Francesco Speroni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Francesco Speroni (1946 – vivente), politico italiano.

  • Non mi riconosco totalmente in questa carta costituzionale. Avevo due anni quando è stata eletta l' Assemblea costituente. Ma le regole che ci sono vanno attuate anche da chi non ci crede: io ho giurato sulla Costituzione e non sgarro di una riga. (citato dal Corriere della Sera, 22 maggio 1994)
  • Sogno una Carta che sia un miscuglio tra quella tedesca, svizzera e statunitense. Ma non possiamo trascurare altri contributi. Per esempio la costituzione degli Emirati arabi uniti: anche se ci sono i sultanati è molto ben fatta per quanto riguarda i rapporti tra Stati e struttura centrale. Anzi, spero presto di poter leggere anche la Costituzione del Sudafrica che è nuova di pacca. (citato dal Corriere della Sera, 22 maggio 1994)
  • Gli italiani fanno schifo e l'Italia fa schifo. Perché non vuole essere moderna e hanno vinto quelli che vogliono vivere alle spalle degli altri. (citato dal Corriere della Sera, 26 giugno 2006)
  • Molto spesso quando i nostri pescherecci, disarmati, si avvicinano alle coste della Tunisia vengono mitragliati. Usiamo lo stesso metodo. [...] Non sbagliano i tunisini. Se uno invade le acque territoriali di un Paese sovrano è lecito usare le armi, questo è diritto internazionale, l'ha fatto anche Zapatero [...] Non ce l'hanno certo scritto in fronte se sono profughi, ma non c'è una situazione in Tunisia che giustifichi l'arrivo di profughi. Se venissero da Malta o dal Canada lei direbbe che sono profughi? [...] Hitler ha sbagliato tutto: se fosse vissuto nei giorni nostri avrebbe mandato dei tedeschi coi barconi a invadere il mondo e nessuno avrebbe potuto fermarli perché 'beh, ci sono le ragioni umanitarie'. Noi in Libano, in Afghanistan stiamo usando le armi, perché non dobbiamo usarle per difendere i nostri confini? Si parla tanto dei 150 anni dell'Unità, qui si tratta di difendere i sacri confini della Patria come qualcuno ancora dice [...] Noi siamo invasi, c'è gente che viene in Italia senza permesso, violando tutte le regole. A questo punto vanno usati tutti i mezzi per respingerli, eventualmente anche le armi. (a Radio24; citato da La Repubblica, 13 aprile 2011)
  • [Alla domanda "Lei aveva dichiarato di correre molto con la sua auto in Germania, dove non ci sono limiti di velocità. Ha raggiunto un nuovo record?"]. L'ultima sono arrivato, di tachimetro, a 316 km orari. Il video lo si può vedere anche su Youtube se uno vuole. [...] Non sono uno che viola le regole, il buon senso è un altro discorso, ognuno ha il suo. Ovviamente vado veloce quando non c'é nessun altro. I rischi ci sono dappertutto: magari uno sta a casa sua, e gli viene il terremoto. (a Radio24 citato da Sky Tg24, 28 giugno 2011)
  • [Sull'esame da avvocato sostenuto in Belgio] Perché in Italia è molto più difficile mentre in Belgio l'esame, non dico sia all'acqua di rose, ma insomma è certamente più facile. Non conosco le statistiche, ma qui le bocciature sono molte meno rispetto a quelle dell'esame di abilitazione in Italia. (intervista a Il Fatto Quotidiano, 29 settembre 2011)
  • Me ne sono andato [da Alitalia] prima che mi licenziassero. Sono andato in pensione a 50 anni. Percepisco una pensione Inps come molti altri miei colleghi. Sono un privilegiato, ma non mi vergogno. Come europarlamentare guadagno tra i 7 e gli 8 mila euro netti al mese. I soldi dei rimborsi allora li versavo al partito. (intervista a Il Fatto Quotidiano, 29 settembre 2011)
  • [Su Renzo Bossi] Umberto voleva candidarlo all'europarlamento gia' tre anni fa, ma non aveva i requisiti di età. (citato da Blitz Quotidiano, 18 gennaio 2012)

Altri progetti[modifica]