Atanasio di Alessandria

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Atanasio di Alessandria

Atanasio detto il Grande (295 circa – 373), teologo greco-ortodosso.

  • Gl'incomodi della fuga sono più difficili a sopportare che non i dolori della morte; e il principale merito di chi sostiene persecuzioni, consiste nel perseverare senza noia né impazienza. (citato in Cesare Cantù, Sant'Atanasio, p. 505, Biografie per corredo alla storia universale, Volume I)
  • Come chi vuoi vedere la luce del sole dee nettarsi l'occhio, così chi vuol come prendere il senso de' sapienti di Dio dee purificar l'anima. (De Incarnatione, citato in Cesare Cantù, Sant'Atanasio, p. 510 Biografie per corredo alla storia universale, Volume I)

Citazioni su Atanasio di Alessandria[modifica]

  • Negli scritti d'Atanasio non può cercarsi né grand'eloquenza, giacché scopo suo era di vincere, non di piacere; né una compiuta esposizione della fede, od un'artistica confutazione delle eresie; ma qualunque punto del dogma cristiano, egli lo ravvisa ne' rapporti coll'essenza del cristianesimo. (Cesare Cantù)
  • Se, come i prudenti lo consigliavano forse, per amor di pace egli avesse ceduto, o per timore si fosse ritirato, la Chiesa non sarebbe no soccombuta, ma a lungo sarebbero gli Ariani rimasti trionfanti. (Cesare Cantù)
  • Il più grande uomo del suo secolo, anzi, considerato sotto tutti gli aspetti, il più grande di quanti n'abbia avuti la Chiesa. (Jean-Philippe-René de La Bléterie)

Altri progetti[modifica]