Raffaele Calzini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Raffaele Calzini (1885 – 1953), è stato uno scrittore e critico d'arte italiano.

Citazioni di Raffaele Calzini[modifica]

  • [Giuseppe Amisani] Davanti al modello, davanti alla natura era sempre acceso dalla stessa passione del colore, da una specie di necessità ideale che lo spingeva a fissare l’apparizione di un minuto. La sentiva sfuggire o trasmutare davanti agli occhi; si metteva in gara col tempo, col buio che la oscurava, sembrandogli questo un modo di ringraziare Dio che aveva fatto il mondo così bello.[1]
  • Per Giuseppe Amisani, l'Orientalismo è prima di tutto colore fine a se stesso per il piacere della pittura, per la gioia dei contrasti, delle intonazioni e degli accostamenti magici.[2]
  • Per Giuseppe Amisani la sensibilità pittorica, stimolata da questi luoghi magici dove lo stesso colore diventa puro piacere cromatico, lo porta a staccarsi definitivamente dalle evanescenze del naturalismo lombardo per abbozzare questi nuovi scenari intrisi di luce con una pennellata più secca e più pennello sintetico. Nacque così quelle che Calzini definì "Impressioni del Cairo".[3]

Note[modifica]

  1. Citato in [Maestri del colore, Istituto Italiano d’Arti grafiche Editore, Bergamo], 1942.
  2. Citato in C. Gatti et L. Lecci, Giuseppe Amisani, catalogue d'exposition, Ed. Gal. Pesaro, Milano, p. 39, 1926.
  3. Citato in Raffaele Calzini, Giuseppe Amisani, Ed. Milano, p. 12, 1931.

Altri progetti[modifica]