride, affermando che senza spada non potrebbe fare alcunché, al che il ragazzo gli concede la sua spada. Cold lo usa allora per attaccarlo, convinto che fosse quella la ragione del suo potere del giovane, e invece quest'ultimo lo para con un solo dito e gli scaglia un potente colpo energetico al petto trapassandolo e ferendolo gravemente. Agonizzante e disperato, il despota spaziale supplica umilmente l'avversario per avere salva la vita: privo di compassione e conscio della malvagità dell'avversario, il ragazzo disintegra Cold con un potente attacco energetico.
  • Allora, hai sentito? Sei sordo, oltre che rimbambito?! (Automobilista)
Avvisati da Trunks, il ragazzo misterioso rivelatosi come il figlio di Vegeta e Bulma proveniente dal futuro, i guerrieri scoprono che tra tre anni verranno uccisi da due malvagi cyborg creati dal Dottor Gelo, scienziato del Fiocco Rosso, mentre Goku morirà per una malattia cardiaca: i nostri si allenano duramente per quel lasso di tempo, mentre Trunks, data una medicina a Goku, torna nel suo tempo. Tre anni dopo due cyborg, C-19 e C-20, attaccano una cittadina, massacrandone gli abitanti per attirare i guerrieri: mentre C-19 uccide a testate dei civili, C-20 si imbatte in automobilista che, convinto si tratti di un semplice vecchietto, gli suona contro il clacsoon per passare. Irritato, il cyborg apre il cofano dell'automobile e ne strappa con una mano il motore: terrorizzato, l'uomo alla guida prova a fuggire, ma viene afferrato per la gola da C-20, che lo strangola brutalmente.
  • Aiuto, aiuto! (C-19)
Dopo aver sterminato la cittadina e dopo aver ferito gravemente Iamko, C-19 e C-20 vengono convinti dai guerrieri a combattere in un luogo isolato: qui, il primo viene sfidato da Goku, che si trasforma in super sayan. Lo scontro è equilibrato, ma Goku inizia presto a soffrire la malattia cardiaca che lo ha portato alla morte nel futuro di Trunks e viene sconfitto dall'avversario: quando sta per dargli il colpo di grazia, C-19 viene fermato dall'inaspettato arrivo di Vegeta, che gli si propone come nuovo avversario. Con grande sorpresa di C-19, Vegeta ha imparato a trasformarsi in super sayan e con un solo colpo riesce a strappargli le braccia, con cui riusciva ad assorbire l'energia dei nemici. Terrorizzato e conscio di essere ormai indifeso, l'androide si dà alla fuga, ma Vegeta, spietato com'è, lo colpisce con un potente Big Bang Attack, distruggendolo completamente.
  • Non avreste dovuto... tradirmi... così... (Dottor Gelo/C-20)
Scampato miracolosamente ad uno scontro con Junior, il cyborg C-20, che altri non è che il Dottor Gelo in persona, riesce a tornare al suo laboratorio segreto, dove si trova obbligato ad attivare i due potenti androidi C-17 e C-18, sperando di poterli tenere a bada minacciando la loro autodistruzione. I due androidi si mostrano apparentemente cordiali col dottore: quando però questi si distrae per l'arrivo dei guerrieri della terra, C-17 distrugge con mossa fulminea il telecomando dell'autodistruzione. Subito dopo, C-18 appare incuriosita dall'ancora disattivato androide C-16, proponendo di riattivarlo: sconvolto, C-20 le ordina di non farlo, ma viene trafitto al petto da C-17, che subito dopo lo decapita con un calcio. La testa, rotolata davanti ai guerrieri della terra, ammonisce i due androidi dell'errore che hanno commesso: irritato, C-17 la calpesta, uccidendo Gelo una volta per tutte. Il dottor Gelo/C-20 tornerà in vita in Dragon Ball GT, quando Super C-17 lo farà fuggire dagli inferi.

Saga di Cell[modifica]

  • Aiuto! Aiutatemi... qualcuno mi aiuti, per favore! Ho bisogno di aiuto! Per favore, faccia qualcosa, la prego! Io sono l'uomo più ricco della città, può fidarsi di me! Le darò tutti i soldi che vuole...Ma la supplico, mi aiuti! Mi sente, signore? (Milionario)
Essendo C-17, C-18 e C-16 troppo potenti, Junior si reca dal Supremo per ricongiungersi a lui e diventare così un guerriero ancor più potente: il dio della terra è restio a questa soluzione drastica, ma avvertendo un'aura pericolosa decide di fondersi con la sua controparte. Questo nuovo guerriero, che decide di mantenere il nome Junior, si reca nel luogo in cui ha avvertito l'aura, una città deserta in cui non restano che gli abiti degli abitanti: qui si imbatte presto in un mostruoso essere, che tiene sotto braccio un uomo grasso. Rivenuto, l'uomo supplica Junior di salvarlo, promettendogli in cambio denaro: pur non apprezzando troppo l'avidità dell'uomo, il guerriero ordina al mostro di lasciarlo andare. La creatura apparentemente acconsente, ma appena l'uomo fa per strisciare via lo infilza col proprio pungiglione, con il quale lo risucchia sotto lo sguardo sconcertato di Junior.
  • Che cosa? No! (C-17)
La mostruosa creatura, Cell, rivela presto a Junior di essere una creatura creata dal dottor Gelo con le cellule dei migliori guerrieri e di provenire dal futuro: per completarsi deve assorbire gli androidi C-17 e C-18, non presenti nel suo tempo. Non avendo confronto con Junior, la creatura fugge con un diversivo: dopo aver assorbito più persone, torna alla carica nel bel mezzo di un combattimento tra il guerriero namecciano e C-17. Battuto facilmente Junior, Cell sfida C-17 a duello, dove il secondo viene in breve tempo sottomesso dal nuovo nemico. Nonostante C-16 e C-18 provino a fermarlo, Cell riesce quindi ad assorbire C-17, diventando così semi-perfetto: quando Cell si farà esplodere per distruggere la terra, C-17, ancora presente nel suo corpo, morirà conseguentemente, ma verrà in seguito resuscitato con le sfere del drago della terra.
  • Me la... pagherai...! (Vegeta del futuro)
In un flashback, Trunks ricorda quanto è avvenuto nel suo futuro: dopo la morte di Goku, stroncato dalla malattia cardiaca, gli altri guerrieri furono costretti a far fronte alla minaccia dei cyborg C-17 e C-18. Il primo a cadere fu Vegeta, che si scontrò con C-17: molto più potente del sayan, che non era diventato super sayan, C-17 lo atterrò e lo finì disintegrandolo.
  • Ascoltate, sciocchi. Non avete... la benché minima... speranza. Non illudetevi. Voi un giorno... sarete assorbiti... dall'Essere Perfetto... e diventerete parte del suo corpo! (Dottor Gelo/C-20 del futuro)
In un flashback, Cell ricorda quanto è avvenuto nel suo futuro: dopo che gli androidi avevano messo a ferro e fuoco il mondo, il Dottor Gelo/C-20 iniziò a progettare Cell. Tuttavia, anche in questa linea temporale gli androidi si ribellarono e C-17 distrusse il telecomando per l'autodistruzione, trafisse al petto il dottore e lo decapitò: infuriato, C-20 ammonì i due del loro destino, prima che la sua testa venisse distrutta da C-18.
  • Gohan... tu devi proteggere gli animali... e la natura di questo pianeta... Mi... mi piacevano tanto, sai? Conto su di te... (C-16)
Nonostante gli sforzi di tutti i guerrieri, Cell riesce ad assorbire anche C-18, divenendo l'Essere Perfetto: invece di distruggere la Terra, però, egli sceglie invece di istituire un torneo di arti marziali, il cui premio sarà il destino del pianeta. Al torneo, dopo aver sconfitto il lottatore Mr Satan con un colpo solo, Cell se la vede con Goku, che nonostante vari sforzi non riesce a sconfiggerlo: il campione della terra decide allora di mandare avanti Gohan, convinto del suo potenziale. Gohan tuttavia non riesce ad arrabbiarsi e viene messo in difficoltà dall'androide, che crea inoltre dei "figli" per tenere a bada gli altri: in difesa del ragazzo interviene C-16, che viene però distrutto da Cell. Proprio quando l'androide sta per finire Gohan, la testa di C-16 viene scagliata da Mr Satan, su sua richiesta, davanti al giovane guerriero: sollecitando il ragazzo, da sempre restio al combattimento, a duellare per una giusta causa, l'androide gli chiede di prendersi cura della Terra, a cui si è profondamente affezionato. Infastidito per l'interruzione, Cell schiaccia la testa di C-16, uccidendolo definitivamente: la morte dell'androide, che non potrà tornare in vita per via della sua natura meccanica, scatenerà la furia di Gohan, che diventerà Super Sayan di secondo livello.
  • Re Kaio: Ah, ma sei impazzito?! Chi ti ha dato il permesso di portarlo qui?!
    Goku: Ehm, le chiedo scusa, Re Kaio, ma non sapevo in quale altro posto andare, quindi...
    Re Kaio: Beh, grazie tante, ma ora che facciamo?!
Divenuto Super Sayan di secondo livello, Gohan neutralizza i Cell Jr e si scontra poi con Cell, che mette in seria difficoltà. Umiliato, Cell arriva al punto da espellere C-18 regredendo allo stadio semi-perfetto, ma poi, preso dalla furia, decide di giocare la sua ultima carta: gonfiandosi, egli avvia il proprio processo di autodistruzione, condannando in questo modo la Terra. Conscio di non avere altre possibilità, Goku saluta i suoi amici e si avvicina all'androide: dopo aver salutato Gohan e dopo avergli fatto promettere di badare alla terra e a sua madre Chichi, il valoroso guerriero si teletrasporta con Cell sul pianeta di Re Kaio. Imbarazzato, Goku spiega allo sconvolto maestro di aver scelto il suo pianeta poiché il primo venutogli in mente: l'istante successivo, Cell esplode, uccidendo Goku, Re Kaio e i suoi assistenti Bubbles e Gregory. Goku tornerà in seguito in vita quando l'Anziano Kaioshin donerà la vita per lui.
  • Ehi, è un incubo, vero?! (Trunks del futuro)
Dopo il sacrificio di Goku, i guerrieri, seppur commossi per la perdita dell'amico, sono comunque contenti per la sconfitta di Cell: tuttavia, Re Kaio e Goku dall'aldilà si rendono conto che l'androide è ancora vivo. In quell'istante, in mezzo ai guerrieri appare una strana e potentissima energia: mentre i guerrieri provano a ripararsi, un raggio viene sparato casualmente tra di loro. Ad essere colpito è Trunks, che cade a terra sotto gli occhi del padre Vegeta: l'assassino non è altri che Cell, riuscito a rigenerarsi dopo l'esplosione e a tornare col teletrasporto derivato dalle cellule di Goku. Trunks verrà in seguito resuscitato con le sfere del drago della Terra.
  • No, non può essere! No! (Cell)
Una volta tornato sulla terra, Cell decide di concludere lo scontro con Gohan, rivelando di essere diventato più potente dopo l'esplosione per via delle sue cellule sayan. Furioso per la morte di Trunks, Vegeta lo attacca, ma viene sconfitto facilmente: Cell gli lancia addosso una sfera energetica per finirlo, ma Goha si frappone e perde l'uso del braccio. Supportato dal padre, che gli parla dall'aldilà, Gohan riesce a lanciare un'Onda Energetica contro il nemico, che risponde a sua volta con un'altra Onda Energetica: a causa del bracco rotto, il giovane guerriero sta però per soccombere, ma improvvisamente l'androide viene colpito da un colpo energetico, sparato da un Vegeta ormai allo stremo delle forze. Grazie a questo diversivo, Gohan riesce ad avere la meglio su Cell, che viene distrutto una volta per tutte.
  • Sbrighiamoci, facciamolo fuori! (C-18 del futuro)
Nella Terra del futuro, C-18 e C-17 stanno per uccidere un vecchietto, che li ha affrontati coraggiosamente per vendicare la propria famiglia: prima che possano ucciderlo, però, entra in scena Trunks, tornato dal passato e desideroso di vendetta. Considerandolo un avversario mediocre, come lo era sempre stato, i due lo sfidano bonariamente: Trunks tuttavia è divenuto ben superiore al loro livello e li umilia nello scontro uno contro uno, arrivando poi a disintegrare la perfida C-18 con un solo colpo energetico.
  • Ma come diamine hai fatto?! È impossibile, tu... (C-17 del futuro)
Sconvolto per la morte della sorella, C-17 si chiede come sia possibile che Trunks lo superi in potenza: come risposta, il sayan si dichiara pronto a vendicare suo padre e il suo maestro, Gohan. Terrorizzato, l'androide prova a fuggire via, ma Trunks, più veloce, lo scaglia a terra e lo disintegra con un potente attacco energetico.
  • Oh, no, non ci credo! (Cell del futuro)
Deciso a tornare nel passato per salutare un'ultima volta i suoi amici del passato, Trunks si ritrova faccia a faccia con Cell imperfetto di questo futuro, venuto ad ucciderlo per rubargli la macchina del tempo e andare nel passato. Convintolo ad andare in un luogo isolato, Trunks dimostra immediatamente la sua superiorità, stupendo l'androide: questo tenta allora di scagliare un'Onda Energetica, ma Trunks risponde con un potente attacco energetico e disintegra il Cell di questa linea temporale.

Saga di Majin Bu[modifica]

  • Signore, mi creda, con i nuovi poteri che ci ha dato è stato davvero un giochetto da ragazzi! (Spopobitch)
Anni dopo la sua morte, Goku torna con un permesso speciale sulla Terra per un giorno, potendo così partecipare al torneo di arti marziali. Nel bel mezzo dello scontro tra Kibith e Gohan, però, due individui, Yamu e Spopobitch, rubano con uno strumento tutta l'energia del ragazzo: inseguendoli, Goku e i suoi amici vengono informati dalla divinità Kaioshin e dal suo assistente Kibith del fatto che i due sono scagnozzi del potente mago Babidi, che ha intenzione di conquistare il mondo con il mostruoso Majin Bu. Una volta arrivati alla base del mago, i protettori della terra vedono Yamu e Spopobitch che consegnano l'energia raccolta a Babidi: contento per il lavoro svolto, Babidi afferma di non aver più bisogno di loro e, con la sua magia, gonfia sempre di più Spopobitch, fino a farlo esplodere, sconvolgendo Yamu e i guerrieri della Terra.
  • Oh, grazie, signore! Eh eh! (Yamu)
Dopo la morte di Spopobitch, Babidi ordina ad uno dei suoi scagnozzi, il re degli inferi Darbula, di occuparsi di Yamu: questi, terrorizzato per la fine del compagno, prova a scappare volando via, ma Pui Pui, altro scagnozzo di Babidi, gli lancia un letale raggio, centrandolo in pieno.
  • Oh, no! (Kibith)
Accortosi di essere osservato, Babidi decide di attirare i guerrieri all'interno della sua astronave, in modo da ottenere la loro energia per liberare Majin Bu: pertanto, mentre lui e Pui Pui rientrano nell'astronave, Darbula rimane all'esterno, preparando un potente attacco energetico. Stupiti, i nostri si chiedono cosa stia succedendo finché Vegeta non capisce che il demone sta per attaccarli: in quel momento Darbula gli viene incontro e si para davanti a Kibith, che prima di poter fare alcunché viene disintegrato dal suo attacco energetico, sotto gli occhi disperati di Kaioshin. Kibith verrà resuscitato poco dopo con le sfere del drago della Terra.
  • Finiscila! Stai mentendo, lo so! (Pui Pui)
Dopo l'attacco di Darbula, che pietrifica Crili e Junior, il resto del gruppo decide di entrare nell'astronave di Babidi, nonostante le accese proteste di Kaioshin: per di più, Goku, Gohan e Vegeta scelgono di combattere singolarmente ogni avversario. Una volta entrati al primo livello si fa avanti Pui Pui, che viene sfidato Vegeta: per facilitare il suo sgherro, Babidi inoltre teletrasporta tutto il gruppo sul pianeta natale di quest'ultimo, dove la gravità è dieci volte superiore a quella della Terra. Convinto della propria superiorità, Pui Pui attacca con spavalderia l'avversario: Vegeta tuttavia si è allenato a gravità ben superiori e riesce a sconfiggerlo con facilità, disintegrandolo con un raggio ravvicinato al petto.
  • Wow, è bello vedere che sei pazzo fino al midollo! Grazie per il bis, amico! (Yakon)
Entrati al secondo livello dell'astronave di Babidi, i nostri vengono teletrasportati sul pianeta del mostro Yakon, un altro potente scagnozzo di Babidi: per sconfiggerlo, Goku decide di diventare Super Sayan. Yakon tuttavia inizia a risucchiare la luce emanata dalla trasformazione, facendo regredire il sayan alla sua forma normale e rivelando di nutrirsi di. Giocando d'astuzia, Goku decide allora di trasformarsi in Super Sayan del secondo livello: Yakon risucchia anche questa volta la luce emanata, ma questa è troppo e finisce per sovraccaricarlo, facendolo esplodere.
  • No... ma come...? (Darbula)
Su suggerimento di Darbula, Babidi piega la mente malvagia di Vegeta, potenziandolo e rendendolo un suo servitore: in questo modo, il principe dei sayan può finalmente duellare col suo eterno rivale Goku. L'energia sprigionata dal combattimento permette finalmente la liberazione di Majin Bu, che per divertirsi malmena come niente il potente Darbula: terrorizzati da questo buffo quanto potente avversario, Kaioshin e Gohan provano ad affrontarlo, ma vengono sopraffatti. Inaspettatamente però la creatura viene trafitta alle spalle da Darbula, che è spaventato dalla sua pericolosità: Bu tuttavia è fatto praticamente di gomma ed è dotato di un potente fattore rigenerante, e pertanto riesce a ristabilirsi subito. Furioso, Darbula prova a scagliare contro il mostro un potente attacco energetico: Majin Bu riesce tuttavia ad uscire praticamente illeso dall'attacco e, utilizzando un suo raggio, trasforma Darbula in un cioccolatino, pappandoselo in un sol boccone.
  • Per distruggerti davvero, dovrò fare in modo che non possa più ricomporti. Tra non molto non rimarrà più nella di te! Lo farò per Bulma, e per il piccolo Trunks! Per chi mi ha voluto bene... (Vegeta)
Avvertendo la potenza del terribile Majin Bu, Vegeta e Goku smettono di duellare e si rendono conto di quanto fatto: Goku prova allora ad andare a combattere, ma viene stordito dal rivale, deciso a causa del suo orgoglio a ripagare personalmente al suo errore. Vegeta va quindi ad attaccare Bu, ma questi si rivela troppo forte per lui: in suo soccorso arrivano allora suo figlio Trunks e il suo migliore amico Goten, figlio di Goku, che riescono ad allontanare il mostro. Conscio di non potercela fare e trovando una soluzione drastica, Vegeta chiede in lacrime a Trunks di abbracciarlo per la prima volta, scusandosi per non essere mai stato un buon padre: subito dopo, il sayan stordisce i due bambini. All'arrivo di Junior, Vegeta gli affida i due svenuti e, ricevuta conferma che non potrà tornare in vita poiché malvagio, gli dice addio: Bu prova a fermare il namecciano, ma il sayan lo fronteggia coraggiosamente. Rivolgendo un ultimo pensiero alla moglie Bulma e a Trunks, Vegeta si sovraccarica, scatenando una tremenda esplosione, nella speranza di fare a pezzi Bu: al termine di essa, il corpo di Vegeta si è cristallizzato per la sua potenza e cade a terra, finendo in mille pezzi. Vegeta verrà in seguito resuscitato con le sfere del drago di Nameck.
  • Beh, ecco, non conosco i loro indirizzi... (Organizzatore del torneo)
Sopravvissuto all'esplosione di Vegeta grazie al proprio potere rigenerante, Majin Bu si imbatte in Babidi, ferito gravemente da Junior: ricattato dal mago, che lo minaccia di rinchiuderlo nuovamente, Bu lo cura. Babidi quindi appare nelle menti della popolazione mondiale, chiedendo che gli vengano consegnati Junior, Goten e Trunks: per dimostrare che fa sul serio, ordina poi a Bu di distruggere una città, trasformando gli abitanti in caramelle. Terrorizzato, uno degli organizzatori del torneo d'arti marziali contatta il mago e gli rivela i nomi dei tre: non sapendo cosa farsene dell'informazione, Babidi gli chiede il loro indirizzo e quando non riceve risposta fa esplodere il cranio dell'uomo.
  • D'accordo, ma sbrigati: abbiamo già perso un sacco di tempo e dobbiamo inseguire quel codardo! (Babidi)
Per dare il tempo a Trunks di cercare le sfere del drago, Goku raggiunge Babidi e Majin Bu e, trasformandosi in Super Sayan di terzo livello, si impegna in uno scontro alla pari con il secondo: quando infine avverte che Trunks ha trovato le sfere, il guerriero se ne va col teletrasporto, non prima di aver rivelato a Bu che sta per nascere un nuovo guerriero che lo sconfiggerà, ovvero la fusione di Goten e Trunks. Stupefatto per la scomparsa del nemico, Babidi urla sprezzante a Bu di trovarlo, ma questi, stufo dei suoi ordini, lo afferra la gola, impedendogli così di pronunciare la formula per rinchiuderlo: augurandogli sadicamente buon viaggio all'aldilà, lo decapita con un possente pugno, liberandosene definitivamente.
  • Ah! Pietà! (Van Zant)
Mentre compie varie distruzioni nel mondo, Bu si imbatte in Mister Satan, nominandolo suo servitore: inizialmente deciso ad ucciderlo, il campione del mondo si affeziona alla creatura e riesce con successo a fargli capire cosa sia il bene. Quando però sembra che Majin Bu sia diventato buono, una coppia di criminali, il ricco e sadico Van Zant e il suo maggiordomo Smitty, sparano contro di loro, ferendo gravemente Satan e il cane che Bu aveva curato: furente, il Majin riesce a curarli entrambi, ma si scinde in due parti, una buona e una malvagia. La seconda, Evil Bu, individua subito Van Zant che, terrorizzato, prova a scappare: parandosi di fronte a lui, il mostro lo disintegra con un singolo colpo energetico.
  • Muori! Muori! (Smitty)
Deciso a proteggere Satan e la terra, la parte buona di Majin Bu attacca la sua parte malvagia, ma ha la peggio e viene assorbito: da questa nuova fusione nasce il potentissimo e spietato Super Bu. Invece di attaccare Mr Satan, il mostruoso essere rivolge le proprie attenzioni su Smitty, che tenta disperatamente di sparargli: entrando dentro di lui dalla bocca, Super Bu fa letteralmente esplodere il malcapitato.
  • Sei un malvagio! Come ti sei permesso di portarmi via mio figlio?! Restituiscimi subito il mio Gohan! (Chichi)
Giunto al santuario del Supremo,Super Bu accetta la proposta di Piccolo di aspettare l'entrata in scena di un degno avversario: Gotenks, fusione di Goten e Trunks che si stanno allenando nella stanza dello Spirito e del Tempo. Mentre aspetta, il mostro viene inaspettatamente avvicinato da Chichi, che lo pesta per vendicare la presunta morte di Gohan: irritato, Super Bu la trasforma in un uovo e, sotto lo sguardo sconvolto dei suoi amici, la calpesta brutalmente. Chichi tornerà in seguito in vita grazie alle sfere del drago di Namek.
  • Eccomi, sto arrivando! (Crili)
Entrato nella stanza dello Spirito e del Tempo, Super Bu affronta Gotenks: questi, volendo divertirsi e far spaventare Junior, finge di non avere alcuna possibilità. Conscio di non poter lasciare i suoi amici alla mercé del mostro, Junior distrugge la porta della stanza, rimanendo intrappolato con la fusione e Super Bu: infuriato, il mostro emette un urlo talmente forte da aprire un varco dimensionale, riuscendo a fuggire. Al cospetto dei terrestri, Super Bu sceglie di trasformarli in dolci per mangiarli: volendo salvare sua moglie 18 e la figlia Marron, Crili si sacrifica scagliandosi contro il mostro, venendo immediatamente trasformato in cioccolatino e mangiato. Crili tornerà successivamente in vita grazie alle sfere del drago di Namek.
  • Addio, miei cari... (Kaioshin il Sommo)
Potenziato dal vecchio Kaioshin il Sommo, Gohan va sulla Terra e, salvati Junior, Goten e Trunks, inizia a duellare contro Super Bu: inizialmente in vantaggio, il ragazzo viene però sconfitto duramente quando il mostro assorbe i suoi amici. Vedendo il drastico evolversi della situazione, Kaioshin il Sommo decide di dare a Goku la sua arma segreta: gli orecchini Potara, capaci di far fondere due individui in un unico guerriero potentissimo. Per farlo però è necessario che Goku torni in vita: Kaioshin il Sommo decide allora di sacrificarsi, cedendo la sua vita a Goku sotto gli sguardi disperati di Kaioshin e Kibith. Kaioshin il Sommo tornerà successivamente in vita grazie alle sfere del drago di Namek.
  • Oh, no! Papà! (Son Gohan)
Grazie anche a Tensing, che protegge lui, Dende e Mr Satan da un attacco di Bu, Gohan riesce a sopravvivere fino all'arrivo di Goku: questi riesce grazie al Super Sayan di terzo livello a tenere testa al mostro, anche grazie al fatto che all'interno di Bu si è sciolta la fusione tra Goten e Trunks. Ormai alle strette, Super Bu sceglie allora di attuare la sua ultima mossa: utilizzando un pezzo di sé staccatosi in precedenza, egli riesce ad assorbire un impotente Gohan, acquisendo la sua forza. Poco dopo, Goku e Vegeta riusciranno a liberare Gohan, Junior, Goten e Trunks dall'interno di Majin Bu: sfortunatamente, i quattro e Tensing moriranno quando Kid Bu, nuova versione del mostro, farà esplodere violentemente la terra. Gohan tornerà in seguito in vita grazie alle sfere del drago di Namek.
  • Oh, no! Per favore... Non puoi liberare la mia metà, altrimenti non sarò più quello che sono! Ti prego! Lascialo stare! (Super Bu)
Con l'arrivo di Vegeta, venuto sulla terra grazie alla vecchia Sibilla, Goku può attuare con lui la fusione: il guerriero che nasce da questo rito, il potente Vegeku, riesce a pestare Super Bu. Messo alle strette, il mostro sceglie di assorbire a tradimento l'avversario: ma Vegeku aveva già previsto quella mossa, perché potesse salvare Junior, Gohan, Goten e Trunks. All'interno del mostro, la fusione si scioglie e Goku e Vegeta tornano separati: percependo che stanno estraendo i guerrieri assorbiti, Super Bu entra nel proprio corpo e combatte contro i due guerrieri. Vegeta tuttavia vede che tra le figure assorbite vi è il Bu grasso amico di Mr Satan: capendo che rimuovendolo potrebbe far indebolire l'avversario, Vegeta stacca il Bu grasso nonostante le suppliche di Super Bu, che si liquefà e regredisce allo stato di Kid Bu.

Dragon Ball Super[modifica]

Saga di Lord Beerus[modifica]

  • Solo... una metà? (Re del pianeta)
Dovendo scegliere quali pianeti distruggere e quali far prosperare, il Dio della Distruzione Beerus mangia ad un lauto banchetto fornito dal re di un pianeta, terrorizzato dal potente guerriero. Apparentemente soddisfatto, Beerus fa tuttavia notare che un dolce non è cucinato alla perfezione: sotto gli sguardi terrorizzati del re e dei suoi cuochi, il Dio della Distruzione sceglie di far esplodere metà del pianeta, massacrandone tutta la popolazione.

Saga del ritorno di Freezer[modifica]

  • Tagoma... che tu sia maledetto! (Shishami)
Tornato in vita grazie all'opera del suo sgherro Sorbet, Freezer decide di attaccare la Terra per vendicarsi delle precedenti sconfitte: poiché Goku e Vegeta si stanno allenando presso Whis e Beerus, tocca a Gohan, Junior, Tensing, Crilli e al Genio delle Tartarughe difendere il pianeta. I guerrieri riescono facilmente ad avere la meglio sui mille sgherri dell'imperatore: frustrato, Sorbet ordina a Shishami, uno dei suoi due sottoposti più forti, di sistemare i terrestri. Il guerriero sceglie di combattere contro Gohan, ritenendolo erroneamente il più debole del gruppo: e invece il mezzo sayan, motivato dal pensiero della sua famiglia in pericolo, si porta in vantaggio e si prepara a sconfiggere l'alieno. I due però vengono inaspettatamente colpiti da un possente raggio che uccide Shishami e ferisce gravemente Gohan: a sparare è stato Tagoma, membro più forte dell'esercito nonché rivale di Shishami, deciso a ferire un nemico e contemporaneamente uccidere l'odiato rivale.
  • Gohan! (Junior)
Nonostante riesca a sconfiggere i guerrieri della Terra, Tagoma viene sconfitto da Gotenks con un attacco fortuito: inoltre, appena cade a terra, il suo corpo viene rubato dal redivivo Capitano Giniu, che può finalmente ritornare a servire Freezer. Profondamente divertito dalla situazione, l'imperatore del male scende in campo personalmente e inizia a torturare Gohan con svariati raggi energetici: prima di potergli dare il colpo di grazia, però, Junior si frappone tra lui e il sayan, e muore sotto gli occhi del suo protetto.
  • Vegeta, aspetta! (Capitano Giniu)
Attirati dall'aura di Gohan, Goku e Vegeta, comprendendo la situazione, si teletrasportano sulla Terra insieme a Beerus e Whis: mentre Gohan viene lasciato alle cure dei compagni, i due sayan si preparano a fronteggiare il vecchio nemico. Volendo vendicare la sua squadra morta anni prima su Nameck, Giniu sfida a combattere i due: più irritato che spaventato, Vegeta si avvicina improvvisamente al capitano e lo colpisce al petto con un raggio, disintegrandolo una volta per tutte.
  • Lord Freezer... mi aiuti... (Generale Sorbet)
Dopo breve scambio di colpi iniziale, Goku e Freezer si trasformano con le loro forme più forti, il Super Sayan Blu e il Golden Freezer: nonostante combattano alla pari, Freezer ha una resistenza peggiore e inizia presto a perdere potenza. Goku ne approfitta e lo sconfigge, ma esita a finirlo; pochi istanti dopo, viene colpito a tradimento da Sorbet, e Freezer ne approfitta per torturarlo. Interviene però Vegeta, che affida il rivale ai terrestri e si prepara a combattere con l'ex capo. Irritato, Freezer prova a colpire il ferito Goku con un potente raggio, ma Vegeta riesce a deviare il colpo, che becca Sorbet al petto uccidendolo.
  • Freezer, la tua ora era già scoccata molto tempo fa. Non avresti mai dovuto tornare in vita. (Vegeta)
Dopo aver salvato Goku, Vegeta si trasforma a sua volta in Super Sayan Blu e inizia uno scontro con Freezer dal quale esce vincitore. Prima che Vegeta possa dargli il colpo di grazia, però, Freezer escogita il suo piano B e con un potente colpo energetico distrugge la Terra: mentre Goku, Gohan, Crilli, Jaco, Bulma, Tensing e il Genio delle Tartarughe si salvano grazie all'intervento di Whis e Beerus, Vegeta e gli altri terrestri muoiono nell'esplosione del pianeta. Torneranno tutti in vita quando Whis riavvolgerà il tempo.
  • Maledetti Sayan! (Freezer)
Dopo che Freezer ha distrutto la Terra, riuscendo poi a scappare, Goku e i suoi compagni sono disperati per la perdita dei loro cari e del loro pianeta, ma Whis rivela di avere un asso nella manica: su ordine di Beerus, infatti, può riavvolgere il tempo per cinque minuti. Tornato indietro, Goku prepara una potente Onda Energetica e lo scaglia contro Vegeta e Freezer prima che l'imperatore del male possa distruggere la Terra: mentre il principe dei Sayan riesce a scappare, Freezer non può nulla e viene disintegrato dal potente attacco. Freezer tornerà in seguito in vita grazie ai poteri di Whis.

Saga di Trunks del futuro[modifica]

  • Vai, vai! Sbrigati, Trunks! (Bulma del futuro)
Nel suo futuro alternativo, Trunks viene perseguitato da una nuova minaccia: si tratta di Black Goku, nemico identico nell'aspetto al sayan conosciuto nel passato. Trunks, la sua ragazza Mai e sua madre Bulma scelgono così di tornare indietro nel tempo per chiedere l'aiuto di Goku e Vegeta: sulla strada per la Capsule Corporation, i tre vengono però intercettati da Black Goku, che cattura Bulma. Conscia di essere spacciata, la donna incita il figlio e Mai a fuggire: l'istante successivo Black Goku la colpisce con un potente attacco energetico uccidendola.
  • E quindi sono riuscito a realizzare il mio sogno, se ho capito bene... ottimo! Ciò significa che oggi non sarà la mia fine. Devo ammettere che sono... rincuorato! (Zamasu del presente)
Andati nel futuro per aiutare Trunks, Goku e Vegeta scoprono che oltre a Black Goku vi è un altro misterioso nemico: si tratta di Zamasu, aspirante Kaioshin del decimo universo apparentemente immortale. Tornati nel passato, mentre Vegeta si allena, Goku, Shin, Kibith, Whis e Beerus si recano nel decimo universo per parlare col Kaioshin Gowasu e con lo Zamasu di questa linea temporale, ossia il suo successore: non trovando indizi, il gruppo, fingendo di andarsene, in realtà si apposta su un pianeta vicino per osservare la situazione, e come si aspettavano, Zamasu prova ad uccidere Gowasu. Il gruppo torna indietro indietro nel tempo, Whis salva Gowasu e Shin gli spiega la situazione. Ormai smascherato, Zamasu rivela la propria natura e, dopo essersi finto arrendevole, attacca subdolamente Goku, ma viene bloccato da Beerus, che lo disintegra in un istante con l'energia della distruzione.
  • ChiChi della linea temporale di Black: Cosa...?
    Goten della linea temporale di Black: Papà...?
    Goku della linea temporale di Black: Ma tu... hai la mia faccia!
Tornato nel futuro insieme a Vegeta e Trunks, Goku affronta Black e Zamasu del futuro, trovandosi però in difficoltà per via dell'immortalità del secondo. Dopo averlo sottomesso, Black gli rivela la sua storia: dopo aver conosciuto Goku, Zamasu chiese al potente Dio Drago Universale, ispiratore delle sfere del drago comuni, di poter scambiare il suo corpo con quello di Goku. Ritrovatosi col corpo di Zamasu, il Goku di questa linea temporale iniziò a preoccuparsi per la situazione insieme a Chi Chi e Goten; Zawasu, ormai diventato Black Goku, li uccise a sangue freddo con la sua lama di energia.
  • Adesso basta! Un mortale che si oppone... un mortale che si oppone alla mia giustizia! Non è possibile, non è possibile! (Zamasu Fuso)
Messi alle strette dai Sayan, Zamasu e Black Goku scelgono di giocare la loro ultima carta: utilizzando gli orecchini Potara, i due si fondono dando vita a Zamasu Fuso, la versione definitiva del nemico. Goku e Vegeta si fondono a loro volta in Vegeku, ma la fusione, dopo un iniziale vantaggio, si scioglie. Consapevole di non poter fare alcunché, Trunks è comunque deciso a salvare il suo futuro ad ogni costo e, armato di spada, si avventa su Zamasu. Vedendo il suo coraggio, i pochi sopravvissuti del futuro iniziano a fornire al sayan la loro energia, che viene presto incanalata nella spada: stupefatto dalla grinta di quello che considera un debole mortale, Zamasu Fuso prova ad attaccare Trunks, ma questi riesce a colpirlo con la spada, tagliandolo a metà e sconfiggendolo.

Saga del Torneo del Potere[modifica]

  • Cosa? Hit! (Goku)
Mentre lavora nei campi, Goku viene inaspettatamente raggiunto da Hit, suo principale avversario al torneo avvenuto tra il Sesto e il Settimo universo: il sicario rivela di essere stato assunto per uccidere il sayan e, con riluttanza, combatte con Goku per portare a termine l'obiettivo. Ad un certo punto dello scontro, il sayan viene colpito da una tecnica apparentemente innocua di Hit: intuendo il pericolo, Goku scaglia un attacco energetico in aria, ma la tecnica di Hit lo colpisce al cuore provocandogli un infarto mortale, sotto gli sguardi sconvolti di Junior, Gohan e Goten. Pochi istanti dopo, Goku tornerà in vita grazie alla sfera di energia lanciata poco prima, che gli farà ripartire il cuore.
  • Guarda che non è ancora finita! Prendetelo! (Assassino del nono universo)
Su suggerimento di Goku, Zeno e la sua controparte del futuro, i due dei supremi del multiverso, scelgono di organizzare un torneo tra dieci universi: le squadre che perderanno segneranno la cancellazione dei rispettivi universi. Cogliendo la gravità della situazione, Beerus e Goku reclutano Vegeta, Gohan, Junior, C-17, C-18, Crili, Tensing, il Genio delle Tartarughe e Majin Bu, ma quest'ultimo va in letargo e non può partecipare, quindi il sayan sceglie di resuscitare Freezer per un giorno con l'aiuto di Baba. I due rivali vengono però attaccati da un gruppo di sicari, inviati dal kaioshin Roh del Nono Universo, deciso a non far partecipare Goku: contento di potersi "esercitare", Freezer inizia a massacrare gli assassini. Uno del gruppo incita i compagni ad attaccarlo tutti insieme, ma prima di poter fare alcunché Freezer gli si para davanti e lo uccide colpendolo con un dito alla fronte.
  • Ma questo... è impossibile! Ha imbrigliato l'energia della distruzione! (Capo degli assassini)
Approfittando di un battibecco tra Freezer e Goku, sconvolto dalla carneficina appena commessa, il capo degli assassini si avvicina di soppiatto, deciso a colpirli con l'energia della distruzione fornitagli dal kaioshin Roh e dal dio della distruzione Sidra, ma Freezer lo individua e, per nulla preoccupato, lo sfida ad attaccarlo. L'assassino prova ad attaccare Goku e Freezer con ben due sfere della distruzione, ma entrambi schivano facilmente i suoi attacchi: inaspettatamente però una terza sfera attacca a sorpresa, centrando l'imperatore del male in pieno. Seppur inizialmente in difficoltà, Freezer si dimostra in grado di contenere l'energia della distruzione, che usa per uccidere lo sconvolto capo degli assassini con un raggio mortale al petto.
  • Nooooo! (Lilibeu)
.La squadra del Settimo Universo composta da Goku, Gohan, Vegeta, Junior, Freezer, C-17, C-18, Crili, Tensing e il Genio delle Tartarughe parte per il Mondo del Nulla, dove si terrà il Torneo del Potere: dopo aver salutato gli avversari del Sesto Universo, già incontrati in precedenza, e dopo essersi conto della forza dell'Undicesimo Universo, giudicato il favorito, il gruppo si prepara all'inizio del Torneo. La competizione si rivela subito ardua e, tra i vari combattimenti, Basil del Nono Universo e la fata Lilibeu del Decimo Universo si sfidano a bordo ring: la fata prova a colpire con vari attacchi l'avversario, ma questi riesce a schivare i colpi e, utilizzando lo Shining Blaster, attacco energetico che parte dai piedi, colpisce Lilibeu gettandola fuori dal ring. Quando il Decimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Lilibeu compresa: la fata tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Purtroppo il piano è fallito... (Nink)
Nella foga degli scontri, Goku individua Toppo dell'Undicesimo Universo, con cui aveva avuto uno scontro in precedenza: prima di poterlo attaccare, il sayan viene afferrato da dietro da Nink del Quarto Universo, che ha approfittato della sua distrazione. Deciso ad eliminare un avversario pericoloso, il possente guerriero trascina Goku a bordo ring per buttarsi giù con lui: non potendo perdere all'inizio della gara, Goku si trasforma in Super Sayan Blu, sbalzando con la sua sola energia Nink fuori dall'arena. Quando il Quarto Universo perderà tutti i suoi componenti i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Nink compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Lavendar! (Chapill e Comfrey)
Desiderosi di vendicarsi del Settimo Universo, che li aveva sconfitti in precedenza, Basil, Lavendar e Bergamo, membri del Trio Dangers nonché guerrieri più forti del Nono Universo, attaccano Goku: questi, aiutato da Vegeta, si prepara ad affrontare l'intero Nono Universo. Mentre Goku affronta i possenti Comfrey e Chapill, Vegeta se la deve vedere con Lavendar, la felina Hop e il possente Hysopp, che congela il braccio sinistro del Sayan. Provando a scagliare l'attacco decisivo, Hop ferisce accidentalmente Lavendar: distratti per il ferimento dell'amico, Chapill e Comfrey danno a Goku il tempo di trasformarsi in Super Sayan e di colpirli con un potente attacco energetico, scagliandoli fuori dal ring. Quando il Nono Universo perderà tutti i suoi componenti i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Chapill e Comfrey compresi: i due guerrieri torneranno in seguito in vita quando il loro universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Con grande piacere! Oh, no! (Hop)
Mentre Goku sistema i suoi avversari, Vegeta passa al contrattacco: colpendo Hop con una serie di attacchi precisi, il Sayan riesce a scagliarla fuori dal ring con tanta forza da distruggere parte del bordo. Quando il Nono Universo perderà tutti i suoi componenti i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Hop compresa: la guerriera felina tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Oregano: Ti sei distratto, mi dispiace! E adesso i miei fili speciali ti impediranno di muovere anche l'altro braccio!
    Hysopp: Facciamola finita, Oregano!
Mentre Goku affronta il Trio Dangers Vegeta affronta il colossale Hysopp, che gli aveva congelato in precedenza il braccio destro: il sinistro tuttavia viene bloccato dal suo collega Oregano, dotato dell'abilità di manipolare delle ragnatele. Stancatosi di loro, Vegeta si trasforma in Super Sayan, liberando entrambe le braccia: dopo aver colpito con un possente pugno Hysopp, Vegeta rilascia dalla mano un potente attacco energetico, facendo cadere sia il bestione che Oregano. Quando il Nono Universo perderà tutti i suoi componenti i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Hysopp e Oregano compresi: i due guerrieri torneranno in seguito in vita quando il loro universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Sono stata eliminata anch'io! (Sorel)
Divertiti dallo scontro tra Goku e Vegeta e il Nono Universo, i due Zeno notano che a quest'ultimo restano solo quattro guerrieri: non tornandogli il numero, Sidra chiede spiegazioni, ma in quel momento arriva sugli spalti Sorel, che rivela di essere stata eliminata da C-18. Quando il Nono Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Sorel compresa: la guerriera tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Eh? Ah, già, è vero! (Rozelle)
Vedendo i suoi compagni combattere con Goku e Vegeta, l'alato Rozelle commette l'errore di attaccare Freezer, che lo ferisce ad un ala e poi, divertito, inizia a picchiarlo promettendogli nuove torture. Terrorizzato dall'avversario, Rozelle si butta da solo fuori dal ring, ma questo scatena anche la furia di Sidra. Quando il Nono Universo perderà tutti i suoi componenti i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Rozelle compreso: il guerriero alato tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Raggio Triangolare Dangers! (Basil, Lavendar e Bergamo)
Rimasti soli, Basil, Lavendar e Bergamo attaccano i due sayan con il loro attacco combinato più potente, il Raggio Triangolare Dangers: trasformati in Super Sayan Blu, Goku e Vegeta utilizzano rispettivamente l'Onda Energetica e il Lampo Finale, e combinando i due attacchi riescono a scagliare i tre avversari fuori dal ring. Essendo gli ultimi membri del Nono Universo, la loro eliminazione porta alla cancellazione del loro universo e dei suoi abitanti, loro compresi: torneranno in seguito in vita quando il loro universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Non è possibile...Il Trio Dangers!Noooo! (Roh)
Arrogante e sicuro delle capacità dei suoi guerrieri, Roh è scioccato quando il Trio Dangers viene eliminato: completamente terrorizzato, egli prova a chiedere pietà agli Zeno, ma essi, implacabili, lo cancellano con il suo universo. Roh tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • E adesso? Sono stati sconfitti tutti e dieci... che cosa ne sarà del Nono Universo? (Sidra)
Dopo l'eliminazione dei suoi dieci guerrieri, Sidra è sconvolto e si chiede cosa succederà: quando vede che il suo universo sarà il primo ad essere cancellato, il Dio della distruzione si limita a fissare con ostilità i due Zeno mentre lo cancellano. Sidra tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Sono mortificato, mi dispiace! (Jium)
Sconvolti dall'eliminazione del Nono Universo Gohan, Junior, Crilli, Tensing e il Genio delle Tartarughe non hanno il tempo di riprendersi che vengono attaccati dall'alato Jium del Decimo Universo: questi prova a colpire Crili, ma il suo attacco viene deviato da Gohan. Deciso a dimostrare il suo valore, Crili attacca l'avversario con un Cerchio Magico Tripla Lama, ferendolo all'ala e permettendo al Genio di eliminarlo con un'Onda Energetica: irritato, il Dio della Distruzione Rumshi inizia a picchiare Jium, estremamente mortificato. Quando il Decimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Jium compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Mi dispiace moltissimo... (Shosa)
Mentre combatte contro Shosa del Quarto Universo C-18 lo colpisce troppo forte e apparentemente lo uccide: preoccupata, l'androide viene inaspettatamente attaccata dall'avversario, che ha solo finto la morte per attaccarla. Salvata da Crili, C-18 attacca insieme al marito l'infido guerriero, riuscendo ad eliminarlo con un attacco energetico combinato: estremamente dispiaciuto, Shosa inizia a piangere facendo infuriare Quitela, il Dio della Distruzione del Quarto Universo. Quando questo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Shosa compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Ah! Cos'è quest'odore tremendo?! C'è una puzza terribile! Non ce la faccio, è insopportabile! (Majora)
Dopo l'eliminazione di Shosa si fa avanti un altro guerriero del Quarto Universo, l'agile Majora: Crili prova ad attaccarlo col Corpo del Sole Forza 100, un potente attacco luminoso, ma a sua insaputa il nemico è cieco e quindi in grado comunque di colpirlo. Grazie a C-18, Crili intuisce che il nemico usa l'olfatto per orientarsi e gli tira una scarpa puzzolente in faccia: disorientato dal forte odore, Majora non può fare più nulla e viene eliminato da Crili con un'Onda Energetica. Quando il Quarto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Majora compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Caricamento completato! Narira...ma. (Narirama)
Nelle prime fasi del torneo, il robot Narirama, considerato la carta vincente del Terzo Universo, inizia a scatenare con le sue lunghe braccia il panico nell'arena: il guerriero viene immediatamente ridimensionato quando Hit e Basil gli rompono le braccia. Più tardi, Hit torna ad attaccarlo, facendolo brutalmente a pezzi: Narirama prova a colpirlo con un potente raggio energetico, ma l'assassino utilizza la tecnica del Salto Temporale per avvicinarsi in un secondo a lui e gettarlo fuori dal ring. Quando il Terzo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Narirama compreso: il robot tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Grazie, grazie a tutti! (Napapa)
Sperduta per l'arena, la sayan Kale del Sesto Universo viene attaccata da due subdoli guerrieri del Decimo Universo, Napapa e Merchiop, che decidono di pestarla brutalmente prima di gettarla fuori dal ring. La ragazza viene per fortuna salvata dall'amica Caulifla, che sfida Napapa: quest'ultimo prova a sconfiggere la sayan con le sue abilità nel sumo, ma ha la peggio e viene buttato fuori dal ring, ringraziando però gli avversari per l'esperienza. Quando il Decimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Napapa compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Aiuto! (Merchiop)
Avvicinata da Goku, Caulifla inizia uno scontro con lui: sentendosi sottovalutata, Kale si infuria e raggiunge lo stato di Super Sayan Leggendario. Dopo uno scambio di colpi con Goku, che deve ricorrere al Super Sayan Blu per difendersi, Kale inizia ad usare un potente attacco energetico, che distrugge parte dell'arena e attacca indiscriminatamente avversari e alleati: tra le sue vittime vi è ironicamente Merchiop, che viene sbalzato e cade dall'arena. Quando il Decimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Merchiop compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Ora basta! I Pride Troopers non ti permetteranno di seminare caos e distruzione! Come vedi, il mio laccio della giustizia neutralizza anche i criminali più potenti! Non è possibile! (Vuon)
Dopo il suo potente attacco Kale si butta alla caccia di Goku: inaspettatamente però la sayan viene attacca da Vuon, guerriero dell'Undicesimo Universo, che la intrappola con il suo laccio energetico. Apparentemente sicuro delle proprie capacità, il Pride Trooper rimane sconvolto quando Kale si libera facilmente dal suo laccio: Vuon prova comunque ad affrontarla, ma la sayan lo elimina senza sforzo. Quando l'Undicesimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti,Vuon compreso: il Pride Trooper tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • E questa che tecnica è?! (The Preecho)
Attaccato da The Preecho del Terzo Universo, il Genio riesce a neutralizzarlo e a paralizzarlo con un attacco elettrico, non riuscendo però a sconfiggerlo: a sistemare il nemico è Tensing, che avvicinandosi a lui lo colpisce con il Nuovo Cannone Dell'Anima, sbalzandolo fuori dal ring. Quando il Terzo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, The Preecho compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • C'è mancato poco, eh eh! No! (Tupper)
Nel bel mezzo del loro scontro Goku, Caulifla e Kale vengono attaccati dai Pride Trooper Kahseral, Tupper, Zoiray, Kettol e Cocotte: i tre sono in difficoltà, ma sono sostenuti da C-17 e C-18. In particolare, la seconda affronta Tupper, dotato di cambiare il proprio peso, spingendolo fino a bordo ring: il pride trooper riesce inizialmente a non cadere, ma il suo peso è tale da distruggere il ring sotto di lui, e cade. Quando l'Undicesimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Tupper compreso: il Pride Trooper tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Coraggio, Pride Troopers! Massima potenza! (Kahseral)
Dopo la sconfitta di Tupper il gruppo di Pride Trooper concentra le proprie forze su Caulifla e Kale, intrappolando quest'ultima grazie ad una barriera creata da Cocotte: vedendo l'amica in difficoltà, la sayan si infuria e si trasforma in una versione controllata del Super Sayan Leggendario, riuscendo a distruggere la barriera. I Pride Troopers provano ad eliminarle entrambe con un potente attacco combinato, ma Kale e Caulifla uniscono le forze e, spronandosi a vicenda, creano un attacco combinato più potente del loro: mentre Cocotte si ripara con la sua barriera Kettol, Zoiray e Kahseral vengono sbalzati fuori dal ring. Quando l'Undicesimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Kahseral compreso: il Pride Trooper tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Io sono al sicuro qui dentro: non riuscirete neppure a toccarmi! (Cocotte)
Dopo l'eliminazione dei compagni, Cocotte si dimostra sicura di sé e insulta Caulifla e Kale affermando di essere al sicuro, ma la sua barriera viene afferrata da C-18, che la lancia fuori dal ring. Quando l'Undicesimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti,Cocotte compresa: la Pride Trooper tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Bene. Buona caccia allora! (Vikal)
Decise ad entrare in azione, Brianne de Chateu, Sanka Ku e Su Roas del Secondo Universo decidono di trasformarsi per diventare più potenti: diventate Ribrianne, Kakunsa e Roazie, le tre cercano un obiettivo da eliminare. In particolare, Kakunsa affronta C-17, reputandolo una facile preda: l'androide si rivela invece un avversario ostico e riesce a scagliare la guerriera oltre il bordo del ring. In soccorso di Kakunsa arriva Vikal, sua compagna di squadra nonché amante, che riesce a riportarla al sicuro: dopo un abbraccio, la guerriera alata augura buona fortuna alla compagna, ma prima di andarsene viene attaccata e pestata da C-17, che la scaglia fuori dal ring sotto lo sguardo furente di Kakunsa. Quando il Secondo Universo perderà tutti i suoi componenti i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Vikal compresa: la guerriera alata tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Mi dispiace tanto... (Botamo)
Separatisi da Tensing e dal Genio, Gohan e Junior si imbattono in una vecchia conoscenza: si tratta di Botamo, guerriero del Sesto Universo simile a un orsacchiotto in grado di resistere a qualsiasi colpo. Sotto gli sguardi di Goku e Junior, Gohan affronta l'avversario, colpendolo ripetutamente: inizialmente non ottiene alcun risultato, ma pian piano riesce a spingere Botamo sempre più vicino al bordo, fino a lanciarlo fuori con un'Onda Energetica. Deciso a non cadere da solo, il guerriero del Sesto Universo prova a colpire Gohan con un raggio, ma il sayan lo devia, lasciando il frustrato Botamo a cadere fuori dal ring. Quando il Sesto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Botamo compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • No, no, no, nooo! (Jilcol)
Approfittando della spossatezza dovuta allo scontro con Goku e C-17, Jilcol del Decimo Universo prova ad attaccare Ribrianne e Roazie: le due vengono salvate dallo yardiattiano Jimize, che elimina l'avversario con facilità. Quando il Decimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Jilcol compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Dì la verità, sei disperato: non mi hai colpito nemmeno una volta! (Rubalt)
Dopo lo scontro con Botamo, Gohan e Junior iniziano uno scontro con gli ultimi due guerrieri del Decimo Universo, Rubalt e Obuni: il namecciano inizia a scagliare numerose sfere contro Rubalt, che lo deride per la pessima mira. Junior però ha posizionato appositamente le sfere di energia sopra Rubalt e utilizza la Granata Infernale, indirizzandole contro Rubalt: ormai svenuto, il guerriero viene gettato fuori dal ring da Junior con un calcio. Quando il Decimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Rubalt compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Piacere, Gohan: è un grande onore combattere con te, davvero. Ma il destino di coloro che vivono nel Decimo Universo è nelle mie mani. Sono qui per proteggerli! (Obuni)
Rimasto l'ultimo guerriero in campo del Decimo Universo, Obuni sfida Gohan utilizzando delle copie di se stesso fatte di energia per confondere il nemico: inizialmente in difficoltà, il sayan comprende di dover attaccare il nemico nell'istante in cui questi prova a colpirlo. Iniziando ad essere in svantaggio, Obuni chiede a Gohan il suo nome e, pur ringraziandolo per lo scontro, si dichiara deciso a difendere il proprio universo fino all'ultimo: nonostante il suo coraggio, però, il guerriero è ormai sfinito e viene eliminato da un'Onda Energetica del sayan. Accortosi che l'avversario ha perso un ciondolo, Gohan scopre al suo interno una fotografia con la famiglia di Obuni: sconvolto, Gohan non può fare altro che osservare impotente la cancellazione dell'intero Decimo Universo. Obuni tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Tranquillo, Obuni: so che ce l'hai messa tutta. (Gowasu)

Con la sconfitta di Obuni, il suo ultimo guerriero Gowasu si rende conto della disfatta del suo universo, ma sceglie comunque di fargli i complimenti per l'impegno: l'istante successivo Gowasu, Rumshi e l'intero Decimo Universo vengono cancellati sotto lo sguardo desolato di Cus, angelo assegnato a quest'universo. Gowasu tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.

  • Fatti da parte e pensa al contrattacco: a lui bado io, dovessi anche trascinarlo giù con me. Tu occupati del resto! (Kunshi)
Scontrandosi con Dyspo, numero tre dell'Undicesimo Universo, Hit viene attaccato anche dal Pride Trooper Kunshi: a riequilibrare le forze in gioco interviene Goku, che si schiera in campo insieme al rivale del Sesto Universo. Utilizzando sia l'astuzia che le proprie tecniche, Hit riesce a sconfiggere Dyspo: ad un passo dall'eliminazione, il Pride Tropper viene salvato da Kunshi, ferito gravemente da Goku. Conscio di essere il più debole della propria squadra e del fatto che Hit sia uno dei guerrieri più forti del torneo, Kunshi si scaglia coraggiosamente contro l'assassino nel tentativo di trascinarlo giù dal ring con sé: purtroppo Hit riesce a scansare il Pride Trooper con il Salto Temporale, eliminandolo sotto lo sguardo disperato di Dyspo. Quando l'Undicesimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Kunshi compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Uff. Meno male, sono salva. (Caway)
Rimasto isolato dagli altri, il Genio viene attaccato dalla giovane Caway del Quarto Universo: la ragazza è abbastanza debole, ma usa la sua grande bellezza per distrarre il nemico. Usando l'ipnosi, il Genio diventa spaventoso agli occhi della fanciulla e minaccia di molestarla: terrorizzata, Caway si butta fuori dal ring per sfuggire al maniaco, il tutto per la frustrazione di Quitela. Quando il Quarto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Caway compresa: la fanciulla tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Ora ti è chiaro che non hai più scampo?! (Dercori)
Dopo aver sconfitto Caway, il Genio si ritrova faccia a faccia con un altro avversario del Quarto Universo: si tratta di Dercori, strega che utilizza illusioni generate da talismani per ingannare gli avversari. Consapevole di dover eliminare un avversario tanto pericoloso dal torneo, il Genio tira fuori una boccetta e utilizza l'Onda Sigillante sulla strega: finita nella boccetta, Dercori viene gettata fuori facilmente dal ring. Quando il Quarto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Dercori compresa: la strega tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Perché non salti giù?! (Ganos)
Deciso a vendicare le compagne, il giovane Ganos affronta il Genio dopo essersi trasformato: l'anziano guerriero riesce a tenergli inizialmente testa grazie alla sua esperienza, ma presto comincia a trovarsi in difficoltà. Usando l'ipnosi, il Genio riesce a costringere Ganos a colpirsi da solo: furente, il ragazzo lo colpisce sempre più ferocemente, mentre Crili e Goku iniziano a preoccuparsi per il loro maestro. Nonostante gli insulti di Ganos, il Genio riesce a rialzarsi, ringraziando i suoi allievi per averlo spronato a continuare a lottare rendendolo fiero di loro: mentre declama il codice della scuola della tartaruga, il maestro colpisce l'avversario con un'Onda Energetica in cui inserisce tutta la sua energia, riuscendo finalmente a sconfiggere Ganos. Quando il Quarto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Ganos compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Cosa?! No! Non è leale! (Hermilla)
Vedendo Gohan e Junior in difficoltà contro un misterioso guerriero, Tensing capisce che in realtà il vero avversario è un cecchino che utilizza il compagno per far rimbalzare i propri colpi: creando altre tre copie di sé per avere una vista superiore, il terrestre si butta all'inseguimento. Il cecchino, Hermilla del Secondo Universo, riesce a neutralizzare le tre copie di Tensing ma viene ferito dal guerriero con il Nuovo Cannone dell'Anima: come ultima risorsa, distrugge subdolamente la porzione di ring su cui si trova l'avversario, facendolo cadere fuori dal ring. Dopo averlo insultato, Hermilla fa per andare ad aiutare il compagno Prum contro Gohan e Junior: prima di poterlo fare, però, viene afferrato dalle tre copie di Tensing, che lo trascinano fuori dal ring con loro. Quando il Secondo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Hermilla compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Prum: Oh, no! Ancora tu!
    Dr Rota: Ah ah ah! Sei stato ingenuo a pensare di avermi sconfitto! E ora io, il Dottor Rota, ti insegnerò perché mi chiamano così, perché mi chiamano Dottore!
    Prum: No, no! Lasciami stare!
    Dr Rota: Devi sapere che la mia abilità è...
Rimasto solo, Prum viene attaccato da Goku e Vegeta, decisi a vendicare l'eliminazione di Tensing: completamente terrorizzato, il guerriero si dà alla fuga, essendo totalmente debole senza il supporto di Hermilla. Il guerriero del Secondo Universo viene però fermato dal Dr Rota del Sesto Universo, che aveva ferito in precedenza: il dottore sta per rivelargli la sua abilità invincibile con cui lo sconfiggerà, ma prima di poterlo fare interviene Vegeta che, ormai stanco dei due, li scaglia fuori dal ring con un Cannone Garlick. Quando il Secondo Universo e il Sesto Universo perderanno tutti i loro componenti, i due Zeno li cancelleranno con tutti i loro abitanti, Prum e il Dr Rota compresi: i due guerrieri torneranno in seguito in vita quando i loro universi verranno ripristinati dal desiderio di C-17.
  • Oh... che figuraccia... (Maji Kaio)
Rimasti solo in tre, i Pride Troopers vengono attaccati dal liquido Maji Kaio del Terzo Universo: volendo proteggere i compagni, Dyspo si butta nello scontro, riuscendo apparentemente ad avere la meglio. Maji Kaio però si è appositamente trattenuto per catturarlo e, modellando le sue braccia a forbice, inizia a torturarlo: Toppo si prepara a salvare il compagno, ma viene fermato da Jiren, guerriero più forte del Torneo, deciso ad agire personalmente. Mentre Dyspo scappa, Maji Kaio si prepara ad attaccare il potente nemico, suo obiettivo iniziale, ma Jiren, impassibile, lo elimina con un singolo, possente pugno, sotto gli occhi sconcertati di tutti gli dei. Quando il Terzo Universo perderà tutti i suoi componenti i due Zeno, lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Maji Kaio compreso: il liquido tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Chopai! (Magetta)
Vedendo Frost, controparte di Freezer del Sesto Universo, attaccare il Genio, Vegeta scende in campo per aiutare il vecchio compagno: la situazione però viene resa complicata dall'arrivo di Magetta, metalmen del Sesto Universo. Deciso a togliere a Vegeta almeno un avversario, il Genio si prepara ad usare nuovamente l'Onda Sigillante: il tutto si rivela però un piano di Frost, che devia il colpo sul sayan, avendo visto in precedenza la tecnica, intrappolandolo in una boccetta. Dopo essersi divertito torturando il Genio, Frost si prepara ad eliminare Vegeta, ma il Genio sfrutta le sue ultime forze per rompere la boccetta e libera il compagno; furente, quest'ultimo si trasforma in Super Sayan Blu e, distruggendo la lava che gli tappava le orecchie, insulta Magetta mettendolo fuori combattimento: mentre Frost fugge giurando vendetta, il sayan scaglia il metalmen fuori dall'arena a calci. Quando il Sesto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Magetta compreso: il metalmen tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Lord Peru, io... io chiedo perdono... (Jimize)
Rimasto isolato dai compagni, Gohan viene attaccato da Jimize, che sfruttando il teletrasporto lo mette in difficoltà: interviene allora Freezer, che scende in campo per aiutare il compagno. Con la sua velocità, l'imperatore del male mette in difficoltà lo yardattiano, lo pesta, lo tortura e lo ferisce alla testa, per poi infine gettarlo fuori dall'arena, sotto gli sguardi sconvolti dei compagni del Secondo Universo e di Gohan, scioccato dalla brutalità del compagno. Quando il Secondo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Jimize compreso: il guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Che cosa?! Quindi io sarei una nullità?! Come ti permetti?! Rispondimi, come ti permetti di trattarmi in questo modo?! Questa me la paghi! (Frost)
Dopo la sconfitta di Jimize i due guerrieri del Settimo Universo vengono raggiunti da Frost, che rivela di essersi alleato con Freezer per sterminare i sayan: per provare la sua fedeltà, però, l'alieno del Settimo Universo dovrà sconfiggere Gohan. Una volta annientato il sayan, Freezer si avvicina a Frost e gli insegna a raggiungere la forma Massima Potenza, che aumenta la forza a discapito della velocità: il guerriero del Sesto Universo segue il consiglio, ma viene istantaneamente eliminato da Freezer, che aveva solo finto di attaccare Gohan e passare dalla sua parte. Finito sugli spalti, Frost è furioso per l'inganno e prova ad attaccare Freezer e Gohan, ma prima di poter fare alcunché viene cancellato dagli Zeno, che non vogliono interferenze dagli spalti. Frost tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Non potevo che perdere, se provando con un colpo solo avessi fallito... (Hit)
Dopo che Goku ha combattuto contro Jiren usando l'Ultra Istinto, entra in scena Hit, che prova a colpire il campione dell'Undicesimo Universo, ma questi si rivela troppo forte per lui e neanche il Salto Temporale riesce a sconfiggerlo. L'assassino sceglie allora di utilizzare la tecnica della Gabbia Temporale, una mossa pericolosa che blocca per sempre l'avversario ma che consuma moltissima energia. Riuscito a spedire il nemico a bordo ring, Hit prova a dargli il colpo di grazia, ma Jiren si rivela troppo forte e riesce ad eludere la tecnica del sicario: ormai sfinito, Hit prova invano a resistere, ma Jiren è inesorabile e lo scaglia fuori dal ring per la disperazione dei suoi compagni e di Goku. Quando il Sesto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Hit compreso: il sicario tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Io non perderò mai! (Monna)
Per salvare Caulifla e Kale, il sayan Cabba sfida Monna, enorme guerriera del Quarto Universo: la donna tuttavia è molto forte e riesce a spedirlo quasi fuori dal ring. Salvato da Vegeta, il giovane sayan viene spronato dal suo maestro a combattere al massimo, ma nonostante tutto continua a prenderle da Monna. Sicura di sé, quest'ultima lo insulta promettendogli che dopo di lui attaccherà Vegeta, Caulifla e Kale: infuriato e deciso a mostrare il suo vero valore, il giovane Sayan si trasforma in Super Sayan di secondo livello e scaglia fuori dall'arena Monna con un potente attacco energetico. Quando il Quarto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Monna compresa: la guerriera tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Oh, Lord Champa, Lord Fuwa, mi dispiace: abbiamo perso... (Kale)
Spronata da Caulifla, Kale inizia a combattere insieme all'amica contro Goku: il Sayan è costretto ad utilizzare il Super Sayan God contro di loro, riuscendo a prevalere. Le due allora scelgono di usare l'arma segreta del Sesto Universo, ovvero gli orecchini Potara, con le quali si fondono in Kefla, che riesce a mettere in crisi Goku. Quando sembra che il sayan abbia la peggio, questi riesce nuovamente a padroneggiare l'Ultra Istinto, ribaltando la situazione: Kefla prova a colpirlo con un ultimo attacco, ma Goku riesce ad evitarlo e a colpire la fusione con una possente Onda Energetica, eliminandola e sciogliendo la fusione. Quando il Sesto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Kale compresa: la sayan tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Quindi è questo il potere dei namecciani del Settimo Universo... magnifico! (Saonel)
Rimasti gli ultimi baluardi del Sesto Universo, i namecciani Saonel e Pirina affrontano Gohan e Piccolo, mettendoli in difficoltà: i due infatti hanno assorbito vari namecciani del Sesto Universo e pertanto sono molto più forti di quanto sembra. Spronato dal Supremo e da Nail, Piccolo riesce a rialzarsi e a colpire i due avversari con un Cannone Speciale, rendendoli privi di difese: riconoscendo il valore dei suoi avversari, Saonel viene sbalzato via insieme al compagno dall'Onda Energetica di Gohan, segnando la sconfitta del Sesto Universo. Dopo la loro eliminazione, i due Zeno cancelleranno il Sesto Universo con tutti i suoi abitanti, Soanel compreso: il namecciano tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Peru: Sappiate che vi siete comportati benissimo: ci avete mostrato la brillante meraviglia dell'amore.
    Helles: A questo punto accettiamo il nostro destino, con eleganza e, cosa ancora più importante, con la nostra bellezza!
    Ribrianne: Grazie, ci avete sostenuti, e vi siamo davvero grati per questo!
    Kakunsa: E anche se il Secondo Universo verrà distrutto, il nostro amore continuerà a vivere sempre nel cuore di tutti!
    Roazie: Ecco perché fino all'ultimo diremo quello che abbiamo sempre detto! Un, due... amore!
    Peru: Amore!
    Helles: Amore!
    Ribrianne: Ciao, amici, ciao!
Rimasti gli ultimi baluardi del Secondo Universo, Zirloin, Rabanra e Zarbuto affrontano Goku supportati dall'amore dei loro compagni, ma, nonostante il loro valore, i tre vengono eliminati facilmente dal super sayan blu. Consapevoli di essere eliminati Helles, il suo kaioshin Peru e i guerrieri rimasti Ribrianne, Roazie e Kakunsa ringraziano gli abitanti del loro Universo per il sostegno, promettendo che, nonostante la loro dipartita, l'amore trionferà: tutto il team del Secondo Universo si mette poi fieramente in posa, venendo cancellato dagli Zeno sotto gli sguardi ammirati dei guerrieri ancora in campo. Il Secondo Universo verrà in seguito ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Pirina: Beh, non avresti dovuto farcela pagare se avessimo perso?
    Caulifla: Si, ma poi vi ho visti combattere e non posso rimproverarvi nulla. Però... una promessa è sempre una promessa! Venite qui! Tanto vi prendo, codardi!
    Fuwa: Beh, è destino anche questo.
    Champa: Ehi, fratello! [Tira una linguaccia a Beerus]
    Cabba: Maestro Vegeta, ti auguro buona fortuna.
Tornati sugli spalti, Saonel e Pirina ricevono i complimenti da Caulifla, fiera della loro grinta: la sayan tuttavia aveva promesso di picchiarli in caso di sconfitta e si mette ad inseguirli insieme a Kale, sotto gli sguardi sconsolati del kaioshin Fuwa, di Magetta, del Dottor Rota e di Botamo, consapevoli che saranno cancellati. Mentre gli Zeno cancellano il Sesto Universo, Cabba dà un ultimo saluto al suo maestro Vegeta, augurandogli buona fortuna sotto lo sguardo soddisfatto di Hit, mentre Champa chiama il fratello Beerus e gli tira una linguaccia. Il Sesto Universo verrà in seguito ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Non sono sicuro nemmeno io di cosa sia successo: mi sono sentito come spazzato fuori dal ring! È stato... strano. Non me l'aspettavo. (Catopesla)
Mentre vari universi spariscono Vegeta affronta Catopesla, poliziotto galattico del Terzo Universo: il guerriero prova a colpire il sayan con il suo colpo più forte, ma questi riesce facilmente a contrastarlo con il Lampo Finale, mandando l'avversario a bordo ring. Riuscito a non cadere, Catopesla viene inaspettatamente colpito alle gambe da un guerriero invisibile, precipitando fuori dal ring: sugli spalti, egli confessa al suo dio della distruzione Mosco di non sapere bene cosa sia successo. Quando il Terzo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Catopesla compreso: il poliziotto galattico tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Mi dispiace... (Gamisaras)
Il guerriero che ha eliminato Catopesla è Gamisaras, asso nella manica del Quarto Universo: approfittando della propria invisibilità, il guerriero attacca i membri del Settimo Universo mettendoli in difficoltà. Su ordine di Junior, Gohan spara diversi colpi a terra: reso visibile dalla polvere alzata dai colpi, Gamisaras viene individuato e picchiato dal namecciano, che lo scaglia fuori dal ring con un potente attacco energetico. Quando il Quarto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Gamisaras compreso: il guerriero invisibile tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Troppa paura! Chiedo scusa... (Shantza)
Dopo Gamisaras, i guerrieri devono affrontare un nuovo avversario del Quarto Universo: si tratta di Shantza, dotato apparentemente dell'abilità di evocare i fantasmi dei guerrieri degli universi cancellati. Combattendo un po', Junior capisce che in realtà i fantasmi sono solo illusioni che servono a coprire l'intervento di un altro guerriero invisibile: individuato Shantza, il namecciano elimina l'inerme guerriero con un unico attacco energetico. Quando il Quarto Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Shantza compreso: l'illusionista tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Mi dispiace! (Damon)
Dopo aver eliminato Shantza, Junior si prepara allo scontro con il secondo guerriero invisibile: questi riesce però ad eludere i suoi attacchi, riuscendo a gettarlo fuori dal ring. Dopo l'eliminazione del compagno, C-17 viene attaccato, ma chiudendo gli occhi e usando solo il suo udito sviluppato, riesce ad individuare il nemico: si tratta di Damon, un avversario minuscolo. Insieme a Goku, l'androide elabora un'astuta strategia: mentre il sayan colpisce il terreno provocando vibrazioni che sbalzano Damon, C-17 lo intrappola in una barriera di energia e lo calcia fuori dal ring, sconfiggendo definitivamente il Quarto Universo. Con la sua eliminazione, il Quarto Universo viene ufficialmente cancellato dagli Zeno: il piccolo guerriero tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Se devo andarmene mi porterò via tutti quanti voi! (Quitela)
Infuriato e spaventato dalla sconfitta di Damon, Quitela non accetta il proprio destino a differenza dei membri della sua squadra e si prepara ad attaccare chiunque per uccidere più persone possibile: prima che possa fare alcunché, però, gli Zeno cancellano il Quarto Universo. Quitela tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Ve l'ho detto, voi non vincerete mai! Attacchi del genere non funzionano con me! (Biarra)
Mentre i guerrieri dell'Undicesimo Universo recuperano le forze, si scatena un'accesa battaglia tra il Terzo e il Settimo: mentre Goku, Vegeta e Gohan affrontano il Dr Paparoni e i suoi tre robot, C-17 e C-18 se la vedono con il possente Biarra. Quest'ultimo riesce inizialmente a prevalere, ma sul lungo tempo si trova in difficoltà contro gli androidi, che usano prevalentemente attacchi combinati: ormai allo stremo, il guerriero robotico crolla esausto, venendo calciato fuori dall'arena da C-18. Quando il Terzo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Biarra compreso: il robot tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Mi dispiace molto, sono mortificato... (Dr Paparoni)
In crisi contro il Settimo Universo, Paparoni escogita il piano d'emergenza del Terzo Universo: la fusione degli ultimi suoi componenti nel colossale e feroce robot Anilaza. Il mostro si rivela una vera sfida per tutti i guerrieri presenti in campo: C-17 viene addirittura sbalzato fuori ed è solo il sacrificio di C-18 a salvarlo dall'eliminazione. Non vedendo alternative Goku, Gohan, Vegeta, C-17 e Freezer scelgono di collaborare, colpendo allo stesso momento il colossale avversario: vedendo che il nucleo della creatura è sulla sua fronte, C-17 lo distrugge, permettendo ai compagni di sbalzare fuori dall'arena il potente Anilaza una volta per tutte. Con l'eliminazione del mostro, il Terzo Universo perde tutti i suoi guerrieri e Paparoni si scusa con le sue divinità prima di essere cancellato: il dottore tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Ea: Dobbiamo accettare il nostro destino serenamente, senza alcun rimpianto.
    Mule: Eh eh eh... Grazie per tutto quanto, addio!
A differenza di molti colleghi, il kaioshin Ea accetta con l'animo in pace il proprio destino, conscio di aver dato il massimo: improvvisamente dal dio della distruzione Mosco, in realtà un gigantesco scafandro, esce un diavoletto, Mule, vero dio della distruzione, che ringrazia il collega per l'ottimo lavoro svolto prima di svanire. Le due divinità torneranno in seguito in vita quando il loro universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Adesso...Tocca a te, Jiren! (Dyspo)
Mentre Goku e Vegeta affrontano insieme Jiren e C-17 prova a trattenere Toppo, Gohan corre ad aiutare Freezer, in difficoltà contro Dyspo: il guerriero sonico riesce inizialmente ad avere la meglio, ma grazie al sacrificio di Gohan, che lo trattiene da dietro, Freezer riesce ad eliminarlo. Quando anche Toppo viene eliminato da Vegeta, Dyspo sprona Jiren a dare il massimo: questi però esprime la sua delusione verso i due, lasciando Dyspo mortificato. Quando l'Undicesimo Universo perderà tutti i suoi componenti, i due Zeno lo cancelleranno con tutti i suoi abitanti, Dyspo compreso: il guerriero sonico tornerà in seguito in vita quando il suo universo verrà ripristinato dal desiderio di C-17.
  • Toppo: Jiren... ti ringrazio.
    Jiren: Mi ringrazi? Ma come, se in battaglia, per rinnegare me stesso, ho rinnegato tutti voi?
Dopo un duro duello contro Goku, che usa l'Ultra Istinto Completo, Jiren riesce a sconfiggere l'avversario e si prepara a buttarli fuori dal ring: intervengono però C-17 e Freezer, non ancora eliminati, che mettono in difficoltà l'ormai esausto campione dell'Undicesimo Universo. Spronato da Toppo e dagli altri compagni Jiren sceglie di dare il massimo, anche e sopratutto per loro: dopo un epico scontro Freezer e Goku trascinano oltre il bordo il possente guerriero, lasciando il solo C-17 sul ring. Nonostante la sconfitta, Toppo ringrazia a nome di tutti il compagno: mentre vengono cancellati, Goku si congratula con Jiren per lo scontro, esprimendo il desiderio di combattere nuovamente con lui. Jiren, Toppo e tutti i loro compagni torneranno in vita poco dopo quando C-17 ripristinerà tutti gli Universi, compreso l'Undicesimo.

Film[modifica]

Dragon Ball Z: La resurrezione di 'F'[modifica]

  • Perdoni se oso intromettermi, ma ritengo che sarebbe più saggio ignorarli, mio signore, e invece di pensare a loro tornare a... Ah! Lord Sorbet! (Tagoma)
  • Ma cosa...?! (Shisami)
  • Imperatore... non ci aspettavamo degli avversari... così potenti... (Soldato di Freezer)
  • No, Lord Freezer! (Lord Sorbet)
  • Ormai per te è arrivata la fine, e non resusciterai mai più, Freezer. (Vegeta)
  • No... maledizione! (Freezer)

Special TV[modifica]

Dragon Ball Z: Le origini del mito[modifica]

  • Ti avverto... è un futuro tremendo quello che vi attende... la stirpe a cui appartieni verrà distrutta esattamente come è accaduto a noi... osserva bene e soffri... soffri come non hai mai sofferto in vita tua! (Toolo)
Mentre la sua squadra parte per il pianeta Mith, il sayan Bardack resta sul pianeta Kanossa per vedere se esiste qualche sopravvissuto al loro attacco. Le sue supposizioni si rivelano giuste: egli infatti trova presto un sopravvissuto, Toolo. Prima di ucciderlo però Toolo rivela di essere un veggente e di aver previsto la morte dell'intero popolo sayan per mano del loro capo, il tiranno Freezer. Bardack tuttavia non gli crede e lo uccide con un potente attacco, non prima che l'alieno riesca comunque a passargli il proprio potere di preveggenza.
  • Invece ti assicuro che è così... quello schifoso verme ci ha usato... per me ormai è finita... ma tu devi... devi fare qualcosa o Freezer eliminerà i Sayan... vuole sbarazzarsi di tutti noi... ascoltami Bardak, torna sul pianeta Vegeta... devi radunare tutti i Saiyan e sconfiggere quel miserabile… fa che la nostra morte non sia stata inutile... e che la forza vinca... (Toma)
Dopo una tappa su un pianeta di Freezer per potersi curare, Bardack raggiunge la sua squadra su Mith, ma scopre presto che sono stati tutti massacrati. Trovato l'amico Toma in fin di vita, questi rivela a Bardack come siano stati massacrati da Dodoria, potente scagnozzo di Freezer, in quanto il tiranno vuole massacrare la loro razza in quanto possibili avversari futuri. Consapevole di non poter sopravvivere, Toma sprona Bardack ad uccidere Freezer, per poi spirare.
  • Kakaroth, porta tu a compimento la mia missione. Devi vendicarci di colui che ha distrutto il pianeta Vegeta e tutti i Saiyan. Kakaroth! (Bardack)
Arrivato sul suo pianeta d'origine, Vegeta, Bardack non viene creduto quando dice che Freezer distruggerà il pianeta. Vedendo arrivare l'astronave del tiranno, Bardack decide di giocare il tutto per tutto e, arrivato nello spazio, affronta uno per uno gli scagnozzi di Freezer. Purtroppo il suo atto coraggioso si rivela inutile: affiancato dagli scagnozzi Zarbon e Dodoria infatti Freezer prepara una potente sfera di energia, che scaglia contro il pianeta colpendo anche Bardack e i suoi stessi scagnozzi. Prima di morire però Bardack ha un'ultima visione, in cui vede il figlio Kakaroth cresciuto sconfiggere Freezer: sorridendo, Bardack incita mentalmente il figlio, per poi finire disintegrato dall'attacco di Freezer insieme ai soldati del tiranno e al pianeta Vegeta.