Insidious - L'ultima chiave

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Insidious - L'ultima chiave

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Insidious: The Last Key

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2018
Genere Horror
Regia Adam Robitel
Soggetto Leigh Whannell
Sceneggiatura Leigh Whannell
Produttore Jason Blum
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Insidious - L'ultima chiave, film statunitense del 2018 con Lin Shaye, regia di Adam Robitel.

Incipit[modifica]

Christian: Stanno friggendo qualcuno! È sull'espresso per gli inferi signore!
Gerald: Taci! La morte non si festeggia mai. Di chiunque si tratti.
Elise: È appena morto. Si chiamava Weyne Fisher, aveva 32 anni, ha ucciso una signora con un martello. Prima di morire ha mangiato costolette. È stato nel braccio della morte dello Dewbend per tre anni. Le sue ultime parole sono state "andate all'inferno".
Gerald: Tu come fai a saperlo?
Elise: È nella mia testa.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sai, tu sei stata benedetta da un dono. Sei speciale, alcune persone hanno paura di chi è speciale. E una di queste è il tuo papà. Non riesce a comprendere il tuo dono. (Audrey)
  • Gli spiriti sono talmente tanti che non si distinguono i buoni dai maligni. In quella prigione sono morte molte persone. (Elise)
  • La mia presenza, solitamente fa uscire gli spiriti dai loro rifugi tenebrosi. (Elise)
  • Questo mondo è popolato da schiere di demoni vivi e vegeti, e tu ha fermato uno di loro. (Elise)
  • Ho a che fare con il regno degli spiriti. E gli spiriti possono indurci a fare cose orribili nel mondo reale. Capita che qualcuno venga da me a chiedere aiuto. A lei sembrerà strano, ma per me è solo lavoro. Stavolta era diverso però. La casa infestata, era la mia casa. (Elise)
  • C'è qualcosa di maligno in quella casa e io l'ho fatto entrare in questo mondo. Quell'essere ha portato Garza a fare ciò che ha fatto ed ora vuole lo spirto di tua sorella, ma io lo troverò e metterò fine a tutto stanotte! (Elise)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Gerald: Hai visto un fantasma?
    Elise: Sì l'ho visto. Sono dapperttutto in questa casa. Sono intorno a noi.
  • Elise: Mi è venuta in mente la notte scorsa... ma non ho capito il perché. Poi Christian mi ha ricordato, che quando ero una bambina, vedo una porta rossa. L'entità che ha ucciso mia madre, è uscita da lì.
    Tucker: Non capisco, una porta rossa è una porta rossa. Può vederla chiunque.
    Elise: Non si tratta di una vera porta, è una porta metafisica. Ricordi quando entrai nell'altrove a cercare Quinn Brenner? Ho attraversato una porta rossa. E dopo... averlo fatto mi sono addentrata nell'altrove più profondo. Se io ne scoprissi il motivo... forse potrei fermare la cosa che infesta la casa.
  • Tucker: Io la camera mortale e lui una ricerca biblica con una bella ragazza?! Non è democratico.
    Elise: Mi servo solo di te per scendere là sotto.
    Tucker: Non servono le smancerie donna...

Explicit[modifica]

Elise: Pronto?
Lorraine Lambert: Perdonami se ti sto telefonando a quest'ora. Tanto tempo fa hai aiutato la mia famiglia, mio figlio era solo un ragazzino. Ora sta succedendo la stessa cosa a mio nipote.
Elise: Dalton.
Lorraine Lambert: Come fai a sapere il suo nome?
Elise: È il mio lavoro. Dì a Josh che sarò li domani.
Lorraine Lambert: Grazie.
Elise: Buonanotte.
Lorraine Lambert: Buonanotte.

Altri progetti[modifica]