Differenze tra le versioni di "Roberto Calasso"

Jump to navigation Jump to search
(→‎L'ardore: +2_fine)
*Gli [[dèi]] abitano là dove sempre hanno abitato. Ma sulla terra si sono perdute certe indicazioni che si possedevano su quei luoghi. O non si sa più ritrovarle in vecchi fogli abbandonati e dispersi. (421)
*La [[religione]] del nostro tempo, all'interno della quale anche la [[cristianesimo|cristianità]] o l'[[Islam]] sono immense ''enclaves'', è la religione della società. Suo araldo non del tutto consapevole fu [[Emile Durkheim]], che cristallizzò la dottrina in un libro del 1912, ''Les Formes élémentaires de la vie religieuse''. Dove, più che delle forme elementari della vita religiosa, si trattava della trasformazione della socie-tà in religione di se stessa. Ma il fatto che la religione della società non voglia definirsi e riconoscersi come tale appartiene alla sua natura. Il suo modo di agire è assimilabile a quello della religione di un tempo: pervasivo, onnipresente, come l'aria che si respira. (p. 440-441)
*Ci si può chiedere, alla fine: quale rilevanza può avere ciò che si legge nel Veda, visto che non ha più alcun legame con quella che è la vita corrente nella società secolare? Nessuna, si direbbe. Ma anche la [[meccanica quantistica]] non corrisponde in alcun modo alla vita corrente, mentre la fisica newtoniana ha finito per diventare il modello stesso del senso comune. E forse per questo si dovrà pensare che la meccanica quanti-stica sia irrilevante? Il Veda potrebbe essere assimilabile a una microfisica della mente più che ad altre categorie (pensiero arcaico o magico o selvaggio o altre formule del genere, ormai inerti). (p. 450)
*Un [[mito]] è una biforcazione in un ramo di un immenso albero. Per capirlo occorre avere una qualche percezione dell'intero albero e di un alto numero delle biforcazioni che vi si celano. Quell'albero non c'è più da lungo tempo, asce ben affilate l'hanno abbattuto. (p. 450-451)
 
==''Le nozze di Cadmo e Armonia''==
27 999

contributi

Menu di navigazione