Striscioni del calcio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Raccolta di striscioni legati al mondo del calcio.

Striscione milanista durante il derby di Milano del 2013

Striscioni[modifica]

Lo striscione, esposto dalla curva laziale prima del derby dell'11 novembre 2012, fa riferimento all'origine delle due società della capitale.
  • 109 anni di trionfi e gioia, 1 anno di umiltà che vi renderà immortali. Grazie a tutti![2]
Messaggio della Curva Nord (settore occupato da alcune frange della tifoseria organizzata della Juventus), pubblicato allo Stadio Olimpico di Torino il 12 maggio 2007 prima della gara Juventus-Bologna 3-1.
  • 28 scudetti, 2 Coppe Campioni... in Italia ladri, in Europa coglioni.[3]
Striscione esposto dalla Curva Fiesole (settore occupato da alcune frange della tifoseria organizzata della ACF Fiorentina) e rivolto agli juventini il 4 dicembre 2005 in occasione di Fiorentina-Juventus.
  • 5 maggio godo ancora![4]
Lo striscione, esposto dal portiere juventino Gianluigi Buffon sul pullman durante i festeggiamenti per il titolo di campione d'Italia vinto nel maggio 2013, fa riferimento alla data dell'ultima giornata del campionato di Serie A 2001-02 che vide la Juventus prevalere in classifica sull'Inter, sconfitta nell'incontro decisivo dalla Lazio.
  • 81 anni di storia bianconera, non si cancellano con la morte.[5]
Striscione esposto dalla tifoseria bianconera in occasione di Juventus-Piacenza del 26 gennaio 2003, in ricordo di Gianni Agnelli, morto due giorni prima.
  • A te il nostro applauso per averci emozionato per davvero in un mondo finto. Riccardo Cucchi simbolo del nostro calcio.[6]
Striscione esposto dalla tifoseria nerazzura poco prima dell'incontro di Serie A tra Inter ed Empoli del 12 febbraio 2017, volto ad omaggiare Riccardo Cucchi, alla sua ultima radiocronaca per la trasmissione Tutto il calcio minuto per minuto.
  • Acciaio scadente: nostalgia dell'Heysel.[7]
Striscione esposto dalla curva Nord (settore occupato da alcune frange della tifoseria organizzata della Inter) durante la partita Inter – Juventus del 29 ottobre 2011. Lo striscione si riferisce a un'inchiesta della procura di Torino sulla costruzione dello Juventus Stadium – poi conclusasi con l'archiviazione –, e alla strage dell'Heysel.
  • Adesso Giovanni di' a Peppino quello che non hai mai detto... come "zanzare" lo scudetto.[5]
Ironico striscione della tifoseria interista riferito allo storico presidente bianconero, Gianni Agnelli, mancato pochi giorni prima, e a Giuseppe Prisco, storico dirigente nerazzurro, morto nel 2001.
Striscione esposto dalla tifoseria laziale in onore dell'avvocato Gianni Agnelli, morto pochi giorni prima.
  • Balotelli non farti illusioni, anche bianco ci saresti stato sui coglioni.[8]
Striscione esposto dalla tifoseria bianconera in occasione di Juventus-Inter del 5 dicembre 2009.
  • Benvenuti a Genova, voi di dove siete?[9]
Striscione esposto dai tifosi genoani nel derby 2002/03 e rivolto ai cugini della Sampdoria.
  • C'è una stella in cielo che indica il cammino, forza Juve, vincere è il tuo destino.[10]
Striscione esposto dalla Curva Scirea (settore occupato da alcune frange della tifoseria organizzata della Juventus) durante la partita Juventus-Piacenza del 26 gennaio 2003, due giorni dopo la scomparsa dello storico presidente Gianni Agnelli.
  • Ciò che è nostro è stato in campo sudato... Ciò che è vostro è stato in aula assegnato. In B non sei mai stato perché la prescrizione ti ha salvato.[11]
Striscioni esposti dalla tifoseria della Juventus durante la coreografia organizzata in occasione della partita casalinga contro l'Inter del 25 marzo 2012 e facenti riferimento allo scandalo di Calciopoli del 2006, dove la giustizia sportiva privò la società bianconera degli scudetti conquistati nelle stagioni 2004/2005 e 2005/2006, a causa di illecito sportivo commesso, punendola con la retrocessione in Serie B; il titolo del 2006 venne assegnato alla società nerazzurra, classificatasi terza dietro Juventus e Milan (anch'esso condannato) in entrambi i campionati. Nel luglio del 2011 il procuratore della Federcalcio italiana, Stefano Palazzi, contestò all'Inter analoghi illeciti per i fatti del 2006, rilevando, tuttavia, l'impossibilità di processare il club nerazzurro, poiché il reato, trascorso un certo numero di anni, era caduto in prescrizione.
  • Creò l'inferno ma non lo sopportò... Nacque il biscione e la Curva Nord.[12]
Striscione esposto dalla curva interista allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano il 13 maggio 2003 in occasione della gara Inter 1-1 Milan.
  • DAL 1908... SIETE VOI LA VERA COMMEDIA
    ... e che trofeo giammai non veda | questa perduta gente in nerazzurro | ma che di scherno e delusione sia sempre preda.[13]
Striscione esposto dalla curva Sud milanista allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano il 14 aprile 2006 in occasione della gara Milan 1-0 Inter. Nello striscione di scherno verso i "cugini" interisti veniva raffigurato anche un gigantesco Dante Alighieri.
Striscione esposto dai tifosi parmensi allo Stadio Ennio Tardini di Parma il 25 marzo 2006 in occasione della gara Parma-Inter 1-0.
  • Dopo le panchine di Salerno, Napoli e Avellino ti rimane solo quella del lungomare.[15]
Striscione dei tifosi salernitani esposto in un Salernitana-Avellino della stagione 2003/04. Lo striscione è rivolto a Zeman, a quel tempo allenatore avellinese ma già tecnico del Napoli e della Salernitana in passato.
  • Dopo Mourinho ci sentiamo orfani di qualcuno che sappia trasmettere il senso di appartenenza a questi colori.[16]
Striscione esposto dalla tifoseria interista prima del fischio d'inizio della semifinale di Coppa Italia a San Siro contro la Roma del 17 aprile 2013, quasi tre anni dopo che l'allenatore portoghese aveva lasciato la panchina interista.
  • Due stelle sul petto, la terza in cielo.[5]
Striscione esposto dalla tifoseria bianconera in onore dello storico presidente Gianni Agnelli, morto pochi giorni prima, durante la partita Juventus-Piacenza del 26 gennaio 2003.
Messaggio della Curva Sud (settore occupato da alcune frange della tifoseria organizzata della Lazio), esposto allo Stadio Olimpico di Roma prima della gara Lazio-Ancona del 18 aprile 2004.
  • Fatece er cazzo der piacere, nun dite che semo cugini.[18]
Striscione esposto dalla curva laziale e rivolto ai romanisti.
Striscione viola in riferimento alle notizie di gossip riguardanti Lapo Elkann, membro della famiglia Agnelli.
Striscione esposto dalla tifoseria del Torino in occasione del derby disputato contro la Juventus il 4 dicembre 1995 e facente riferimento alla scomparsa del calciatore bianconero Andrea Fortunato, deceduto a causa della leucemia il 25 aprile precedente.
  • Girone B – Lega Nord. Mai stati in B! Mai stati in B![21]
Lo striscione, esposto dalla curva juventina, fa riferimento al presunto ripescaggio dell'Inter nel campionato di Prima Divisione disputatosi nel 1921-22. In realtà la squadra, finita all'ultimo posto nel girone B della Lega Nord, ottenne la salvezza vincendo regolarmente due playout contro lo Sport Club Italia e la Libertas Firenze.
  • Guagliù, che ve site perso![22]
Striscione esposto al Cimitero di Napoli dopo la conquista del primo scudetto, nel 1987.
Striscione dei tifosi dello Schalke 04 in riferimento ai prezzi dei biglietti dei loro avversari di Europa League, l'Athletic Bilbao.
  • Il cuore della nord batte dentro di te.[12]
Striscione esposto dalla curva interista allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano il 15 febbraio 2009 in occasione della gara Inter 2-1 Milan.
  • Inter onesta? Forse cercavi: Inter prescritta.[24]
Striscione esposto dalla curva juventina.
  • La passione bianconera, la classe di Torino, lo stile italiano, la leggenda di un grande uomo.[5]
Striscione esposto dalla tifoseria bianconera in onore dello storico presidente Gianni Agnelli, morto pochi giorni prima, durante la partita Juventus-Piacenza del 26 gennaio 2003.
  • La squadra più antica presa per il culo da una vita.[25]
Striscione blucerchiato esposto durante il derby della stagione 2002/03 e rivolto ai cugini del Genoa, la squadra più antica d'Italia tuttora attiva (1893).
  • La vostra tenacia e la nostra fedeltà sono 109 anni di storia che mai nessuno retrocederà.[26]
Messaggio della Curva Scirea (settore occupato da alcune frange della tifoseria organizzata della Juventus), pubblicato allo Stadio Olimpico di Torino durante i festeggiamenti del 109° anniversario di fondazione istituzionale della società torinese il 1° novembre 2006 prima della gara Juventus-Brescia 2-0.
Striscione esposto dalla tifoseria bianconera in occasione della sfida Juventus-Inter del 27 gennaio 2016, valevole per la semifinale di andata della Coppa Italia 2015-2016. Tale striscione fa riferimento all'episodio avvenuto il 19 gennaio precedente, in cui Roberto Mancini, tecnico dell'Inter, era stato oggetto di insulti omofobi da parte dell'allenatore del Napoli Maurizio Sarri, in occasione della sfida dei quarti di finale della stessa competizione tra partenopei e nerazzurri.
  • Meglio nove scudetti dai nonni ereditati che uno festeggiato da ciclisti ossigenati.[28]
Striscione esposto dai tifosi genoani nella stagione 1990/91 e rivolto ai cugini della Sampdoria. Il riferimento è prima ai nove scudetti conquistati dal Genoa tra il 1898 e il 1924 e poi allo scudetto conquistato dalla Samp pochi giorni prima. I giocatori della Samp festeggiarono lo scudetto tingendosi i capelli di biondo nell'ultima partita di campionato con la Lazio. I doriani vengono detti storicamente "ciclisti" in maniera dispregiativa, per via della loro maglia.
  • Mi fai tremare il cuore... mi fai smettere di respirare.[29]
Striscione esposto dalla curva interista allo stadio Giuseppe Meazza di Milano il 24 febbraio 2013 in occasione della gara Inter-Milan 1-1. Lo striscione cita la canzone Gabri, tratta dall'album Gli spari sopra (1993) di Vasco Rossi.
  • Moggi chiama i miei professori per cambiarmi la pagella.[30]
Striscione esposto da un paio di tifosi palermitani in occasione della partita di Serie A tra Palermo e Messina del 14 maggio 2006; il riferimento era all'inchiesta che venne avviata due settimane prima dalla Procura Federale della Federcalcio italiana nell'ambito dello scandalo denominato Calciopoli e che vedeva, tra i maggiori imputati, l'allora direttore generale della Juventus Luciano Moggi, indagato ed in seguito condannato per aver intrattenuto, tramite telefonate, rapporti con arbitri, designatori e dirigenti di altre squadre.
  • Noi di Torino orgoglio e vanto, voi solo uno schianto.[31]
Striscione esposto da una frangia della tifoseria della Juventus in occasione della partita contro il Torino del 24 febbraio 2014 e facente riferimento alla Strage di Superga, avvenuta il 4 maggio 1949, in cui l'intera squadra granata perse la vita in un incidente aereo.
  • Non saper rimediare a una sconfitta è peggiore della sconfitta stessa.[32]
Striscione esposto dai tifosi romanisti alla presentazione della squadra per la stagione 2013/14.
  • Non so piu come insultarvi.[33]
Striscione esposto dalla curva interista e rivolto ai propri giocatori per via dei risultati sportivi non soddisfacenti nel corso della stagione 2004-05, prima dell'incontro contro il Brescia disputato a Milano il 19 dicembre 2004.
Striscione esposto dalla curva romanista prima del derby nella stagione 2003/04, sul luogo comune del "laziale burino".
  • Per la Juve Del Piero non è importante, ma è l'unica cosa che conta.[35]
Lo striscione, esposto dai tifosi juventini, riprende una frase attribuita a Giampiero Boniperti: «Alla Juventus vincere non è importante. È l'unica cosa che conta.»
  • Per sentirti accettato le tue origini hai rinnegato. La scala bisogna averla nel cuore, non sopra una maglia dello stesso colore.[36]
Striscione esposto dalla curva dei tifosi dell'Hellas Verona allo stadio Bentegodi, durante il derby del 23 novembre 2013. Lo striscione era rivolto ovviamente ai cugini del Chievo, che in passato avevano cambiato i colori sociali da biancoazzurro a gialloblù e avevano adottato la scala come stemma.
  • Per un caldo Natale... brucia un gobbo.[37]
Striscione esposto dalla tifoseria bolognese e rivolto a quella juventina, durante la partita Bologna-Juventus del 6 dicembre 2013.
  • Podistica Lazio 1900: già nell'antichità t'allenavi a scappa'.[38]
Striscione esposto dalla curva romanista prima del derby nella stagione 1995/96.
Striscione doriano riferito alla telefonata del 3 ottobre 2005 tra il presidente del Genoa e il suo ex-allenatore Franco Scoglio in diretta televisiva. Scoglio morì poco dopo la telefonata.
Striscione esposto dalla curva romanista prima del derby dell'11 novembre 2012.
  • Se Dio avesse voluto che la Samp volasse, l'avrebbe fatta nascere con le ali.[39]
Due aste esposto dai tifosi genoani, in riferimento al proprio simbolo, il grifone (alato).
  • Se voi siete la storia, meglio perdere la memoria.[40]
Striscione esposto dai tifosi del Chievo e rivolto a quelli dell'Hellas durante il derby dell'Arena del 24 marzo 2002.
  • Sei come l'erba grama, hai 110 anni e non muori mai.[41]
Striscione blucerchiato esposto durante il derby della stagione 2002/03 e rivolto ai cugini del Genoa.
Striscione blucerchiato esposto durante il derby della stagione 2002/03 e rivolto ai cugini del Genoa Cricket and Football Club (con chiaro riferimento al nome della società). "Rumente" è il termine ligure per spazzatura.
  • Siete 11 pivelli.[43]
Striscione esposto dalla curva milanista e rivolto alla squadra nerazzurra durante il derby di Milano disputatosi il 31 gennaio 2016. Lo striscione fa un gioco di parole con il nome dello sponsor dell'Inter, Pirelli.
  • Son crociati e tutti campioni son del Parma i prodi calciatori.[44]
Striscione esposto dai tifosi del Parma in occasione della partita delle Vecchie Glorie.
  • Te sei scoperta laziale, ma se vinceva l'Acireale, tu te spogliavi uguale.[45]
Striscione esposto dalla curva romanista e rivolto ad Anna Falchi che avevo fatto uno strip per celebrare lo scudetto della Lazio nel 2000.
Striscione esposto allo stadio Armando Picchi di Livorno dai tifosi amaranto durante la partita Livorno-Triestina.
Striscione esposto dalla curva laziale.
Uno degli striscione esposti dalla tifoseria della Fiorentina contro l'allora presidente Vittorio Cecchi Gori.
  • Vi invidiamo il panorama.[49]
Striscione esposto dai tifosi messinesi nel derby dello Stretto, Messina – Reggina della stagione 2001/02.
Striscione udinese mostrato durante i moti di piazza dell'estate 1983: la FIGC tentò di bloccare il trasferimento del brasiliano ad Udine e i friulani minacciarono la secessione dall'Italia.

Note[modifica]

  1. a b Citato in Marco Ercole, Curve unite in memoria di Gabbo, Repubblica.it, 12 novembre 2012.
  2. Citato in Roberto Bosio, L'Orgoglio di Essere Juventino. La Juve nelle parole di chi L'ha resa grande, 2009, p.173. ISBN 978-1-4452-6059-4.
  3. Immagine disponibile su Tuttomercatoweb.com.
  4. Citato in Juventus - Inter, il derby d'Italia negli sfottò più belli, Repubblica.it, 5 gennaio 2015, p. 9.
  5. a b c d e Citato in Roberto Perrone, La sedia vuota, gli striscioni e il gol di «Pinturicchio», Corriere della Sera, 27 gennaio 2003.
  6. Citato in Giovanni Bruno, L'omaggio di San Siro a Riccardo Cucchi, Sport.sky.it, 12 febbraio 2017.
  7. Citato in «Acciaio scadente, nostalgia dell'Heysel», lo striscione della vergogna interista, Corriere.it, 31 ottobre 2011.
  8. Citato in Balotelli, il razzismo di chi non ha niente da fare, Giornalettismo.com, 9 dicembre 2009.
  9. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 74.
  10. Citato in Moggi: Il mio ricordo dell'avvocato, Il Sussidiario.net, 24 gennaio 2013.
  11. Citato in La lotta degli scudetti, Sportmediaset.it
  12. a b Citato in Top 20: Scenografie da derby (Foto), Canale Inter.
  13. Citato in Gianni Santucci, La rabbia nerazzurra a San Siro: non ci stiamo, Corriere della Sera, 15 aprile 2006, p. 2.
  14. Citato in Parma-Inter 2005/06, Settore Crociato.
  15. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 102.
  16. Citato in Inter-Roma, i tifosi nerazzurri contestano. E invocano Mourinho, Gazzetta.it, 17 aprile 2013.
  17. Citato in Lorenzo Fuccaro, Striscioni allo stadio, email americane: «Quattrocchi eroe», Corriere della Sera, 19 aprile 2004.
  18. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 42.
  19. a b c Citato in Giulietta è 'na zoccola: calci di rigore.
  20. Citato in Striscione vergognoso, Repubblica.it, 4 dicembre 1995.
  21. Citato in Juventus - Inter, il derby d'Italia negli sfottò più belli, Repubblica.it, 5 gennaio 2015, p. 2.
  22. Citato in Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, Dalai editore, 2000, p. 2113, ISBN 8880898620.
  23. Citato in Tancredi Palmeri, Il blob del 2012. Tutte le frasi da ricordare, Gazzetta.it, 30 dicembre 2012.
  24. Citato in Juventus - Inter, il derby d'Italia negli sfottò più belli, p. 5, Repubblica.it, 5 gennaio 2015.
  25. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 88.
  26. Citato in Fabrizio Turco, Sfilata di stelle per il compleanno in campo, la Repubblica, 2 novembre 2006.
  27. Citato in Juventus-Inter, striscione a Mancini: "Cosa fai l'8 marzo?", Repubblica.it, 27 gennaio 2016.
  28. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 105.
  29. Citato in "Mi fai tremare il cuore, mi fai smettere di respirare..."', Fc Inter News.it, 25 febbraio 2013.
  30. Citato in Lo scudetto agli striscioni, Gazzetta.it, 4 ottobre 2006.
  31. Citato in Angelo Scarano, Vergogna allo Juventus Stadium: I tifosi e gli striscioni su Superga, IlGiornale.it, 24 febbraio 2014.
  32. Citato in Roma, è l'open day. Ovazione per Totti, fischi per Garcia: "Sarete orgogliosi di noi", Repubblica.it, 21 agosto 2013.
  33. Citato in Chiara Risolo, Uno sghignazzo dalla tribuna vi seppellirà, Panorama.it.
  34. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 40.
  35. Citato in Gianni Balzarini, L'ultimo urrà di Alex, SportMediaset.it, 6 maggio 2012.
  36. Citato in Luca Bianchin, Serie A, Verona-Chievo 0-1: Lazarevic decide il derby nel recupero, Gazzetta.it, 23 novembre 2013.
  37. Citato in Juventini nel mirino, striscioni da multare, Tuttosport.com, 6 dicembre 2013.
  38. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 33.
  39. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 103.
  40. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 101.
  41. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 99.
  42. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 76.
  43. Citato in Domenico Margiotta, Lo sfottò supera l’ignoranza: guida agli striscioni per giovani ultras, SuperScommesse.it, 4 febbraio 2016.
  44. Citato in Date storiche Parma Calcio, Boysparma1977.it.
  45. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 43.
  46. Citato in Paolo Mieli, Stadio di calcio: striscioni inneggianti alle foibe, Corriere della Sera, 10 marzo 2002.
  47. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 45.
  48. Citato in Parte la protesta: stadio avvolto da striscioni, Corriere della Sera, 8 luglio 2001.
  49. Citato in SuperGiulietta 2004-2005, p. 77.

Bibliografia[modifica]