Geremia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Il profeta Geremia (Michelangelo, 1508-1512)

Geremia, personaggio biblico, profeta.

Citazioni di Geremia[modifica]

Libro di Geremia[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Mi fu rivolta la parola del Signore: | "Prima di formarti nel grembo materno, ti conoscevo, | prima che tu uscissi alla luce, ti avevo consacrato; | ti ho stabilito profeta delle nazioni". | Risposi: "Ahimè, Signore Dio, ecco io non so parlare, | perché sono giovane". | Ma il Signore mi disse: "Non dire: Sono giovane, | ma va' da coloro a cui ti manderò | e annunzia ciò che io ti ordinerò. | Non temerli, | perché io sono con te per proteggerti". | Oracolo del Signore. | Il Signore stese la mano, mi toccò la bocca | e il Signore mi disse: | "Ecco, ti metto le mie parole sulla bocca. | Ecco, oggi ti costituisco | sopra i popoli e sopra i regni | per sradicare e demolire, | per distruggere e abbattere, | per edificare e piantare".
  • Mi hai sedotto, Signore, e io mi sono lasciato sedurre; | mi hai fatto forza e hai prevalso. | Sono diventato oggetto di scherno ogni giorno; | ognuno si fa beffe di me. | Quando parlo, devo gridare, | devo proclamare: "Violenza! Oppressione!". | Così la parola del Signore è diventata per me | motivo di obbrobrio e di scherno ogni giorno. | Mi dicevo: "Non penserò più a lui, | non parlerò più in suo nome!". | Ma nel mio cuore c'era come un fuoco ardente, | chiuso nelle mie ossa; | mi sforzavo di contenerlo, | ma non potevo.
  • Maledetto il giorno in cui nacqui; | il giorno in cui mia madre mi diede alla luce | non sia mai benedetto. | Maledetto l'uomo che portò la notizia | a mio padre, dicendo: | "Ti è nato un figlio maschio", colmandolo di gioia. | Quell'uomo sia come le città | che il Signore ha demolito senza compassione. | Ascolti grida al mattino | e rumori di guerra a mezzogiorno, | perché non mi fece morire nel grembo materno; | mia madre sarebbe stata la mia tomba | e il suo grembo gravido per sempre. | Perché mai sono uscito dal seno materno | per vedere tormenti e dolore | e per finire i miei giorni nella vergogna?
  • Mi si spezza il cuore nel petto, | tremano tutte le mie membra, | sono come un ubriaco | e come chi è inebetito dal vino, | a causa del Signore e a causa delle sue sante parole.

Citazioni su Geremia[modifica]

  • Geremia rimane, malgrado la grandezza delle sue profezie, un uomo limitato; quando la trasmette, partecipa pienamente all'obiettiva grandezza della sua missione, per poi constatare – nelle pause di riposo durante le quali vorrebbe ristorarsi dopo tanta grandezza – di aver fallito il contatto con gli uomini, i quali sono adirati contro di lui e lo precipitano nel massimo pericolo, anziché consentirgli la meritata distensione. Ma la salvezza dal pericolo è tuttavia ogni volta per lui il segno di un esaudimento da parte di Dio. (Adrienne von Speyr)
  • Geremia si malediceva per essere costretto da Dio a parlare: ma se gli avesse dato la visione costringendolo a restare muto sarebbe scoppiato. E per essere schernito, trattato da pazzo ec. Ma la peggiore umiliazione gli è stata risparmiata: non essere né visto né sentito, e tuttavia richiesto con insistenza, pagato, applaudito. (Guido Ceronetti)
  • I nemici incendiarono l'eletta città del santuario, | resero deserte le sue strade, | secondo la parola di Geremia, che essi maltrattarono | benché fosse stato consacrato profeta nel seno materno, | per estirpare, distruggere e mandare in rovina, | ma anche per costruire e piantare. (Siracide)
  • La missione di Geremia ha subìto uno scacco mentre ancora viveva, ma la sua figura non ha cessato di ingrandirsi dopo la sua morte. Per la sua dottrina di una nuova alleanza, fondata sulla religione del cuore, è stato il padre del giudaismo nella sua linea più pura, e si mette in risalto il suo influsso su Ezechiele, sulla seconda parte di Isaia e su parecchi salmi. L'epoca maccabea lo enumera tra i protettori del popolo (2Mac 2,1-8; 15,12-16). Mettendo i valori spirituali in primo piano, svelando i rapporti intimi che l'anima deve avere con Dio, egli ha preparato la nuova alleanza cristiana, e la sua vita di abnegazione e di sofferenza al servizio di Dio, dopo aver fornito forse elementi all'immagine del servo in Is 53, fa di Geremia una figura del Cristo. (La Bibbia di Gerusalemme)
  • La storia di Geremia testimonia tutta la sofferenza e gli sforzi necessari a forgiare una nuova e scomoda immagine di Dio. (Karen Armstrong)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]