Le folli notti del dottor Jerryll

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Le folli notti del dottor Jerryll

Immagine Der verrückte Professor 1963 Logo.png.
Titolo originale

The Nutty Professor

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1963
Genere comico, commedia
Regia Jerry Lewis
Soggetto Jerry Lewis, Bill Richmond
Sceneggiatura Jerry Lewis, Bill Richmond
Produttore Ernest D. Glucksman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Le folli notti del dottor Jerryll, film statunitense del 1963 diretto e interpretato da Jerry Lewis.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Professor Kelp, mi creda, io sono un uomo di esperienza. Kelp, è la natura umana! Kelp! Non piace alla gente che gli si faccia saltare in aria i figli! (Dr. Warfield)
  • Ma che razza di dottore sarebbe? Si può sapere? Segaossa, per caso? O pizzicanalista? Uno mi ci pizzicò, una volta... Buona, eh? Pizzicanalista... Mi disse che avevo la doppia personalità, capisce? E uno schizzo ai freni. Mi presentò un conto di ottantadue dollari: gliene diedi quarantuno e gli dissi di farsi dare il resto da quell'altra persona. (Buddy Love)
  • Signore e signori, vi presentiamo un fenomeno mondiale: l'uomo meglio vestito, l'artista più affascinante e il più famoso rubacuori di tutta la Terra. Ecco l'edizione 1963 aggiornata e corretta di Don Giovanni: il signor Buddy Love. (Les Brown)
  • Per imparare una lezione dalla vita non è mai... non è mai troppo tardi. E io credo che la lezione che ho avuto sia stata salutare. Io non voglio essere qualcosa che non sono: non mi piaceva essere qualcun altro. E nello stesso tempo sono contento di esserlo stato perché ho scoperto una cosa di cui non mi ero reso conto: è meglio andar d'accordo con se stessi. Pensate a tutto il tempo che uno deve passare con se stesso. E, be'... se non si ha stima di noi stessi, come si può pretendere che ce l'abbiano gli altri? Ecco quel che ho scoperto. (prof. Kelp)
  • Tieni, un sigaro. Su, coraggio, prendilo. È un vero Avana. Viene direttamente da L'Avana. Già. Ci costa sei milioni di dollari di riscatto. (Ekmer Kelp)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Dr. Warfield: Kelp, da quanto fa parte del corpo insegnanti di questa università?
    Prof. Kelp: Oh, be', ecco io direi... dunque... prima ho fatto un periodo di assistente volontario per tre anni. No, no... feci la specializzazione per tre anni, prima. No, c'è stato un corso di botanica che feci in una certa scuola. Botanica applicata alla medicina, naturalmente. Io ho sempre prediletto le scienze. Credo sia meglio risalire al momento in cui mi sono laureato...
    Dr. Warfield: Da quanto!
    Prof. Kelp: [prende il suo orologio da taschino, che all'apertura emette una musica trionfale] Due anni e ventidue minuti esatti.
  • Dr. Warfield: So che gli scienziati e gli inventori hanno le loro eccentricità: Einstein odiava i barbieri, Leonardo amava dipingere, Newton...
    Prof. Kelp: Amava le mele sulla testa, se non sbaglio.[1]
  • Buddy Love: Benone, fammi uno scaldino dell'orso polare dell'Alaska, alla svalta!
    [...]
    Barista: Ha detto "scaldino per orso polare"?
    Buddy Love: No, tu l'hai detto. Io ho detto "orso polare dell'Alaska".
    Barista: Mai sentito nominare.
    Buddy Love: Fino ad ora.
    Barista: Fino ad ora.
    Buddy Love: Bene, fa attenzione. Due schizzi di vodka.
    Barista: Due schizzi di vodka.
    Buddy Love: Un po' di rum.
    Barista: Un po' di rum.
    Buddy Love: Un goccio di bitter.
    Barista: Ehm, un goccio di bitter.
    Buddy Love: Uno spruzzo d'aceto.
    Barista: Uno spruzzo d'a... Ma questa roba se la beve o se la porta a casa per farsi le frizioni?
    [...]
    Buddy Love: Uno schizzo di vermouth.
    Barista: Uno schizzo di vermouth.
    Buddy Love: Uno schizzo di gin.
    Barista: Uno schizzo di gin.
    Buddy Love: Un po' di brandy.
    Barista: Un po' di brandy.
    Buddy Love: Una scorza di limone.
    Barista: Scorza di limone.
    Buddy Love: Scorza d'arancio.
    Barista: Scorza d'arancio.
    Buddy Love: Ciliegia. Riempire di whiskey.
    Barista: Riempire di whiskey.
    Buddy Love: Ora mescola bene e versalo in un bicchiere grande.
    Barista: Non ho mai assaggiato questa roba. Ne prendo un sorso?
    Buddy Love: Sì, fa pure.
    Barista: Mica male. [ricetta]
  • Stella: Sarebbe una vergogna sciupare un genio come il suo con dei cafoni.
    Buddy Love: Be', tesoro, io dico sempre: "Se sei bravo e lo sai perché perder tempo a fare la muffuletta". Giusto?
    Stella: E io dico sempre che l'amare se stessi è l'inizio di una passione che dura tutta la vita. E dopo averla osservata sono certa che lei e il suo io sarete felicissimi insieme. [fa per andarsene]
    Buddy Love: Non ricordo di averti congedata.
    Stella: Lei è rozzo, villano e presuntuoso!
    Buddy Love: Tu sei pazza di me, vero? E lo posso capire. Proprio stamattina guardandomi nello specchio prima di radermi mi godevo tanto la vista del sottoscritto che non riuscivo più a staccarmene.

Note[modifica]

  1. Nella versione originale in inglese: «He had something to do with figs, didn't he?»

Altri progetti[modifica]