The Velvet Underground

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Alcuni membri del gruppo nel 1968

The Velvet Underground, gruppo rock statunitense attivo dal 1964 al 1973 e dal 1993 al 1994.

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

The Velvet Underground & Nico[modifica]

The Velvet Underground & Nico.png

Etichetta: Verve Records, 1967, prodotto da Andy Warhol e Tom Wilson.

  • Domenica mattina, lode dell'alba. | C'è una sensazione di irrequietezza al mio fianco. | Le prime luci del giorno, domenica mattina. | Gli anni sprecati sono appena dietro di me.
Sunday morning, praise the dawning. | It's just a restless feeling by my side. | Early dawning, sunday morning. | It's just the wasted years so close behind. (da Sunday Morning, n. 1)
  • [Descrivendo uno spacciatore di Harlem] Eccolo che arriva, tutto vestito di nero. | Scarpe da portoricano, e un grosso cappello di paglia. | Non è mai in anticipo, è sempre in ritardo. La prima cosa che impari è che devi sempre aspettare.
Here he comes, he's all dressed in black. | PR shoes and a big straw hat. | He's never early, he's always late. | First thing you learn is that you always gotta wait. (da I'm Waiting for the Man, n. 2)
  • Eccola che arriva. | Attento a come ti muovi. | Ti spezzerà il cuore in due, | davvero. || Non è difficile da capire. | Basta guardare il colore falso dei suoi occhi. | Ti esalterà solo per umiliarti. | Che pagliaccio! || Perché tutti sanno (è una femme fatale) | le cose che fa per piacere (è una femme fatale). | Non è che una smorfiosetta (è una femme fatale). | Guarda come cammina, | senti come parla.
Here she comes. | You'd better watch your step. | She's going to break your heart in two, | It's true. || It's not hard to realise. | Just look into her false colored eyes. | She'll build you up to just put you down. | What a clown! || Cause everybody knows (she's a femme fatale) | the things she does to please (she's a femme fatale). | She's just a little tease (she's a femme fatale). | See the way she walks, | hear the way she talks. (da Femme Fatale, n. 3)
  • [Descrivendo un rapporto di BDSM] Bacia lo stivale di cuoio lucido | cuoio lucido nell'oscurità. | Lecca le cinghie, il laccio che ti sta aspettando. | Colpisci, diletta signora, e abbi cura del suo cuore
Kiss the boot of shiny, shiny leather | shiny leather in the dark. | Tongue of thongs, the belt that does await you. | Strike, dear mistress, and cure his heart. (da Venus in Furs, n. 4)
  • Sono stanco, sono esausto. | Potrei dormire mille anni. | Mille sogni mi potrebbero svegliare. | Colori diversi fatti di lacrime.
I am tired, I am weary. | I could sleep for a thousand years. | A thousand dreams that would awake me. | Different colors made of tears. (da Venus in Furs, n. 4)
  • Un sudario annerito, un vestito di seconda mano, | di stracci e seta, un costume, | adatto a quelli che siedono a piangono, | per tutte le feste di domani.
A blackened shroud, a hand-me-down gown, of rags and silks, a costume | fit for one who sits and cries, for all tomorrow's parties. (da All Tomorrow's Parties, n. 6)
  • Eroina, che tu sia la mia morte. | L'eroina è mia moglie, è la mia vita, | perché un ago in vena | mi porta al centro della mente | e sto meglio che da morto.
Heroin, be the death of me. | Heroin, it's my wife and it's my life | because a mainer to my vein | leads to a center in my head | and then I'm better off than dead. (da Heroin, n. 7)
  • Perché quando la botta comincia ad arrivare | allora non mi importa proprio più nulla. | Perché quando l'eroina è nel mio sangue | e il sangue è nella mia testa | ringrazio Dio, sto meglio che se da morto. | Ringrazio il vostro Dio che non sono cosciente. | Ringrazio Dio che non me ne frega più niente. | E credo di non sapere niente, | e credo di non sapere proprio niente.
'Cause when the smack begins to flow |then I really don't care anymore. | Ah, when that heroin is in my blood | and that blood is in my head, | man, thank God that I'm good as dead | and thank your God that I'm not aware | and thank God that I just don't care. | And I guess that I just don't know, | and I guess that I just don't know. (da Heroin, n. 7)
  • Sarò il tuo specchio, rifletterò quello che sei | nel caso non lo sapessi. | Sarò il vento, la pioggia e il tramonto, la luce alla tua porta | per mostrarti che sei a casa. || Quando credi che la notte abbia invaso la tua mente, | che dentro sei confuso e inaridito, | lascia che ti mostri che sei cieco. | Abbassa la mani cosicché io possa vederti.
I'll be your mirror | reflect what you are | in case you don't know. | I'll be the wind, the rain and the sunset, | the light on your door | to show that you're home. || When you think the night has seen your mind, | that inside you're twisted and unkind, | let me stand to show that you are blind. | Please put down your hands 'cause I see you. (da I'll Be Your Mirror, n. 9)

The Velvet Underground[modifica]

Etichetta: MGM Records, Verve Records, 1969, prodotto dai Velvet Underground.

  • Se chiudi la porta | la notte potrebbe durare un'eternità. | Lascia fuori un bicchiere di vino | e fai un brindisi al mai.
If you close the door | the night could last forever. | Leave the wine-glass out | and drink a toast to never. (da After Hours, n. 10)

Loaded[modifica]

Etichetta: Cotillion, 1970, prodotto da Geoff Haslam, Shel Kagan, e i Velvet Underground

  • Poi, una bella mattina, si sintonizzò su una stazione radio di New York. | Non poteva credere alle sue orecchie. | Iniziò a ballare sotto quella bella, bellissima musica. | Lo sai, la sua vita venne salvata dal rock 'n' roll. (da Rock & Roll, n. 3)
Then one fine mornin' she puts on a New York station. | She couldn't believe what she heard at all. | She started dancin' to that fine fine music. | You know her life was saved by rock 'n' roll.

Citazioni sui Velvet Underground[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]