Tosca (cantante)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Tosca

Tiziana Tosca Donati, in arte Tosca (1967 – vivente), cantante e attrice italiana.

Citazioni di Tosca[modifica]

  • [Sul lavoro in teatro] Ho scelto quello perché l'arte non può essere ridotta a marketing, non per snobismo, per non sentirmi una pedina tra gli ingranaggi. Avere un lavoro oggi è già un privilegio, figurarsi poter fare ciò che hai sempre desiderato: non volevo sciupare, mercificandola, questa fortuna.[1]
  • Il problema è che la scomparsa di Gaber lo ha reso ennesima vittima potenziale della sottocultura dominante, per cui gente come la stessa Ferri, Petrolini, ma anche Rossini o Verdi, insomma tutti i grandi del passato, spesso sono dimenticati. Invece bisogna farli ascoltare ai ragazzi, perché sono la nostra cultura. E la cultura non è un optional.[2]
  • Perché l'audio permette di immaginare quello che si vuole e per molti versi fornisce la riproduzione più vera dell'evocazione tipica del fare teatro.[2]
  • [L'arte è] Un lavoro artigiano, paziente. Sono cresciuta aspettando il prossimo disco di De André, Fossati, Dalla: un prodotto artistico dev'essere l'esito di un percorso. Se non cresco prima io, se non studio, non ho nulla da dire. Lo spettacolo è il punto d'arrivo. E invece la mia popolarità esplodeva a Sanremo proprio mentre si affermava la convinzione che arte fosse ciò che si smercia in Tv. Per me l'artista è un ricercatore, un veicolo per portare allo spettatore emozioni che non gli arriverebbero.[1]
  • [Parlando di Giorgio Gaber] Una capacità da artista che definirei brechtiano, in grado cioè di mettersi al servizio dell'emozione anche quando vuole mostrarci la realtà.[2]

Note[modifica]

  1. a b Dall'intervista di Elisa Chiari, Tosca: sono un'artigiana della musica, Famiglia Cristiana.it, 28 settembre 2014.
  2. a b c Al servizio delle emozioni; in Gaber, Giorgio, il Signor G. Raccontato da intellettuali, amici, artisti, a cura di Andrea Pedrinelli, Kowalski, Milano, 2008, p. 122. ISBN 978-88-7496-754-4

Altri progetti[modifica]