Gian Piero Gasperini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Gian Piero Gasperini, 2008

Gian Piero Gasperini (1958 – vivente), allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Citazioni di Gian Piero Gasperini[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Su Roger Federer] Penso che dopo averlo visto giocare dal vivo, io non lo farò per un po'... È un campione assoluto, uno degli sportivi più forti al mondo: un esempio di coordinazione, forza atletica e di classe.[1]
  • [Sull'esperienza all'Inter] La svolta era venuta da Calciopoli che ha annientato la Juventus, senza l'Inter avrebbe continuato a non vincere. Poi, dopo Mourinho, il trend è tornato il solito, ma un allenatore come Benítez meritava maggiore credibilità. E a me, poi, hanno dato solo due mesi.[2]
  • [Sui suoi metodi d'allenamento] Il mio intento non è quello di stressare i giocatori, ma di farli divertire. Faticano, ma nella fatica si esaltano.[3]

Citazioni su Gian Piero Gasperini[modifica]

  • La squadra non era così sbagliata, solo che abbiamo avuto per tanto tempo un allenatore perdente che ci ha messi in questa situazione. Ma il passato è passato, guardiamo al futuro. (Maurizio Zamparini)
  • Senza la penalizzazione l'Atalanta sarebbe prima in Serie A. Moratti: «Se è per questo anche noi senza Gasperini». (Gene Gnocchi)
  • Un lavoratore devastante: ti spacca in settimana, e in partita giochi come ti alleni. (Christian Vieri)

Note[modifica]

  1. Citato in Luca Palmieri, Re Federer conquista il Genoa, numero 15 sulla maglia rossoblù, la Repubblica, 19 settembre 2009.
  2. Citato in Gessi Adamoli, Gasperini: "Genoa, altro che l'Inter, lì ce l'ha fatta solo Mou", Repubblica.it, 17 gennaio 2014.
  3. Citato in Fabrizio Salvio, Finalmente mi sento amato, SportWeek, nº 22 (887), 2 giugno 2018, pp. 60-64.

Altri progetti[modifica]