Condizione della donna in Pakistan

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Una classe femminile nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa

Citazioni sulla condizione della donna in Pakistan.

Citazioni[modifica]

  • Eccovi una società in cui lo stupro non è un crimine. È una punizione. Le donne possono essere condannate allo stupro, da tribunali tribali e religiosi non ufficiali, se solo una voce riguardante la loro impudicizia rechi imbarazzo ai maschi della loro famiglia. In un contesto così oscenamente distorto, il termine controparte della vergogna, che è la nobile parola "onore", diventa più spesso associato con la parola "uccisione". Il coraggio morale consiste nella disponibilità a massacrare la tua propria figlia. (Christopher Hitchens)
  • In Pakistan una media di due donne al giorno muore per «omicidi d'onore» in cui, spesso, l'assassino uccide invocando il nome di Allah. (Irshad Manji)
  • L'attuale ideologia pachistana riguardante il ruolo dei sessi considera gli uomini come coloro che guadagnano il pane per la famiglia, mentre il mondo delle donne spesso è letteralmente confinato tra le pareti domestiche, dove sono madri e mogli. Le disuguaglianze tra i sessi sono indiscutibili prendendo atto delle statistiche: oggi vi sono soltanto 65 donne alfabetizzate ogni cento uomini. La tradizione ostacola l'accesso alla scuola media, secondaria e universitaria delle bambine, particolarmente nelle aree rurali. Il tessuto sociale pachistano sta sperimentando un cambiamento sostanziale: vi è una battaglia in corso per il futuro del Pakistan, paese che attualmente si trova davanti a un bivio e deve scegliere tra la strada delle riforme o la strada che riconduce al passato. (Benazir Bhutto)
  • Le donne in questo paese sono già emancipate, anche se rivendicano più diritti ed io sono d'accordo. (Muhammad Zia-ul-Haq)
  • Mi vergogno di dirlo: il nostro tasso di alfabetizzazione è del 27 per cento, ma tra le donne è solo del 13 per cento. Per questo il nostro obiettivo è l'alfabetizzazione di massa, in modo che la regina della casa possa avere un posto di responsabilità nel costruire la nazione. (Muhammad Zia-ul-Haq)
  • Mio padre, infatti, aveva aperto alle donne la diplomazia, gli impieghi statali, la polizia. Per promuovere l'istruzione femminile aveva nominato una donna alla carica di vicecancelliere dell'Università di Islamabad, e nel governo aveva affidato a due donne i ruoli di governatore del Sindh e vicepresidente dell'Assemblea nazionale. Anche le comunicazioni erano state aperte alle donne; per la prima volta erano apparse in televisione donne giornaliste. (Benazir Bhutto)

Fatima Bhutto[modifica]

  • In Pakistan le donne non hanno protezione di fronte alla legge.
  • In pratica, oggi in Pakistan le donne sono le uniche che possono essere fustigate per legge.
  • Le donne pakistane sono combattenti, devono esserlo.
    Sono coraggiose di fronte a durezze impensabili, e quando si battono contro il sistema che le perseguita, riescono a farlo con compassione, in modo non violento e con un profondo senso di giustizia.

Malala Yousafzai[modifica]

  • Ero una bambina, venuta alla luce in un paese in cui, quando nasce un maschio, tutti escono in strada e sparano in aria, mentre le femmine vengono nascoste dietro una tenda, perché già si sa che nella vita il loro ruolo sarà semplicemente quello di far da mangiare e mettere al mondo figli.
  • Nella nostra società è difficile che a una ragazza sia permesso di diventare qualcosa di diverso da un'insegnante o una dottoressa, ammesso che possa lavorare.
  • [Sul regime di Zia ul-Haq] Una donna non poteva più nemmeno aprire un conto in banca senza il permesso di un uomo. Il nostro paese ha sempre avuto forti squadre di hockey, ma Zia costrinse le giocatrici di hockey a indossare dei pantaloni lunghi e larghi e proibì del tutto alle donne di praticare altri sport.

Ziauddin Yousafzai[modifica]

  • In Pakistan succede una cosa strana: alcune donne, come la defunta Benazir Bhutto, figlia di Zulfiqar Ali Bhutto, e Maryam Nawaz Sharif, figlia del tre volte primo ministro Nawaz Sharif, sono celebrate da uomini patriarcali, ma queste donne appartengono alla classe d'élite. Sono ammirate dalla gente comune, celebrate da uomini di alto lignaggio e uomini normali. Questi uomini si uniscono ai partiti politici di queste grandi donne e le rispettano, ma non credono alle proprie figlie, ragazze di umili origini che vivono in stanze senza domestici e vengono deposte in culle di seconda mano. Questi uomini perdono fiducia nella loro stessa stirpe. In Pakistan è un atto una lotta di classe così come una lotta per l'uguaglianza. Chiedo a questi uomini: «Se accettate Benazir Bhutto come Benazir Bhutto, perché non riuscite ad accettare ragazze normali come Lubna, Kalsum e Saba? Perché non riuscite a sognare per ragazze normali nella vostra stessa casa? Avete queste grandi donne accanto a voi, sedute al vostro focolare».
  • Nella nostra società i matrimoni richiedono di essere combinati e richiedono il consenso delle rispettive famiglie, il che spesso è più importante del fatto che la sposa sia d'accordo. Per la mia generazione, nel Pakistan settentrionale, una ragazza dovrebbe essere davvero coraggiosa per opporsi al volere del padre e dei fratelli.
  • Vengo da una terra in cui le donne mi hanno servito per tutta la vita, da una famiglia in cui il mio genere mi rendeva speciale. Ma io non volevo essere speciale per quel motivo.

Altri progetti[modifica]

donne Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne