Georges-Louis Leclerc de Buffon

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Georges-Louis Leclerc de Buffon

Georges-Louis Leclerc, conte di Buffon (1707 – 1788), naturalista, biologo, zoologo, matematico e cosmologo francese.

Citazioni di Georges-Louis Leclerc de Buffon[modifica]

  • È per mezzo di esperimenti fini, ragionati e seguiti, che si forza la natura per scoprirne il segreto; tutti gli altri metodi non hanno mai funzionato... Le raccolte di esperimenti e di osservazioni sono quindi gli unici libri che possono aumentare le nostre conoscenze.[1]
  • Il gatto è un animale domestico infedele, che si tiene solo per necessità.[2]
  • Il genio non è altro che una grande attitudine alla pazienza.[3]
Il genio è pazienza.[4]
Le style est l'homme même.
  • Se non esistessero gli animali l'uomo sarebbe ancora più incomprensibile a se stesso.[6]

Incipit di Storia naturale[modifica]

La storia naturale presa in tutta la sua estensione è una storia immensa, e tutti comprende gli obbietti che ne presenta l'universo. La moltitudine prodigiosa di quadrupedi, di uccelli, di pesci, d'insetti, di piante, di minerali ecc. offre allo spirito umano uno spettacolo vasto, un tutto sì grande che sembra, ed è veramente, inesauribile nelle sue parti.
[G.-L. Buffon, Storia naturale, trad. italiana anonima, 1829; citato in Fruttero & Lucentini, Íncipit, Mondadori, 1993]

Note[modifica]

  1. Dalla prefazione a Stephen Hales, Statique des végétaux.
  2. Da Storia naturale; citato in Brigitte Bulard-Cordeau, Il piccolo libro dei gatti, traduzione di Giovanni Zucca, Fabbri Editori, Milano, 2012, p. 40. ISBN 978-88-58-66237-3
  3. Citato in Gianfranco Ravasi, Le parole del mattino, Mondadori, 2011, p. 57. ISBN 9788852021435
  4. Citato in Honoré de Balzac, Illusioni perdute, traduzione di Dianella Selvatico Estense e Gabriella Mezzanotte, Oscar Mondadori, 2012, p. 193. ISBN 9788852031953
  5. Dal Discours de réception à l'Académie, 1752; citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 543.
  6. Citato in Giorgio Celli, Da Socrate a Darwin, presentazione a I filosofi e gli animali, a cura di Gino Ditadi, vol. 1, Isonomia editrice, Este, 1994, p. XVIII. ISBN 88-85944-12-4

Altri progetti[modifica]