Dal tramonto all'alba

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Dal tramonto all'alba

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

From Dusk Till Dawn

Lingua originale spagnolo, inglese
Paese Usa
Anno 1996
Genere horror, splatter
Regia Robert Rodriguez
Sceneggiatura Quentin Tarantino
Produttore Robert Rodríguez, Quentin Tarantino
Interpreti e personaggi

Dal tramonto all'alba, film del 1996 di Robert Rodriguez con George Clooney e Quentin Tarantino.

Tagline
Dal regista di "Pulp Fiction". Dal regista di "Desperado". Dal tramonto all'alba.

Frasi[modifica]

  • Ricorda che i sei figli della signora 44 sono velocissimi e riescono a raggiungerti ovunque. (Seth)
  • Dovrebbero bruciare o ricordo male ? (Frost)
  • Mangiamoceli vivi. (Seth)
  • Gli psicopatici non esplodono alla luce del sole. Non esplodono per quanto pazzi possano essere. (Seth)
  • Non urlare, non fare domande. Se provi a urlare, la signora 44 urlerà più forte. Se fai una domanda, la signora 44 ti risponderà. (Seth)
  • Allora, Passere, passere, passere! Entrate qui da noi, amanti delle passere! Qui al Titty Twister trovate le belle passere a metà prezzo. Diteci come la volete e noi vi daremo le migliori passere del Messico a prezzi stracciati. Allora, potete trovare passere bianche, passere nere, spagnole, passere cinesi, passere bollenti, passere gelate, passere bagnate, passere profumate... eh eh eh, e poi passere pelose, passere insanguinate, passere affamate. E abbiamo passere di seta, passere di velluto, passerine di plastica. Troverete passere dorate e passere argentate. Volete una bella passera? Entrate, amanti della passera, e se non la trovate qui vuol dire che non esiste. Venite qui, amanti della passera! Amanti della passera, approfittate della nostra offerta "prendi due, paghi una e un penny". Sì, se prendete una passera al prezzo normale avrete a disposizione un'altra bella passera dello stesso tipo e come più vi piace solo per un penny. Vi rendete conto? Una bella passera per un penny! Se trovate un'altra passera a meno... fottetevela! (Chet Pussy) [all'ingresso del Titty Twister]
  • Questo lago di sangue è iniziato esattamente una settimana fa. Il più grande dei due crudelissimi fratelli, Seth Gecko, stava scontando una pena nel penitenziario di Raulings, nel Kansas, per aver preso parte nell'88 alla rapina della banca di Scott City, durante la quale morirono due poliziotti. Proprio mentre era in tribunale, l'uomo, con l'aiuto del fratello più giovane, Richard Gecko, noto rapinatore e maniaco sessuale, è riuscito a organizzare una fuga incredibile che si è conclusa con un'altra rapina, l'uccisione di quattro poliziotti e la morte di una donna, Heidi Vogel, una maestra travolta dall'auto dei Gecko durante il lungo inseguimento ad alta velocità nel centro di Wichita. Infine oggi, a Vinn Springs, l'ultima rapina in un negozio di liquori: gli spietati fratelli Gecko hanno ucciso un altro ranger texano, Earl McGraw, e il proprietario del negozio, Pete Bottoms. Quindi le vittime salgono a un totale di sedici! (Giornalista Kelly Houge)
  • Sono un bastardo, ma non sono così bastardo. (Seth) [rivolto a Kate]
  • Io ho sempre detto che di Dio non me ne è mai fregato un cazzo, ma ho appena cambiato idea. E mi è successo circa mezz'ora fa, perché so che qualunque forma abbia la cosa là fuori che vuole entrare, è male puro e viene dall'inferno. E se esiste l'inferno, e quei figli di puttana vengono dall'inferno, allora ci deve essere anche un paradiso, Jacob. (Seth) [rivolto a Jacob]
  • Ora ti spiego cosa vuol dire non farsi notare: vuol dire non prendere due ragazze in ostaggio, vuol dire non uccidere sei poliziotti e soprattutto vuol dire non dare fuoco ai negozi! (Seth)
  • Per infilare la gamba di una sedia in un essere umano... devi avere proprio la forza di un figlio di puttana! Cioè, il corpo umano è una macchina molto robusta, ma questi zombie, questi vampiri, loro hanno dei corpi morbidissimi! È come infilare coltelli nel burro! Hanno la pelle marcia! Li puoi trapassare con la merda. Se li colpisci con un po' di forza... gli schizza la testa in un secondo! (Aiden "Sex machine" Tanner)

Dialoghi[modifica]

  • [Seth torna alla stanza del motel con tre hamburger]
    Richard: Cazzo, mi sono preoccupato! Dove sei stato?
    Seth: Sono andato in avanscoperta.
    Richard: Che cosa hai visto?
    Seth: Solo poliziotti.
    Richard: Sei arrivato alla frontiera?
    Seth: Si, sono arrivato alla frontiera. Cos'hanno detto alla TV?
    Richard: Che ci prenderanno entro le prossime 48 ore.
    Seth: Devo trovare il modo di passare la frontiera. [controlla la ferita alla mano sinistra di Richard] Più a lungo restiamo qui, più le nostre vite non contano un cazzo. [porge l'hamburger alla mano destra di Richard] Dobbiamo portare il culo in Messico questa notte stessa, domattina all'alba ci incontreremo con Carlos, poi lui e i suoi uomini, una decina di ragazzi, ci scorteranno fino a El Ray. [si accorge l'assenza della donna ostaggio Gloria] Dov'è finita la donna?
    Richard: Chi?
    Seth: Come chi? La donna, l'ostaggio, il fottuto ostaggio! Richard, che ne hai fatto di Gloria?
    Richard [indicando la stanza da letto]: È là dentro!
    Seth: E che cazzo ci fa là dentro?
    Richard: No, aspetta un attimo, aspetta...
    Seth [apre la porta e scopre che Richard ha violentato e ucciso la donna ostaggio]: Richard, che cos'hai in testa?
    Richard: Ahh, senti, prima che ti incazzi lascia almeno che ti spieghi com'è successo.
    Seth: Già, già, spiegami! Voglio una spiegazione: che cos'hai nella mente che non va?
    Richard: Ma non ho niente nella mente che non va, fratello, quella ha provato a scappare, è stata lei!
    Seth: No, stai mentendo. Lei non avrebbe detto merda neanche se ne avesse avuta la bocca piena.
    Richard: Sbagliato, sbagliato, sbagliato! Dopo che te ne sei andato quella stronza è diventata una iena!
    Seth: Già. È colpa mia. È stata colpa mia.
    Richard: No, non è colpa tua.
    Seth: È stata colpa mia.
    Richard: No, è colpa sua. È colpa sua!
    Seth: È successo per colpa mia, credi che io possa fare una cosa simile? Io non lo farei mai, io non lo mai fatto, io sono un professionista, un ladro. Io non uccido le persone se non sono costretto a farlo e non violento le donne per poi ammazzarle, hai capito? [afferra Richard e lo sbatte contro un muro] Quello che stai facendo, quello che cazzo stai facendo... quello che stai facendo io non lo condivido affatto, hai capito Richard?! Capito?! Devi dire un fottuto "sì"! Devi dire: sì, Seth, certo che capisco, hai capito?! No, devi dire: sì, Seth, cazzo se capisco, capito?
    Richard: Sì, Seth, cazzo se capisco, sì ho capito.
    Seth [abbraccia Richard in un momento di lucidità]: Quando saremo in Messico tutto sarà diverso.
    Richard: Sì.
    Seth: Tu starai bene. Berremo tequila, mangeremo tortillas e burritos e tutte queste cazzate non avranno più importanza.
    Richard: S-sì.
  • Kate: Scusa...
    Richard: Che'c'è?
    Kate: Dove ci state portando?
    Richard: In Messico.
    Kate: Che cosa c'è in Messico?
    Richard: I messicani.
  • Seth: Come si chiamano?
    Jacob: Scott e Kate.
    Seth: Scott e Kate... [mostra una foto conservata in un portafoglio] e questa chi è?
    Jacob: Mia moglie.
    Seth: E dov'è la nostra cinesina?
    Jacob: In paradiso.
    Seth: È morta?
    Jacob: Hai indovinato.
    Seth: E com'è morta?
    Jacob: In un incidente d'auto.
    Seth: Oh, Jacob, dammi qualche altro dettaglio. Com'è successo, è stato un ubriaco del cazzo?
    Jacob: No, pioveva a dirotto, era sera. La macchina era vecchia e i freni non erano un granché. Ha frenato bruscamente, la macchina è andata a sbattere ed è morta.
    Seth: È morta sul colpo?
    Jacob: Non esattamente. È rimasta intrappolata nelle lamiere per più di sei ore prima di morire.
    Seth: Ma va! Eh, disgrazie del genere sono come un colpo al cuore, sei d'accordo?
    Jacob: Si, infatti.
    Seth [nota un simbolo cristiano conservato nel portafoglio e lo mostra a Jacob]: È vero questo?
    Jacob: Si.
    Seth: Ne ho visto solo un altro prima d'ora. Era di un mio amico, è diventato pastore della sua congregazione. L'ha fatto per non pagare le tasse. Tu l'hai fatto per questo o per la fede?
    Jacob: L'ho fatto per fede.
    Seth: Ah, sei un reverendo?
    Jacob: No, ero un pastore.
    Seth: "Eri" nel senso che non lo sei più?
    Jacob: Esatto.
    Seth: Perché hai smesso?
    Jacob: Direi che è arrivato il momento di porre fine a questa bella intervista confidenziale, se non ti dispiace.
    Seth: Facevo un po di conversazione, d'accordo, paparino? Non essere cosi suscettibile. Ma in fondo hai ragione, basta con questa dannata "voglia di conoscerci un po'"; non me ne frega un cazzo di te e della tua fottuta famiglia. Potete vivere tutti felici e contenti o morire oggi stesso, non me ne frega un cazzo. In effetti mi frega soltanto di me, di quel figlio di puttana di mio fratello e dei miei soldi. Quindi, se ci fai passare la frontiera senza incidenti, resti tranquillo con noi tutta la notte, non fai scherzi e non cerchi di scappare domani mattina ti assicuro che vi lascerò andare tutti quanti.
    Jacob: Chi mi garantisce che manterrai la parola? Devi convincermi che dici la verità.
    Seth: Senti, testa di cazzo, l'unica cosa di cui dovresti preoccuparti è convincerti che siete chiusi qui dentro con due criminali molto pericolosi! Non mi va di stare tutta la notte a pensare a che cosa farai tu... e credo che non sarebbe divertente neanche per te stare tutta la notte a preoccuparti di mio fratello e delle sue smanie sessuali per tua figlia. Se la mangia con gli occhi, hai visto?
    Jacob: Sì...
    Seth: Non è rassicurante, vero?
    Jacob: No, nient'affatto.
    Seth: Lo immaginavo. Facci entrare in Messico, non tentare di scappare e a tua figlia non capiterà niente. Domani mattina sarete liberi. Ti do la mia parola d'onore, Jacob.
    [Si stringono la mano]
    Jacob: Se tuo fratello la tocca... ti giuro che lo ammazzo.
    Seth: Affare fatto. Se non mantieni la tua parola vi ammazzo io.
  • Pandemonium: Benvenuto nel mondo degli schiavi!
    Seth: No grazie, ho già avuto una moglie.
  • Sex Machine: Facciamo fuori quella fottuta banda del cazzo!
    Frost: Giele suono io...
    Musicista: Fanculo! Buonanotte coglioni! [uno dei musicisti della banda facendo il dito medio a Sex Machine prima di esplodere]
  • Kate: Seth, ti senti bene?
    Seth: A meraviglia, Kate. Il mondo è ai miei piedi. Eccetto il fatto che ho appena infilato un bastone di legno nel petto di mio fratello che si era trasformato in un vampiro assetato di sangue, anche se non ho mai creduto ai vampiri. A parte questo incidente un po' sgradevole, va tutto a meraviglia.
  • Jacob: Qualcuno ha capito quello che succede qui dentro?
    Seth: Io l'ho capito. La fuori c'è un branco di vampiri del cazzo che vogliono entrare qui per succhiarci un bel po' di sangue, e questo è tutto. Chiaro e semplice. E non voglio sentir dire da nessuno: "Ma io non ci credo ai vampiri del cazzo!", perché io non ho mai creduto ai vampiri del cazzo, ma credo a quello che vedono i miei occhi e quello che ho visto erano dei vampiri del cazzo. Allora, siamo tutti d'accordo nell'affermare che abbiamo a che fare con dei vampiri del cazzo?
  • Seth: In effetti noi un arma segreta l'abbiamo. La nostra arma contro quelle sanguisughe è quest'uomo [Jacob]. Lui è un prete. Per quello che gli frega a Dio di noi potremmo tutti sparire dalla faccia della terra, ma lui è uno del paradiso. Purtroppo abbiamo un problema... la sua fede non è più come una volta!
    [Jacob dà un pugno in faccia a Seth che finisce a terra]
    Jacob: Sono stanco del tuo sarcasmo!
    Seth: Non volevo fare lo spiritoso, Jacob. Ma ci servi. Un prete senza fede non può aiutarci. [rialzandosi] Non ci serve a un cazzo. Un servo di Dio invece può prendere una croce e infilarla nel culo a quei mostri... un servo di Dio può benedire l'acqua del rubinetto e farla diventare un'arma. Jacob, io lo so perché hai perso la fede... come si fa a credere in Dio se tua moglie è stata portata via a te e ai tuoi figli? Io ho sempre detto che di Dio non me ne fregava un cazzo ma ho appena cambiato idea, e mi è successo circa mezz'ora fa. Perché so che qualunque forma abbia la cosa là fuori che vuole entrare è male puro, e viene dall'inferno, e se esiste l'inferno, e quei figli di puttana vengono dall'inferno, allora dev'esserci anche un paradiso Jacob, c'è un paradiso! Allora con chi stai? Sei un fottuto prete senza fede... o sei ancora un maledetto fottuto servo di Dio?
    Jacob: Sono un maledetto... servo di Dio.
  • Kate: Non riesco più a sopportare questo rumore assurdo.
    Frost: Si che ci riesci. Devi resistere, perché non hai altra scelta, Kate. O forse preferisci passare le prossime 24 ore in una fossa puzzolente e fangosa insieme ai tuoi cadaveri putrefatti dei tuoi amici che ti fanno compagnia?!
    Jacob: Ma di cosa stai parlando?
    Frost [fumando una sigaretta]: Ero in Vietnam, nel '72. Ero rimasto intrappolato in un accampamento nemico, tutti quelli della mia squadra erano morti. I vietcong pensavano di aver ucciso tutti e invece io ero vivo. Ma loro non lo sapevano, in fondo potevo essere morto. Una granata era esplosa a meno di un metro da me, ecco perché sono così bellino! Ammassarono tutti i corpi sopra di me, non mi restava altro che stare al gioco. Rimasi immobile. Sentivo il nemici scherzare, ridere di noi. Ora, dopo ora, finalmente uscì da quella montagna di carne. Era notte e li colsi di sorpresa, dormivano tutti. Ne uccisi uno! E un altro! E un altro ancora! Quattro! Cinque! Sei! Quando tornai finalmente in me mi resi conto che avevo sterminato tutti i vietcong da solo. C'erano... brandelli... di carne e sangue attaccati al mio fucile, ancora oggi... non riesco a dimenticare.

Altri progetti[modifica]

Dal Tramonto all'Alba
Dal tramonto all'alba · Dal tramonto all'alba: Texas, sangue e denaro · Dal tramonto all'alba: la figlia del boia