Amedeo Maiuri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Amedeo Maiuri (1886 – 1963), archeologo italiano.

  • [Sull'Arco di Traiano] L'arco è in mezzo a un ciottolame come se fosse stato invaso dalla piena di un fiume; sono le demolizioni dei fabbricati che ancora l'assediano. Si è liberato dalle muraglie e dalle casettuccie che gli si erano stretti ai fianchi, da quando nel Medio Evo da caput viae l'avevano trasformato in porta di difesa della città murata. Si è tolto finalmente il fardello lercio di qualche abituro e quello più odioso di qualche presuntuosa casetta borghese; ha completato oggi quel che aveva iniziato un papa italiano, Pio IX, ed ora eccolo libero e solo nella sua trionfante bellezza di marmi e di sculture affacciarsi sulla prima lunga tesa della nuova via che l'imperatore aveva voluto costruire per abbreviare il cammino verso l'adriatico l'Epiro e l'Oriente. (da Passeggiate campane, Sansoni, Milano, 1957)
  • [Sul Teatro Sannita di Pietrabbondante] È la più aerea vetta del Molise: l’occhio scorre dai monti di Capracotta sulle nevi di Monte Campo e di Monte San Nicola, giù per la lunga fila delle case di Agnone. (da Passeggiate campane, Sansoni, Milano, 1957, p. 292)
  • Nei miei vagabondaggi ho avuto il grande torto di aver trascurato Nocera, la Nocera dei Pagani d'oggi, la Nuceria Alfaterna degli antichi, che fu un tempo la capitale di quella federazione della Campania meridionale di cui facevano parte, come città Minori, Pompei, Stabia, Sorrento ed Ercolano. (da Vita d'archeologo)

Citazioni su Amedeo Maiuri[modifica]

  • [Ironizzando sull'invito a collaborare con il Ministero dei Beni Culturali di Sandro Bondi, inviatogli il 3 marzo 2010 dal Direttore Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale Mario Resca] L'eccellentissimo professor Amedeo Maiuri è stato poi contattato, come promesso, dai responsabili del coordinamento della raccolta dati del ministero per i Beni e le attività culturali? O essi hanno rinunciato alla preziosa collaborazione dell'illustre archeologo arrendendosi davanti al dettaglio che egli è morto il 7 aprile 1963, cioè 47 anni fa? (Gian Antonio Stella)

Altri progetti[modifica]