Burn After Reading - A prova di spia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Burn After Reading
A prova di spia

Immagine Burn after reading.svg.
Titolo originale

Burn After Reading

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2008
Genere commedia nera
Regia Ethan Coen, Joel Coen
Soggetto Ethan Coen, Joel Coen
Sceneggiatura Ethan Coen, Joel Coen
Produttore Tim Bevan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Burn After Reading – A prova di spia, film statunitense del 2008 con Brad Pitt, George Clooney, John Malkovich e Tilda Swinton, regia di Ethan e Joel Coen.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Io secondo te avrei dei problemi con l'alcol? Vaffanculo, Peck! Sei un Mormone! In confronto a te tutti quanti abbiamo problemi con l'alcol! (Osbourne Cox)
  • Io in vent'anni di servizio non ho mai scaricato la mia arma. (Harry Pfarrer)
  • Non ci posso credere, questa è roba di intelligence, cazzo. Questa è... è... Non ci posso credere! [...] Già! Manolo ha trovato questo CD in terra in uno degli spogliatoi. Quello delle donne. Ho pensato: "qualcuno ha perso un CD musicale", poi vengo qui e ci trovo tutti questi files cazzo! Qui si parla di intercettazioni. Ci sono segnali e... cazzate e... Segnali vuol dire codici, capito? Qui si parla dei capi-reparto, i loro nomi e cazzate... Poi ci sono tutti questi files che sono tipo... numeri. Un elenco. Numeri e date. E numeri. E numeri. E... date. E altri numeri. Questa è roba grossa cazzo! Mi spiego? Roba di intelligence. [...] Un avviso? Dopo aver trovato roba Top Secret? Segreti dell'intelligence? Roba della CIA? "Oohh chi ha scordato un po' di merda segreta della CIA?" Ma per favore... (Chad Feldheimer) [Leggendo i files di Osbourne Cox]

Dialoghi[modifica]

  • Osbourne Cox: Pronto?
    Chad Feldheimer: Ehm... Osbourne? Osbourne Cox?
    Osbourne Cox: Sì. Chi parla?
    Chad Feldheimer: Ehm... Sono... Parlo con Osbourne Cox?
    Osbourne Cox: Chi parla? Che ore sono? Lei chi è?
    Chad Feldheimer: Sono un buon samaritano. Mi scusi per aver chiamato a quest'ora... ma non volevo che fosse preoccupato...
    Osbourne Cox: Preoccupato?
    Chad Feldheimer: Per la sicurezza... della sua roba.
    Osbourne Cox: Di che diavolo sta parlando? Con chi sto parlando?
    Chad Feldheimer: I suoi file... i suoi documenti... so che questi suoi documenti sono... riservati. Ma io sono perfettamente disposto a riportargli questo sua roba riservata... insomma, quando le fa comodo...
    Osbourne Cox: A quali documenti si riferisce?!
    Chad Feldheimer: Osbourne Cox?
    Osbourne Cox: SÌ! SÌ! SONO PROPRIO... PRONTO?! SONO OSBOURNE COX! E LEI CHI CAZZO È?! Di che documenti sta parlando?!
    Chad Feldheimer: Ok: "Il capo dipartimento a Belgrado lo chiamiamo Slovak il macellaio; aveva pochi e salutari riporti con il suo staff e per questo motivo..."
    Osbourne Cox: "Rapporti"! "Pochi e saltuari rapporti con il suo staff", pezzo di imbecille!
  • Katie Cox: Che diavolo è successo?
    Osbourne Cox: Un buffone... Due buffoni, si sono impossessati delle mie memorie.
    Katie Cox: Le tue cosa?
    Osbourne Cox: Le hanno rubate...
    Katie Cox: Le tue che?
    Osbourne Cox: Non so come... Le mie memorie, il libro che sto scrivendo.
    Katie Cox: Perché qualcuno dovrebbe pensare che siano una cosa di valore?
  • Osbourne Cox: (Giunge in cantina e scopre Ted Treffon al computer.) E tu sei l'amante di mia moglie?
    Ted Treffon: No.
    Osbourne Cox: Allora che ci fai qui?... Io ti conosco: tu sei il tipo della palestra.
    Ted Treffon: Io qui non rappresento la Hard Bodies.
    Osbourne Cox: Oh sì, so benissimo che cosa rappresenti: tu rappresenti l'idiozia del mondo d'oggi.
    Ted Treffon: Non rappresento neanche quella...
    Osbourne Cox: Sì, invece. Eri in palestra, quando sono venuto a cercare quella stupida donna.
    Ted Treffon: Non è una stupida.
    Osbourne Cox: Tu sei alleato con quella stupida donna. Fai parte di un'associazione di coglioni.
    Ted Truffon: No, no...
    Osbourne Cox: Sì. Vedi, tu sei uno di quegli imbecilli, che ho cercato di combattere per tutta la mia vita. Per tutta... la mia... cazzo di vita. Ma indovina un po'? Oggi vinco io. (Spara al petto di Ted Treffon.)
    (Ted Treffon si accascia un po' sul tavolo, poi raccoglie un oggetto e lo lancia a Osbourne Cox. Quest'ultimo cade, poi si rialza. Ted Treffon scappa su per le scale, mentre Osbourne Cox si rialza. Quest'ultimo insegue Ted Treffon per la casa, fino alla porta d'ingresso. Escono entrambi di casa, Osbourne Cox a breve distanza da Ted Treffon)
    Osbourne Cox: Vieni qui!... Fermo!... Al ladro!... Fermati!... Ladro!... Fermo!... (Raggiunto finalmente Ted Treffon, Osbourne Cox lo colpisce ripetutamente, a morte, con un'accetta.)
  • Presidente Cia: Cristo, che cazzo di casino!
    Agente Palmer: Già!
    Presidente Cia: Che abbiamo imparato, Palmer?
    Agente Palmer: Non lo so, signore.
    Presidente Cia: Non lo so nemmeno io... Forse abbiamo imparato a non farlo più!
    Agente Palmer: Sì, signore!
    Presidente Cia: Anche se non so cosa abbiamo fatto!
    Agente Palmer: Sì, è difficile... A dirsi.
    Presidente Cia: Cristo, che cazzo di casino!!

Altri progetti[modifica]