Bagheera

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Bagheera, illustrato da Maurice de Becque (1924)

Bagheera, personaggio dei racconti de Il libro della giungla, creato dallo scrittore britannico Rudyard Kipling.

Citazioni di Bagheera[modifica]

  • Baloo, ognuno deve stare con quelli fatti come lui! Tu per esempio la sposeresti una pantera? (Il libro della Giungla)

Davide Morosinotto[modifica]

  • Forse un predatore non è fatto per cacciare? Forse io non ho il diritto di sfamarmi quando ho fame?
  • Ho lottato per essere padrone di me stesso e sono libero di decidere della mia vita in ogni momento. Ora questa vostra Legge vorrebbe impormi un nuovo guinzaglio e una nuova catena? No, grazie. Bagheera è Bagheera, caccia quando vuole, e non accetta altra legge se non la propria!
  • Io odio gli uomini. Mi hanno rinchiuso tra le sbarre e mi hanno fatto credere di non essere quello che ero. Perché, ora, non dovrei ucciderli? Non sono forse animali come gli altri?
  • Le monete sono cose da uomini, non si mangiano e non servono a niente. Nemmeno il gatto, che è il signore di tutto, sa che farsene.
  • Sono nato nel palazzo reale di Oodeypore, dove la mia vera madre morì. Fui allattato da una pecora ed ebbi un gatto come padrone. Per questo mangio antilopi e tutte le prede che passano sul mio cammino. Ma non tocco, e mai toccherò, la carne di una pecora.

Il libro della giungla[modifica]

  • Che strana razza, gli uomini. Non hanno istinto. Bisogna insegnar loro tutto.
  • Devi sapere che gli esseri umani non tutti sono cattivi. Quelli che hanno gli occhi come i tuoi possono diventare amici della giungla.
  • Fu quella bambina a chiamarmi Bagheera. Veniva tutti i giorni a portarmi la carne, ma io ero troppo piccolo per mangiarla e perciò non la degnavo nemmeno d'uno sguardo.
  • Fui catturato nella giungla insieme a mia madre. Una volta in città, mi separarono da lei, e quella fu l'ultima volta che la vidi. Poi, sempre prigioniero, venni portato nella casa di un uomo.
  • Io non sono amico di nessuno.
  • Oltre al cibo e al riposo, non c'è nulla di veramente indispensabile, a meno di considerare indispensabile il superfluo.
  • [Rivolto a Mowgli] Tu hai sconfitto Bunto, hai ucciso Shere Khan, e hai scacciato i dholes. Sei l'eroe della giungla. Non dimenticarlo!

Mowgli - Il figlio della giungla[modifica]

  • Cacciare è una cosa sacra, fratellino. È nostro diritto da sempre. Ma non lo facciamo mai per divertimento.
  • Ero solo un'altra pantera in una gabbia, Mowgli. La mordevo, graffiavo le sbarre. In pratica ho passato la vita a combattere. Finché un giorno l'ho fatta finita. Ho smesso di lottare e ho conquistato la loro fiducia. Conquista la loro fiducia, fratellino.
  • Io sono nato tra gli uomini. Porto ancora i segni di un collare sulla mia pelliccia. Vivevo nel palazzo di un re, in una gabbia come questa, nutrito da una fessura per lo spasso dell'uomo. Avevo solo sentito storie sulla giungla. Quando ho trovato te, tante stagioni fa, ho visto in te qualcosa. Ho pensato che avrei potuto guidarti, che avrei potuto insegnarti a sentirti a casa, ad essere uguale a tutti gli altri. Ma mi sbagliavo, Mowgli.
  • La giungla era qui molto prima che tu nascessi, e sarà ancora qui dopo la tua morte. La giungla è eterna.

Rudyard Kipling[modifica]

  • Apri gli occhi, Fratellino. Shere Khan non osa ucciderti nella Giungla, ma non dimenticare che Akela è molto vecchio e verrà presto il giorno in cui non potrà più uccidere il suo capriolo e allora cesserà di essere capo. (Il libro della giungla)
  • Buona caccia a tutti voi, sangue del mio sangue. [...] E se non fosse per la Legge, ci sarebbe un'ottima caccia. (Il secondo libro della giungla)
  • Cosa dice la Legge della Giungla? Prima colpisci e poi parla. (Il libro della giungla)
  • [Su Hathi] Darei una luna di caccia per sentire la Parola Maestra che faccia obbedire il Silenzioso. (Il secondo libro della giungla)
  • Io sono Bagheera... nella giungla... nella notte, e la mia forza è in me. Chi può resistere ai miei colpi? Cucciolo d'uomo, con una delle mie zampate potrei ridurti la testa piatta come un povero ranocchio morto d'estate. (Il secondo libro della giungla)
  • Le tue sono soltanto lacrime, come usa tra gli uomini. [...] Ora so che sei un Uomo e non più un Cucciolo d'Uomo. D'ora in poi la Giungla ti è veramente preclusa. Lasciale cadere, Mowgli, sono soltanto lacrime. (Il libro della giungla)
  • Noi della giungla sappiamo che l'Uomo ne sa più di tutti. Ma se dovessimo credere alle nostre orecchio dovremmo pensare che di tutti gli esseri è il più stupido. (Il secondo libro della giungla)
  • Sì, anch'io nacqui tra gli uomini. Non avevo mai visto la Giungla. Mi passavano il cibo da dietro le sbarre in un recipiente di ferro finché una notte sentii che ero Bagheera, la Pantera, e non un giocattolo per gli uomini, e spezzai la stupida serratura con una zampata e me ne andai; e poiché avevo imparato le astuzie degli uomini, nella Giungla divenni più terribile di Shere Khan. (Il libro della giungla)
  • Tutta la giungla è tua, [...] e puoi uccidere tutto quello che le tue forze ti consentono di uccidere; ma per amore del toro che ti ha riscattato, non devi mai uccidere o mangiare bovini giovani o vecchi. Questa è la Legge della Giungla. (Il libro della giungla)
  • Uccidere un cucciolo nudo è vergogna. Egli stesso potrà forse offrirvi una preda migliore quando sarà cresciuto. (Il libro della giungla)

Citazioni su Bagheera[modifica]

  • A Jon [Favreau] avevo suggerito un accento indiano per la mia versione di Bagheera, poi dopo aver discusso un po’ abbiamo pensato ‘No – in realtà dovrebbe essere britannico’, quindi ho optato per un accento britannico militare, per trasmettere autorità, disciplina, ordine ma anche lealtà e affetto. (Ben Kingsley)
  • Nelle leggende della giungla, v'è anche un ombra nera, la più astuta del popolo degli artigli, delle corna e delle zanne, coraggiosa come il bufalo, temeraria come un elefante ferito, e con la voce dolce come il miele selvatico che stilla dagli alberi. Libera, audace, indomita Bagheera, la pantera nera. (Il libro della giungla)

Toni Servillo[modifica]

  • Baghera è la guida severa del protagonista, più ligio alle regole, cerca di dargli una strada da seguire.
  • [Bagheera] è proprio quel genere di maestro che ognuno di noi avrebbe voluto avere nella sua vita. La pantera fiancheggia la crescita di Mowgli, gli indica la strada, gli fa da faro con la sua esperienza, insegnandogli a stare in piedi con forza sulle sue stesse gambe.
  • Ho potuto notare che Kingsley [nell'adattamento del 2016] dava al personaggio quella nobiltà che traspariva nel suo accento marcatamente inglese. Con l’italiano non è possibile ottenere questo effetto, quindi ho iniziato a pensare a come rendere elegante Bagheera. Per questo ho deciso di andare verso una direzione che mirasse a creare intorno a Mowgli, quel senso di attenzione e di responsabilità che caratterizza la pantera.

Altri progetti[modifica]

Il libro della giungla di Rudyard Kipling
Il libro della giungla · Il secondo libro della giungla
Film: Il libro della giungla (1942) · Il libro della giungla (1967) · Mowgli - Il libro della giungla (1994) · Mowgli e il libro della giungla (1998) · Il libro della giungla 2 (2003) · Il libro della giungla (2016) · Mowgli - Il figlio della giungla (2018)
Serie tv: Il libro della giungla (1989)
Personaggi: Akela · Bagheera · Baloo · Hathi · Kaa · Mowgli · Raksha · Shere Khan · Tabaqui