Liberismo: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Fix typo. Se il testo entro parentesi quadre è un inserimento dell'utente, come qualsiasi inserimento dell'utente nella citazione o per le contestualizzazioni, questo va evidenziato con il template {{NDR}}, così {{NDR|in Africa}}.
(Aggiunto citazione di Mbacke Gadji)
(Fix typo. Se il testo entro parentesi quadre è un inserimento dell'utente, come qualsiasi inserimento dell'utente nella citazione o per le contestualizzazioni, questo va evidenziato con il template {{NDR}}, così {{NDR|in Africa}}.)
*La ricetta liberista, talvolta presentata per nuova e per molto efficace, è in realtà vecchia e poco convincente. Fu [[John Maynard Keynes|Keynes]] stesso a rilevarlo, nel 1940, quando – a fronte del grande sviluppo delle capacità tecnico-produttive del capitalismo – definì ''insany'', folle, sia il livello di disoccupazione che le diseguaglianze sociali esistenti nei paesi industrializzati. ([[Luigi Fenizi]])
*Mi rattrista vedere il mondo imprenditoriale in Brasile, perché è una sfortuna essere un capo nel nostro paese, con così tante leggi sul lavoro. [...] Tra un uomo e una giovane donna, cosa penserà l'imprenditore? "Accidenti, questa donna ha un anello al dito, sarà presto incinta, sarà in maternità per sei mesi..." [...] Chi pagherà il conto? Il datore di lavoro. Alla fine viene detratto dalla sicurezza sociale, ma dice "il ritmo del lavoro è spezzato e, quando tornerà, prenderà una vacanza di un mese. Alla fine, lavora per cinque mesi in un anno". [...] Sono un liberale. Se voglio posso assumerti nella mia azienda pagando 2.000 Real al mese e [invece] la signora Mary a 1.500 Real, e se la signora Mary non vuole guadagnare quella somma, deve cercare un altro lavoro! Se pensi che non tu stia guadagnando abbastanza, cerca un altro lavoro. Sono io che ti sto pagando; Sono io il capo. ([[Jair Bolsonaro]])
*Oggi le cose sono cambiate, siamo nel 2000, di colonie non c’èc'è traccia, possiamo [in Africa] ritenerci un paese [[Indipendenza|indipendente]], anche se lo spirito dell’exdell'ex padrone è la mano del nuovo capo. Servi eravamo ai tempi dell’occupazionedell'occupazione, servi siamo rimasti, ma di nessuno, solo di noi stessi. La schiavitù che la regina Aline Sitoe combattè eroicamente ha cambiato di profilo, il nuovo padrone non è il colonialismo ma il liberismo, un sottoprodotto di una civiltà di denaro e del profitto. ([[Mbacke Gadji]])
*Una cosa è il liberalismo, altra cosa è il liberismo. Ci può essere il liberalismo senza il liberismo. Il liberismo è una forma dell'economia di mercato, la più estrema, la più selvaggia per alcuni versi. Può essere corretta oppure adattata. Il liberismo corretto e adattato da alcune regole ha prodotto un livello di benessere mai conosciuto nella storia dell'umanità. ([[Giulio Tremonti]])
 

Menu di navigazione