Big Eyes

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Big Eyes

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Big Eyes

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2014
Genere biografico, drammatico
Regia Tim Burton
Sceneggiatura Scott Alexander, Larry Karaszewski
Produttore Scott Alexander, Tim Burton, Lynette Howell, Larry Karaszewski
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Big Eyes, film del 2014 con Amy Adams e Christoph Waltz, regia di Tim Burton.

Incipit[modifica]

"Keane ha fatto delle cose magnifiche. Devono per forza essere belle. Se non fossero belle, non piacerebbero a così tanta gente." Andy Warhol[1]

Frasi[modifica]

  • Gli anni '50 erano un'epoca meravigliosa se eri un uomo. Sono Dick Nolan e di mestiere invento cose: sono un giornalista. Questa è la storia più strana di cui abbia mai scritto. Incominciò il giorno in cui Margaret Ulbrich lasciò il suo soffocante marito. Molto prima che lasciare mariti diventasse di moda. (Dick Nolan, come voce narrante)
  • È una cosa assurda! Ho cominciato a far pagare anche i poster! Prima cinque e poi dieci centesimi! È... sì, Margaret, sono pazzi! Ma questo mi ha fatto riflettere. È meglio vendere un quadro da cinquecento dollari o un milione di poster a quattro spiccioli? Sai, a loro non interessa se sono copie. Loro vogliono solo arte che li emozioni! E... e così li possiamo vendere dappertutto! Dappertutto! (Walter Keane)
  • Ha venduto i dipinti. Poi ha venduto le foto dei dipinti. Poi ha venduto le cartoline con le foto dei dipinti. (Un artista alla galleria Keane)
  • Purtroppo, la gente non compra opere d'arte realizzate da donne. (Walter Keane)
  • Sono una donna divorziata, con una bambina. Walter è una benedizione. (Margaret Keane)
  • [Al cane] Li ho dipinti tutti io. Ognuno di quegli occhioni. Io. E nessuno lo saprà mai oltre a te. (Margaret Keane)
  • Se lo dici a qualcuno, tutto l'impero collasserà. (Walter Keane)
  • Cosa pensa Geova dei tribunali? (Jane)

Dialoghi[modifica]

  • DeeAnn: Stai meglio senza. Detto fra noi, non mi è mai piaciuto Frank.
    Margaret: Ma se hai fatto da testimone!
    DeeAnn: Esatto. E perciò non ho mai detto niente. Ma se ti vedo ancora sbagliare stavolta te lo dico!
  • Walter Keane: Lei vale molto più di quegli spiccioli. Non si deve vendere così a buon mercato.
    Margaret: Sono contenta che gli sia piaciuto.
    Walter Keane: Oh, lei è ben oltre quella soglia. Il suo cuore è nei suoi lavori.
  • Walter Keane: Lo sa, Margaret Ulbrich, lei si sottovaluta. E non poco. Le mostro come si agisce. Bambina! Ti piacerebbe farti fare il ritratto dalla famosissima pittrice Margaret Ulbrich, la regina della baia? In pochi minuti riesce a catturarti l'anima!
    Jane: No.
    Walter Keane: Come "Naa"? Non vorresti essere tu in questo splendido quadro?
    Jane: Ma sono io, infatti. E anche quella. E quello ero io, ma poi mamma mi ha trasformata in un cinese maschio.
    Walter Keane: Mh. Lei mie scuse. Devo aver equivocato al situazione. Ora farò bene a filarmela priam che il signor Ulbrich torni e mi faccia un occhio nero.
    Margaret: Il signor Ulbrich non rientra nel quadro.
  • Walter Keane: Devo farti una domanda. Come mai questi grandi occhi strani?
    Margaret: Oh, vedi io penso che si vedano tante cose negli occhi. Gli occhi sono lo specchio dell'anima.
    Walter Keane: Sì, ma tu li fai come fossero frittelle! Sono troppo sproporzionati.
    Margaret: Sì, gli occhi sono il modo in cui esprimo le mie emozioni. Li ho sempre disegnati così. Da piccola un'operazione mi ha lasciata sorda per un periodo e così mi sono ritrovata a fissare con lo sguardo. Mi affidavo agli occhi della gente.
  • Margaret: Ti prendevi il merito di qualcosa che non hai fatto!
    Walter Keane: No, senti, stavo solo cercando di chiudere l'affare.
    Margaret: Questi bambini sono parte di me.
    Walter Keane: Sono un venditore. Lo sai che pagano di più se conoscono l'artista.
    Margaret: Se mi dici di restare a casa come faranno a conoscermi?
    Walter Keane: Stiamo facendo soldi. Tasca mia, tasca tua. Che differenza fa?
    Margaret: La prendi così alla leggera?
    Walter Keane: Nient'affatto! Qui non c'è in ballo l'ego. Vuoi dire che li hai dipinti tu i miei quadri? Prego, fai pure. Di' che li ha dipinti una scimmia.
    Margaret: Mi fa piacere che dai via i tuoi quadri senza alcun legame affettivo, ma...
    Walter Keane: Oh, tesoro, io voglio soltanto condividerli con il mondo. Vuoi vedere i tuoi bambini in uno sgabuzzino o appesi nel salotto di qualcuno?

Note[modifica]

  1. «I think what Keane has done is just terrific. It has to be good. If it were bad, so many people wouldn’t like it.» Andy Warhol citato in Jane Howard, The Man Who Paints Big Eyes, Life, 27 agosto 1965, vol. 59, n. 9, p 42, ISSN 0024-3019.

Altri progetti[modifica]